Route du Rhum – Tre vittorie di classe: Rhum Mult, Class40 e Rhum Mono

21 novembre 2018 – Nelle ultime 24 ore Pointe-à-Pitre ha celebrato tre grandi vincitori, nella classe Rhum Multi, nella competitiva Class40 e nella divisione Rhum Mono della Route du Rhum-Destination Guadeloupe, la regata transatlantica in solitaria da 3.542 miglia nautiche.

Thomas Coville, skipper de l Ultime Sodebo, 3eme de la Route du Rhum-Destination Guadeloupe 2018 - Pointe a Pitre le 20/11/2018

Thomas Coville, skipper de l Ultime Sodebo, 3eme de la Route du Rhum-Destination Guadeloupe 2018 - Pointe a Pitre le 20/11/2018
Immagine 1 di 12

Thomas Coville, skipper de l Ultime Sodebo, 3eme de la Route du Rhum-Destination Guadeloupe 2018 - Pointe a Pitre le 20/11/2018

Nella classe amatoriale Rhum Multi, è stato il veterano francese Pierre Antoine sul suo trimarano di legno, l’affidabile Olmix, a condurre con determinazione sin dalla partenza a Saint Malo in Bretagna il 4 novembre, nonché a riportare una vittoria convincente 16 giorni dopo.

Anche tra i Class40 il vincitore è stato lo skipper che ha dominato lungo tutto il percorso, ma questa volta in una flotta di 53 barche, il connazionale di Antoine, il francese Yoann Richomme a bordo di Veedol-AIC.

E nella classe Rhum Mono è stato Sidney Gavignet al timone di Café Joyeux a tagliare per primo il traguardo a Pointe-à-Pitre a Guadeloupe, con il suo avversario più vicino, Sébastien Destremeau (Alcatraz IT Faceocean), ancora a 120 miglia nautiche quando Gavignet è arrivato all’ormeggio.

Originario di Amiens, città francese senza mare, Antoine è un velista straordinario che a 56 anni si è cimentato nella sua quarta Route du Rhum-Destination Guadeloupe. Ha vinto nella sua classe l’edizione del 2006 ma ha dovuto abbandonare la regata quattro anni fa quando la sua barca è stata colpita da un fulmine che gli è costato un importante lavoro di riparazione e ricostruzione.

Tullio Picciolini e Giammarco Sardi per il record di traversata atlantica

La-storia-dei-record-Dakar-Guadeloupe

Si chiama Ocean Cat il catamarano sportivo di 20 piedi (6 metri) con cui Tullio Picciolini e Giammarco Sardi, due velisti con esperienza decennale alle spalle, tenteranno di battere il record di traversata atlantica senza assistenza da Dakar a Guadeloupe, un percorso di 2551 miglia nautiche (4724,45 km). Un progetto che nasce ad inizio del 2018 con l’acquisto dell’imbarcazione con la quale Vittorio e Nico Malingri nell’aprile 2017 hanno segnato su quella stessa tratta il primato di 11 giorni, 1 ora, 9 minuti e 30 secondi.

Alla presentazione ufficiale presso la Sala conferenze del Porto Turistico di Roma, ad accompagnare Tullio Picciolini e Giammarco Sardi c’erano il presidente della Lega Navale Italiana Maurizio Gimignani, l’Assessore allo Sport del X Municipio Silvana Denicolò ed Andrea Cicini in rappresentanza del Porto Turistico.

Dopo un periodo di messa a punto della barca, i due velisti romani hanno effettuato un periodo di allenamento lungo le coste laziali e sul Tirreno con continue traversate dalle basi di appoggio a Roma – la Lega Navale Italiana di Ostia ed il Porto Turistico di Roma – e la sede dello Yacht Club Porto Rotondo.

Invernale vela d’altura di Napoli: Iaia II vince la Coppa Arturo Pacifico

NAPOLI, 19 novembre 2018 – Si è conclusa con il successo di Iaia II dell’armatore Luca Scoppa l’edizione 2018 della Coppa Arturo Pacifico.

Invernale Napoli 2018

L’equipaggio del Circolo Canottieri Napoli ha ottenuto il miglior punteggio sommando le due prove dell’11 e 18 novembre, che compongono il trofeo organizzato dal Circolo del Remo e della Vela Italia. Nella classe Grancrociera, primo posto per Chiara, di Nicola Landi ed Antonio Esposito (Lni Napoli); tra i Minialtura, successo di Artiglio Chipstar degli armatori Giovanni De Pasquale e Alberto La Pegna (Lni Napoli).

