Campionato Nazionale di Classe Meteor 2013

Il 40° campionato Nazionale di Classe Meteor si svolgerà nella settimana dal 13 al 18 maggio a Bibione Porto Baseleghe. E’ organizzato da Circolo Velico Bibione in collaborazione con il Marina Portobaseleghe, la Bibione Mare, il Circolo Velico Conegliano e la Flotta Meteor Bibione.

Nazionale Meteor 2013

Grazie al contesto in cui si svolge gli organizzatori possono offrire una bellissima combinazione di alloggio ed ormeggio in uno dei campeggi più grandi e confortevoli d’Europa, dove verrà allestito il Villaggio Meteor con casette di legno immerse nel verde, il Campeggio Capalonga. Una buona occasione per coniugare regata e vacanza in famiglia.

Il programma prevede le prime due giornate impegnate nei preparative con stazze e regolamentazione dell’iscrizione, mentre il mercoledì, giovedì e venerdì saranno dedicati alle regate. Il sabato potrà essere utilizzato per eventuali recuperi e per le celebrazioni dei vincitori e di tutti i partecipanti.

Le barche saranno ormeggiate lungo il canale che porta al mare a pochi metri dalle casette del Villaggio Meteor.

Info su www.nazionalemeteorbibione.itFacebook

Roma per 2 e per tutti 2013

percorso roma x 2 per tuttiParte domenica 14 aprile alle ore 11.00 la 20ª edizione della Roma per 2, l’impegnativa regata in doppio che porterà la flotta fino a Ventotene, Lipari e ritorno a Riva di Traiano, per un totale di 535 miglia no stop. Alle ore 12.30 sarà la volta della Roma per Tutti che si correrà sullo stesso percorso ma in equipaggio numeroso. A oggi sono quasi 60 le imbarcazioni iscritte a queste regate, organizzate dal Circolo Nautico Riva di Traiano.

Sulla linea di partenza della Roma per 2, tra gli altri, ci sarà Pietro D’Alì, vincitore l’anno scorso con Michele Galli sul Vismara 62’ “B2”, stabilendo il nuovo record monoscafi della regata (53 ore, 38 minuti e 20 secondi). Questa volta sarà in coppia con Roberta Iuvara, a bordo del suo Figaro II “Zabriskie Point II”, per l’occasione “Ovale Civitavecchia”, l’imbarcazione con la quale ha partecipato a ben 5 Solitaire du Figaro e ha recentemente vinto una tappa della Med Solo.

Un altro grande della vela che non vuole mancare il ventennale della regata è Pasquale De Gregorio, ideatore della regata, che sarà a bordo di “Vento di Monciuria”, First 45F5, in coppia con Oriana Ubaldi.

Fotografie – Audi sailing series Melges 32 Gaeta

Gaeta, 12 aprile 2013 – Prima giornata di regate valide per la tappa d’esordio delle Audi Sailing Series Melges 32. Due prove in condizioni di vento leggero, che hanno messo a dura prova la sensibilità dei tattici.

audi-melges-32-gaeta-ph-max-ranchi-1

audi-melges-32-gaeta-ph-max-ranchi-1
Immagine 1 di 12

Guidato da un ispirato Tommaso Chieffi, l’equipaggio russo di Synergy (Zavadnikov-Chieffi, 3-1) ha messo in fila gli statunitensi di Groovederci (Demourkas-Mendelblatt, 6-2) e i liguri di Torpyone (Lupi-Brcin, 1-10), vincitori della prima prova.

In quarta posizione, a pari punti con il terzo, staziona Fra Martina (Pavesio-Rust, 4-4), seguito a due punti dal terzetto composto da Bombarda (Pozzi-Bressani, 10-3), Mascalzone Latino (Onorato-Benussi, 8-5) e Mamma Aiuto (Kamei-Weiller, 7-6).

Le regate valide per la manifestazione organizzata da B-Plan Sport&Events in collaborazione con la Classe Internazionale Melges 32 e con lo Yacht Club Gaeta E.V.S. riprenderanno oggi alle 12. I bollettini annunciano la presenza di una termica solida, il Comitato di Regata conta di portare a termine tre prove in modo da tenersi al passo con il programma.

Info su www.audisailingseries.com – Foto Max Ranchi

I contro della randa rollabile all’albero

rolla randa all'alberoRolla randa all’albero sì, rolla randa all’albero no? Chi l’ha provata o installata sulla propria barca in genere si dichiara entusiasta. Io su una barca con la tapparella avvoltolabile sull’albero non ci sono mai salito però ci sono delle motivazioni tecniche che tenderebbero a farmi propendere per il no.

