Tag name:Geomag

Ambrogio Beccaria vince la Mini-Transat 2019 nei Serie

Ambrogio Beccaria vince la mini-transat 2019

È un’impresa che a definirla storica è poco. Ambrogio Beccaria a bordo del Pogo 3 Geomag, ha tagliato il traguardo della seconda tappa della Mini-Transat La Boulangère venerdì 15 novembre alle 17h 31 min 48 secondi a Marin. Il suo tempo di gara è di 13 giorni, 01 ore, 58 minuti e 48 secondi. La sua velocità media da Las Palmas de Gran Canaria è di 8,53 nodi. Il suo tempo di gara cumulativo in entrambe le fasi è di 21 giorni, 21 ore, 50 minuti e 55 secondi. Ambrogio è il grande vincitore nei serie della 22a edizione del Mini-Transat La Boulangère.

Ha vinto lasciando a 100 miglia di distacco il gruppo di inseguitori ed è arrivato terzo assoluto lasciandosi alle spalle la maggior parte della flotta Proto.

La Mini-Transat

La Mini-Transat, svoltasi per la prima volta nel 1977, prevede 4050 miglia di percorso suddivise in due tappe. La prima tappa vede i ministi in partenza da La Rochelle fino a Las Palmas (Canarie) lungo una rotta di 1350 miglia. Restano altre 2700 miglia da compiere per la seconda e più lunga tappa, da Las Palmas fino a Le Marin, in Martinica, per un totale di circa 30-35 giorni di navigazione. La classifica è distinta in due divisioni: i “Proto”, Mini 6.50 costruiti con tecnologie e materiali più avanzati e sperimentali e le imbarcazioni di “Serie”, sempre della stessa classe ma realizzate con caratteristiche simili e meno sperimentali, tra cui rientra quella di Nanni. La vittoria sarà assegnata all’imbarcazione con il miglior tempo ottenuto dalla somma delle due tappe.

Info su www.minitransat.fr – foto di Christophe Breschi

Ambrogio Beccaria vince la Sables – Les Açores – Les Sables

Già vincitore della prima tappa con 12 ore di vantaggio, Ambrogio Beccaria che poteva limitarsi a controllare per cogliere la vittoria finale, ha comunque spinto al massimo vincendo anche la seconda tappa.

Ambrogio Beccaria Geomag les sables 2018 arrivo

Lo skipper di Geomag, che ha completato il percorso di 1270 miglia Martedì 14 agosto alle 22:23 (ora di Parigi) dopo 6 giorni 3 ore 21 minuti e 43 secondi in mare, ha, come nella prima tappa, finito in testa tra le barche di Serie con un vantaggio di circa 8 ore sul secondo. Il navigatore italiano vince logicamente questa edizione della Sables – Les Açores – Les Sables e, con cinque vittorie su cinque gare disputate in questa stagione, conquista anche il “Championnat de France Promotion Course au Large en Solitarie” e nel ranking internazionale Mini 6.50 e il RECORD ASSOLUTO di vittorie consecutive nei Serie.

Sito della regata lessables-lesacores650.com

Ambrogio Beccaria vince la prima tappa della LesSables-Azzorre-LesSable

Il giovane skipper milanese Ambrogio Beccaria dimostra ancora una volta il suo grande talento e la sua abilità tattica vincendo tra i Serie la prima tappa della settima edizione della LesSables-Azzorre-LesSable (SAS).

LesSables-Azzorre-LesSable Ambrogio Beccaria

Partito il 22 luglio da LesSables d’Olonne – dopo 11 giorni e 6 ore – è arrivato ieri 2 agosto a Horta (Azzorre) alle ore 20,00 (18,00 UTC) primo tra i 38 Mini 6.5 di Serie con un distacco sul secondo di 60 miglia, senza mai perdere la testa della flotta per tutta la durata della regata.

Gli undici giorni di regata sono stati caratterizzati da condizioni meteo estremamente variabili, bolle senza vento, depressioni e fronti associati. Questa prima tappa è stata lunga e faticosa a causa – appunto – del continuo alternarsi di situazioni molto diverse che hanno rimescolato più volte le carte. Ambrogio però non si è fatto intimorire e sempre concentratissimo è riuscito a imporre il suo passo e a mantenere il comando, riuscendo a conquistare un distacco crescente dalla flotta degli inseguitori, fino a un massimo di 110 miglia sul secondo.

Le prime parole di Ambrogio all’arrivo a Horta (Azzorre):

“Sono molto felice e frastornato, anche perché non sapevo di essere primo fino all’arrivo. Avevo volutamente smesso di ascoltare la radio con la classifica quando mi sono accorto di essere in vantaggio di 40 miglia sul secondo: l’idea mi metteva troppa pressione e ho preferito pensare alla regata. È stata una corsa molto dura, quasi tutta di bolina e i mini di bolina non sono proprio il massimo! Non avevo mai affrontato delle depressioni in mezzo all’Atlantico, devo dire che Geomag si è comportata egregiamente, ma per la prima volta in vita mia ho avuto paura. C’erano delle onde di 4 metri, frangenti che coprivano la barca. Le ultime miglia sono andato a Sud e sono rimasto intrappolato nella bonaccia per due giorni. Quando ormai pensavo che il resto della flotta mi avesse superato a Nord, mi sono ritrovato dentro quest’arcipelago che è sempre di una bellezza incredibile. Ho pensato, Be’, anche se non ho vinto, almeno ho fatto un bel giro. Poi ho tagliato il traguardo e ho capito che ero primo!!!”

Martedì 7 agosto è prevista la partenza della seconda tappa da Horta a Les Sables d’Olonne

Sito della regata lessables-lesacores650.com