La galloccia CLIP della Nomen

Come ogni anno al Mets, il salone degli accessori che si tiene ad Amsterdam, sono stati assegnati i Design Award Mets.

Clip Klampe

Clip Klampe
Immagine 1 di 6

Per la sezione Rigging e accessori per la coperta il premio è andato alla nuova galloccia CLIP brevettata dalla tedesca Nomen.

La sua caratteristica è di essere sempre chiusa, indipendentemente dal fatto che sia occupata o meno. I componenti terminali rotabili e tondi in materiale plastico morbido impediscono che le cime si impiglino o che ci si lascino attaccati gli alluci.

Il cantiere Alubat in amministrazione controllata

Chi di noi almeno una volta nella vita, guardando uno di quei caratteristici scafi in alluminio, dando di gomito all’amico di fianco, non ha esclamato con malcelata sicumera “con questa potresti andare fino in capo al mondo“. Se non lo hai fatto allora eri l’amico di fianco.

alubat

Ecco, pare le finanze del cantiere ora siano in secca e che da settembre 2013 il tribunale lo abbia posto in amministrazione controllata.

Ora la proprietà del cantiere, che tra operai e impiegati occupa 69 persone, avrà un determinato periodo di tempo per dimostrare di essere in grado di raddrizzare i conti o presentare nuovi investitori.

Sembra che non abbiano nemmeno i soldi per completare le barche già iniziate (non vorrei mai essere tra quelli che per quelle barche hanno versato l’anticipo).

Robert Scheidt vince il Mondiale Laser Standard 2013

Per la serie “Gente coi maroni in carbonio ad alto modulo”, Robert Scheidt, brasiliano, 40 anni suonati, nel 2006 era sceso dal Laser per dedicarsi alla classe Star, ora che la Star non è più classe olimpica ha deciso di risalire sul Laser e come da par suo lo ha fatto andando a vincere il Mondiale in Oman.

Robert Scheidt mondiale laser 2013

Egli detiene un palmares olimpico e mondiale da rimanerci gobbi a portarsi in giro tutta quella ferramenta: 5 podi olimpici e 17 mondiali, di cui 11 ori, 9 in Laser e 3 in Star.

Scheidt ha vinto la Medal Race davanti al nostro Marco Gallo e all’olandese Rutger Schaardenburg. Al secondo posto in classifica generale il cipriota Pvlos Kontides, terzo classificato il tedesco Phillip Buhl.

Sempre nella Gold Fleet, Marco Gallo conclude il campionato in quattordicesima posizione. Francesco Marrai chiude in ventunesima posizione. Alessio Spadoni trentatreesimo.

Nella Silver fleet Giovanni Coccoluto chiude quinto, Marco Benini ventitreesimo, Michele Benamati 34esimo.

Le classifiche complete su omanlaserworlds2013.com

Lanzarote – Mondiale RC44

Seconda giornata di regate di flotta al Calero Marinas RC44 Wolrd Championship. Quindici gli iscritti. Abbondante e di gran livello la partecipazione italiana, con Team Italia e diversi grandi nomi sparsi tra gli altri team. Team Aqua dell’inglese Chris Bake, con Cameron Appleton alla tattica, ha già vinto il mondiale Match Race.

martinezstudio131120pm_2701

martinezstudio131120pm_2701
Immagine 1 di 18

Dopo tre prove a guidare la classifica il team russo Bronenosec (1-13-1) di Vladimir Liubomirov, con Tommaso Chieffi alla tattica, Lorenzo Mazza tailer, Francesco Rapetti e Alberto Barovier in equipaggio. Al secondo posto Gazprom Youth Challenge di Podolsky con Serguey Chevstov tattico. Tredicesimo Team Italia di Massimo Barranco (9-12-9).

