Tag name:2015

Invernale Golfo del Tigullio 2015 – Conclusa la prima manche

Chiusa a Lavagna la prima manche del 40mo Invernale del Tigullio, curata dal Comitato Circoli Velici del Tigullio formato da Pro Scogli Chiavari, CN Lavagna, CN Rapallo, CV Santa Margherita Ligure, LNI Chiavari e Lavagna, LNI Rapallo, LNI Santa Margherita Ligure, LNI Sestri Levante e YC Sestri Levante.

vela_invernale_tigullio_2015

Scirocco sabato e tramontana domenica per un percorso completo in tutti i suoi 3 giri, con premiazione a seguire nei locali del Circolo Nautico Lavagna.

Tutte vittorie nella Classe ORC 2 per Capitani Coraggiosi. Quattro affermazioni significano naturalmente il miglior possibile epilogo nella prima manche dell’Invernale. Federico Felcini e Guido Santoro precedono così Amelie (Clavarino, Profumo, Massone) e Bel Rebelot (Sergio Brizzi).

Nell’ORC 3 sorride Sea Whippet: l’equipaggio di Carla Ceriana D’Albertas, dopo i due secondi posti di 15 giorni fa, realizza una grande doppietta approfittando dell’assenza di Low Noise (Giuseppe Giuffrè). Al secondo posto, nella classifica di categoria, sale così Storm System di Giacomo Loro Piana. Non bastano due successi, invece, ad Aria di Burrasca (Franco Sailmoraghi) per scalzare Brainstorm (Stefano Mosca) che, in virtù delle due piazze d’onore conseguite tra sabato e domenica, mantiene la leadership con tre punti di vantaggio.

Smigol padrone della classe IRC 2. Un filotto di primi posti, i due del 14 e 15 novembre sommati a quelli conseguiti in questo week end, gli permettono di chiudere nettamente al comando la prima manche dell’Invernale. A seguire Jam (Marco Fantini), sempre alle spalle di Smigol, e Galatea Due (Salvatore Arena).

X Blue One ribalta la situazione nell’IRC 3 superando, grazie alle due vittorie di sabato e domenica, Ready for Sea (Vele Rosa). Terzo posto per Botta Dritta 2 di Marco Matica. L’IRC 4 premia invece Celestina 3 di Campodonico-Frixione-Vernengo: tutte vittorie tranne nell’ultima prova, andata a Dajenu (Marco Cohen e Claudio Gabba). Bronzo per Strabilia (Stefano Taverna).

Nei J80 sono sufficienti un terzo (sabato) e un secondo (domenica) posto a J Bes di Alberto Garibotto per conservare la prima piazza. Una vittoria a testa nel week end per Orso (Michele Rayneri) e Montpres (Paolo Montedonico, Luca Rognoni), rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio al termine della prima manche dell’Invernale. Nella libera, Gruppo 0, festa per Outsider di Ernesto Moresino. Due volte vincitore, davanti a Hellcat (Leporatti, Raffo, Valerio) che si deve accontentare quindi del secondo posto in classifica dopo aver sempre vinto due settimane fa. Nel Gruppo A sorride Emma di Emanuela Verrina, precedendo Blue Dream (Ugo Cotroneo), mentre tocca a Equa (Maurizio Montibeller) esultare nel Gruppo B dove mette in riga Ibis (Mauro Deiana) e Vagabundo (Graziano Castagnola).

Prossimo appuntamento sabato 31 gennaio e domenica 1 febbraio 2016.

Classifiche complete su www.circolivelicitigullio.it

La Vela Paralimpica è da veri duri al Mondiale 2015 di Melbourne

Alberi rotti, collisioni, tanto spettacolo e giornata davvero tosta per gli equipaggi impegnati a Melbourne, in Australia, nei Para World Sailing Championship, i Campionati del Mondo della Vela Paralimpica organizzati dal Royal Yacht Club of Victoria.

Para World Sailing 2015 01

Para World Sailing 2015 01
Immagine 1 di 10

Un forte e caldo vento da Nord, inizialmente sui 15-20 nodi saliti fino a 30, sotto raffica, nel corso della giornata, ha impegnato a fondo i velisti di tutte e tre le cassi paralimpiche in acqua – 2.4 mR, Skud 18 e Sonar – che hanno comunque portato a termine altre due prove ciascuna, portando a sei il totale delle regate disputate in questi primi tre giorni di campionato.

Nella classe Skud 18 (17 barche), continuano a brillare gli azzurri Marco Gualandris e Marta Zanetti, sempre terzi, grazie ai parziali 5-4-3-8-3-6, dietro gli inglesi Rickham-Birrell e ai velocissimi australiani Fitzgibbon-Tesch, al comando della classifica provvisoria.

