La storia di J-lag, J24 recuprato dal fondo del Garda e ora al Mondiale

agosto 3, 2018 | By Mistro
0

“J-lag è tornata a galla grazie all’affetto e all’aiuto di tantissime persone e già questo è stato tantissimo, le emozioni di tutta l’esperienza vissuta le porteremo con noi per sempre ma è il momento di guardare avanti, di farla rivivere! – spiega Andrea – Un po’ per scherzo penso che J-lag si meriterebbe il mondiale. Dal pensiero ai fatti è passato pochissimo, quando leggo che è riservato un posto per un equipaggio femminile, scrivo subito alla Classe per candidarmi, faccio un giro di telefonate e l’equipaggio è quasi al completo quando arriva la conferma. Io e J-lag al mondiale! Siamo a fine gennaio, comincio subito a pianificare i lavori da fare, la barca è ospitata dal Circolo Nautico Brenzone dove si svolgerà il tradizionale campionato invernale J24 del Garda e io voglio che J-lag partecipi sia per me che non vedo l’ora di tornare a navigare con lei sia per dare un riscontro a chi si è speso per noi. E’ così che in un paio di giorni mettiamo la barca in condizioni di navigare e il 17 febbraio siamo di nuovo in acqua. Un sogno, sembrava davvero surreale essere di nuovo al timone del mio J dopo piu’ di sei mesi, indescrivibile.

A fine marzo finisco i lavori, la provo solo una volta prima dell’Italiano e mi sembra che vada meglio di prima, a parte la prodiera, ho l’equipaggio per il Campionato Italiano, ragazze con cui abbiamo partecipato già a diverse regate e che sono amiche anche a terra e che hanno vissuto insieme a me le varie vicissitudini degli ultimi anni, dunque in barca con noi ci saranno Giulia Ferri (centrale) e Marta Sabbadini (tattica) che erano su J-lag durante il naufragio, Alessandra Residori e Laura Strommer alle scotte e all’ultimo si unirà a noi Alessia Bellotti, per la prima volta su J-lag, che farà la prua. Sappiamo che J-lag non è una scheggia e che noi non avremo il tempo per allenarci e nonostante saremo in 6 ci mancheranno quasi 50 kg ai 400 totali per l’equipaggio… ma per noi, viste le premesse, è importante esserci.

Pagine: 1 2 3 4

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.