Tag name:Campionato Italiano Offshore

Presentata a Genova la 151 Miglia 2017

24 settembre 2016 – Il comitato organizzatore della 151 Miglia ha presentato oggi a Genova, nellʼambito del Salone Nautico Internazionale, la prossima edizione di quello che è considerato un evento cult del calendario agonistico di vela dʼaltura.

151 miglia 2016 ft taccola 06

151 miglia 2016 ft taccola 06
Immagine 1 di 9

La presentazione è andata di scena poco prima delle ore 14 al Teatro del Mare, nellʼambito della giornata dedicata alla vela dʼaltura e prima della premiazione del Campionato Italiano Offshore 2016 della Federazione Italiana Vela, con la presenza dei rappresentanti dei circoli organizzatori e sponsor della 151 Miglia, che hanno potuto illustrare le novità dellʼedizione 2017, che prenderà il via giovedì 1 giugno sulla classica rotta tra Livorno e Punta Ala, con passaggi davanti a Marina di Pisa, allʼisolotto della Giraglia e alle Formiche di Grosseto.

Sul palco, Alessandro Masini, Presidente dello Yacht Club Punta Ala, Francesco Bianciardi, Consigliere dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa presieduto da Roberto Lacorte – i due circoli organizzatori che si avvalgono della preziosa collaborazione dello Yacht Club Livorno – e Martina Pescioli, in rappresentanza del main sponsor Pharmanutra, che hanno gettato le basi dellʼedizione 2017 della 151 Miglia, la cui organizzazione è già in moto per continuare a garantire il medesimo standard qualitativo degli anni precedenti, uno dei punti di forza di questa regata che dalle 50 barche della prima edizione, datata 2010, è passata rapidamente alle quasi 200 dellʼultima, dimostrazione pratica che quando una regata offre un percorso magnifico e unʼorganizzazione impeccabile, al lavoro 365 giorni lʼanno e cucita addosso sulle esigenze
di armatori e regatanti, il successo è garantito.

(altro…)

La premiazione del Campionato Italiano Offshore 2016

24 settembre 2016 – Vela sempre protagonista al Salone Nautico Internazionale di Genova dove media e appassionati si sono ritrovati al Teatro del Mare per celebrare una giornata dedicata alla vela d’altura.

premiazione-del-campionato-italiano-offshore-2016

Un appuntamento che ha avuto il suo culmine nella premiazione del Campionato Italiano Offshore 2016, il circuito ideato dalla Federazione Italiana Vela che riunisce le quindici regate d’altura più importanti che si svolgono nei mari italiani e che assegna gli ambiti titoli Italiani di vela offshore, sia overall che nelle singole classi.

A ricevere dalle mani del Vice Presidente FIV Francesco Ettorre la medaglia del titolo Italiano Assoluto è stato Renzo Grottesi, armatore dello Swan 42 BeWild, primo di una classifica che ha coinvolto oltre 500 barche d’altura. L’equipaggio di BeWild si è aggiudicato il titolo anche in Classe 1 e il premio di miglior barca dell’Adriatico, mentre al Mylius 14E55 Milù III di Andrea Pietrolucci è andata la vittoria in Classe A, al Grand Soleil 40 Alvarosky del Presidente UVAI Francesco Siculiana in Classe 2, al Comet 38s Scricca di Leonardo Servi in Classe 3 (e il premio di miglior barca del Tirreno), all’Este 31 Globulo Rosso Carburex di Alessandro Burzi in Classe 4 e al SunFast 3600 Lunatika di Stefano Chiarotti il successo in Classe per 2.

Sul palco, oltre ad Ettorre, erano presenti Fabrizio Gagliardi, Consigliere Federale con delega alla vela d’altura e principale fautore del Campionato Italiano Offshore, e il Segretario Generale della FIV Gianni Storti.

La premiazione del Campionato Italiano Offshore è stata il culmine di una giornata dedicata alla vela d’altura, con una serie di eventi di scena al Teatro del Mare – dalla presentazione del Campionato Mondiale ORC 2017 di Trieste, della nota regata 151 Miglia e della Regata delle Torri Saracene, entrambe tappa del circuito dell’Italiano Offshore, alla premiazione del Trofeo Arcipelago Toscano 2016 – che hanno coinvolto
molti appassionati giunti appositamente alla Fiera di Genova.

