Seatec – I Vincitori del MYDA 2018

aprile 7, 2018 | By Mistro
0

I vincitori della 15° edizione del MYDA, Millennium Yacht Design Award, il contest diventato un punto di riferimento per la “scoperta” dei designer nautici e navali di maggior talento, organizzato da IMM/Carrarafiere e nato nell’ambito del Seatec, salone internazionale della subfornitura nautica.

02-MYDA 2018 RAT-120

02-MYDA 2018 RAT-120
Immagine 2 di 8

Progetto che coniuga la tematica strategica dei materiali di riuso con un altrettanto efficace interpretazione compositiva della sovrastruttura. Originale ambientazione del progetto in stile Street Artist Project that combines the strategic theme of re-use materials with an equally effective compositional interpretation of the superstructure. Original Street Artist style setting. designer Wojciech Wesolek

I fattori di valutazioni considerati dalla Giuria, presieduta da Massimo Franchini e composta da Marco Amadio, Michele Ansaloni, Roberto Franzoni, Andrea Ratti, Mario Ivan Zignego sono stati: individuazione delle tendenze progettuali; contenuti innovativi rispetto al livello espresso dal mercato nella categoria di riferimento; aspetti compositivi del layout esterno; architettura degli interni; innovazione tecnologica.

In base a queste valutazioni la Giuria ha assegnato il primo premio per la sezione “nuovi progetti”, categoria PROFESSIONISTI al progettista polacco Wojciech Wesolekt, progetto RAT120 con la seguente motivazione: Progetto che coniuga la tematica strategica dei materiali di riuso con un altrettanto efficace interpretazione compositiva della sovrastruttura. Originale ambientazione del progetto in stile Street Artist.

Sempre per i professionisti, vince il primo premio sia per la sezione “La barca a misura d’uomo” che per “Disabilità a bordo” D950 EVA, la barca a vela di mt 9.50 del progettista Alessandro Comuzzi di Zugliano (UD) con questa motivazione: Interessante progetto e realizzazione di un day sailer con spiccati spunti ideativi sull’accessibilità, sull’ergonomia e la vivibilità degli spazi sul ponte di coperta. Apprezzabile il lavoro svolto sulla movimentazione della rotaia del fiocco auto-virante di prua”. Comuzzi aveva già vinto con Càpita, R_30.

Per la categoria degli ESORDIENTI, il vincitore col progetto HYDRA è il progettista svedese Eduard Gray; motivazione: “Progetto dall’approccio chiaramente automotive, che coniuga le linee contemporanee con un gusto retrò made in Italy. Interessante la proposta tecnica dell’hydrofoil abbinato alla sospensione di derivazione automobilistica e unito alla propulsione elettrica”

La Giuria ha ritenuto inoltre di assegnare agli esordienti ben quattro menzioni speciali per altrettanti progetti sicuramente degni di nota: al progetto ORFEO di Gilfo Incitti, Francesco Conte, Adelline Lagaria e Luca Scarsella per il “Lavoro progettuale sviluppato in ogni suo aspetto con particolare attenzione alle soluzioni energetiche rinnovabili Apprezzabile l’abbinamento chaise longue con la cyclette che consente l’esercizio fisico e la produzione di energia”

Al progetto CARAPACE Luxury Yacht Submarine di Elena Nappi per la “Apprezzabile idea futuristica abbinata ad un grosso impegno progettuale per la definizione del layout esterno e dell’interior design.”

A Serena Bonanni e Alessandro Roberto Grassi altra menzione speciale per il progetto AEON FLOW 55 con questa motivazione: Stimolante proposta tipologica a trimarano ispirata al mondo della vela e applicata al mondo dello yacht a motore, dove gli scafi laterali vengono usati con libertà di pensiero e funzione.

Quarta e ultima special mention per gli esordienti a Laura Cesca e Cristiano Lombardo per il progetto PHOENIX 550 segnalato per la “Soluzione compositiva molto interessante che merita un approfondimento e completamento progettuale offerto dal Quasar Design University – Roma”.

Il vincitore esordiente della sezione dedicata a ”La barca a misura d’uomo” è risultato il catamarano DRC8 Del progettista finlandese Mikko Hörkkö con la seguente motivazione: “Interpretazione del classico Catamarano day sailer da spiaggia con diverse soluzioni funzionali e dall’originale disegno.”

Info su sea-tec.it

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.