Questa la classifica dopo tre prove

Shannon 38 hps – La barca con la baita a poppa

Neanche i decksaloon della Moody riescono ad essere così brutti… e io uno l’ho visto dal vivo, garantisco che è veramente più brutto di quanto già non sembri in foto. Ma almeno quelli hanno una loro coerenza stilistica, questa no.

shannon 38 hps

Il Shannon 38 hps può montare a scelta due tipi di motorizzazioni, un motore singolo da 165 hp o due da 75. Pesca solo 90 centimetri (addio bolina) e secondo loro può raggiungere i 7 nodi a 35-40 gradi di angolo con 15 nodi di vento, oppure i 12 nodi a motore.

Sail magazine l’ha messa in nomination tra le Best Boats 2014 contest, bel coraggio.

Resta da capire quanto costa sanare l’abuso edilizio lì a poppa.

Latitude 46 – Tofinou 16

Mix di retrò e modernità per questa meraviglia di barca a vela che è il Tofinou 16 del cantiere Latitude 46.

tofinou-16-01

tofinou-16-01
Immagine 1 di 14

Albero e ruote in carbonio, doppia pala, manovre tutte a portata di mano del timoniere, ferramenta e attrezzatura di coperta in generale moderne e di alto livello.

Loro la definiscono daysailer ma con due cabine e due bagni – rispetto agli interni completamente open delle sorelle minori – io direi che è una barca da crociera vera e propria.

La scheda:

La prima giornata dell’invernale di Marina di Ravenna

L’invernale di Marina di Ravenna, conosciuto anche come il campionato della foschia, bene o male riesce sempre a fare numeri che forse nessun altro… sicuramente nessuno in Adriatico. Domenica 17 novembre erano oltre 100 le barche al via.

invernale marina di ravenna 01

Sole, vento tra i 6-7 nodi. Il comitato opta per un percorso a bastone della lunghezza di 1,2 miglia per la prima prova. E di 1 solo miglio per lato nella seconda.

Nella nuova classifica IRC al momento tre barche e la loro classifica sarà disponibile a breve perché vi erano ancora alcuni certificati da controllare, mentre un grande successo è stato il percorso a triangolo delle vele bianche. Presente anche il vincitore dello scorso anno, il melges 32 Calvi network del pesarese Carlo Alberini, che anche quest’anno sembra essere la barca da battere, perché il suo spinnaker azzurro è sempre il primo a girare la boa fin dal primo lato.

Interessante anche la lotta tra i farr40 che sono sempre molto vicini ed agguerriti.

Le classifiche dopo la 1 giornata. (potrebbe subire alcune modifiche)

Video dell’Idea 19 in navigazione

Immagine anteprima YouTube

Un video dell’Idea 19 in navigazione a Calasetta, con a bordo l’armatore/costruttore e il progettista.

Mondiale Laser Standard 2013 – Terminate le qualifiche

Oggi, mercoledì 20 novembre, sono terminate le regate di qualificazione del Campionato del Mondo Laser Standard in corso in Oman. Da domani e fino a sabato 23 i 131 partecipanti regateranno suddivisi nelle flotte Gold e Silver.

131120_laserworldsstn_015

131120_laserworldsstn_015
Immagine 1 di 16

I venti molto deboli ed estremamente instabili al largo della Città dello Sport di Musannah hanno reso molto complessa la tattica di regata in questa giornata.

In testa alla classifica provvisoria, con 5 punti di vantaggio, resta il talento brasiliano Robert Scheidt, seguito dal cipriota Pavlos Kontides e dallo svedese Jesper Stalheim, rispettivamente secondo e terzo in classifica.

Marco Gallo che, nonostante un 61mo posto nella prima prova (risultato scartato), è riuscito a centrare la vittoria nella regata successiva, concludendo al 13mo posto della classifica provvisoria.

I Nuovi Delphia 34 e Delphia 29

La polacca Delphia ha annunciato il lancio di due modelli, i nuovi Delphia 34 e Delphia 29

delphia-29-01

delphia-29-01
Immagine 1 di 6

Delphia 29

Come tutti i Delphia sono progettati da Andrzej Skrzat. Entrambe le barche saranno disponibili con chiglia fissa o retrattile. Saranno presenti al Boot Dusseldorf, in gennaio 2014.

Le schede tecniche: