Caorle – La Duecento 2019 – I Risultati Finali

maggio 4, 2019 | By Mistro
0

Luna per te si aggiudica il Trofeo Paulaner Line Honour XTutti, Croazia full of life di Kostelic/Prizmic il X2. Satanas di Bressan/Fazzana primi sul percorso Mini.

La Duecento Caorle 2019 09

La Duecento Caorle 2019 09
Immagine 9 di 9

Sabato 4 maggio è stata una giornata densa di arrivi a Caorle, per la 25^ edizione de La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita, organizzata in collaborazione con Birra Paulaner, Vennvind, Cantina Colli del Soligo e con il sostegno del Comune di Caorle.

Alle 11.52 di sabato 4 maggio, il Mini 650 Satanas di Cesare Bressan/Roberta Fazzana è la prima imbarcazione a completare il “percorso MINI” sulla rotta Caorle-Grado-San Giovanni in Pelago-Caorle, tagliando il traguardo prima assoluta della flotta, con grande soddisfazione dell’equipaggio, che ha saputo interpretare al meglio il difficile campo di regata.

Il Trofeo Paulaner Line Honour XTutti 2019 va a Luna per te, che ha tagliato il traguardo alle 12.40, primo assoluto della XTutti

Così Andrea Boscolo al traguardo “Una situazione meteorologica decisamente unica ed avvincente quella che ha caratterizzato la 25^ edizione de La Duecento, con avversari che non hanno certamente regalato nulla fin dall’inizio e che hanno dimostrato sempre grande competitività. Ringrazio tutto il mio equipaggio che non si è mai risparmiato e al quale dedico questa vittoria del Trofeo Paulaner Line Honour XTutti. La Duecento è in assoluto una della regate più entusiasmanti e ricche di colpe di scena che il Mediterraneo può ospitare.”

A breve distanza, dopo solo 10 minuti, è arrivato il First 40 Rebel di Manuel Costantin e alle 12.57 il Class40 Croazia Full of Life Ola di Ivica Kostelic/Darko Prizmic è la prima imbarcazione della categoria X2 a tagliare il traguardo aggiudicandosi Trofeo Paulaner Line Honour X2.

Così il campione olimpico di sci croato Ivica Kostelic, ormai velista a tempo pieno, all’arrivo “La Duecento quest’anno è stata molto dura, ci sono state condizioni molto variabili e il tempo era invernale: pioveva,faceva molto freddo, sembrava una primavera inglese. La regata per noi è stata molto stimolante, Kika Green Challenge è stato un avversario duro da battere, abbiamo dato il massimo per tenere la testa della regata ed è stato entusiasmante far correre il nostro Class40, che si sente a suo agio in queste condizioni”.

Il primo arrivo della classe Multiscafi è stato quello del catamarano Sayg I dell’austriaco Andreas Hofmaier che ha tagliato il traguardo alle 15.24.

Gli arrivi si sono succeduti per tutta la giornata di sabato 4 maggio, mentre alcune imbarcazioni attardate nella discesa hanno optato per il ritiro.

Le condizioni meteo di questa impegnativa edizione, partita con venti di libeccio e cielo plumbeo, sono all’insegna dell’instabilità. Nella discesa lungo la costa istriana, come riferiscono i primi equipaggi che hanno tagliato il traguardo, la pioggia è stata una costante, specie nella zona tra Rovigno e il faro isola di Porer. Il vento è stato rafficato, con alcuni cali a macchie per una discesa che è stata una dura bolina, con temporali all’orizzonte lungo la costa e continui cambi di vele.

La risalita è stata caratterizzata da andature al lasco con un vento da sud-ovest che ha spinto le imbarcazioni verso il waypoint della boa Mambo 2 e quindi verso il traguardo di Caorle.

Per decretare i vincitori assoluti 2019 con i tempi compensati, bisognerà attendere l’arrivo di tutte le imbarcazioni ancora in regata nel gruppo di coda, entro il tempo limite delle 18.00 di domenica 5 maggio fissato dal bando.

La Duecento, quarta tappa del Campionato Italiano Offshore FIV, valida per il titolo di Campione Italiano e per l’assegnazione del Trofeo Masserotti, si corre con i sistemi compensati ORC, IRC e Mocra. La regata èorganizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita con il supporto delle darsene cittadine Marina 4 e Darsena dell’Orologio, del Comune di Caorle e la partnership di Cantina Colli Soligo, OM Ravenna, Dial Bevande, Aurora Scs, Marina Sant’Andrea, Antal, Astra Yacht, Auto Davanzo.

