Coronavirus – Regate sospese in Lombardia e Veneto

Federazione Italiana Vela FIV logo

Su indicazione del Governo, Il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, ha chiesto al CONI di invitare le Federazione Sportive Nazionali, le Discipline Associate e gli Enti di Promozione Sportiva, a sospendere, per la giornata di Domenica 23 febbraio, tutte le attività sportive in programma nelle Regioni di Lombardia e Veneto.

La Federazione Italiana Vela, raccolto l’invito del Governo e del CONI, sospende le attività sportive nei Comitati XII Zona (Veneto) e XV Zona (Lombardia).

Via | federazione italiana vela

Giancarlo Pedote verso il Vendée Globe, un sogno che si sta avverando

Questo 2020 sarà per Giancarlo Pedote sicuramente un anno impegnativo e cruciale. L’ 8 novembre prossimo partirà da Les Sables d’ Olonne il tanto anelato Vendée Globe, giro del mondo senza scalo e senza assistenza. Il navigatore oceanico, a bordo del suo 60 piedi Prysmian Group, è concentrato al massimo sull’ obiettivo di tagliare la linea di partenza della più estrema regata in solitario della storia, a cui solo quattro italiani prima di lui hanno avuto l’ onore di partecipare.

Giancarlo Pedote

IMOCA PRYSMIAN GROUP, entrainement au large de Lorient pour participation à la Transat Jacques Vabre 2019, skipper, Giancarlo Pedote en double avec Anthony Marchand.

Una sfida sportiva e umana ai limiti della resistenza che necessita un’ottima preparazione in tutti gli aspetti della performance. Sarà sicuramente un’ impresa estrema ma Giancarlo, il suo team e i suoi partner impiegheranno tutte le loro energie per affrontarla nel migliore dei modi, motivati dall’audacia della prova, ma anche e soprattutto dalla volontà di dare la massima visibilità all’ONG internazionale Electriciens sans frontières: un connubio perfetto di energia positiva e impegno sociale, sostenuto quest’ anno anche da un nuovo Official Supplier, Lombardini Marine – Kohler.

Presentata a Milano la Persico69F CUP

Milano, 20 febbraio 2020 – A 16 mesi dal primo varo, dopo una stagione di test, il coinvolgimento attivo di alcuni tra i migliori specialisti del foiling al mondo, tra i quali Santiago Lange, Persico e il Team 69F hanno ufficializzato oggi, in occasione del Foiling Award di Milano date e format del circuito 2020, la PERSICO69F CUP.

Persico69F

Con l’accordo tra il Team 69F e Persico siglato oggi “all’ombra” di uno dei monotipi Persico69F, eccezionalmente ormeggiato in pieno centro a Milano per accogliere gli ospiti del Foiling Award, parte ufficialmente la prima stagione del primo monotipo foiling dedicato al grande pubblico.

LE DATE DEL CIRCUITO

I Persico69F regateranno su quattro campi di regata: Cagliari, Ginevra, Gargnano e Trieste. Ogni singola tappa del circuito prevede ben tre settimane di attività, con ospiti, “studenti” e regatanti a rotazione, un nuovo format che restando a lungo in un territorio garantisce massima visibilità agli sponsor e tante occasioni di contatto e promozione, nonché la possibilità di misurarsi con tutte le condizioni meteo. L’esordio del circuito è previsto a Cagliari il 23 aprile: i monotipi e il circuito si fermeranno in questa location fino al 10 maggio; la seconda tappa si svolge invece a Ginevra, dal 16 giugno al 5 luglio. Il circuito si sposterà quindi sul lago di Garda, a Gargnano, dal 7 al 26 luglio. Infine Trieste, con tre settimane di attività a partire dal 22 settembre, e fino a all’11 ottobre, terminando con Barcolana.