Nel singolo 2.4 mR (48 barche) è la giornata del francese Damien Seguin, che grazie a due vittorie si porta al comando della classifica davanti al tedesco Heiko Kroeger e all’australiano Matt Bugg. L’azzurro Antonio Squizzato, oggi 10-7, si mantiene in top ten ed è decimo, mentre Gianluca Raggi è 41mo.

Nella classe Sonar (18 barche), infine, l’equipaggio azzurro formato da Cristiano D’Agaro, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira guadagna una posizione ed è 12mo (13-13-14-10-7-12) nella graduatoria capeggiata sempre dagli australiani Harrison-Harris-Boaden, oggi leggermente più in difficoltà rispetto ai primi due giorni.

(altro…)

Barcolana – Video The Race before the Race

Anche quest’anno APZ media con il supporto della Società Velica Barcola e Grignano ha realizzato un video straordinariamente suggestivo che racconta attraverso belle immagini e le parole di quattro grandi velisti, Paul Cayard, Isabelle Joschke, Mauro Pelaschier e Vasco Vascotto lo spirito della Barcolana e la magia della vela in generale.

Via | www.facebook.com/APZmedia

ARC 2015 – Il Dufour 34 Duffy ha disalberato

Purtroppo Duffy in regata alla ARC ha comunicato all’organizzazione di avere disalberato e di stare facendo ritorno a motore a El Hierro. Stanno tutti bene e un’altra barca ha trasferito sul Dufour 34 di Enrico Calvi del carburante per consentire all’equipaggio di raggiungere la meta.

duffy dufour 34

Nell’articolo pubblicato nel sito ufficiale, in fondo, si legge:

ARC Rally Control was contacted at 11:00 this morning (25 November) by the skipper of Dufour 34, Duffy to report that the yacht had been dismasted during a strong gust and broach. All crew are well and a nearby ARC yacht, Marlene F has transferred extra fuel to allow Duffy to motor to the Canary Islands, where they plan to make landfall in El Hierro.

Via | www.worldcruising.com

Gli Spinlock Lume-On vincono DAME awards al METS 2015

Spinlock Lume-On è uno dei due vincitori assoluti del DAME awards al METS 2015. Un riconoscimento nato per premiare il prodotto dai migliori design e funzionalità.

Immagine anteprima YouTube

Gli Spinlock Lume-On sono dei piccoli LED lampeggianti, adesivi, che illuminano il giubbotto salvagente gonfiato per migliorare e incrementare la visibilita e facilitare la localizzazione. Si attivano con l’acqua e usano le camere d’aria gonfie dei giubbotti come diffusori per aumentare la loro visibilita.

E’ stato scelto tra 51 prodotti nominati e ha vinto a parimerico con una pinna stabilizzatrice.

Info su www.spinlock.co.uk

Invernale Golfo del Tigullio 2015

vela_tigullio_lownoise_0Due prove, disputate nelle giornate di sabato e domenica nelle acque di Lavagna, per la 40ma edizione dell’Invernale Golfo del Tigullio, curato dal Comitato Circoli Velici del Tigullio.

Sale a 48, con le ultime iscrizioni, il numero dei partecipanti e la partenza della manifestazione non è inficiata dalla scarsa presenza di vento. Sabato percorso ridotto e quindi molto tecnico, domenica con percorso normale e i tre previsti giri grazie al supporto di una leggera tramontana.

L’ORC 1-2 sorride, per il momento, a Capitani Coraggiosi di Federico Felcini e Guido Santoro. Doppia affermazione, seguono Amelie (Clavarino, Profumo, Massone) e Bel Rebelot (Sergio Brizzi).

Sempre vincitore, nell’ORC 3, Low Noise: Giuseppe Giuffrè al comando della classifica generale davanti a Sea Whippet (Carla Ceriana D’Albertas) e Storm System (Giacomo Piana).

Più combattuta la classe ORC 4-5: avanti c’è Aia de Ma (Luca Olivari), sabato secondo dietro Chica 3 (Scuola Vela Yacht Club Chiavari) e ieri primo davanti a Brainstorm (Stefano Mosca). Chica 3 e Brainstorm sono staccati rispettivamente di una e due lunghezze. Smigol (Federico Piccini) si impone nelle due prove IRC 2 ed ha un buon vantaggio su Galatea Due (Salvatore Arena) e Jam (Marco Fantini), alternatisi al secondo posto.

(altro…)

Campionato Invernale della Vela d’Altura di Napoli, Coppa Arturo Pacifico 2015 – Day 1

Dopo aver osservato un minuto di silenzio per i fatti drammatici che hanno colpito Parigi, domenica ha avuto inizio la 45ma edizione del Campionato Invernale della Vela d’Altura di Napoli.

coppa arturo pacifico 2015 01

Settantotto le imbarcazioni al via della prima manche della Coppa Arturo Pacifico, organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia che apre storicamente il Campionato organizzato con altri 9 circoli non solo napoletani.