Nel corso della regata di domenica scorsa, 18 novembre, valida come seconda tappa della 48esima edizione del Campionato Invernale di Altura del Golfo di Napoli, il grecale che ha soffiato fino a 30 nodi e messo a dura prova la resistenza degli oltre 50 team scesi in mare. Successi di giornata per Artiglio Chipstar (Minialtura); Scugnizza XS di Enzo De Blasio della Canottieri Napoli (ORC 0-2), vincitore della regata; Forever Young (3-5) di Salvatore Casolaro del Cn Torre Annunziata; Lulù (Grancrociera) di Giambattista Giordano del Cn Arcobaleno.

Da segnalare l’incidente accorso a Mary Poppins di Claudio Polimene, che durante il primo bordo di poppa ha disalberato. L’equipaggio non ha riportato danni.

Invernale 2018 di Riva di Traiano – Prime prove

Riva di Traiano, 19 novembre 2018 – Un bel vento da terra di 12 nodi, un mare teso e liscio come una tavola, un bel sole inaspettatamente caldo. Questi i tre ingredienti che hanno concorso ad una bellissima giornata di vela a Riva di Traiano, in occasione della tanto attesa “prima” dell’Invernale di Riva di Traiano – Trofeo Paolo Venanzangeli.

Invernale Riva di Traiano 2018

Dopo la delusione di 15 giorni fa, con le regate annullate per l’allerta meteo, questa volta la giornata è andata nel verso giusto, con due splendide prove disputate e la piena soddisfazione di tutti gli equipaggi.

Nel briefing mattutino, il Direttore di Corsa Fabio Barrasso, aveva parlato di una giornata sperimentale nella quale fare il primo test per l’eventuale doppia regata, ma le condizioni meteo sono state tali che, una volta in acqua, si è proceduto ad effettuare senza indugi anche la seconda prova. “Il vento da NE ci ha regalato un mare piatto – ha commentato Fabio Barrasso – ma ci ha fatto allontanare da riva, per evitare problemi con la boa di bolina. Il vento mediamente è stato sui 12 nodi, con punte di 15, ma anche con piccoli cedimenti fino a 9 nodi. La direzione non è stata sempre regolarissima, e ci ha fatto lavorare un bel po’ in acqua”.

Seconda tappa Invernale West Liguria 2018

Sabato 17 novembre è iniziata la seconda tappa del trentacinquesimo Campionato Invernale West Liguria, Autunno in regata, organizzato dallo Yacht Club Sanremo e supportato dal Comune di Sanremo.

Campionato Invernale West Liguria

Sabato 17 novembre il vento da Levante sui 30/32 nodi, con forti raffiche a 42, ha costretto il Comitato ad annullare la regata.

Domenica 18 novembre una bella prova portata a casa con un vento sui 20 nodi alla partenza con successiva riduzione del percorso a causa di forti raffiche in aumento.

Accesa sin da subito è stata la lotta per la classifica assoluta Overall, con l’affermazione di ANGE TRASPARENT II, di Valter Pizzoli – Le Mirabeau ( Yacht Club Monaco). Secondo posto per SARCHIAPONE, di Gianluigi Dubbini (C.V.Toscolano Maderno) e terzo posto per FAR STAR, di GianLorenzo Venturini ( C.N. San Bartolomeo).

Con questi risultati ANGE TRASPARENT II è risultata prima anche nella graduatoria della classe Orc A, davanti a FAR STAR e CHECKMATE, di Marco Babando (Yacht Club Sanremo).

In Orc B a raggiungere la vetta del podio è stata SARCHIAPONE seguito da IL PINGONE DI MARE III, di Federico Stoppani (Yacht Club Sanremo)e da FARRFALLINA, di Davide Noli (Yacht Club Sanremo).

In classe Irc si aggiudica il primo posto ANGE TRASPARENT II seguita da SARCHIAPONE e da CHECKMATE.

Nella classe Racing Club vittoria di EMOTION, di Franco Gaiani ( Yacht Club Sanremo), su GIUBA, di Giovanni Gerosa ( CNAM Alassio)) ed EMMA, di Sottosopra Asd (C.N. Marina Genova Aeroporto).