ACADEMY WEEK

Una delle tre settimane del circuito è dedicata al format Persico69F Academy: la possibilità di vivere un’esperienza unica imparando dai migliori “foilers” al mondo la tecnica di navigazione a bordo del Persico69F. Si tratta di una settimana “full immersion”, in barca con grandi esperti e giovani talenti per apprendere dai migliori, sotto la direzione tecnica di Santiago Lange. “Da zero a mille” è il mood formativo del progetto, a indicare che anche chi non ha mai navigato sui foil – grazie al programma dell’Academy, la versatilità e sicurezza del monotipo – può apprendere per step, imparare le tecniche di foiling e divertirsi da subito.

LE REGATE

Sono due invece le settimane dedicate in ogni tappa del circuito alle regate, con i team pronti a sfidarsi in due sessioni da una settimana ciascuna. Le settimane di CUP prevederanno tre giornate di training e tre di regate sulle boe.

IL MOOD

“Ready to foil” è la parola chiave di questo circuito, che propone, oltre alla possibilità di acquistare le barche, anche un innovativo boat-sharing: chi sceglierà questa formula troverà sempre il Persico69F con il perfetto setting di albero e foils in relazione alle condizioni meteo, barca in porto e organizzazione dettagliata. Un modo per garantire ai velisti il massimo tempo in acqua, ma anche per ridurre la carbon footprint grazie all’utilizzo di trasporto collettivo delle attrezzature (le barche sono state realizzate in modo da essere ottimizzare gli spostamenti: un container da 40’ ne contiene infatti due, con tutta l’attrezzatura). Estremamente precisa l’organizzazione del circuito, affidata ad esperti velisti: allenatori e mezzi di supporto saranno parte integrante del progetto, che limiterà così il numero di mezzi a motore in acqua per una miglior gestione e il minor impatto ambientale possibile.

LA PARTNERSHIP CON PERSICO

Concretizzata nel corso del Foiling Award, la partnership con Persico Marine rappresenta un grande valore aggiunto per il progetto. che può così contare su uno dei cantieri cui è riconosciuta assoluta competenza nella produzione di scafi da regata, applicata nella realizzazione dei Persico69F, dei VOR65 fino alle più belle barche “one off”, nonché alla produzione dei foil per tutti i team della 36ma edizione della Coppa America.

“Abbiamo dedicato tanto tempo e tante risorse allo start up del monotipo Persico69F” ha dichiarato Giorgio Benussi, Chief commercial officer di Coming Solutions, la società che ha ideato e dato vita al progetto 69F. “Oggi, insieme a Persico Marine, siamo contestualmente pronti alla produzione del monotipo in larga scala e all’avvio della prima stagione agonistica e di formazione al foiling. La nostra classe monotipo nasce con un calendario di regate internazionali e il coinvolgimento diretto di Persico Marine, un cantiere con un know how unico nel settore foiling. Considero un vantaggio competitivo unico il fatto che gli armatori e gli utilizzatori delle nostre imbarcazioni accederanno alla miglior tecnologia disponibile nella produzione di scafi foil: la Ricerca e Sviluppo effettuata da Persico Marine per realizzare scafi custom che hanno fatto e faranno la storia della vela è condensata nel nostro monotipo, pronta ad essere immessa sul mercato”.

“Persico Marine è onorata di essere parte di questo progetto altamente innovativo e portare il suo contributo per avvicinare gli appassionati di vela al mondo racing, settore in cui il foiling rappresenta con assoluta evidenza lo stato dell’arte – ha dichiarato Marcello Persico, CEO di Persico Marine – Per il nostro cantiere si tratta di un passo significativo, perché aggiungiamo una produzione di serie al nostro core business di barche one off ad alte prestazioni. Il Persico69F è perfettamente coerente con il nostro DNA tecnologico e sportivo. Il progetto avviato da Giorgio Benussi ha fin da subito destato il nostro interesse, sia per il contenuto tecnico che per il format così innovativo. Con Giorgio abbiamo sviluppato negli ultimi mesi questo nuovo concept e sono particolarmente lieto dell’opportunità di presentarlo assieme qui a Milano, in occasione dei Foiling Awards”.

