Tag name:Hugo Boss

Route du Rhum-Alex Thomson dichiara: “non merito di vincere”

Non solo un grande velista ma anche un vero gentleman, l’inglese Alex Thomson, in piedi sulla sua barca danneggiata, Hugo Boss, ormeggiata in banchina a Guadalupa questa mattina, ai giornalisti assembrati intorno a lui ha detto di non meritare di vincere la Route du Rhum-Destination Guadeloupe.

Alex Thomson, skipper de l Imoca Hugo Boss sur la ligne d arrivee de la Route du Rhum-Destination Guadeloupe 2018 – Pointe a Pitre le 16/11/2018

Thomson era stato in testa sin quasi dall’inizio di questa regata, transatlantica in solitaria da 3,542 miglia, partita il 4 novembre da Saint Malo, e si stava avvicinando all’arcipelago di Guadalupa quando, dormendo più del dovuto, ha lasciato che la sua barca andasse a schiantarsi sugli scogli sulla punta più a nord della isola di Grande Terre.

Per salvare l’imbarcazione dal naufragio il velista di Gosport, in Inghilterra, ha dovuto accendere il motore per tornare in acque più profonde. Nonostante sia riuscito a completare la regata e sia stato il primo della classe IMOCA, che conta 20 concorrenti, a tagliare il traguardo oggi, Thomson ha ricevuto una penalità di 24 ore da parte della giuria per aver usato il motore.

Questo significa non solo che Thomson difficilmente potrà vincere la regata, ma che sarà escluso dalle prime tre posizioni, con Paul Meilhat su SMA – il probabile vincitore – Yann Eliès su UCAR-Saint-Michel e Vincent Riou su PRB che probabilmente concluderanno la regata in un tempo inferiore a quello di Thomson tenendo in conto la penalità.

(altro…)

Nuovo record sulle 24 ore per monoscafi da 60 piedi

Il World Sailing Speed Record Council ha ratificato un nuovo record di percorrenza sulle 24 ore per monoscafi di 60 piedi. Il record è stato stabilito da Alex Thomson sul suo IMOCA Hugo Boss. Tra il 19 e il 20 luglio 2018 Thomson ha percorso una distanza 539.71 miglia nautiche ad una media di 22.49 nodi. Thomson batte il suo precedente record stabilito nel 2017 di 536,81 nm.

The WSSR Council announces the establishment of a new World Record:

Record: 60 ft Monohull 24 Hour Record
Yacht: “Hugo Boss” 60 ft Monohull.
Name: Alex Thomson. GBR
Dates:. 19th to the 20th July 2018.
Start time: 08;00;00. UTC on 19/07/18
Start position: 43.31822° / -58.23088°
Finish time: 08;00;00 UTC on 20/07/18
Finish position: 47.30244° / -46.74426°
Elapsed time: 24 hours.
Distance: 539.71 NM
Average speed: 22.49 kts
Comments: Previous record: “Hugo Boss” Alex Thomson. GBR. 2017. 536.81 NM

Via | www.sailspeedrecords.com

Alex Thomson secondo al Vendée Globe 2016-2017

L’inglese Alex Thomson ha tagliato il traguardo del Vendée Globe al secondo posto dopo 74 giorni 19 ore 35 minuti e 15 secondi in mare.

arrivo-alex-thomson-hugo-boss-01

arrivo-alex-thomson-hugo-boss-01
Immagine 1 di 11

Thomson, 42 anni, ha tagliato con Hugo Boss la linea a Les Sables d’Olonne alle 07:37hrs UTC di venerdì 20 gennaio 2017. 15h 59min 29s dietro al vincitore Armel Le Cléac’h, che ha terminato in 74 giorni, 3 ore, 35 minuti e 46 secondi.

(altro…)

Vendée Globe – Alex Thomson batte il record di percorrenza sulle 24 ore

Lunedì 16 gennaio 2017 – Giorno 71 – Alex Thomson oggi ha stabilito il nuovo record di distanza percorsa da un solitario su un monoscafo a vela nelle 24 ore. La distanza coperta da Hugo Boss è stata di 536.81 miglia.

Nelle 24 ore tra le 0700 di domenica e le 0700 di lunedì 17 gennaio Thomson ha navigato ad una velocità media di 22.36 nodi. Batte il record di 534.48 miglia stabilito da François Gabart nel Vendée Globe 2012-13.

In realtà il record lo aveva già battuto in un’altra occasione durante questa edizione della regata intorno al mondo, ma il World Sailing Speed Record Council non lo aveva ratificato perché per regolamento la distanza deve essere superiore di almeno un miglio rispetto a quella di riferimento.

Al momento lo skipper di Hugo Boss has è sempre secondo a circa 78 miglia da Armel Le Cléac’h su Banque Populaire VIII.