Il prossimo appuntamento con l’Autunno in regata è per il 1/2 dicembre, per il secondo week end di regata.

Classifiche complete su www.yachtclubsanremo.it – foto archivio

Route du Rhum-Alex Thomson dichiara: “non merito di vincere”

Non solo un grande velista ma anche un vero gentleman, l’inglese Alex Thomson, in piedi sulla sua barca danneggiata, Hugo Boss, ormeggiata in banchina a Guadalupa questa mattina, ai giornalisti assembrati intorno a lui ha detto di non meritare di vincere la Route du Rhum-Destination Guadeloupe.

Alex Thomson, skipper de l Imoca Hugo Boss sur la ligne d arrivee de la Route du Rhum-Destination Guadeloupe 2018 – Pointe a Pitre le 16/11/2018

Thomson era stato in testa sin quasi dall’inizio di questa regata, transatlantica in solitaria da 3,542 miglia, partita il 4 novembre da Saint Malo, e si stava avvicinando all’arcipelago di Guadalupa quando, dormendo più del dovuto, ha lasciato che la sua barca andasse a schiantarsi sugli scogli sulla punta più a nord della isola di Grande Terre.

Per salvare l’imbarcazione dal naufragio il velista di Gosport, in Inghilterra, ha dovuto accendere il motore per tornare in acque più profonde. Nonostante sia riuscito a completare la regata e sia stato il primo della classe IMOCA, che conta 20 concorrenti, a tagliare il traguardo oggi, Thomson ha ricevuto una penalità di 24 ore da parte della giuria per aver usato il motore.

Questo significa non solo che Thomson difficilmente potrà vincere la regata, ma che sarà escluso dalle prime tre posizioni, con Paul Meilhat su SMA – il probabile vincitore – Yann Eliès su UCAR-Saint-Michel e Vincent Riou su PRB che probabilmente concluderanno la regata in un tempo inferiore a quello di Thomson tenendo in conto la penalità.

Route du Rhum – Lalou Roucayrol si è capovolto

MULTI50 ARKEMA - SKIPPER LALOU ROUCAYROL (FR)

Lalou Roucayrol (FR) Skipper MULTI50 Arkema – 2018

Lo skipper francese Lalou Roucayrol si è capovolto questa mattina sul suo Arkema Multi 5050 alle 06:30 di UTC / 0730 CET mentre era al quarto posto nella Route du Rhum-Destination Gaudeloupe a circa 1000 miglia a est della Guadalupa.

Roucayrol è sicuro e bene dentro la sua barca. Si è messo in contatto immediato con il suo team di supporto a terra per avvertirlo del suo capovolgimento in un improvvisa e violenta burrasca.

È in corso un piano di salvataggio. Ha accesso al cibo e all’acqua ma ha una comunicazione limitata. Si trova nella fascia degli Alisei con 20-25 nodi di vento orientale.

Gli appuntamenti istituzionali 2019 della Federazione Italiana Vela

La Federazione Italiana Vela ha reso noti gli appuntamenti istituzionali 2019 dedicati all’altura, alle classi giovanili e a quelle olimpiche.

CICO 22-03-2018 01

CICO 22-03-2018 01
Immagine 1 di 25

Il primo appuntamento è per il 14 luglio con il Campionato Italiano di Vela d’Altura che per quattro giorni avrà come scenario le acque della città di Crotone.

A fine agosto, sempre in Calabria, si disputeranno i Campionati Italiani Giovanili in singolo e la Coppa Primavela cui è abbinato il Meeting nazionale delle scuole vela FIV. La manifestazione giovanile animerà per dieci giorni il litorale e lo specchio di mare antistante Reggio Calabria.

Dal 5 al 9 settembre, sarà Bari ad ospitare i Campionati Italiani Giovanili delle classi in doppio, mentre il lago di Garda sarà la sede ideale per il CICO – Campionato Italiano Classi Olimpiche – che si disputerà dal 10 al 14 settembre a Gargnano. Lo spostamento di date per quest’ultimo evento – che da qualche anno era stato anticipato a marzo – è dovuto alla presenza di numerosi eventi internazionali già calendarizzati in primavera.

Viareggio – Regata d’autunno 2018

Disputata con successo a Viareggio la Regata d’autunno, in attesa di concludere la stagione 2018 con la Regata d’Inverno, in programma domenica 25. Due le prove portate a termine da dodici equipaggi.

