Category name:Compensi

Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – Terzo giorno di regate

Terzo giorno del Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – Trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Assoluto altura 2019 day 3 01

Assoluto altura 2019 day 3 01
Immagine 1 di 18

19 luglio 2019 – Tre prove per il terzo giorno di regate nelle acque di Crotone: buone condizioni meteo, con aria stesa tra i 10 e i 12 nodi di intensità, per le prime tre prove quotidiane che portano a sette il totale delle regate disputate. Giova ricordare che con la 5 regata è possibile scartare il peggior risultato e il Campionato si giocherà su un massimo di 8 prove. Classifiche quindi piuttosto definite, ma con la giornata di domani per recuperare o consolidare il vantaggio.

Ottimo lavoro per il comitato di regata che ha ben gestito le partenze e i cambi di direzione del vento – in occasione della terza regata odierna. Partenza regolare quindi per la prima sessione alle 11:08 di questa mattina. Pochissime le variazioni nella classifica overall, a eccezione della 3 Classe Crociera, con gli equipaggi più competitivi che rimangono in testa alle classifiche dei giorni precedenti.

Questi i risultati al termine della terza giornata – tra parentesi i parziali overall

Classe 0 R: Altair 3 di Sandro Paniccia – Scuderia 50 – (15,3,1)
Classe 0 C: Milù III di Andrea Pietrolucci – Mylius 14E55 – (5,2,13)
Classe 1 R: Blue Sky di Claudio Terrieri – GS 43 – (2,4,2)
Classe 1 C: Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani – Arya 41.5 – (3,6,3)
Classe 2 R:Guardamago II di Massimo Romeo Piparo – Italia Yachts 11:98 – (12,19,8)
Classe 2 C: Morgan IV di Nicola De Gemmis – GS 39 – (8.5,12,7)
Classe 3 R: Scugnizza di Vincenzo de Blasio – Italia Yachts 11:98 – (4,5,11)
Classe 3 C: South Kensington di Massimo Licata D’Andrea – First 35 – (10,10,5)
Classe 4 C: Vlag di Luca Baldino – Vismara 34 – (16,7,6)

Sabato 20 luglio quindi ultima giornata che vedrà l’assegnazione dei seguenti premi: Trofeo “Carlo De Zerbi” per i Titoli di Campione Italiano delle Classi Regata e Crociera/Regata; il Trofeo “Bper Banca” messo in palio dallo sponsor al primo classificato overall del Gruppo A e al primo classificato overall del Gruppo B e il Trofeo “Dei Tre Mari”, messo in palio dall’UVAI, assegnato alle imbarcazioni qualificate risultate prime nelle classifiche di ciascuno dei due Gruppi. Quindi i Premi Uvai ai migliori armatori timonieri di ciascuno dei due Gruppi.

Classifiche complete su www.campionatoitalianoaltura2019.it

Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – Day 2

Seconda giornata di Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Assoluto altura 2019 day 2 01

Assoluto altura 2019 day 2 01
Immagine 1 di 18

18 luglio 2019 – Disputate altre due prove nelle acque di Crotone: buone condizioni meteo, con meno onda rispetto alla prima giornata e vento tra i 7 e i 10 nodi di intensità. La prima regata è partita alle 12.57, su un percorso a bastone per una lunghezza totale di poco meno di 6,5 miglia, seguita da una seconda prova che porta a 4 le regate disputate fino a oggi.

In Classe 0 le posizioni sono invariate con lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia che rimane in testa nella divisione Regata (3,20 i suoi parziali di giornata) e il Mylius 14E55 Milù III di Andrea Pietrolucci che chiude con un 5 e 13.

In Classe 1 il GS43 Blue Sky di Claudio Terrieri indovina due regate perfette e rientra in porto con ‘soli’ 2 punti (1,1).

Nella divisione Crociera – grazie anche ai brillanti risultati di ieri – mantiene la prima posizione anche l’Arya 41.5 Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani con un 11mo e un 16mo di giornata.

(altro…)

Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – Day 1

Prima prova in acqua per il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Assoluto altura 2019 day 1 01

Assoluto altura 2019 day 1 01
Immagine 1 di 18

17 luglio 2009 – È ufficialmente iniziato il Campionato Italiano con oltre 30 equipaggi a contendersi il titolo nazionale nelle acque dello Jonio. Partenza in salita per il comitato di regata che ha dovuto attendere un miglioramento delle condizioni meteorologiche prima di poter dare lo start della prova di giornata.

