Un oro e due argenti ai Mondiali O’pen Bic di Riva del Garda

Federico Zampiccoli vince i campionati Mondiali della classe O’pen Bic nella categoria under 16. Altri due argenti italiani con Andrea Spagnolli (under 13) e Guido Gallinaro. Bronzo sfiorato per Alberto Tezza.

mondiale-open-bic-2013-capizzano-01

mondiale-open-bic-2013-capizzano-01
Immagine 1 di 29

Tre giorni da incorniciare quelli avuti sul Garda Trentino in occasione dei Mondiali O’Pen Bic, il massimo Campionato per questa giovane e dinamica classe giovanile, disputati a Riva del Garda e organizzati dalla Fraglia Vela Riva con 12 nazioni presenti: sole e vento hanno permesso di disputare dieci prove nella categoria under 16 e sette tra i più piccoli under 13.

La soddisfazione più grande è stata soprattutto quella di aver potuto vedere molto tricolore nella classifica finale, che ha incoronato il trentino Federico Zampiccoli (Circolo Vela Arco) Campione mondiale di classe, dopo una lotta non da poco, decisa nelle ultimissime regate di oggi con l’altro trentino Guido Gallinaro (Fraglia Vela Riva).

Aperte ufficialmente le iscrizioni alla Barcolana 2013

manifesto barcolana 2013

È attiva da oggi la procedura che permette l’iscrizione online a Barcolana 45: basta compilare la scheda e pagare la quota d’iscrizione online, comodamente da casa.

La registrazione verrà poi perfezionata nella sede della Società Velica di Barcola e Grignano (viale Miramare, 32 – Trieste), dove ai regatanti sarà riservata una corsia preferenziale per rendere più agile e rapida la procedura.

questo link istruzioni e scheda d’iscrizione.

Italia d’oro al Campionato Europeo Equipe 2013

Al Campionato Europeo Equipe l’Italia si aggiudica la medaglia d’oro con Andrea Abruzzese e Tatiana Silvano e le medaglie d’argento e di bronzo nella classifica femminile con Benedetta Barchi e Silvia Leonelli e Alice Secco con Martina Galvan. Titolo Europeo assoluto, medaglia d’argento e di bronzo nella classifica femminile.

equipe_1_0

Andrea Abbruzzese e Tatiana Silvano del Circolo Nautico Loano hanno oggi regatato in modo perfetto vincendo la prima prova e disputando una splendida seconda regata di controllo sul fortissimo Team Francese che era staccato di soli tre punti, dimostrando oltre alle grandi capacità tecniche anche una straordinaria padronanza di nervi, freddezza assoluta e tenuta psicologica degna di Campioni di ben altra età.

Grazie a loro il titolo Europeo della più valida barca europea propedeutica alle classi maggiori torna in Italia dopo ben 13 anni.

Giorgia Speciale campionessa del mondo Techno 293

La tredicenne anconetana della SEF Stamura Giorgia Speciale, argento lo scorso anno in Olanda al suo debutto in una competizione internazionale, si è laureata campionessa del mondo nella categoria under 15 femminile con una giornata di anticipo.

giorgia speciale

Le gare della quarta giornata, con vento attorno a 7-9 nodi, sono state ancora una volta contrassegnate dalla nostra rappresentante, che ha messo a segno un primo e un secondo posto. Mentre le sue avversarie scivolavano sempre più lontane, annichilite dalla teoria di fantastici risultati di Giorgia, che, sulle dieci prove finora disputate, ha ottenuto tre primi, cinque secondi, un terzo e un quinto posto.

A Riva del Garda per i Campionati del Mondo O’pen Bic all’insegna della sperimentazione

mondiale-open-bic-2013-capizzano-01

mondiale-open-bic-2013-capizzano-01
Immagine 1 di 29

É stato adottato infatti per la prima volta in questa giovane classe O’pen Bic il percorso a slalom, ripreso dal windsurf e, se da una parte può sembrare più spettacolare, sicuramente dall’altra é meno tattico, in quanto dopo la prima bolina non ci sono molte chance di recupero per scelte tattiche diverse, se non per velocitá; tutte le barche fanno la stessa traiettoria, nella serie di laschi a scendere (down-wind), fino all’arrivo.

La Fraglia Vela Riva si é comunque dimostrata pronta con il suo staff coordinato in acqua da Fausto Maroni, ad accontentare le esigenze e le richieste della classe Internazionale, che ha voluto provare anche questo format di percorso. Le condizioni meteo sono state ancora una volta eccellenti, classica giornata estiva dell’Alto lago di Garda, con sole e vento da sud inizialmente sui 12 nodi, aumentato nella seconda e terza regata di giornata fino a 16-18 nodi.