Le classifiche finali de La Duecento 2019

Con l’arrivo di Gran Pesto di Nicola Arezzo alle 04.11 di domenica 5 maggio, si chiude un’edizione impegnativa de La Duecento organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita in collaborazione con Birra Paulaner, Vennvind, Cantina Colli del Soligo e con il sostegno del Comune di Caorle.

Le previsioni meteo marine di questa edizione hanno suggerito al Comitato Organizzatore e al CdR una scelta che non è mai facile: il cambio e accorciamento del tradizionale percorso.

Per la prima volta in venticinque anni La Duecento non è passata a Sansego, optando per il Faro di Porer nella punta estrema dell’Istria, nell’ottica di evitare il pericoloso golfo del Quarnaro che con la bora di forte intensità avrebbe costituito uninutile azzardo.

La regata è stata molto combattuta e mai scontata fino alla fine, con la pioggia e il freddo a fare da costante, specie nella zona tra Rovigno e il faro isola di Porer. Il vento è stato rafficato, con alcuni cali a macchie per una lunga bolina di discesa e una risalita all’insegna delle andature al lasco.

Al calcolo dei tempi compensati ORC, ne La Duecento XTutti si impone il Farr 30 Overwind, imbarcazione “nervosa” che ha tenuto impegnato l’equipaggio con continui cambi di assetto fino al traguardo, dove sono giunti decimi assoluti al traguardoalle 13.18 del 4 maggio.

Al timone di questa edizione si sono alternati un po’ tutti, dividendo fatica e onore, sotto la super visione dell’esperto Francesco Rigon che commenta “È stata per noi una regata emozionante e allo stesso tempo fisicamente impegnativa. A bordo abbiamo sempre tenuto il morale alto anche nei momenti difficili, vento e pioggia non davano tregua. Con me c’erano Lorenzo De Facci, Nicola Baccarin e Andrea Grandi che hanno preparato la barca in modo esemplare, oltre a PaoloCavezzan, uomo di grande competenza e perizia marinaresca e la new entry Walter Munarini, che si è subito integrato nel gruppo. Vincere una regata valevole per il Campionato Italiano Offshore FIV ci rende particolarmente orgogliosi.”

Il secondo posto assoluto ORC XTutti va a Rebel di Manuel Costantin, primo anche in classe 1 e il terzo a Cattiva Compagnia, Rimar 43 timonata da Marco Ziliotto, che si aggiudica anche la classe 2.

Nella categoria X2 la vittoria Overall va al Class40 Kika Green Challenge dei fratelli Cristiano e Alessio Verardo, quinti assoluti al traguardo alle 13.03 di sabato 4 maggio.

“In questa mattinata di bora gelida ho appena ricevuto quasi inaspettatamente la bellissima notizia della nostra vittoria ne La Duecento X2.” commenta Cristiano Verardo alla lettura delle classifiche “Inaspettatamente perché il rating della nostra barca non è certo ideale e ciò mi riempie ulteriormente di gioia. La regata è stata bellissima e molto tattica, combattuta fino all’ultimo miglio contro il nostro avversario preferito, Ivica Kostelic con il suo Class 40, un match race costante dove non ci siamo persi di vista per un solo minuto. Più volte ci siamo trovati a pochi metri uno dall’altro, ben sapendo che nessuno dei due aveva intenzione di mollare un metro. Indimenticabile il momento in cui, infilandoci dentro ad un temporale, siamo riusciti a far correre la barca più di tutti per poi ritrovarci primi overall, meno piacevole invece la salita in testa d’albero dopo aver girato lo scoglio Porer, per liberare una serie di drizze incattivite, con la barca che rollava e la pioggia fitta, e mentre ero lassù a sballottare pensavo che probabilmente tutto era perduto… questa fantastica regata come ogni anno regala delle emozioni intense, grazie ad un meteo sempre imprevedibile e spesso duro e per il clima che si respira a Caorle.”.

Nella classifica ORC Overall, Kika è seguita da Black Angel del caorlotto Paolo Striuli in coppia con Federico Montagner vincitore anche in classe 3 e da Croatia Full of Life Ola di Ivica Kostelic/Darko Prizmic, vincitori del Trofeo Paulaner Line Honour X2.