Mare molto mosso e vento in attenuazione da N (16 nodi sulla linea di partenza, diventati poi 10 all’arrivo) sono stati gli ingredienti della regata odierna. Colpo di cannone per il primo gruppo di barche alle 15:00 su un classico percorso a bastone di circa 6.4 miglia e che ha impegnato le barche – le più veloci – per poco meno di un’ora.

(altro…)

Campionato Europeo IRC 2019 – Classifiche finali

I francesi del Farr 36 Absolutely II, guidati dall’ex velista di Finn Yves Ginoux, vicepresidente della Union Nationale Course Au Large e portacolori del CNTL di Marsiglia sono i nuovi campioni europei IRC. La rassegna continentale, organizzata dallo Yacht Club Sanremo, che ha impegnato oltre quaranta equipaggi per tutta la settimana, si è chiusa con tre splendide regate, corse con condizioni meteo davvero ideali.

Europeo IRC Sanremo 2019 01

Europeo IRC Sanremo 2019 01
Immagine 1 di 6

29 giugno 2019 – Se ieri il vento leggero aveva imposto uno stop temporaneo al Campionato Europeo IRC, con l’annullamento della regata costiera, oggi il golfo di Sanremo ha offerto condizioni perfette per tre, serratissime regate che hanno incoronato i nuovi campioni continentali. Quel che è certo è che la quinta e conclusiva giornata del Campionato rimarrà nei ricordi dei partecipanti per molto tempo a venire.

Un vento da levante, inizialmente d’intensità intorno agli otto nodi per la prima prova con partenza poco dopo le 9.30 e poi progressivamente andato ad aumentare fino a raggiungere i venti nodi, ha permesso la disputa di tre manche corse su percorso a bastone intorno alle otto miglia per le barche più grandi e alle 6,5 per il raggruppamento minore. Le regate odierne, molto tecniche ma anche impegnative dal punto di vista fisico, hanno in qualche caso confermato e in altri cambiato le graduatorie di classe e generali, stilate su un totale di sette prove con uno scarto.

Il titolo overall, calcolato sui punteggi acquisiti in tutte le classi, è quindi andato a Absolutely II di Yves Ginoux, che si è anche aggiudicato il Trofeo Corithian (non professionisti) e la vittoria nella classe IRC3, ottenendo un triplete davvero eclatante, anche considerando che si tratta di un equipaggio composto da amici e familiari, con cui il velista marsigliese naviga da moltissimi anni. Secondo nella classifica generale è un altro team transalpino, quello delGP42 Confluence Sopra guidato da Jean-Pierre Joly, mentre sul terzo gradino del podio sono saliti gli italiani di Sarchiapone Fuoriserie, l’Italia 998 di Gialuigi Dubbini, e portacolori del circolo organizzatore, lo Yacht Club Sanremo.

(altro…)

Sexy e Sexytoo del CNV alla Giraglia 2019

La 67^ edizione della classica d’altura organizzata dallo Yacht Club Italiano con la collaborazione nelle acque francesi della Societé
Nautique de Saint Tropez, si è tenuta dal 9 all’ 11 Giugno con le regate inshore a St. Tropez e partenza per la offshore St. Tropez-Giraglia-Monaco di mercoledì 12.

sexytoo

sexytoo
Immagine 1 di 7

Una partenza, quella della offshore, emozionante che ha visto una flotta con più 240 barche prendere il largo dal golfo di Saint-Tropez di poppa, con un Maestrale bello teso e con gli spinnaker e gennaker a riva. La navigazione verso lo scoglio della Giraglia è stata rapida, la maggioranza delle imbarcazioni hanno passato la boa naturale entro 24 ore dallo start. Il vento di Maestrale ha soffiato con raffiche di 35 nodi e onda formata, regalando così fantastiche ed emozionanti planate per le prime 100 miglia del percorso.

Quest’anno sulla linea di partenza della Offshore due le barche del Club Nautico della Vela di Napoli: Sexy e Sexytoo.