Il primo Hugo Boss ritrovato in Patagonia

Dopo 10 anni e 13.000 miglia alla deriva Hugo Boss è stato avvistato in Patagonia.

hugo boss patagonia

Un paio di setiimane fa durante una vasca in kayak lungo la desolata costa ovest della Patagonia il primissimo Hugo Boss Imoca 60 di Alex Thomson è stato avvistato nel Bernardo O’Higgins National Park.

A causa della perdita della chiglia Thomson aveva abbandonato la barca durante VELUX 5 Oceans Race del 2006 circa 1.000 miglia a sud delle coste del Sudafrica. All’epoca fu soccorso da Mike Golding, che poco dopo a sua volta perse l’albero e insieme ripararono a Città del Capo.

Per raggiungere le coste cilena Hugo Boss è andato alla deriva per 13.000 miglia spinto dai venti e dalle correnti oceaniche.

Transat Jacques Vabre – Thomson e Altadill costretti ad abbandonare Hugo Boss

Sabato 31 ottobre 2015 – Alex Thomson e Guillermo Altadill, gli skipper di Hugo Boss alla Transat Jacques Vabre hanno attivato il loro emergency beacon oggi pomeriggio alle 13.25UT. La Guadia costiera spagnola è stata allertata ed ha inviato sulla loro posizione – 82 miglia al largo della costa spagnola – un elicottero. Alex e Guillermo sono stati prelevati dall’elicottero e portati a terra.

Il video del salvataggio dove si vede la barca disalberata e quasi affondata

Immagine anteprima YouTube

A causa di alcuni danni strutturali riscontrati nei giorni scorsi i due skipper erano stati ad approntare una riparazione di emergenza e a dirigersi verso la costa spagnola, dove erano attesi dallo shore team.

Dopo 36 ore di navigazione in pessime condizioni di vento e mare la struttura della barca si è ulteriormente deteriorata, ha iniziato ad imbarcare acqua e affondare.

Progetto VPLP/Verdier, costruzione Green Marine a Southampton, Hugo Boss è stato varato solo il 6 ottobre scorso ed era uno degli IMOCA di nuova generazione dotati di foil che partecipavano Transat Jacques Vabre 2015.

Vero è che all’inizio della regata hanno preso delle sberle di vento e mare da paura ma va registrato il fatto che cinque dei sei IMOCA di ultima generazione disegnati VPLP/Verdier – Edmond de Rotschild, Safran, Maitre Coq, Hugo Boss e Virbac – si sono dovuti ritirare per avarie varie. Resta in regata solo Banque Populaire. Barche per le quali la TJV era una sorta di rodaggio in vista del prossimo Vendee.

Col senno di poi sarebbe stato anche interessante costatare la solidità di Vento di Sardegna, costruita in Italia da Persico.

www.AlexThomsonRacing.com foto Credit Mark Lloyd

Barcelona World Race – HUGO BOSS disalbera

Alex Thomson è un grande ma fossi in lui io un giretto a Lourdes lo farei…

hugo-boss-dismasted

Alex Thomson e Pepe Ribes, skipper dell’IMOCA 60 HUGO BOSS, in testa alla Barcelona World Race, ieri sera alle 21.02 GMT hanno disalberato. Secondo quanto riportato dal comunicato le condizione meteo erano tranquille, le sartie hanno ceduto è l’albero è venuto giù.

Gli skipper e lo shore team stanno attualmente valutando come raggiungere l’approdo più vicino, che rischia di essere Salvador de Bahia in Brasile, che è una distanza notevole dalla posizione corrente.

Info su www.alexthomsonracing.com e www.barcelonaworldrace.org

Hugo Boss disalbera durante il trasferimento verso NY

Non parte bene il nuovo Hugo Boss, durante il trasferimento verso New York per prendere parte alla Ocean Masters race, transatlantica in doppio da New York a Barcelona con partenza il primo giugno, ha disalberato.

Hugo Boss 2014

Il comunicato del team: Questa mattina (8 maggio) intorno alle 1.30 GMT mentre navigava di bolina a 25 nodi, il trasferimento verso New York del team è stato interrotto quando l’albero “si è rotto” (non è specificato a che altezza) a 800 miglia dalla meta. La ragione della rottura per ora è sconosciuta; ad ogni modo, i membri dell’equipaggio, che comprende Alex Thomson, Pepe Ribes, Ryan Breymaier e Willy Altadill stanno tutti bene e hanno stabilizzato l’albero.

Alex ha riferito che non ci sono danni alla barca o alle vele e la navigazione continua verso Newport, Rhode Island, con arrivo previsto per Domenica, 11 Maggio 2014. All’arrivo, i danni saranno valutati.

L’attuale Hugo Boss è la ex Virbac Paprec 3, recentemente varata dopo i lavori di aggiornamento tecnico, adattamento alle esigenze del nuovo skipper e cambio di livrea.

Via | www.imocaoceanmasters.com