Foiling Awards 2020

Le date del circuito Persico69F CUP

Cagliari (ITA)
Academy: 21 – 26 aprile
Evento 1.1: 28 aprile – 3 maggio
Evento 1.2: 5 – 10 maggio

Ginevra (SUI)
Evento 2.1: 16 – 21 giugno
Evento 2.2: 23 – 28 giugno
Academy: 30 giugno – 5 luglio

Lago di Garda (ITA)
Academy: 7 – 12 luglio
Evento 3.1: 14 – 19 luglio
Evento 3.2: 21 – 26 luglio

Trieste (ITA)
Evento 4.1: 22 – 27
Evento 4.2: 29 settembre – 4 ottobre
Academy: 6 – 11 ottobre

Info su www.persico69f.com

La quarta edizione dei Foiling Week Awards 2019

La serata evento che ha premiato tutti i vincitori dei premi istituiti del primo evento globale dedicato alla navigazione in foiling

Foiling Awards 2020

Si è confermata uno dei momenti da non perdere per tutti gli appassionati, la serata dei Foling Award di Milano, ospitata il 20 febbraio negli straordinari spazi dove operavano le ex tipografie del Corriere della Sera, riorganizzato da WeWork, società che offre servizi di coworking. I premi, suddivisi in otto categorie, e la FW Design competition, sono stati istituiti dalla Foling Week, “the first and only global event dedicated to boats that sail in foiling, their sailors, their designers and their builders”.

I Foling Award vogliono premiare chi si è più distinto durante l’anno precedente in otto categorie significative per lo sviluppo della navigazione in foiling: Sailor Award; Design Award; Innovation Award; Production Boat Award; One Off Boat Award; Motor Boat Award; Sustainability Award.

Ad accogliere gli ospiti e gli spettatori, una mostra dedicata agli scatti di Martina Orsini, fotografa ufficiale della settimana volante, e ai sempre affascinanti disegni dell’illustratore Francese François Chevalier.

Ad aprire la serata di celebrazione è stato il debutto ufficiale del Persico 69F. Un monotipo di 6,90 metri per tre persone di equipaggio, monoscafo e volante, che inaugurerà la propria stagione agonistica dal prossimo aprile a Cagliari con già sei barche in acqua.

La cantante Elisa per la Barcolana – Video

Trieste, 14 febbraio 2020 – L’amore per la propria terra, la voglia di sostenere il territorio e gli eventi che fanno grande una regione. La cantante Elisa ha donato la propria voce alla Barcolana per realizzare un video che presenta le suggestioni e lo spirito della manifestazione.

Barcolana 50 2018 foto di Max Ranchi

In occasione di San Valentino, Elisa ha anche condiviso il video sui propri social, una speciale dichiarazione d’amore per il Friuli Venezia Giulia e per la Barcolana.

“Questa iniziativa, la disponibilità di Elisa a prestarci la sua voce, è un vero raggio di sole per la Barcolana, l’espressione dell’autentico amore per la regione”, ha dichiarato Mitja Gialuz, presidente della Barcolana “Volevamo realizzare un breve video che raccontasse il nostro evento: è stato pensato in particolare per avvicinare nuovo pubblico e per far vivere lo spirito della manifestazione. Elisa è una grande amica della Barcolana, ci ha fatto un enorme regalo di San Valentino. Amare la propria terra significa proprio questo: metterla in evidenza, mettersi a disposizione per lei con entusiasmo: ognuno può farlo a modo proprio ed Elisa ha trovato quello più bello, attraverso la sua fantastica voce”.

