Motonautica – Nuovo record Montecarlo-Venezia

luglio 22, 2016 | By Mistro
0

Martedì 12 luglio 2016, l’equipaggio capitanato dall’imprenditore Fabio Buzzi e composto da Mario Invernizzi, Antonio Binda, Eric Hoorn, Stefano Gibelli, è riuscito nell’impresa di stabilire il nuovo record nella tratta Montecarlo – Roccella Jonica – Venezia.

Il precedente primato, stabilito da Mario Invernizzi nel settembre 2011 con l’imbarcazione da competizione “KeraKoll” era di 22 ore 13 minuti e 17 secondi. A cinque anni di distanza, con il tempo di 22 ore 5 minuti e 42 secondi, l’imbarcazione FB60 (un 18 metri, progettato per operazioni di salvataggio e controllo marittimo con 2 motori MTU da 1600 hp) prodotto dal cantiere nautico FB Design è riuscita ad abbassare il primato di 7 minuti e 35 secondi, con una media di 52.3 nodi, pari a 97 km/h.

La traversata ha preso il via lunedì 11 luglio 2016 alle ore 9:52:47 da Montecarlo ha effettuato un solo rifornimento in Calabria, nel Porto delle Grazie di Roccella Jonica, posto esattamente a metà dell’intero percorso, ed è terminata martedì 12, alle 7:58:30 presso la bocca di porto del Lido di Venezia, su di un mare assai mosso, nelle ultime 100 miglia del nord Adriatico.

Ma non è tutto. Sullo stesso percorso e nello stesso giorno, un altro scafo FB Design, precisamente il piccolo FB 32, pilotato da Roberto Rizzo e Vincenzo Tota, con equipaggio Marco Tassara e Carlo Menoni, motorizzato con 2 italianissimi VM da 350 hp, è partito da Montecarlo, ha rifornito lui pure a Roccella Jonica, arrivando a Venezia dopo 32 ore 46 minuti e 15 secondi, stabilendo il nuovo record nella classe minore fino a 9 metri, con una media di 35.26 nodi (65.38 km/h).

Il fatto veramente eccezionale è che entrambi gli scafi non sono imbarcazioni da corsa, bensì scafi destinati all’uso di pattugliamento e assistenza per migliorare la sicurezza in mare, prodotti da FB Design per vari corpi militari nel mondo, dimostrando in tal modo l’assoluta superiorità del prodotto italiano nel settore di scafi veloci professionali.

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.