Le vittorie di classe XTutti premiano Stella dei Venti di Giuseppe Mezzalira nella ORC 4 e Elca di CarloNaibo nella ORC 0.

In classe IRC XTutti vittoria Overall per il Millenium 40 Aurele di Piero Santin, con alla tattica il campione olimpico di canottaggio Daniele Scarpa, secondo posto per Spriznaker di Stefano Piovesan e terza posizione per l’equipaggio alto-atesino guidato da Juergen Seeber su Alessandra IV.

In classe ORC Gran Crociera, vittoria per Ozons del francese Philippe Feret, seguito da I Cesari, IY 12.98 di Ombretta Trevisan e da Argo, G.S. 43 di Alessandro Spadoni.

Nella classe Multiscafi, con 9 partecipanti, si impone l’austriaco Andreas Hofmaier con il trimarano Sayg I, davanti ai tedeschi Proteus di Werner Stolz e Hikari di Berk Plathner.

Nella classe Mini 650, confermato il successo per il Proto Satanas di Cesare Bressan/Roberta Fazzana, seguiti da Liska di Francesco Bertotti/Matteo Molinaro e da Yak di Francesco Guidetti/Mauro Zennaro.

La Duecento, quarta tappadel Campionato Italiano Offshore FIV, valida per il titolo di Campione Italiano e per l’assegnazione del Trofeo Masserottiè organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita con il supporto delle darsene cittadine Marina 4 e Darsena dell’Orologio, del Comune di Caorle e la partnership di Cantina Colli Soligo, OM Ravenna, Dial Bevande, Aurora Scs, Marina Sant’Andrea, Antal, Astra Yacht, Auto Davanzo.

Il prossimo appuntamento con le regate offshore targate CNSM è con La Cinquecento Trofeo Pellegrini, che si disputerà dal 26 maggio al 1 giugno, a cui sono già iscritti numerosi protagonisti di questa avvincente La Duecento.

CLASSIFICHE PROVVISORIE:

ORC XTutti Overall: 1. Overwind (Lorenzo De Facci) 2. Rebel (Manuele Costantin) 3. Cattiva Compagnia (Marco Ziliotto)

ORC X2 Overall: 1. Kika Green Challenge (Verardo/Verardo) 2. Black Angel (Striuli/Montagner) 3. Croatia Full of Life (Kostelic/Prizmic)

Trofeo Paulaner Line Honour XTutti: Luna per Te (Andrea Boscolo)

Trofeo Paulaner Line Honour X2: Croatia Full of Life (Kostelic/Prizmic)

ORC XTutti Classe 0: 1. Elca (Carlo Naibo)

ORC XTutti Classe 1: 1. Rebel (Manuele Costantin) 2. Luna per Te (Andrea Boscolo) 3. Jack Sparrow (Franco Bressan)

ORC XTutti Classe 2: 1. Cattiva Compagnia (Marco Ziliotto) 2. Renoir (Mario Pellegrini) 3. Super Atax (Alberto Bruss)

ORC XTutti Classe 3: 1. Overwind (Lorenzo De Facci) 2. Charlie Victor (Matteo Ranza) 3. November (Fabio Scroccaro)

ORC XTutti Classe 4: 1. Stella dei Venti (Giuseppe Mezzalira) 2. Soffio Kokopelli (Federica Gattei) 3. Canopus (Patrick Leonhardsberger)

ORC XTutti Classe Gran Crociera: 1. Ozons (Philippe Feret) 2. I Cesari (Filippo Riva) 3. Argo (Alessandro Spadoni)

ORC X2 Classe 3: 1. Black Angel (Striuli/Montagner) 2. Skip Intro (Romano/Favaro) 3. Angi (Merolla/Merolla)

IRC XTutti: 1. Aurele (Piero Santin) 2. Spriznaker (Marco Marin) 3. Alessandra IV (Juergen Seeber)

Multiscafi: 1. Sayg I (Andreas Hofmaier) 2. Proteus (Werner Stolz) 3. Hikari (Plathner/Zamuner)

MINI 650: 1. Satanas (Bressan/Fazzana) 2. Liska (Bertotti/Molinaro) 3. Yak (Zennaro/Guidetti)

Per seguire la regata con i tracker satellitari: www.cnsm.org e pagina Facebook Circolo Nautico Porto Santa Margherita – FOTO: Carloni-Marcorin/CNSM

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.