Milù III vince la Regata delle Torri Saracene

E’ Milù III di Andrea Pietrolucci ad aggiudicarsi l’XI edizione della Regata delle Torri Saracene, valida come prova del Campionato Italiano Offshore.

regata_torri_saracenen_2016

Partite da Torre del Greco sabato 4 giugno, con un vento da Sud Ovest di 10 nodi, le oltre 30 barche iscritte hanno doppiato Punta Campanella, per poi essere sospinte da un Ovest-Sud Ovest, che si è affievolito una volta raggiunta la costa cilentana. Dopo il cancello di Acciaroli, i partecipanti sono stati costretti a bordeggiare alla ricerca delle brezze notturne, che hanno portato la maggior parte della flotta a raggiungere il traguardo di Sapri nella mattinata di domenica.

Il Mylius di Pietrolucci ha coperto le 101 miglia in 14 ore e mezza, staccando di oltre 3 ore in tempo reale Pistrice, il Vismara 40 di Giuseppe Romano. Sulla linea d’arrivo di Sapri sono poi arrivati Ottovolante (Grand Soleil 40 di Fabio Santoro), Le Coq Hardi (X-41 di Maurizio Pavesi) e Alisea (prototipo Wood and Sea di Stefano Mango).

Ancora una volta questa prova del Campionato Offshore si è dimostrata molto tecnica ed è stata seguita da molte persone, sia in diretta streaming, che attraverso il tracking on line. Spettacolare il passaggio del famigerato “cancello” di Acciaroli, il cui controllo è stato gestito in modo magistrale dalla locale sezione della LNI, traguardi volanti vinti sempre da Milù, che si aggiudica sia la Coppa Sabina, che il Trofeo Piapluk.

Prossimo appuntamento per la Regata delle Torri Saracene, dopo le prime due prove (Napoli Torre del Greco e Torre del Greco Sapri), con la partenza notturna di giovedì prossimo, quando i regatanti lasceranno Sapri per raggiungere Agnone.

Classifiche su www.regatatorrisaracene.it

151 Miglia-Trofeo Celadrin 2016 – Classifiche Finali e Foto

4 Giugno 2016 – Dopo che anche le ultime barche hanno tagliato la linea dʼarrivo posizionata davanti al Marina di Punta Ala, si è conclusa ufficialmente la settima edizione della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, la regata partita nel pomeriggio di giovedì 2 giugno da Livorno, con 175 barche sulla linea del via.

151 miglia 2016 ft taccola 06

151 miglia 2016 ft taccola 06
Immagine 1 di 9

I vincitori dei due Trofei challenge della 151 Miglia sono il Cookson 50 Cippa Lippa 8 di Guido Paolo Gamucci (a bordo, tra gli altri, Gabriele Bruni e Francesco Diddi), primo assoluto overall nel gruppo ORC International (al secondo posto lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia, con a bordo lʼex navigatore di +39 in Coppa America Bruno Zirilli, e al terzo SL Energies GRP Fastwabe di Laurent Charmy), e il Maxi Pendragon di Nicola Paoleschi, vincitore della regata in tempo reale con un crono (17 ore, 55 minuti e 36 secondi) molto vicino al record stabilito nel 2011 da Our Dream, che quindi continua a resistere nellʼalbo dʼoro dellʼevento.

Per quanto riguarda la classifica overall IRC, il successo non è sfuggito al Maxi My Song di Pigi Loro Piana (in equipaggio lʼex olimpionico Pietro Sibellio e numerosi ex Coppa America tra cui Lorenzo Mazza), secondo in reale a poco meno di due minuti da Pendragon, seguito nella classifica con i compensi dallo stesso Pendragon e dal Vismara Mills 62 RC SuperNikka di Roberto Lacorte (a bordo, tra gli altri, Alberto Fantini e Stefano Spangaro), terzo anche in reale.