Sexy, X332 dei Cantieri X-Yacht, dell’armatrice Angela Groger, si è aggiudicata il terzo posto in classifica combinata di tutte le regate
della manifestazione (offshore e inshore) ORC e settimo posto in classifica ORC – B alla regata Offshore nonché il 3 posto in Classifica
ORC-B alle regate Inshore.

il “Sexy Spaghettino Sailing Team”, un giovanissimo equipaggio composto (tra offshore e Inshore) da: Mattia Esposito, Giulio Piccialli, Antonio Rutoli, Matteo Bruno, Alberto Costa, Antonio Zitiello, Antonio Mercorio, e Giorgia Intrieri.

Sexy ha tagliato la linea di arrivo, nelle acque antistanti di Monaco, alle ore 02:10’:01” di domenica 12 maggio, impiegando 38 ore, 10 minuti e 1 secondo per completare il percorso.

Sexytoo, Mylius 14.55 dei cantieri Mylius Yachts, di Carlo Varelli, conquista con il suo storico equipaggio del Sexy Sailing Team, il 6°
posto in classifica ORC A e 7° over all della regata offshore tagliando la linea di arrivo alle ore alle ore 14:40’:36” di sabato 11,
concludendo il percorso in 26 ore, 40 minuti e 36 secondi.

A bordo al fianco dell’armatore Varelli: Mario Viola, Luca Scotto di Vettimo, Luigi Rago, Leonardo Disa, Remigio Fattori, Lorenzo Battiloro,
Flavio Gurgo, Maurizio Boccia, Ugo Giordano, Manuel Polo e Filippo D’Arrigo.

Sexytoo, oltre a portare i colori del club, è stata scelta come imbarcazione rappresentante delle “Universiade Napoli 2019”; iniziativa
scaturita dalla collaborazione tra l’Universiade e la Federazione Italiana Vela – V zona a testimonianza del clima di grande
collaborazione tra l’Universiade e le federazioni nazionali.

Nel canale youtube del Club Nautico della Vela di Napoli alcuni video ripresi durante la regata

Rolex Giraglia 2019 – Classifiche e Foto

Il vento, che ha sempre soffiato impetuoso fin dalla partenza a Saint Tropez, si è ritirato a poche miglia dall’arrivo, rallentando così la galoppata di Rambler verso il Principato di Monaco.

12 giraglia rolex 2019 lunga

12 giraglia rolex 2019 lunga
Immagine 1 di 16

Il Maxi di George David ha chiuso primo in reale ma senza record con un tempo di 16Hrs00M35Sec, tagliando la linea d’arrivo a Monaco alle 4.35 del mattino.

Dopo circa 40 minuti, alle 5:10 il passaggio per il Wallycento Magic Carpet Cubed. Alle 5.34, il Maxi 72 Caol Ila R chiudeva il terzetto dei primi in tempo reale.

“Mi avevano detto che la Rolex Giraglia sarebbe stata una regata lenta…– ha raccontato in banchina George David – Non mi è parso proprio e la mia barca, concepita per le lunghe regate oceaniche, si è trovata nelle sue condizioni ideali. Sono alla mia prima Rolex Giraglia, e l’aver mancato il record, è solo un motivo in più per tornare”.

(altro…)

Rolex Giraglia 2019 – La partenza della regata offshore

Alle 12:00, il comitato di regata dello Yacht Club Italiano ha dato lo start alla grande flotta di 243 imbarcazioni per la regata lunga della Rolex Giraglia. Le barche sono partite alla volta dell’isolotto della Giraglia spinte da un bel vento fresco di circa 15/20 nodi

01 giraglia rolex 2019 lunga

01 giraglia rolex 2019 lunga
Immagine 1 di 16

START OF THE 67TH ROLEX GIRAGLIA OFFSHORE RACE

Mercoledì 12 giugno 2019 – Dopo il suggestivo crew party di Rolex con 2.900 partecipanti sulla spiaggia della Ponche, questa mattina alle 12:00 puntuali sono iniziate le procedure di partenza per la prova lunga della 67ma edizione della Rolex Giraglia. Partenze regolari per l’imponente flotta che è stata separata in 4 gruppi di partenza, con i più piccoli (Gruppi B IRC/ORC) ad aprire la strada, seguiti a cadenza di 10 minuti dal Gruppo A, il Gruppo 0 e quindi i partecipanti alla Giraglia X 2.

