Team New Zealand vince la Louis Vuitton Cup 2013

agosto 26, 2013 | By Mistro
1

Con la vittoria dell’ottava prova delle finali della Louis Vuitton Cup 2013 Team New Zealand si porta sul 7 a 1 e conquista l’accesso all’America’s Cup contro il Defender Oracle Team USA.

1005359_645971965427220_114298964_n

1005359_645971965427220_114298964_n
Immagine 1 di 10

La superiorità dell’AC72 messo in acqua dai neozelandesi è stata evidente fin dalla prima prova di semifinale ed è durata per tutte le finali, ETNZ che partisse da sopra o sottovento, percorrendo il primo tratto più all’orza o più alla poggia, è arrivato alla prima boa sempre davanti.

Nonostante questo va dato atto al team di Max Sirena di aver fatto un grandissimo lavoro e di avere portato a casa un risultato che secondo me va oltre il freddo risultato statistico. Sono partiti per ultimi e con un progetto acquistato dai loro stessi avversari, che per forza di cose erano più avanti con la messa a punto.

Nonostante il gap iniziale Luna Rossa ha progressivamente e costantemente accorciato il distacco medio all’arrivo e sviluppato velocità massime a volte anche superiori di ETNZ. Di questo, quando valutiamo il risultato nel suo complesso, ne dobbiamo tenere conto.

Agonisticamente parlando poi lo hanno dimostrato vincendo le AC45 world series di non essere secondi a nessuno.

A bordo di Luna Rossa Challenge nell’ultima prova hanno regatato: Max Sirena (skipper e pitman), Francesco Bruni (tattico), David Carr (pitman/grinder), Pierluigi de Felice (trimmer), Chris Draper (timoniere), Xabi Fernandez (trimmer dell’ala), Nick Hutton (prodiere), Lele Marino (grinder dell’ala), Marco Montis (freestyler), Wade Morgan (grinder del sistema idraulico) e Giles Scott (grinder primario).

Foto Studio Borlenghi

Comments: 1

  1. Francesco_RM ha detto:

    Ad essere onesti la superiorità dei neozelandesi NON è stata evidente fin dalla prima prova di semifinale ma dalla prima regata delle eliminatorie.
    Purtroppo…
    🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.