Tag name:Alex Thomson

Route du Rhum-Alex Thomson dichiara: “non merito di vincere”

Non solo un grande velista ma anche un vero gentleman, l’inglese Alex Thomson, in piedi sulla sua barca danneggiata, Hugo Boss, ormeggiata in banchina a Guadalupa questa mattina, ai giornalisti assembrati intorno a lui ha detto di non meritare di vincere la Route du Rhum-Destination Guadeloupe.

Alex Thomson, skipper de l Imoca Hugo Boss sur la ligne d arrivee de la Route du Rhum-Destination Guadeloupe 2018 – Pointe a Pitre le 16/11/2018

Thomson era stato in testa sin quasi dall’inizio di questa regata, transatlantica in solitaria da 3,542 miglia, partita il 4 novembre da Saint Malo, e si stava avvicinando all’arcipelago di Guadalupa quando, dormendo più del dovuto, ha lasciato che la sua barca andasse a schiantarsi sugli scogli sulla punta più a nord della isola di Grande Terre.

Per salvare l’imbarcazione dal naufragio il velista di Gosport, in Inghilterra, ha dovuto accendere il motore per tornare in acque più profonde. Nonostante sia riuscito a completare la regata e sia stato il primo della classe IMOCA, che conta 20 concorrenti, a tagliare il traguardo oggi, Thomson ha ricevuto una penalità di 24 ore da parte della giuria per aver usato il motore.

Questo significa non solo che Thomson difficilmente potrà vincere la regata, ma che sarà escluso dalle prime tre posizioni, con Paul Meilhat su SMA – il probabile vincitore – Yann Eliès su UCAR-Saint-Michel e Vincent Riou su PRB che probabilmente concluderanno la regata in un tempo inferiore a quello di Thomson tenendo in conto la penalità.

(altro…)

Nuovo record sulle 24 ore per monoscafi da 60 piedi

Il World Sailing Speed Record Council ha ratificato un nuovo record di percorrenza sulle 24 ore per monoscafi di 60 piedi. Il record è stato stabilito da Alex Thomson sul suo IMOCA Hugo Boss. Tra il 19 e il 20 luglio 2018 Thomson ha percorso una distanza 539.71 miglia nautiche ad una media di 22.49 nodi. Thomson batte il suo precedente record stabilito nel 2017 di 536,81 nm.

The WSSR Council announces the establishment of a new World Record:

Record: 60 ft Monohull 24 Hour Record
Yacht: “Hugo Boss” 60 ft Monohull.
Name: Alex Thomson. GBR
Dates:. 19th to the 20th July 2018.
Start time: 08;00;00. UTC on 19/07/18
Start position: 43.31822° / -58.23088°
Finish time: 08;00;00 UTC on 20/07/18
Finish position: 47.30244° / -46.74426°
Elapsed time: 24 hours.
Distance: 539.71 NM
Average speed: 22.49 kts
Comments: Previous record: “Hugo Boss” Alex Thomson. GBR. 2017. 536.81 NM

Via | www.sailspeedrecords.com

Alex Thomson secondo al Vendée Globe 2016-2017

L’inglese Alex Thomson ha tagliato il traguardo del Vendée Globe al secondo posto dopo 74 giorni 19 ore 35 minuti e 15 secondi in mare.

arrivo-alex-thomson-hugo-boss-01

arrivo-alex-thomson-hugo-boss-01
Immagine 1 di 11

Thomson, 42 anni, ha tagliato con Hugo Boss la linea a Les Sables d’Olonne alle 07:37hrs UTC di venerdì 20 gennaio 2017. 15h 59min 29s dietro al vincitore Armel Le Cléac’h, che ha terminato in 74 giorni, 3 ore, 35 minuti e 46 secondi.

(altro…)

Vendée Globe – Alex Thomson batte il record di percorrenza sulle 24 ore

Lunedì 16 gennaio 2017 – Giorno 71 – Alex Thomson oggi ha stabilito il nuovo record di distanza percorsa da un solitario su un monoscafo a vela nelle 24 ore. La distanza coperta da Hugo Boss è stata di 536.81 miglia.

Nelle 24 ore tra le 0700 di domenica e le 0700 di lunedì 17 gennaio Thomson ha navigato ad una velocità media di 22.36 nodi. Batte il record di 534.48 miglia stabilito da François Gabart nel Vendée Globe 2012-13.

In realtà il record lo aveva già battuto in un’altra occasione durante questa edizione della regata intorno al mondo, ma il World Sailing Speed Record Council non lo aveva ratificato perché per regolamento la distanza deve essere superiore di almeno un miglio rispetto a quella di riferimento.

Al momento lo skipper di Hugo Boss has è sempre secondo a circa 78 miglia da Armel Le Cléac’h su Banque Populaire VIII.

Vendée Globe – La situazione dopo 68 giorni

Venerdì 13 gennaio 2017 – Alex Thomson ieri ha detto che per avere una possibilità di sorpassare Le Cléac’h e vincere il Vendee Globe deve riuscire a portarsi a meno di 50 dal leader della regata nei prossimi giorni.

Alle 1100 UTC di ieri, giovedì 12 gennaio, il tracker dava Hugo Boss a 227 miglia da Banque Populaire VIII al passaggio delle Isole di Capo Verde. Nel momento in cui scrivo, ore 1800 di venerdì 13, il distacco si è ridotto a 121 miglia a causa dei venti leggeri che spingono Le Cléac’h a soli 3 nodi, contro gli 11 di Thomson, che però vedrà presto scendere la propria velocità quando raggiungerà la posizione occupata ora dal primo.

