Tag name:ILCA

La Classe Laser approva parte superiore dell’albero in composito

L’ILCA (International Laser Class Association) ha annunciato l’approvazione di una nuova sezione superiore dell’albero (che è diviso in due parti) in composito conforme con le regole di classe che dovrebbe essere disponibile per l’acquisto nei primi mesi del 2017.

Dato che il nuovo albero è stato progettato con lo stesso identico peso e le caratteristiche di curvatura delle sezioni superiori in alluminio esistenti non fornirà un vantaggio di prestazioni ma eliminerà i problemi di curvatura permanente associati a quelli in alluminio.

“La politica di ILCA per quanto riguarda l’introduzione di nuove attrezzature è che devono sempre avere le stesse caratteristiche delle esistenti e che le nuove non devono dare un vantaggio in termini prestazioni quando competono con quelle esistenti”, dichiara il segretario esecutivo ILCA, Eric Faust. “L’albero composito sicuramente soddisfa tale obiettivo. E’ stato testato da alcuni dei migliori laseristi nel mondo e tutti concordano sul fatto che non possono determinare alcuna differenza durante la navigazione”.

Secondo Clive Humphris, ILCA Technical Officer “La nuova sezione superiore è stata rigorosamente sviluppata e testata nel corso degli ultimi sei anni per assicurare che si tratti di un ‘like-for-like’ con l’albero corrente. Il vantaggio è che il nuovo albero sarà molto più durevole e non sarà soggetto a flessione permanente come gli alberi di alluminio.”

Via | www.laserinternational.org

La Classe Laser annuncia il nuovo disegno della vela per il Laser Standard

L’ILCA (International Laser Class Association) ha annunciato l’adozione di una nuova vela bi-radiale (Mark II Sail) per il Laser Standard, risultato di migliaia di ore di lavoro tra design e test in acqua, una collaborazione tra l’associazione di classe, alcuni tra i migliori velisti e due tra le maggiori velerie. Il primo cambiamento dopo 40 anni in termini di disegno della vela.

Laser Std MKII sail
La Mark II prevede pannelli bi-radiali, un peso di 4.5 once, maggiore del precedente e dei rinforzi, tutto mirato ad allungare la “vita competitiva” della vela. Comprende inoltre delle nuove stecche con chiusura delle tasche con del velcro, una finestra più grande per migliorare la visibilità e una nuova “inferitura” (in realtà il Laser Standard non ha la vela inferita ma una tasca per infilarci dentro l’albero) brevettata per eliminare le pieghe.

Come per tutte le modifiche al Laser, la nuova vela è stato accuratamente progettata per essere compatibile con le attrezzature esistenti, il che significa che non è stata progettata per offrire prestazioni migliori. Promette, invece, una maggiore durata e facilità d’uso.

Dovrebbe essere disponibile a fine 2015, con disponibilità a livello mondiale entro l’inizio del 2016. A causa dei tempi del rilascio, di comune accordo con l’International Sailing Federation (ISAF), non verrà utilizzata la Mark II ai Giochi Olimpici del 2016 o in qualsiasi evento di qualificazione olimpica per il 2015 o il 2016.

Il comunicato originale su www.laserinternational.org