Diamo per scontato che si siano raggiunte vette di totale affidabilità e quindi lasciamo stare il pericolo che si inceppi il meccanismo proprio nel momento peggiore, quando c’è bisogno di ridurre per l’arrivo del maltempo, lasciamo stare anche il fatto che non la puoi steccare e quindi ci perdi in termini di rendimento puro (in realtà si possono steccare verticalmente… ma di questo semmai ne parliamo un’altra volta).

Dunque… un albero con installato un sistema di avvolgimento è più grosso (deve contenere la avvolta avvolta) e pesa mediamente un 40% in più al metro rispetto ad uno standard. Tanto peso in più lassù in alto produce una forza risultante a circa metà altezza.

Tale forza naturalmente produce sbandamento, per compensare questo sbandamento e mantenere l’equilibrio bisognerebbe aggiungere, a seconda dell’altezza dell’albero, diverse centinaia di chili di zavorra.

Per quantificare e rendere meglio l’idea cito Cheret in un suo passaggio di “Le vele – comprendere, regolare, ottimizzare

Brand New – Moody 54 Deck Saloons

moody_decksaloon_54_01

moody_decksaloon_54_01
Immagine 1 di 5

Ricorderete quanto scalpore fece il 45 DS quando venne presentato nel 2008, questo nuovo Moody 54 Deck Saloons segue quella filosofia ampliandola in dimensione e gestione degli spazi.

Bella o brutta non so, dipende abbastanza dai gusti personali. Certo l’aumento delle dimensioni la rendono un filino più aggraziata della sorella minore. Moody dice che i primi due, con layouts differenti, sono stati ordinati dall’importatore australiano e che saranno pronti per il Sydney International Boat Show 2014.

Le specifiche della barca

LOA 17.15 m | 56’3″
LWL 15.15 m | 49’8″
Beam 5.20 m | 17′
Draft 2.60 m | 8’5″ (standard)
2.25 m | 7’4″ (option)
Displacement approx. 14.0 t | approx. 51.600 lb (standard keel)
Ballast approx. 7.0 t | approx. 15.300 lb
Engine Volvo D3-110 110 kW/ 150HP
Fresh water approx. 810 l
Fuel tank approx. 1000 l
CE Certificate A (ocean)
Mast length above WL 25.30 m | approx. 83′
Main approx. 81.50 m² | 878 sq ft
Jib approx. 65.00 m² | 700 sq ft
Genoa approx. 79.00 m² | 851 sq ft
Genaker approx. 200.00 m² | 2,154 sq ft
Total sail area approx. 160.50 m² | 1.730 sq ft
Rig I 21.7 m | 71’18”
J 6.39 m | 20’96”
P 20.70 m | 67’90”
E 7.10 m | 23’29’
Design Dixon Yacht Design

Info su www.moodyboats.com

Aggiornate le ranking list ISAF delle classi olimpiche

Le ranking list ISAF delle classi olimpiche ci danno più o meno la misura di come sono posizionati i nostri atleti della vela all’interno del panorama mondiale. Non sono la bibbia perché basta che un atleta salti un evento per falsare la classifica però in qualche modo ci dicono quali dovrebbero essere le aspettative di competitività futura.

Flavia Tartaglini oro a Palma

La Federazione Intarnazionale vela ha appena pubblicato quelle aggiornate con il recente evento di Palma di Maiorca.

Flavia Tartaglini, che ha Palma ha vinto l’oro nella classe RS:X femminile, mantiene la prima posizione e incrementa il distacco sulla seconda. Ha 781 punti e precede la Chan (HKG) seconda con 676 e la britannica Shaw, terza con 630.

Giulia Conti e Francesca Clapcich, ottave a Palma nella classe 49er FX, recuperano quattro posizioni passando dal 7° al 3° posto con 365 punti. Davanti a loro le Martine (NZL) con 493.

I candidati al Premio Italia per la Vela 2013

Il Comitato Organizzatore del Premio Italia per la Vela, riconoscimento indetto e organizzato da Tuttovela con il patrocinio dell’Accademia Navale di Livorno, della Marina Militare e la collaborazione dell’Aive (per quanto riguarda l’assegnazione del premio al miglior restauro di barca d’epoca), ha reso note le candidature 2013, le motivazioni e le modalità per votare i propri preferiti.