E mentre Jérémie Beyou su Maître è terzo a 650 miglia dalla testa, Jean-Pierre Dick, quarto a 1.134 miglia, attraversando l’equatore ieri 13 giorni, tre ore e 59 minuti dopo aver doppiato Capo Horn ha stabilito un nuovo record per il passaggio. Incredibilmente ha impiegato quasi 16 ore in meno del tempo di riferimento di François Gabart di 13 giorni, 19 ore e 29 minuti.

La linea di arrivo del Vendée Globe è ora a meno di 1.800 miglia da Le Cléac’h e il suo attuale ETA a Les Sables è per giovedì 19 gennaio.

Via | www.vendeeglobe.org

Vendée Globe – Banque Populaire VIII e Hugo Boss fuori dai Doldrums

10 gennaio 2016 – Banque Populaire VIII e Hugo Boss sono ufficialmente fuori dalle calme equatoriali ma gli alisei rimangono leggeri con possibilità di temporali.

I Doldrums sono ora alle spalle dei due leader ma le velocità medie sono molto basse. Le immagini satellitari mostra molta attività nuvolosa a est della rotta scelta da Armel Le Cléac’h e Alex Thomson, ora separati da circa 100 miglia.

Jérémie Beyou, al terzo a posto a 620 miglia dal primo, nelle calme ci è appena entrato mentre Jean Pierre Dick sembra aver scelto una rotta più a ovest per evitare i venti leggeri.

Una depressione sarà posizionato nella zona sud-est di Capo Horn domani mattina, quando Eric Bellion e Conrad Colman lo doppieranno. I venti da sudovest potrebbero superare i 40 nodi per l’ottava e la nona barca che doppieranno il Capo

Chiude la flotta, in diciottesima posizione a quasi 9000 miglia da Armel Le Cléac’h, Sébastien Destremau, che a sud della Nuova Zelanda sta cercando di mantenere una velocità elevata per evitare di essere superato dalla depressione proveniente da Ovest il 12 gennaio e il 13 con venti che soffiano a più di 50 nodi.

Via | www.vendeeglobe.org

Vendée Globe – Banque Populaire VIII nelle calme equatoriali

Sabato 7 gennaio 2017 – Il leader del Vendée Globe Armel Le Cléac’h ha attraversato l’equatore ed è ora nell’emisfero nord, segnando l’inizio della gara di resistenza attraverso il nord Atlantico verso il traguardo. Lo skipper francese di Banque Populaire VIII ha superato la linea di zero gradi di latitudine alle 0023 UTC oggi, dopo 61 giorni, 12 ore e 21 minuti in mare in questa ottava edizione della regata.

Le Cléac’h trascorso 52 giorni nel sud del mondo e dopo aver doppiato Capo Horn, la punta più meridionale del Sud America, ha impiegato 14 giorni, 11 ore e 49 minuti per raggiungere l’Equatore. Il tempo da Capo Horn è di 16 ore superiore a quello di François Gabart, vincitore nel 2012-13, ma Le Cléac’h rimane più di quattro giorni più veloce del record della gara dello stesso Gabart.

Al rapporto di posizione delle 1200 UTC Le Cléac’h aveva ancora un vantaggio di 119 miglia su Alex Thomson, che su Hugo Boss passerà nell’emisfero settentrionale in giornata. Entrambi ora dovranno affrontare le temute calme equatoriali che si estendono da lì fino alle isole di Capo Verde, le mosse giocate dai due apripista nel corso del fine settimana potrebbe probabilmente decidere il vincitore del Vendée Globe 2016-17.

(altro…)

Una rara concentrazione di uomini coi maroni in carbonio ad alto modulo

Una rara concentrazione di uomini coi maroni in carbonio ad alto modulo. Armel Le Cléac’h e Alex Thomson, che sui loro IMOCA viaggiano a medie stratosferiche nei paraggi delle isole Kerguelen, e l’elicotterista, perché anche per decollare e atterrare con quel mare e quel vento serve un uomo con i maroni in carbonio ad alto modulo.


Incroyable ! La Marine Nationale nous a envoyé… di VendeeGlobeTV

Il video è stato girato da un elicottero della marina francese decollato dalla fregata Nivôse che sta pattugliando territori francesi nell’Oceano Antartico. Mostra l’allora leader del Vendee Globe Le Cléac’h su Banque Populaire VIII e Thomson su Hugo Boss mentre viaggiavano a velocità di oltre 20 nodi con vento compreso tra 25 e 30 nodi.

Via | www.vendeeglobe.org

riprese-elicottero

Vendee Globe – In tre battono il record del passaggio del Capo di Buona Speranza

vendee-tracking-25-11-2016

25 novembre 2016 – Con Sébastien Josse su Edmond de Rothschild, che ha passato la longitudine del Capo di Buona Speranza oggi alle alle 00:44 GMT, sono ben tre gli skipper (tutte e tre con barche dotate di foil) di questa edizione del Vendee Globe ad aver abbondantemente superato il precedente tempo di riferimento per questo passaggio, 22 giorni 23 ore e 46 minuti, stabilito da Armel le Cléac’h nel 2012.

Il primo è stato Alex Thomson con un tempo 17 giorni, 22 ore e 58 minuti, sbriciolando di record di 5 giorni e 48 minuti. Il secondo lo stesso ex detentore Armel le Cléac’h, con 18 giorni, 3 ore e 32 minuti, 4 ore e 32 minuti in più di Alex Thomson. E Sébastien Josse, con un tempo di 18 giorni, 12 ore e 42 minuti, 13 ore e 44 minuti dopo il leader della regata, partita il 6 Novembre da Les Sables d’Olonne.

(altro…)