Vele d’Epoca a Napoli, seconda giornata: vincono Leticia do Sol e Argyll

giugno 30, 2017 | By Mistro
1

NAPOLI, 30 giugno 2017 – Nella seconda giornata di Le Vele d’Epoca a Napoli il golfo ha mostrato il suo volto migliore, con vento stabile intorno agli 8 nodi e mare ideale per le regate degli yacht classici.

Le Vele Epoca Napoli 2017 day 1 07

Le Vele Epoca Napoli 2017 day 1 07
Immagine 7 di 7

Le imbarcazioni sono scese in acqua alle ore 11 per la prova sulle boe, al largo di Castel dell’Ovo. Ed è stato spettacolo sin dalla partenza, con gli equipaggi pronti a sfidarsi per il successo di giornata.

Al termine, ad esultare sono stati Leticia do Sol (Yacht Classici) e Argyll (Yacht d’Epoca). Leticia do Sol, dell’armatore Cosettini, ha sorpreso Naif, favorita di giornata, con una regata praticamente perfetta. Terzo posto per Ojalà, quarto per Oliria, che difende i colori del Circolo Savoia, organizzatore della manifestazione velica.

Argyll, la barca di proprietà dell’attore gallese Griff Rhys Jones battente guidone del Bahia Corinthian Yacht Club (California), sembra invece senza rivali nella sua classe. Anche oggi primo posto di giornata, ma grandi meriti vanno ai velisti di Marga (Crv Italia), capaci di tenere testa a lungo agli statunitensi, chiudendo al secondo posto. Marga è lo scafo più antico in gara, costruito nel 1910. Al terzo posto Ausonia del Circolo Savoia.

Domani la manifestazione continua alle ore 11 con le regate sulle boe. E sempre domani si entrerà nel vivo anche con le sfide remiere organizzate da Capri-Napoli Coastal Rowing Asd. Alle ore 9.30 una regata da Riva Fiorita fino a via Partenope decreterà i vincitori del Trofeo Vesuvio. Nel pomeriggio, dalle ore 19.00, lo spettacolo si sposterà nelle acque tra piazza Vittoria e Castel dell’Ovo, che ospiteranno una serie di “match race” di canottaggio con a bordo alcuni campioni italiani, tra cui Davide Tizzano, Vincenzo Triunfo, Cristiano Clarizia e Nicola Formicola.

Info su facebook.com/canottierisavoia

Comments: 1

  1. Gian Franco Mascoli ha detto:

    Sono alla ricerca ”disperata” di un mio gozzo: si chiamava San Pietro, era lungo fuori tutto mt 8,00, aveva un albero e il puntale con infissa la testa di San Pietro,opera viva rossa, opera mortaa blu, coperta gialla con prese d’aria per i motore cv, 45.
    E’ stato il primo gozzo costruito dal vecchio cantiere Aprea di Sorrento, appartenne a Edoardo De Filippo e da lui a me.
    Sarei molto interessato a riaverlo o ad averne uno simile. Fu costruito per le regate aa remi 8 6 vogatori) poi fu trasformato.
    C’è qualche anche lontana possibilità di contattare qualcuno per avere un contatto che mi possa dare la possibilità di trattare un eventuale acquisto ??
    Grazie, resto in attesa
    Gian Franco Mascoli
    tel 333 23 55 979
    339 081 66 84 50

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.