Link al video su facebook – ( foto Barcolana 50 2018 di Max Ranchi)

VELA diamo noi una mano – Corso di vela completamente SOLIDALE

Angelo Russo ha una grandissima passione per la vela e quando può scappa in barca anche solo per un paio d’ore di assoluto relax, in equilibrio con la natura. Ma la vela è molto più di questo.

First 20 Angelo Russo

È uno sport completo, è un modo di affrontare il mare avendone rispetto profondo, è una terapia fantastica per entrare in sintonia con se stessi, è imparare ad usare ogni elemento che si ha a disposizione, è avventura….

Il progetto

Angelo Russo desidera mettere a disposizione di chiunque ne abbia voglia (non esiste limite d’età), la sua passione, le sue conoscenze e la sua barca, un Beneteau First Twenty con lo scopo di permettere a tutti di condurre una barca a vela in solitario, in assoluta tranquillità e sicurezza.

Da Alessandro Comuzzi il daysailer Comuzzi 32

Dal successo dell’R-30, nasce il modello Comuzzi 32, una barca disegnata rispettando il concetto “for all”, con caratteristiche simili a R-30.

C32-3

C32-3
Immagine 1 di 3

È dotata infatti del sistema Magicwheel© che permette anche alle persone in wheelchair di timonare la barca.

La carena di lunghezza 970 cm e larghezza 250 presenta una deriva con siluro a 2,00 mt. È possibile installare un sistema a deriva mobile che riduce il pescaggio a 150 cm. La barca è inoltre carrellabile vista la larghezza contenuta o trasportabile all’interno di un container.

È stato considerato inoltre un minimo interno con 2 posti letto ed un wc che può essere utilizzato anche come cala vele.

Su questo daysailer si privilegia la vita all’esterno. Si sono previste infatti due panche lunghe 180 cm che possono ospitare anche più di 6 persone. Il layout di coperta è funzionale per l’utilizzo in regata, daysailing sia con persone normodotate piuttosto che in wheelchair.
La posizione delle manovre può essere modificata in funzione delle necessità e dei programmi di navigazione.

La barca è totalmente personalizzabile in base alle esigenze dell’armatore.

Le barche vincitrici dell’European Yacht of the Year 2020 (EYotY)

Ogni anno, circa 60 nuove barche a vela vengono lanciate sul mercato europeo. Ma solo cinque cantieri navali possono celebrare il titolo “European Yacht of the Year 2020“. I test hanno portato i membri della giuria delle dodici riviste di vela provenienti da tutta Europa a Port Ginesta, a sud di Barcellona, ​​a ottobre. Tutti e 16 i candidati sono stati accuratamente testati e valutati.

02 Beneteau Oceanis 30-1

02 Beneteau Oceanis 30-1
Immagine 1 di 16

In totale, i giornalisti specializzati hanno coperto quasi 2.500 miglia nautiche con gli yacht nominati.

Questi sono i migliori yacht a vela d’Europa, che ricevono il premio in un totale di cinque categorie ogni anno. Per la diciassettesima volta, il premio è stato consegnato sabato 18 gennaio, durante la Flagship Night del Boot di Düsseldorf.

Il vincitore di quest’anno nella categoria Family Cruiser è stato il Beneteau Oceanis 30.1. Lo yacht da crociera costruito dalla consociata Delphia Yachts in Polonia offre un notevole grado di lusso e comfort, nonostante le dimensioni compatte, ha determinato la giuria. Anche le sue proprietà veliche e la qualità della fabbricazione sono state elogiate. Un entry level pratico e conveniente per quattro membri di equipaggio.

Nella categoria Performance Cruiser, il vincitore è stato l’X 4.0. La barca danese unisce tutte le virtù che hanno portato alla fama il famoso costruttore di barche X-Yachts. Offre un sacco di potenza prontamente disponibile – accanto a arredi molto raffinati e confortevoli.