Per le classifiche aspettiamo i risultati finali

News su www.facebook.com – Photo crediT: Matìas Capizzano Photo gallery: www.capizzano.com

Il 20 agosto il Trofeo Formenton 2013

percorso-trofeo formentonIl 20 agosto il Trofeo Formenton: si festeggia la venticinquesima edizione con lo stesso spirito delle primissime regate.

E’ iniziato il conto alla rovescia all’appuntamento più “easy” dell’estate sarda: si avvicina infatti la venticinquesima edizione del Trofeo Formenton, a Porto Rafael-Palau, la regata per crocieristi, ma anche per regatanti doc in vacanza. Tra Porto Rafael, La Maddalena e le isole dell’Arcipelago con Barrettini, Spargi, Spargiotto, Porto Pollo e ritorno a Porto Rafael, al Trofeo Formenton si può gustare un paesaggio che ogni anno riserva qualcosa di nuovo, di magico.

Per chi ha già partecipato e non può mancare, e per chi ha sempre desiderato esserci, ma aveva finora scelto altre mete estive con la propria barca, è tempo di programmare una giornata di sana vela in amicizia durante questa festosa edizione, in cui la vela è davvero per tutti! Barche soprattutto da Crociera (anche nella categoria vele bianche), ma anche da regata e d’epoca le protagoniste del Trofeo Formenton, che per il venticinquesimo anno vuole ricordare l’ex Presidente della Mondadori Mario Formenton, che tanto amava quel tratto di mare. Appuntamento il 20 agosto, mentre lo Skipper’s meeting è programmato il 19 agosto ore 19:00 presso il porticciolo di Porto Rafael. Partenza regata: ore 10:30 del 20 agosto specchio acqueo antistante Porto Rafael, Palau grazie all’organizzazione dello Sporting Club Sardinia, con il supporto logistico dello Yacht Club Punta Sardegna e la collaborazione tecnica dello Yacht Club Costa Smeralda.

Info su www.trofeoformenton.it

La Copa del Rey vista da Max Ranchi – 2

copa-del-rey-2013-max-ranchi-costiera-01

copa-del-rey-2013-max-ranchi-costiera-01
Immagine 1 di 30

Viko 30 a partire da 29.900 Euro

Disegnato da Sergio Lupoli, che a mio modestissimo parere disegna delle barche esteticamente molto belle, Viko Yachts mi sta sfornando uno scafo di 30 piedi che parte da un prezzo base di soli 25000 29.900 Euro.

vikos30_01

vikos30_01
Immagine 1 di 9

Ora… se anche ad aggiungerci i soliti iva, trasporto allestimento ecc, anche fosse attrezzato con ferramenta di carta pesta, anche fosse senza un entrobordo, aggiungendo il quale arrivassimo, raddoppiando il prezzo, a 50.000 Euro barca in acqua sono sempre un prezzo molto più che concorrenziale. Non ho idea di come facciano però sarei curiosissimo di vederne uno.

lunghezza scafo m. 9,27
larghezza m. 3,28
pescaggio standard m. 1,65
dislocamento kg. 2750 a vuoto
cabine 2
superficie velica mq. 45 Randa e genova
categoria C/B
prezzo barca A partire da €. 25.000 29.900 (iva esclusa)

Info (poche) su www.navikom.pl

Yacht affondato a Meta di Sorrento

yacht-polonia-affondato meta di sorrento

La notizia così come riportata da Il Mattino: Meta di Sorrento. Il “Polonia 2”, uno yacht di circa 18 metri, era partito ieri dal porto di Sorrento con a bordo una comitiva di ragazzi polacchi, palesemente sotto l’effetto di alcolici.

Nella notte i ragazzi hanno ormeggiato lo scafo al largo del porto di Meta e si sono diretti a terra con un tender. Stamane, intorno alle 9 e 30, è scattato l’allarme del “Soccorso Amico”, che durante un giro di perlustrazione ha notato la barca che iniziava rapidamente ad affondare. Immediati i soccorsi, ma sul natante non c’era nessuno.

Pare, dalle prime ricostruzioni, che prima di abbandonare lo scafo, i ragazzi abbiano lasciato lo scarico di uno dei bagni aperto e questo ha fatto imbarcare acqua per tutta la notte fino a stamane, quando la barca ha iniziato ad affondare attirando l’attenzione del Soccorso amico e della Guardia Costiera.

Al momento nessuna notizia dei proprietari che probabilmente alloggiano in uno dei tanti alberghi di Meta che affacciano sul mare.

Ora a voi sembra normale che questi con un motoscago di 18 metri a disposizione vadano ad ancorarsi a Meta di Sorrento e poi prendano il tender per andare a dormire in albergo???

Se penso male faccio peccato?

La Copa del Rey vista da Max Ranchi

copa-del-rey-ph-max-ranchi-1

copa-del-rey-ph-max-ranchi-1
Immagine 1 di 13