Percorso unico per tutte le classi in gara, a causa delle deboli ed incostanti condizioni di vento, decisione presa già ieri dal CdR presieduto da Luciano Cosentino e che si è rivelata vincente.

La flotta, che ha esposto la bandiera francese durante tutta la prova, come suggerito dal circolo organizzatore, interpretando il sentire di molti armatori, spinta da un debole Grecale piuttosto bucato si è diretta alla boa di Cumas, nel Golfo di Pozzuoli, dove il vento, questa volta un Maestrale, si è consolidato consentendo ai concorrenti di ricompattarsi.

(altro…)

Invernale di Riva di Traiano – Classifiche seconda giornata

Riva di Traiano, 15 novembre 2015 – L’Invernale di Riva di Traiano mette in cascina anche la seconda regata della stagione, in una giornata quasi estiva che, dal punto di vista sportivo, non prometteva nulla di buono.

invernale riva traiano 15 nov 2015 01

Le previsioni meteo di questa settimana – ha commentato all’arrivo il presidente del Comitato di Regata Fabio Barrasso – hanno colto nel segno. In assenza di vento, abbiamo posizionato il campo di regata là dove attendevamo l’aria e alla fine, verso l’una, con un ritardo di un’ora sul previsto, sono entrati tra i 290° e i 300° tra i 6.5 e i 7 nodi di vento, che hanno consentito una regata regolare, con un piccolo rinforzo verso la fine che l’ha resa anche divertente”.

Vento o non vento, è stata la giornata di una barca che ha tutti gli attributi per aspirare alla parte alta del podio finale, ovvero Ars Una, il Milyus 15e25 di Carlo Rocchi e Vittorio Biscarini, che ha vinto la prova in classe regata, sia in IRC sia in ORC.

In IRC secondo posto per il Neo 400 Carbon Neo Scheggia di Paolo Semeraro e terzo posto per il Grand Soleil 39 Canopo di Adriano Majolino.

(altro…)

Un grandissimo Michele Zambelli alla Mini Transat

Pointe a Pitre (Guadalupa). Grande risultato per l’Italia alla Mini Transat con lo splendido secondo posto di Michele Zambelli che chiude la seconda parte della regata alle ore 23.52 e 49 secondi (ora italiana) di venerdì 13 novembre con poco più di un miglio di distacco sul terzo, l’inglese Luke Berry.

Arrivée de la Mini-transat à pointe à Pitre

Arrivée de la Mini-transat à pointe à Pitre
Immagine 1 di 6

Arrivée de la Mini-transat à pointe à Pitre

A bordo del suo prototipo Illumia 788 lo skipper romagnolo ha impiegato 13 giorni, 8 ore, 42 minuti e 49 secondi nel tratto conclusivo della Mini Transat, dalle Canarie a Guadalupa, con velocità medie sopra i 10 nodi in un totale di 3209 miglia percorse.

“Mi sento più forte” sono state le prime parole dal pontile caraibico dove l’accoglienza è stata entusiasmante ma con una nota di tristezza per i fatti di Parigi.

Dopo la prima tappa che lo ha visto in dodicesima posizione, Michele Zambelli ha affrontato la traversata oceanica non necessariamente come una rivincita ma come un modo per dimostrare le sue capacità impostando una strategia studiata nei mini particolari.

Dopo essere partito da Lanzarote il 31 ottobre tra le file dei primi dieci inizia la risalita di posizioni sulla rotta a sud per cercare gli alisei più stabili. E’ tra i più veloci e si trova sempre nel gruppo di testa. Dopo 4 giorni è quarto e dopo 9 giorni è secondo.

(altro…)

1° tappa del Campionato Invernale “Acqua dell’Elba” del Marina di San Vincenzo

Domenica 8 novembre ha preso il via il Campionato Invernale “Acqua dell’Elba” del Marina di San Vincenzo, manifestazione alla sua prima edizione.

Invernale Marina di San Vincenzo 2015 day1 01

Invernale Marina di San Vincenzo 2015 day1 01
Immagine 1 di 6

Il Campionato si svilupperà su sei tappe domenicali da novembre fino ad aprile 2016, coinvolgendo una flotta al momento di 13 barche (numero che può aumentare durante lo svolgimento del Campionato).

“A San Vincenzo, durante la bella stagione ci eravamo abituati a numeri di adesione ben più importanti – dice il Direttore Sportivo YCMSV Emanuele Bravin – ma dobbiamo tenere di conto che questa manifestazione è un “invernale” e soprattutto alla prima edizione. D’inverno andare in mare può essere dura, e non tutti gli armatori gradiscono queste esperienze. Ma siamo comunque riusciti ad aggregare una flotta sufficientemente numerosa da garantire un Campionato combattuto e divertente. E soprattutto sono certo che il numero dei partecipanti crescerà con il proseguire della manifestazione.”

(altro…)