Consueta emozione nel vedere una flotta così eterogenea lasciare le banchine di Saint Tropez e uscire dal porto in vista della ‘Lunga’: 241 miglia dal meteo ancora incerto a vantaggio della suspense che regnava in banchina questa mattina. La parola record è stata sussurrata da molti, e altrettante previsioni sono state fatte circa la probabilità di abbassare il record di 14h56m16s del Maxi Esimit Europa 2 di Igor Simcic nel 2012. In ogni caso, le aspettative a bordo delle barche più veloci, sono quelle di una regata di meno di 24 ore con una buona pressione di vento e un calo sulla via del ritorno (per i più grandi). Il quadro meteo rimane tuttavia incerto, tutto può accadere soprattutto in vista del rinforzo di vento atteso per la giornata di venerdì 14. Tra gli accreditati a fermare l’orologio sotto le 15 ore, i grandi Maxi come Rambler 88 e Magic Carpet Cubed – che anche in questa occasione può contare sulle scelte tattiche del fuoriclasse Jochen Schuemann, coadiuvato dal guru della meteorologia Marcel Van Triest).

Anche tra i ‘piccoli’ saranno interessanti da seguire le performance di Vincenzo Onorato e Patrizio Bertelli, entrambi a bordo di due barche ‘vintage’ come lo Swan 38 Classe 1974 Mascalzone Latino per l’armatore napoletano, e lo splendido Vanessa, progettato da Giulio Cesare Carcano nel 1975, dove è a bordo Mr. Prada, Patrizio Bertelli, che può contare su un equipaggio di grande sostanza tra veterani (il brasiliano Torben Grael, per esempio) e giovani provenienti direttamente dalla base di Luna Rossa a Cagliari.
Dopo il colpo di cannone, le barche più grandi si sono subito allungate lungo il bordo verso la boa di disimpegno della Formigue per poi mettere prua in direzione sud est per la lunga discesa verso la Corsica.

L’arrivederci ai regatanti, per questa edizione, è nelle acque del Principato di Monaco dove è tutto pronto per accogliere la flotta.

Questi i record della prova d’altura della Rolex Giraglia negli ultimi decenni:
2012 – Esimit Europa 2 di Igor Simcic con un tempo di 14 ore, 56 minuti e 16 secondi
2008 – Alfa Romeo di Neville Crichton, con un tempo di 18 ore, 3 minuti e 15 secondi
2003 – Alfa Romeo di Neville Crichton, con un tempo di 22 ore, 13 minuti e 48 secondi
1998 – Riviera di Rimini di Giorgio Benvenuti, con un tempo di 24 ore, 21 minuti e 47 secondi
1984 – Benbow di Enrico Recchi, con un tempo di 27 ore, 24 minuti e 30 secondi
1966 – Stella Polare della Marina Militare con un tempo di 29 ore, 0 minuti e 0 secondi.

La Rolex Giraglia 2019 è live sul sito www.rolexgiraglia.com dove è possibile seguire il tracking online dell’intera flotta.

Rolex Giraglia 2019 – Sanremo-Saint Tropez

Arrivata la flotta dalla regata Sanremo-Saint Tropez, vittoria per l’equipaggio di X-Wave in ORC e di Solsting in IRC. Nel golfo di Saint Tropez una magnifica giornata di vento ha accolto i regatanti che ne hanno approfittato per allenarsi in vista della partenza delle regate inshore

Rolex Giraglia 2019 - Sanremo-Saint Tropez

La giornata di sabato 8 è stata interpretata in vari modi dai regatanti che hanno iniziato ad affollare il golfo di Saint Tropez. Con i 104 scafi iscritti alla Sanremo-Saint Tropez, partiti alla mezzanotte di venerdì, che hanno iniziato ad arrivare nella mattinata. 11:04:51 il tempo reale di Ange Transparent, lo Swan 45 che primo ha tagliato la linea d’arrivo a Saint Tropez – con una doppietta dei ‘piccoli’ nelle due divisioni ORC e IRC. Risultati finali che hanno visto la vittoria in tempo compensato di X-Wave, l’X 332 di Marco Roccatagliata nella divisione ORC, e del Grand Soleil 34.1 Solsting di Stanislav Pechenkin.