Viareggio Regata autunno 2018 01

Viareggio Regata autunno 2018 01
Immagine 1 di 11

Viareggio 11 novembre 2018 – Con due prove a bastone svoltesi nelle acque a Nord del Porto di Viareggio e caratterizzate da vento sui 10/12 nodi, si è conclusa con successo la Regata d’Autunno organizzata nella giornata di domenica dalla Lega Navale Italiana di Viareggio e dal Club Nautico Versilia.

Alla tradizionale manifestazione riservata a tutte le imbarcazioni ORC, Orc Gran Crociera, Minialtura e Open hanno partecipato dodici equipaggi.
Il Comitato di Regata e di Giuria (unico) è stato presieduto da Franco Manganelli coadiuvato da Stefano Giusti e Danilo Morelli.

Doppietta di vittorie per l’ORC GC Ita 16904 Ciabatta di Giampaolo Bartalini e per l’unico Open, Ita 13781 Pipina 3 di Pier Franco Pellegrini, mentre in Orc la vittoria in tempo compensato è andata nella prima prova a ITA 9930 Blue Dolphin di Mauro Lazzarotti e nella seconda a Ita 10398 Telepatia di Vittorio Giusti.

La premiazione della Regata D’autunno si svolgerà domenica 25 novembre alle ore 17.30 presso le sale del Club Nautico Versilia, in occasione della premiazione della Regata d’Inverno.

Domenica 25 novembre, infatti, il Club Nautico Versilia e la Lega Navale Italiana Sez. Viareggio organizzeranno la Regata d’Inverno, tradizionale appuntamento di fine stagione riservato a tutte le imbarcazioni ORC, Orc Gran Crociera, Minialtura e Open. Il Briefing per gli equipaggi è previsto alle ore 9 mentre il segnale d’avviso della prova sarà dato alle ore 10.

Sul sito del Club Nautico Versilia (www.clubnauticoversilia.it), nel settore Regate&Eventi – Regate 2018, sono pubblicate e scaricabili tutte le informazioni utili per partecipare alla regata conclusiva della stagione 2018 (bando di regata, modulo d’iscrizione, lista equipaggio, e, a breve, le istruzioni di regata).

Il Club Nautico Versilia e la Lega Navale Italiana Sez. Viareggio, inoltre, ricordano con piacere l’appuntamento in programma sabato 24 novembre alle ore 16, presso le sale del CNV, con “Dai portolani ai gps cartografici e le moderne app di navigazione. L’evoluzione della cartografia nautica e le ultime novità tecnologiche”.

Bari – Trofeo Bottiglieri 2018 – Risultati e Foto

Trentuno imbarcazioni divise in quattro raggruppamenti (altura, minialtura, surprise e amatoriale) sono scese in acqua a Bari per il XXXI Trofeo Bottiglieri organizzato dal Circolo della Vela Bari e valido come prima prova della XX edizione del Campionato invernale vela d’altura Città di Bari.

Trofeo Bottiglieri Bari 2018 01

Trofeo Bottiglieri Bari 2018 01
Immagine 1 di 14

La giornata soleggiata ma senza vento ha costretto gli equipaggi ad attendere fino alle 13.35 per la partenza della prima prova e alle 15.50 per la seconda. Il vento 90° circa tra i sei e gli otto nodi ha accompagnato gli equipaggi nelle due prove. Il campo di regata allestito dal comitato al largo del lungomare Sud di Bari è stato ridotto fino a 3.2 miglia marine per consentire lo svolgimento delle due prove. A vincere il Trofeo Bottiglieri in classe altura è stata Morgan di Nicola De Gemmis (CC Barion) con Mario Zaetta al timone, risultato primo anche nella divisione crociera/regata. Ad aggiudicarsi il primo posto nella divisione gran crociera è stata Gaios di Amoroso – De Vanna.

Nella classe Minialtura il trofeo è andato invece all’imbarcazione Nellaria di Vito Laforgia (CN Bari) timonata da Fabrizio Buono, risultato primo anche nel gruppo Surprise. Infine nella new entry categoria amatoriale in divisione B è stata Oi Tirsenoi di Mauro Loperfido (LNI Bari) e in divisione C Stag Trek 24 di Michele Zaza (CN Il Maestrale).