Il Grand Soleil 44 Performance

Il Grand Soleil 44 è la nuova sfida del Cantiere del Pardo al mondo delle performance. Per vincere questa scommessa il Cantiere si è rivolto al progettista che meglio di tutti ha saputo interpretare negli ultimi anni il concetto di carena performante sui campi di regata di tutto il mondo: Matteo Polli.

Grand Soleil 44 Performance 01

Grand Soleil 44 Performance 01
Immagine 1 di 6

In tanti lo definiscono il “Mago dell’ORC” grazie ai numerosi titoli vinti negli ultimi anni con le barche da lui progettate: tre campionati del mondo e due campionati italiani in classe ORC dal 2015 a oggi, oltre ad avere raggiunto il podio in molte altre regate di rilevanza europea.

Questo nuovo 44 piedi va a completare la gamma Performance di Grand Soleil Yachts, dedicata agli armatori più sportivi e alla ricerca di un’imbarcazione dalle alte prestazioni capace di dare risultati anche in regata, inserendosi tra il GS 34, il GS 48 e il GS 58.

Come già visto a bordo del Grand Soleil 48, anche il GS 44 sarà disponibile in una doppia versione: un layout sarà più indicato per la crociera, con un diverso allestimento di piano velico e coperta per semplificare le manovre, l’altro sarà invece più race per dare il meglio sui campi di regata. Stile ed eleganza completano il DNA di questo nuovo 44 piedi che riprende il family feeling degli altri modelli di gamma.

Napoli, Scugnizza, Faamu-Sami e Raffica vincono la Coppa Camardella

Napoli, 20 Gennaio 2020 – Si è disputata domenica 19 gennaio 2020 la Coppa Ralph Camardella, regata organizzata dal Circolo Canottieri Napoli e valida come quarta tappa del Campionato invernale di vela d’altura del golfo di Napoli. La competizione è stata vinta da Scugnizza nella classe 0-5, Faamu-Sami nei Grancrociera e Raffica negli Sportboat.

Invernale Napoli 2020 Foto Antonella Panella

Scugnizza, lo scafo dell’armatore Vincenzo De Blasio che difende i colori della Canottieri Napoli, ha preceduto Unpopergioco di Fabio Iadecola (Circolo Nautico Caposele) e Le Coq Hardì di Maurizio Pavesi (Circolo del Remo e della Vela Italia); Faamu-Sami dell’armatore Marcello Volpe (Lega Navale di Napoli) si è invece affermata davanti a Libera, l’imbarcazione di Luigi Moschera (Reale Yacht Club Canottieri Savoia) e Blue Spirit di Walter Maciocco (Lega Navale di Napoli); Raffica dell’armatore Pasquale Orofino, che regata per il Circolo Nautico Punta Imperatore, ha invece preceduto Artiglio Chipstar Kadoa di Giovanni De Pasquale e Alberto La Pegna (Lega Navale di Napoli) e Mascalzone Latino Sailing Team. I vincitori della Coppa Camardella saranno premiati venerdì 7 febbraio alle ore 19 nei saloni del Circolo Canottieri Napoli.

Le 55 imbarcazioni iscritte all’Invernale di Napoli, giunto alla 49 esima edizione, hanno regatato in condizioni di vento debole. La brezza è calata del tutto al termine della prova e non ha consentito il recupero della Coppa Giuseppina Aloj, organizzata dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia che era già stata rinviata lo scorso dicembre proprio per assenza di vento: si proverà a recuperare domenica 2 febbraio 2020, quando è in programma la quinta tappa della manifestazione, il Trofeo Gaetano Martinelli, messo in palio dal Club Nautico della Vela.

La classifica generale del Campionato invernale di vela di Napoli vede al comando, dopo tre prove, Scugnizza nella classe 0-5, davanti a Unpopergioco e Le Coq Hardì; Raffica negli Sportboat davanti a Mary Poppins e Artiglio Chipstar Kinoa; e Blue Spirit nei Grancrociera davanti a Tina e Libera.

Foto di Antonella Panella.