Tag name:Baglietto

Al via l’asta per aggiudicarsi La Spina, storica barca a vela d’epoca del 1929

A dieci anni dall’importante restauro che le ha permesso di tornare a navigare, è partita l’asta pubblica online per aggiudicarsi il 21 metri La Spina, storica imbarcazione a vela d’epoca costruita in legno nel 1929 dai famosi cantieri navali Baglietto di Varazze, in Liguria.

la_spina_1929_01_foto_maccione

la_spina_1929_01_foto_maccione
Immagine 1 di 5

Chiunque potrà entrare in possesso di un pezzo di storia della nautica italiana. La barca, che ha già partecipato a diversi raduni di vele d’epoca, è visitabile presso il suo ormeggio a Genova. L’asta scadrà il 17 ottobre 2018.

Un pezzo di storia della nautica italiana va all’asta. La Spina, costruzione n° 123 varata nel 1929 dal cantiere Baglietto di Varazze su progetto di Vincenzo Vittorio Baglietto, è infatti una di quelle imbarcazioni a vela d’epoca molto conosciuta nel mondo della nautica. Elegante e slanciata è il primo yacht della classe 12 Metri S.I. (Stazza Internazionale), numero velico I-1, con il quale alla fine degli anni Venti il marchese Franco Spinola di Genova, esperto yachtman nonché ammiraglio della Regia Marina, avrebbe desiderato favorire anche in Italia le regate per questa categoria di imbarcazioni. A dispetto del nome della classe (il numero 12 non identifica la dimensione bensì il risultato di una formula di stazza), questi scafi hanno una lunghezza superiore, nel caso di La Spina 21,47 metri. Tra il 1958 e il 1987, proprio con i 12 Metri S.I., si sarebbero disputate le sfide di Coppa America, il trofeo velico e sportivo più antico del mondo. Si può dire che La Spina sia stata dunque antesignana della famosa Azzurra, l’imbarcazione che nel 1983 negli USA, al comando dello skipper Cino Ricci e con Mauro Pelaschier al timone, fece sognare tutti gli italiani perché arrivò a un passo dal conquistare la Coppa America. La Spina è ora in vendita sul portale Industrial Discount del network IT Auction, casa d’aste on line di Faenza (Ravenna), che raccoglie offerte d’acquisto.

(altro…)

Lap1 – Varata la barca di Lapo Elkann

Studiato e realizzato da Francesco Paszkowski Design in collaborazione con Baglietto, Lap-1 è il primo MV13 Baglietto.

Lap-1 barca di Lapo Elkann 01

Lap-1 barca di Lapo Elkann 01
Immagine 1 di 7

È stato varato ieri (7 luglio 2015) a La Spezia lo yacht di Lapo Elkann. La personalizzazione è stata curata da Garage Italia Customs, progetto dello stesso Lapo Elkann che opera nel settore della “cultura Tailor Made”, che coinvolge un team di esperti nel campo del wrapping, della verniciatura e della selleria.

L’MV13 Lap-1 (che io continuo a leggere Lapone) è un’imbarcazione ispirata ai MAS della seconda guerra mondiale (in effetti a guardarlo sembra che gli manchi giusto una Browning M2 a prua), è lungo 13,8 metri, largo 3,90, è motorizzato con due motori MAN da 800 hp e può raggiungere una velocità massima di 37 mph (32 di crociera), lo scafo è in allumino.

La scheda:

(altro…)

Il restauro di Bamba, 8 metri Stazza Internazionale

Il Cantiere Pezzini di Viareggio, fondato oltre cento anni fa è oggi diretto dal maestro d’ascia Massimo Pezzini, sta restaurando Bamba, un 8 metri Stazza Internazionale lungo 14 metri, costruito nel 1927 dal cantiere Baglietto di Varazze su progetto di Francesco Giovannelli.

Bamba 8 m SI cantiere Pezzini 07

Bamba 8 m SI cantiere Pezzini 07
Immagine 1 di 12

Il progetto del restauro è seguito dallo Studio Faggioni di La Spezia, diretto da Stefano Faggioni, già coinvolto in passato nel recupero di scafi storici come Orion, La Spina, Sant’Antonino, Lulworth, Pianosa, Patience e Javelin.

Foto di James Robinson Taylor via pagina Facebook del Cantiere Pezzini.