Pomeriggio di riposo per questi equipaggi, impegnati tutta la notte nella regata costiere – mentre giornata di allenamenti intensi nel golfo per il resto della flotta che ha approfittato di una bella brezza moderata per la messa a punto finale di barca ed equipaggio.

Il primo a tagliare il traguardo della Leg 1 della Rolex Giraglia è stato lo Swan 45 Ange Transparent, arrivato a Saint Tropez alle 11:03 di questa mattina dopo poco più di 11 ore di regata. “Siamo riusciti a mantenere sempre una buona velocità – commenta a caldo Vittorio Zaoli, timoniere a bordo dello Swan 45 – ci siamo tenuti a circa 6 miglia dalla costa, per evitare buchi di vento, e abbiamo camminato sempre bene. Un rinforzo di vento poco prima del Golfo di Saint Tropez ci ha consentito una bella volata finale”. Un ulteriore rinforzo del vento, giunto in tarda mattinata, ha però favorito i piccoli rimasti più indietro, che hanno così avuto modo di ‘raggiungere’ in tempo compensato gli scafi più veloci.

La prima giornata di prove inshore

(altro…)

Campionato Mondiale ORC 2019 – Classifiche Finali

L’ultima prova del Campionato del Mondo 2019 ORC D-Marin si è disputata con un vento leggero. Una caratterizzata fino all’ultimo dall’incertezza. Per poter scartare il peggior risultato inshore le Divisioni A e C avevano bisogno di due ulteriori prove mentre la Divisione B di una sola.

Mondiale ORC 2019 coastal 05

Mondiale ORC 2019 coastal 05
Immagine 1 di 10

9 giugno 2019 – La mattinata è iniziata con temperature elevate e molta umidità. Solamente dopo le 10 una brezza proveniente da sud sui 7-9 ha permesso di far partire la prima prova della giornata per la Divisione A e C.

Il leader XIO, TP 52 di Marco Serafini, si aggiudica con un percorso quasi perfetto questo Campionato del Mondo ORC senza sorprese. Gli sguardi tuttavia erano puntati su chi si sarebbe piazzato al secondo ed al terzo posto nella sua divisione. Alla fine lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia con un secondo posto nella prova di oggi si assicura un argento davanti a Air is Blue, il TP 52 di Roberto Monti, che grazie ad un primo posto guadagnato nella prima prova disputata si piazza terzo a pari punti con Ex Officio. Questa è la seconda volta per Monti ed il suo equipaggio che ripetono il loro risultato ottenuto al Campionati del Mondo ORC 2012 in Helsinki.

(altro…)

Campionato Mondiale ORC 2019 – II Regata Offshore

Quinta giornata di regate a Sebenico, Croazia, per il 2019 ORC World Championship in programma fino a sabato 8 giugno. Bene i team italiani che occupano le prime tre posizioni nelle classi A e B.

Mondiale ORC 2019 coastal 01

Mondiale ORC 2019 coastal 01
Immagine 1 di 10

Venerdì 7 giugno 2019 – Si è svolta la seconda prova offshore di circa 50 miglia, per la flotta della Classe A è stata la quinta regata e in testa alla classifica con 6 punti c’è il TP 52 XIO di Hurakan Ltd con Marco Serafini al timone (2, 1, 1, 1, 1) seguito dallo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia con 17 punti (4, 4, 4, 2, 3) e dal TP 52 Air is blue di Roberto Monti con 20 punti (1, 2, 12, 3, 2). Quinto assoluto e primo della divisione Corinthian è l’XP44 italiano WB Seven di Gianclaudio Bassetti con 33 punti (8, 7, 5, 6, 7).

Per la Classe B è stata invece la sesta prova che ha confermato la leadership italiana con tre Swan 42 ai primi tre posti: Selene di Massimo de Campo con 12 punti (1, 2, 2, 3, 3, 1) è davanti a Digital Bravo di Alberto Franchi con 15 punti (2, 3, 3, 2, 2, 3) e a Mela di Andrea Rossi con 17 punti (11, 1, 1, 1, 1, 2). Primo della divisione Corinthian è il Grand Soleil 39 Morgan IV Di Nicola de Gemmis con 78 punti (22, 20, 9, 5, 5, 17).

(altro…)