Le novità 2016 del regolamento ORCi

dicembre 24, 2015 | By Mistro
0

orc logoIl rating system ORC viene periodicamente rettificato per rendere il sistema di compensazione sempre più compatibile con le reali e diverse performance che le barche avranno sull’acqua.

Phi!Number ha pubblicato sulla propria pagina Facebook i punti salienti delle modiche al regolamento ORC 2016 sintetizzati dall’ottimizzatore Matteo Polli.

Questo il testo:

Da una breve analisi delle informazioni raccolte abbiamo stilato un elenco delle varianti/modifiche al rating system per il 2016 che a dir il vero non vede grosse e sostanziali novità: fondamentalmente i GPH diminuiscono in media sotto l’1% con il risultato che il 95% delle barche risultano sulla carta un poco più veloci del 2015.

Tra le modifiche apportate, ecco le più significative:

MATERIALE VELE – Nel 2016 realizzare delle vele in Dacron non sarà più così vantaggioso. Uno dei parametri (non solo quello) che ha avvantaggiato il Farr 30 Mummy One vincitore del campionato italiano ORC 2015, si è quindi considerevolmente ridotto.

MODIFICHE RIGUARDANTI LE VELE – La nuova regola punta a penalizzare meno la potenza delle vele concedendo in generale superfici più generose e armi più potenti. Di fatto, per le vele da andatura portante sarà meno penalizzante avere spinnaker o gennaker più generosi e sarà possibile alzare la ISP (ovvero l’attacco della drizza) verso la testa d’albero permettendo di sfruttare il vento fresco più in alto senza penalizzare troppo il GPH.

Inoltre, probabilmente vedremo meno quell’orribile immagine: le barche con la randa tagliata in altezza e con poco allunamento, in quanto la nuova regola riduce il bonus a chi accorcia la P e sceglie balumine “quasi in negativo”.

BARCHE PICCOLE – Tiepide notizie anche per chi, fino ad oggi, aveva ottenuto vantaggio dall’avere una barca piccola in condizioni di onda formata. La nuova regola sembra ridimensionare un poco questo parametro senza però sostanziali trasformazioni.
JIB o GENOA?

Se nel 2015 una barca che navigava con il Genoa risultava (per il rating system) più veloce anche quando il vento fresco la obbligava a navigare con il jib, questo piccolo errore delle polari di bolina è oggi stato risolto. E si dovranno pagare secondi solo quando realmente si navigherà con poco vento o con vento medio.

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.