(altro…)

Il Maxi Pendragon primo in reale alla 151 Miglia 2016

3 Giugno 2016 – È Pendragon, il Maxi di Nicola Paoleschi il vincitore in tempo reale della settima edizione della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, la regata partita ieri da Livorno.

151 miglia 2016 ft taccola 04

151 miglia 2016 ft taccola 04
Immagine 1 di 9

Il 70ʼ progettato da Laurie Davidson ha tagliato la linea dʼarrivo posta davanti al Marina di Punta Ala questa mattina alle dieci in punto, precedendo sul traguardo, con un vantaggio di poco più di 2 minuti, il Maxi My Song di Pigi Loro Piana, seguito a sua volta dal Vismara Mills 62 RC SuperNikka di Roberto Lacorte, terzo con un distacco di unʼora e 49 minuti dal primo.

A seguire, nellʼordine, il Maxi Atalanta II di Carlo Puri Negri, Our Dream Rigoni di Asiago, Itacentodue di Adriano Calvini e il Cookson 50 Cippa Lippa 8 di Guido Paolo Gamucci, che ha chiuso il gruppo degli scafi più grandi della flotta.

“Questʼanno è andata bene, siamo arrivati primi in reale ed è un risultato che ci riempie di gioia. Eʼ stata una regata difficile, con condizioni meteo abbastanza dure fino alla Giraglia, ma forse un po’ meno pesanti rispetto alle previsioni. Durante la notte abbiamo avuto un
calo del vento, che a bordo avevamo previsto e che ha reso difficile l’avvicinamento all’Elba, poi abbiamo incontrato qualche buco dʼaria nellʼapproccio alle Formiche di Grosseto, ma siamo stati abbastanza fortunati e abbiamo capito bene il ritmo e il giro del vento, per cui non siamo stati quasi mai fermi. Credo che sia questo il segreto per far bene alla 151 Miglia: prendere un buon ritmo, sfruttare bene i salti di vento e mantenere una buona velocità di base”, ha spiegato Nicola Paoleschi allʼarrivo. “Noi di Pendragon siamo un equipaggio di amici, per me la cosa più importante è divertirsi e fare ciò che ci piace di più, che è andare in barca a vela: è la nostra regola, poi se vengono anche i risultati come in questo caso, siamo doppiamente felici”.

(altro…)

Partita la 151 Miglia-Trofeo Celadrin 2016

Condizioni meteo anglosassoni per le 175 barche, divise nei gruppi ORC International (116 scafi) e IRC (59), al via della settima edizione della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, la regata dʼaltura partita da Livorno il 2 giugno 2016.

151 miglia 2016 ft taccola 01

151 miglia 2016 ft taccola 01
Immagine 1 di 9

Dopo una mattinata in cui a farla da padrone era stata una fitta pioggia, nel primo pomeriggio le condizioni sono migliorate e la flotta impegnata nelle 151 miglia del percorso è partita con un vento di circa 10 nodi (255° la direzione) come previsto dal meteorologo Andrea Boscolo di MeteoSport durante il briefing per gli equipaggi che si è svolto a mezzogiorno allo Yacht Club Livorno.

“La situazione meteo al momento è ancora instabile ed è dovuta a una depressione a Nord delle Alpi, piuttosto stazionaria, e ad unʼalta pressione sulla Tunisia che genera il flusso da Ovest che abbiamo vissuto in questi ultimi giorni”, ha spiegato Boscolo. “Questa situazione è in via di transizione e per la fine del pomeriggio è prevista unʼattenuazione del vento da ponente”. Gli scafi più veloci della flotta potrebbero quindi ancora trovare tra i 15 e i 20 nodi di vento al passaggio della Giraglia, con groppi e rischi di temporali in attenuazione.

Poi, durante la notte e per domani, è prevista una rotazione a Sud, con la possibilità che il vento di gradiente entri in conflitto con le brezze termiche locali. “Una situazione meteo complessa e molto interessante ai fini della strategia di regata”, ha concluso Boscolo.

