I regolamenti e il VPP ORC 2015

febbraio 2, 2015 | By Mistro
0

Cose che possono tornare utili a chi partecipa e chi organizza regate a compenso ORC… I Velisti, gli ufficiali di regata e le Autorità di tutto il mondo possono accedere ai regolamenti ORC 2015 varati dall’Offshore Racing Congress (ORC) per la produzione dei certificati, e dei prodotti connessi.

valencia europeo orc 2014 ranchi day 2 16

Il nuovo programma è pronto all’uso nei suoi 3 canali:

Rating Office, destinato alle autorità abilitate ad emettere certificati sul loro territorio;
Designer, per scaricare la nuova versione del programma e fare tutte le prove desiderate, ottenendo l’elaborato delle curve polari e lo stability datasheet;
Sailor Services,dove con un semplice procedimento di registrazione su www.orc.org/sailorservicestutti possono visionare gratuitamente i certificati emessi e, a pagamento, fare delle prove simulando modifiche ai parametri di stazza, e anche ricevere la speed guide, e le curve polari della barca con le diverse vele.

Chi non fa uso costante dei servizi offerti da Sailor Services, disponibili in otto lingue, con 12€ può acquistare 10 crediti da utilizzare per ottenere i certificati test e la Speed Guide, ottimizzando i costi. Nel database ci sono oltre 77.000 certificati di stazza dai quali ricavare i dati utilizzabili per effettuare le modifiche sulla propria barca.

I testi dell’International Measurement Rules (IMS) ORC Rating Rules, e ORC Championship Classes e Events Rules (più conosciuto come Green Book) sono online e disponibili su www.orc.org/Rules.

Il VPP ORC, la cui documentazione sarà disponibile quanto prima, ha numerosi miglioramenti per l’idrodinamica e l’aerodinamica, così come nella valutazione delle barche con water ballast e chiglia basculante contemporaneamente, una modifica nella formula per il momento raddrizzante e un nuovo metodo di calcolo per il vento implicito per il Performance Curve Scoring.

Le innovazioni e migliorie nei nuovi regolamenti sono state elaborate, discusse e proposte dall’International Technical Commettee (ITC) e dagli altri comitati che operano nella struttura dell’ORC, e approvate in occasione del Congresso Annuale di novembre, a Palma di Maiorca. Tutti i documenti delle riunioni sono reperibili sul sito ORC nel menu meetings.

La novità forse più di spicco, e di effetto sulle flotte, è l’introduzione di un nuovo parametro specificamente studiato per dividere le classi in regata: nei certificati ORCi 2015 e ORC Club, comparirà sulla destra anche il Class Division Lenght (CDL) che tiene conto della lunghezza di stazza e della velocità in bolina a 12nodi.

Il CDL è stato adottato da FIV-UVAI sul territorio italiano, e le divisioni delle classi sono già incluse nella Normativa d’Altura FIV 2015.
Il rating Doublehanded per le regate in doppio, è stato eliminato dal riquadro Special Scoring, e chi vorrà un certificato speciale per le regate in doppio avrà diritto ad averlo, parallelamente a quello standard.

Le variazioni dei rating 2015 sono minime rispetto al 2014, meno dello 0,5% per la maggior parte della flotta.

Accedendo al link www.orc.org/news/2014/TestRun.pdf sono visionabili i GPH e CDL 2015 di tutta la flotta ORCi del mondiale 2014, per eseguire test nel Sailor Service per vedere le specifiche variazioni nel rating 2015, da verificare con l’ufficio rating.

“Il nostro staff tecnico nelle ultime settimane si è impegnato per rendere disponibili i regolamenti ORC e il VPP entro la data prefissata del 1 gennaio, nonostante abbia spronato i miei uomini ad impegnarsi molto anche per la SuperYacht Rule (ORCsy) il nuovo prodotto a cui teniamo molto” ha detto Bruno Finzi, presidente dell’ORC. “Ogni anno i regolamenti ORC si evolvono tenendo conto degli studi dell’ITC rispondendo ai feedback degli utilizzatori. Rendere tutto disponibile nei primi giorni dell’anno è il risultato di un grande impegno. Augurando a tutti buon vento per la stagione che sta per cominciare, ci auguriamo che i nostri utenti possano apprezzare le novità del sistema per il 2015, rimanendo pronti a rispondere celermente a richieste di chiarimento e ulteriori informazioni, come abbiamo sempre fatto”.

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.