Tag name:Europeo ORC 2016

Scugnizza squalificata da una Giuria Internazionale dall’Europeo ORC 2016

Atene, Grecia (2 aprile 2017) – Come conseguenza della squalifica di Scugnizza, l’NM 38S di Vincenzo de Blasio, da parte di una Giuria Internazionale convocata dopo aver ricevuto una denuncia di colpa grave, un nuovo vincitore è stato dichiarato per la Classe C nel Campionato Europeo ORC 2016, regata organizzata dal Club nautico di Salonicco e dall’Offshore Racing Congress.

Secondo la giuria Scugnizza ha deliberatamente infranto le regole RRS 2, RRS 78.1 e la ORC Rating System 304.3a. In conseguenza di tutto ciò era in violazione della regola 69.1 (a), tutti i membri dell’equipaggio sono stati squalificati da tutte le prove dell’evento in oggetto.

Il titolo viene quindi assegnato all’estone Aivar Tullberg, che con il suo Arcona 340 Katariina II diventa così il Campione Europeo ORC 2016 in Classe C. L’Italia 9.98 Sugar di Ott Kikkas, altra barca estone, passa al secondo posto e la greca Baximus, X-35 di Baxevanis Athanasios, al terzo.

“La decisione è stata difficile e ha tardato ad arrivare per la complessità dei problemi legati alle differenze rilevate nell’assetto di stazza e in navigazione. Applaudiamo la Giuria per aver difeso l’integrità e i principi delle nostre regole e del nostro sport”, ha dichiarato Bruno Finzi, Presidente dell’ORC.

La classifica finale dell’ORC European Championship 2016 è quindi la seguente orci.ncth.gr

Duvetica Grey Groose e Scugnizza Campioni Europei ORC 2016

Si chiude con la vittoria di due italiani: Arya 415 Duvetica Grey Groose di Giampiero Vagliano e Scugnizza-Total Lubmarine NM38 di Enzo De Blasio, il campionato Europeo ORC organizzato a Porto Carras in Grecia dal Club Nautico Thessaloniki e dall’Offshore Racing Congress.

Euro ORC 2016 day 2 01

Euro ORC 2016 day 2 01
Immagine 1 di 18

“L’abbiamo sudata fino alla fine” dice Daniele Augusti skipper dell’Arya 415 Duvetica Grey Groose di Giampiero Vagliano, Campione Europeo ORC 2016 Classe AB” è stata una dura battaglia perché soprattutto Meliti IV e Morgan IV sono stati ottimi avversari. Forse il secondo ancora più del primo, nonostante la classifica. Per noi in particolare questo risultato, che arriva dopo la vittoria di tre campionati italiani è il miglior riscatto dopo tutte le polemiche invernali per l’equipaggio e per la barca. Regatare in questa acque è stato molto interessante, sul campo di regata ci sono stati sempre venti tra gli 8 e i 15 nodi, senza onda e con un sole caldo, ma le direzioni del vento non sono state affatto scontate e quindi le regate sono state diverse una dall’altra costringendoci a lavorare molto sulla tattica”.

(altro…)

Terzo giorno di regate all’Europeo ORC 2016

A Porto Carras (Grecia) classica brezza termica locale, che ha oscillato tra i 12 nodi della partenza fino a 7-8 nodi nel corso della giornata per poi aumentare di nuovo durante l’ultima prova del pomeriggio.

Euro ORC 2016 day 3 01

Euro ORC 2016 day 3 01
Immagine 1 di 18

Con lo svolgimento della terza prova odierna, secondo le regole ORC, entrambe le flotte con il completamento della prossima regata potranno usufruire dello scarto.

Allo start della prima prova della Classe A/B è stata necessaria la bandiera nera, prova vinta dal TP 52 greco Bullet-Encode e nella quale il team di Canavel Spumanti, del triestino Manuel Costantin, è incappato in una squalifica.

La quinta prova invece è stata vinta da Extreme Ways, un XP 38 dell’armatore statunitense Andrew Holdsworth, che ha regatato anche ai mondiali ORC del 2014 a Kiel e 2015 a Barcellona. “L’ultima regata di oggi è stata perfetta – ha dichiarato dirigendosi alla Kohi Beach di Porto Carras dopo l’arrivo in porto – “noi siamo tra le barche più piccole della classe e non è facile trovare aria non disturbata dal resto della flotta che ci precede e poter fare le nostre scelte; ma l’equipaggio ha lavorato molto bene e siamo riusciti a trovare soluzioni tattiche che ci hanno portato alla vittoria. “Alla domanda su cosa ne pensasse del sistema di rating ha dichiarato: “Penso che scientificamente il sistema funzioni davvero bene e le difficoltà sono proprio nella gestione della tattica con le barche di varie dimensioni. Quando si riesce ad avere un canale di vento regolare a disposizione, la regata può essere estremamente ravvicinata, come abbiamo constatato oggi”.

(altro…)

Ancona – Secondo giorno di Farr 40 European Championship

Ancona, 7 luglio 2016 – Una termica da est-sudest tra i 10 e i 14 nodi ha permesso lo svolgimento di altre tre prove valide per il Farr 40 European Championship, secondo appuntamento del Farr 40 International Circuit.

Farr 40 Europeo 2016 01

Tre regate che hanno ribadito il dualismo tra gli statunitensi Plenty (Roepers-Hutchinson, 1-3-1) e l’Enfant Terrible Sailing Team, in regata per l’Ancona Yacht Club, rispettivamente primo e secondo di una classifica provvisoria che vede Flash Gordon 6 (Jahn-Buckley, 3-1-5), portacolori del Chicago Yacht Club, recitare il ruolo del terzo incomodo.

Il gruppetto di testa, radunato in cinque punti, ha marcato il passo rispetto agli inseguitori, questa sera guidati dai turchi di Asterisk (Gencer-Mitchell, 4-6-4) e dal leader della classifica Corinthian Rush Diletta (Mocchegiani-Chieffi, 6-5-6).

“Il nostro Golfo di Auraki non ha tradito: lo Scirocco non è entrato, ma grazie a una brezza di Levante siamo riusciti a disputare tre prove lunghe e impegnative. Anzi, avessero fatto la quarta credo che metà degli equipaggi si sarebbe ritirata per stanchezza – ha commentato un sorridente Mauro Mocchegiani, armatore di Rush Diletta, ottimo secondo a Sebenico, dove l’ha spuntata tra i Corinthian – Per quanto ci riguarda navigare vicini, e talvolta davanti, agli equipaggi che sono ai vertici della classe è un motivo di orgoglio ed è anche molto difficile: effettivamente sono più avanti sotto tanti punti di vista: vele, attrezzature e preparazione specifica”.

Il Farr 40 European Championship è organizzato da Marina Dorica

Classifiche complete su www.yachtscoring.com