Libri di vela – Memorie di un cartografo veneziano

marzo 25, 2013 | By Mistro
0

Memorie di un carografo venezianoSento i legni del naviglio, le scosse della chiglia e il vento che impiena le vele fare un solo corpo. L’ignoto è sempre dinnanzi a me, ma ora è lì perchè io lo ghermisca, perchè strappi dal suo viso il drappo che lo occulta. E’ un’ebbrezza che assomiglia ad un’ubriacatura di acque salse e vento. 

[…]

“Da quando sono rientrato a Bristol, ogni notte è notte di draghi che lottano nel mezzo di venti dai bordi taglienti come lame. Non ho riposo. In bocca l’amaro dell’insuccesso, nelle membra la spossatezza della rinunzia. Il nero guanciale su cui reclino il capo è irto delle spine dell’infamia. Le coltri gravano sui miei respiri come manti di roccia e le ruote dei cieli paiono muoversi spargendo il guaito del ghiaccio che si spacca. M’attardo in un abbandono che non ha scopi. La rovina è discesa su di me, sulla mia famiglia, sulla nostra memoria.” […]

“Le verdi acque del Guadalquivir fanno corsa attorno a Siviglia, passano sottto il ponte di triana, mettono agitazione tra i navigli all’approdolungo le banchine al di là dell’Arenal e filano via cheteverso il mare. Se i miei sensi si fanno vigili, arrivo a coglierne il calmo deflusso, un talamo liquido sul quale si quietano, una dopo l’altra, le voci della notte.” […]

“Mi rivolto nel letto, inetto a prendere il sonno che mi spetta. indugio in ascoltazione del silenzio e delle voci che mi sgorgano dall’anima. Tra le stradespira un’aria che scende verso il fiume, assecondandone gli argini sinuosi, e slarga verso la piana fuori dalla porta di Goles. Le travi mandano lamento. Sono gli schiocchi del legno che disfa del calore diurno. Nel buio avverto la la prossimità di Catalina. Dorme. La sua fragranza di giacinto e gelsomino mi stringe ancora il cuore. Chi ha avuto avventura dell’ardore delle carni sa che termina presto e spande nelle membra un torpore disanimante, saturo di beatitudine.” […]

Sono tre passaggi che ho scelto per descrivere il libro che sto leggendo,Memorie di un cartografo veneziano. Il cartografo è Sebastiano Caboto ed il libro è uno dei più belli che mi sia mai capitato di leggere in vita mia.

MEMORIE DI UN CARTOGRAFO VENEZIANO
ONGARO FRANCESCO
Editore: CORBACCIO
Collana: NARRATORI CORBACCIO
Pubblicazione: 09/2009
Numero di pagine: 350
PREZZO: € 18,60
ISBN-13: 9788879729871
ISBN: 887972987X
Formato: Libro rilegato

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.