Due morti durante una regata in Australia

febbraio 26, 2018 | By Mistro
0

25 febbraio 2018 – Due velisti – Paul Charles Owens, 60 anni, e Thomas, 70 – sono morti in seguito al rovesciamento della barca durante la regata Bunbury and Return Ocean Race. Il Davidson 50 Finistere era partito sei ore prima da Fremantle con un equipaggio di sei persone esperte.

ue morti durante una regata

La regata di 170 miglia è iniziata il 23 febbraio a Fremantle con il percorso che ha portato la flotta di 16 imbarcazioni a sud fino alla baia di Koombana. Dopo aver completato un breve giro della baia di Bunbury, il percorso ritorna a nord per il traguardo di South Mole a Fremantle.

Il dramma è iniziato quando uno dei membri dell’equipaggio ha attivato il proprio segnale di soccorso poco prima di mezzanotte, quando lo yacht si trovava a circa 11 miglia nautiche a sud-ovest di Mandurah.

Il segnale è stato rilevato dall’Autorità australiana per la sicurezza in mare di Canberra, che ha tentato invano di contattare la barca via radio.

Quando il tracker di regata del Finistere non è riuscito ad aggiornarsi 15 minuti dopo, l’AMSA ha contattato la polizia idrica di Fremantle e l’elicottero del RAC Rescue, che stava conducendo esercitazioni nell’area. Arrivato sul posto in 30 minuti ha trovato la barca capovolta e semi-sommersa.

Tre barche vicine che partecipavano all’evento ospitato dal Royal Freshwater Bay Yacht Club, Huckleberry (S & S 34), Fourth Dimension (Dufour 40) e Circa (C & C 115), sono stati deviati sul posto soccorrendo cinque dei sei membri dell’equipaggio. Uno era deceduto e un altro era disperso, è stato trovato più tardi da un elicottero.

A causare il rovesciamento è stata la perdita della chiglia.

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.