(altro…)

Record di Iscrizioni alla 151 Miglia 2016

151 Miglia-Trofeo Celadrin da record quella che partirà da Livorno giovedì 2 giugno 2016. Sono infatti già 207 ad una settimana alla partenza le barche iscritte alla settima edizione della regata dʼaltura organizzata da Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa con la collaborazione dello Yacht Club Livorno, Marina di Punta Ala e Porto di Pisa.

Partenza 151 miglia 2015 ft Taccola 01.jpg

Partenza 151 miglia 2015 ft Taccola 01.jpg
Immagine 1 di 15

Oltre 200 barche, divise nelle classi ORC International e IRC, sono un numero strabiliante per una regata nata e cresciuta in un periodo socio-economico complicato, in cui molti altri eventi sono spariti dal calendario: eppure, grazie a un lavoro straordinario dellʼorganizzazione, con una cura quasi maniacale di ogni aspetto prima, durante e dopo la regata, a un percorso azzeccato sotto ogni punti di vista – partenza da Livorno, passaggi a Marina di Pisa e allʼaltezza della Gorgona, doppiaggio dellʼisolotto della Giraglia, poi giù verso le Formiche di Grosseto, dopo aver sfiorato lʼElba, prima dellʼarrivo al Marina di Punta Ala – e al conseguente passaparola tra i regatanti, la 151
Miglia-Trofeo Celadrin è diventata in pochi anni “La Regata” e i numeri di questa nuova, attesa edizione sono lì a testimoniarlo.

Se in acqua sarà spettacolo, con la sfida tra barche come il SuperNikka del patron della regata Roberto Lacorte, i Maxi Ourdream di Rigoni di Asiago (detentore del record stabilito nel 2011 con il tempo di 16 ore e 25 minuti), Pendragon di Nicola Paoleschi, Atalanta 2 di Carlo Puri Negri, My Song di Pierluigi Loro Piana e Itacentodue di Adriano Calvini, il Farr 62 Durlindana 3 di Giancarlo Gianni, lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia e il TP 52 Xio di Marco Serafini, anche a terra non mancheranno gli appuntamenti e le iniziative che coinvolgeranno gli equipaggi, a partire dalle due feste che aprono e chiudono lʼevento.

(altro…)

151 Miglia 2015 – Classifiche finali e foto

1 giugno 2015 – Con le ultime barche giunte al traguardo di Punta Ala si è chiusa la sesta edizione della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, regata caratterizzata da condizioni di vento leggero e mare calmo che hanno messo a dura prova gli equipaggi per gran parte della navigazione.

31052015194538_FTO3808 copia.jpg

31052015194538_FTO3808 copia.jpg
Immagine 1 di 15

Dopo la vittoria in tempo reale ottenuta dal Vismara Mills RC 62 SuperNikka armato e timonato da Roberto Lacorte (Presidente dello Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa e ideatore della regata insieme al Presidente dello Yacht Club Punta Ala Alessandro Masini), vincitore con il tempo di 26 ore e 39 minuti e seguito al secondo posto dal Maxi Pendragon di Nicola Paoleschi, al terzo dallʼaltro Maxi My Song di Pierluigi Loro Piana, al quarto da Our Dream di Claudio Uberti e al quinto e sesto dai due Cookson 50 Cantankerous di Germana Tognella (tattico Gabriele Bruni) e Cippa Lippa 8 di Guido Paolo Gamucci (tattico Duccio Colombi), il grosso della flotta è arrivato tra la prima mattinata e il tardo pomeriggio del primo giugno, quando, con le barche tutte in porto, è stato possibile stilare le classifiche definitive con i compensi.

Vincitore overall del raggruppamento ORC International, quindi anche del secondo Trofeo Challenge della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, il veloce 50ʼ Cippa Lippa 8 di Gamucci, che ha preceduto in classifica lʼMC 46 Seawonder di Vittorio Urbinati e lʼX-41 Lisa di Giovanni Di
Vincenzo.

Allʼaltro Cookson 50 Cantankerous della giovane armatrice Germana Tognella è andata invece la vittoria overall nel raggruppamento IRC, con SuperNikka di Lacorte al secondo posto e Our Dream di Claudio Uberti al terzo.

