Tag name:barche da regata

Barcolana – Presentato il C30, progetto di Maurizio Cossutti

30 piedi, costo estremamente contenuto, design evoluto, prestazioni da regata. Si presenta in anteprima in Barcolana il C30, il nuovo progetto di Maurizio Cossutti, voluto da un armatore triestino, Antonio Masoli, con l’obiettivo di inserire sul mercato una nuova classe monotipo.

Immagine anteprima YouTube

Il prototipo è stato varato a fine settembre e sarà presentato in Barcolana nell’ambito delle iniziative di Jotun Italia (official supplier dello scafo) per il lancio delle nuove vernici dedicate alle imbarcazioni da diporto.

(altro…)

Prima Uscita in J/70

j-boats-j70-01

j-boats-j70-01
Immagine 1 di 35

Di Beppe Zavanone

Dopo 10 stagioni in Melges 24 era tempo di cercare nuove emozioni monotipiche. Sostituire la “barca perfetta” non è stato facile, fui tra coloro che contribuirono a lanciarlo definiticamente in Italia, arrivai nella classe italiana che annoverava numeri piccoli anche se Zuccoli e poi Favini avevano già vinto i mondiali 2000 e 2001. Formammo una flotta alassina, creammo un circuito italiano spostando gli sponsor che avevamo sui terribili Beneteau 25 ed i numeri si fecero rapidamente enormi. Nessun monotipo, anche affiancandolo alle nostre tappe, riuscì a decollare, Ufetti, H22, J22, J80, Este24, SB3 non sono mai riusciti a raggiungere numeri decenti né presenze di campioni anche internazionali così importanti. Sono stati i monotipi storici come i FUN o i J/24 quelli a resistere di più. Con gli anni gli unici numeri importanti si sono rivisti, in misura inferiore sui Melges 20 e poi sui Melges 32 che però come budget sono più gli eredi dei Mumm 30 ed i Farr 40.

Per una serie di ragioni che sarebbe troppo lungo raccontare qui, il Melges 24 ha ridotto di molto i suoi numeri italiani ed americani, pur amplificando quelli europei. Ma le caratteristiche adrenaliniche ma anche marine del 24 sono fuori di ogni dubbio, ed anche la formula Corinthian è stata la fortuna di quel barchino. Ancora oggi dopo 20 anni non è facile far di meglio.

(altro…)

H22 One Design riparte e ti invita alla prova

L’Associazione di classe Italiana H22 One Design e New Wind, distributore esclusivo della barca, hanno preparato una offerta per invogliare nuovi armatori ad approcciare la barca e le regate del circuito 2013.

H22_lasco_aria_media

Ai primi 4 nuovi associati alla classe H22, verrà concesso un’incredibile sconto sull’acquisto di un H22 One Design nuovo fiammante. Sconto che porta il prezzo di acquisto a soli € 16.950,00 Euro. I quattro nuovi H22 sono pronti per la partecipazione al Campionato Italiano 2013 a Domaso (CO).

Chi non conoscesse ancora l’H22, potrà apprezzarne le caratteristiche prenotando una prova “gratuita”, a partire dal 10 al 20 di giugno e dall’1 al 10 di luglio, sempre nell’alto Lago di Como.

Roberto Spata ed il suo staff ti aspettano per provare le potenti planate dell’H22 e la semplicità di conduzione in condizioni di vento forte di una barca così sportiva e performante come l’H22.

(altro…)

Monotipi – Il Classe Fun

classe-fun-01

classe-fun-01
Immagine 1 di 7

Volendo soddisfare la propria voglia di regatare non è sempre necessario dotarsi di costosi barconi ottimizzati o da ottimizzare per i compensi o di monotipi all’ultimo grido. Esistono Classi che con costi ragionevoli permettono di misurarsi ad armi pari con altri equipaggi, anche di buona esperienza e livello. Perché, per come la vedo io, meglio arrivare ultimo ma imparare qualcosa da quelli bravi che arrivare primo perché il mio progettista ha saputo interpretare meglio il numeretto.

Una delle barche che permettono di competere con costi ragionevoli per esempio è il Fun, un monotipo disegnato oltre 30 anni fa da Joubert & Nivelt. Inizialmente costruito dal cantiere Jeanneau, lo scopo alla base del progetto era creare un monotipo veloce che potesse dare a quattro persone il piacere di regatare come su una deriva.

L’armo è a 7/8 con sartie volanti, il piano velico è composto da una randa di circa 14m², un genoa di circa 15m², un fiocco autovirante di circa 8m², tormentina e spinnaker di circa 40m².

(altro…)