I vincitori del Premio Italia per la Vela, edizione 2012

Il Premio s’inserisce tra gli appuntamenti divenuti ormai tradizione nell’ambito del Trofeo Accademia Navale & Città di Livorno, e desidera premiare il Miglior Regatante Uomo, la Miglior Regatante Donna, il Miglior Velaio, il Miglior Progetto per la Vela e il Miglior Restauro per la Vela, a cura di AIVE, in base ai risultati conseguiti nella stagione 2012.

Questi sono i candidati che da domani, mercoledì 10, a giovedì 25 aprile (sino alle ore 24) potranno essere votati sul sito www.tuttovela.it Sezione Premio Italia per la Vela.

Croazia – IVA sulle barche al 5% fino al 31 Maggio 2013

map-croaziaDal 1 luglio 2013 la Croazia entra ufficialmente nell’Unione europea (chi glielo fa fare non si sa) e di conseguenza anche parte integrante dell’unione doganale.

Fino ad ora ai cittadini stranieri era concesso di mantenere la propria barca in questo paese usufruendo dello stato di merce comunitaria in transito, con relativa sospensione dell’IVA ad libitum, un 21% secco di risparmio sul prezzo di acquisto, no patatine.

Ora con l’entrata della Croazia nella comunità europea tutto ciò non sarà più possibile e tutte le situazioni “sospese” vanno regolarizzate.

Per evitare un fuggi fuggi generale (ma secondo me anche per favorire un generale entra entra) il governo di questo paese ha deciso di attivare un periodo cuscinetto – dal 1° gennaio al 31 maggio 2013 – dove si potrà sanare qualsiasi situazione pagando un’IVA al 5% sul valore doganale dell’imbarcazione.

Immagino poi che non si potrà più ottenere di comprare in Italia il carburante a IVA agevolata giustificandolo con la navigazione in paese extracomunitario… ma magari questo è più un problema per gli armatori di barche a motore, che fanno pieni da migliaia di Euro.

Tutti i dettagli su www.aci-club.hr

La rotta completa della Volvo Ocean Race 2014/15

Tappe della Volvo Ocean Race 2014/2015

La dodicesima edizione della Volvo Ocean Race debutterà il 4 ottobre 2014, giorno della prima In-Port Race di Alicante, per finire quasi nove mesi più tardi con la prova finale il 27 giugno a Goteborg, città che ospita la sede Volvo in Svezia. La rotta coprirà un totale di 39.895 miglia e impegnerà gli equipaggi anche su una tappa aggiuntiva negli oceani meridionali da Recife in Brasile ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti. La regata si correrà sui nuovi monotipo Volvo Ocean 65.

La rotta completa vedrà i team partecipanti navigare sui nuovi monotipi progettati e costruiti appositamente per l’evento da Alicante, la città spagnola dove ha sede la regata, a Recife sulla costa settentrionale del Brasile per 3.421 miglia. Da Recife i velisti saranno impegnati sulla tappa più lunga della regata e affronteranno per la prima volta gli oceani meridionali verso la capitale degli Emirati Abu Dhabi su una distanza di 9.707 miglia prima di dirigersi verso Sanya in Cina coprendo 4.670 miglia.

Este 24 Alviero Martini 1ª Classe Cup: RiDeCoSì vince anche a Riva di Traiano

Riva di Traiano, seconda tappa del Circuito Este 24 Alviero Martini 1ªClasse Cup. Este 24 Alviero Martini 1ª Classe Cup: RiDeCoSì vince anche a Riva di Traiano davanti a Ricca D’Este e La Prima della Classe

este-24-riva-di-traiano-2013-01

este-24-riva-di-traiano-2013-01
Immagine 1 di 6

Il Sabato si apre con venti dai quadranti meridionali con onda formata ed intensità del vento intorno ai 12 nodi d’intensità. Tre prove molto combattute con un Marco Flemma e la sua Ricca D’Este a dominare con grande continuità di risultati, un terzo un secondo e un primo di giornata. La prima “zampata” di giornata però la piazza l’equipaggio rosa de La Prima della Classe capitanato da Cristiana Monina. La Poderosa AGT di Robetto Ugolini è il vincitore della seconda manche di giornata, la terza, come già detto, Ricca D’Este.

Domenica venti da nord e raffiche fino a 24 nodi. Due prove con vento in aumento da nord – condizioni maschie è il termine più azzeccato – l’anemometro segna fino a 24 nodi d’intensità sulla linea di partenza. E’ la giornata di RiDeCoSì, l’imbarcazione della coppia Rinaldi-De Felice mette la quinta e piazza due vittorie che li porta in testa alla classifica generale, a pari merito con Ricca D’Este, beneficiando però di un maggior numero di vittorie conquista la tappa di Riva di Traiano.