Questi i vincitori di classe, premiati alle ore 19 in Piazzetta al Marina di Punta Ala: Cippa Lippa 8 (ORC 0), Lisa (ORC 1), Sailing Race di Chelazzi/Casini (ORC 2), Lunatika di Chiarotti (ORC 3), Cantankerous (IRC A), Stella di Cavalieri/Fava (IRC B), Zahir di Rosa dei venti ASD (IRC C) e X-Blue One di Michele Rayneri (IRC D).

La 151 Miglia-Trofeo Celadrin, settima tappa del Campionato Italiano Offshore 2015, è stata organizzata dallo Yacht Club Punta Ala e dallo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa con lo Yacht Club Livorno.

Classifiche complete su www.151miglia.it – foto di Fabio Taccola

Livorno – Partita la 151 Miglia 2015

30 maggio 2015 – Condizioni estive a Livorno, con sole, 6-7 nodi di vento da 240° e mare piatto, per la partenza della sesta edizione della 151 Miglia-Trofeo Celadrin, la regata dʼaltura organizzata dallo Yacht Club Punta Ala e dallo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa con lo Yacht Club Livorno.

Partenza 151 miglia 2015 ft Taccola 01.jpg

Partenza 151 miglia 2015 ft Taccola 01.jpg
Immagine 1 di 15

Poco dopo le quattro del pomeriggio, la flotta record di 138 barche, divisa nei due raggruppamenti ORC International (73 barche) e IRC (65 barche) ha tagliato la linea del via posizionata al largo di Livorno, per poi puntare la prua, dopo aver navigato di bolina per due miglia e mezzo verso una prima boa di disimpegno, alla volta di una seconda boa posta al largo di Marina di Pisa, passaggio ammirato da una nutrita folla di spettatori comodamente seduti sulle tribune allestite appositamente in Piazza Baleari.

La flotta capeggiata dal Maxi My Song di Pierluigi Loro Piana, ha lentamente proseguito la navigazione, lasciandosi la Gorgona a dritta, verso il famoso scoglio della Giraglia, passaggio cruciale delle 151 miglia del percorso che prevede – lasciata lʼisola dʼElba a sinistra – un altro passaggio alle Formiche di Grosseto e allʼisolotto dello Sparviero prima dellʼarrivo davanti al Marina di Punta Ala, previsto, per le barche più veloci della flotta, a partire dalla tarda mattinata di domenica.

Per seguire in diretta la 151 Miglia, è attivo il sistema di tracking Yellowbrick – News anche su Facebook, su
Twitter e sul sito della regata www.151miglia.it.

Aperte le iscrizioni alla 151 Miglia 2015

prenderà il via da Livorno sabato 30 maggio, con arrivo a Punta Ala dopo una navigazione di 151 miglia, prevalentemente in notturna, tra le incantevoli isole dell’Arcipelago toscano la sesta edizione della 151 Miglia, la celebre regata d’altura, tappa del circuito nazionale del Campionato Italiano Offshore.

151miglia-2014-partenza-01

151miglia-2014-partenza-01
Immagine 1 di 38

A poco più di tre mesi dalla partenza e dopo pochi giorni dall’apertura ufficiale delle iscrizioni attraverso il form on line http://151miglia.it/iscrizione-regata/, sono già quasi 40 le imbarcazioni iscritte alla regata organizzata dallo Yacht Club Punta Ala e dallo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa con lo Yacht Club Livorno, con partenza da Livorno e arrivo a Punta Ala dopo i passaggi a Marina di Pisa, Giraglia, isola d’Elba, Formiche di Grosseto e isola dello Sparviero.

Numerose, anche per quest’anno, le novità che attendono i partecipanti: dall’esclusivo crew party di venerdì 29 maggio presso il nuovo Porto di Pisa, una delle due basi logistiche, assieme al Porto di Livorno, dove le barche saranno ospitate nei giorni che precedono la partenza, alla lunga serie di eventi di fine regata presso il Marina di Punta Ala, che avranno il loro epilogo nella serata di lunedì 1 giugno, fino alle piccole, ma fondamentali migliorie del percorso, primo fra tutti il doppio cancello al passaggio di Marina di Pisa.

(altro…)