Tag name:j/70

Fondata a Torino la J/70 Italian Class

Imitando quelli che si credono dei giornalisti veri… Noi di VelaBlog (che poi sono io solo ma il plurale maiestatico fa molto più fico) siamo stati i primi a crederci in questa nuova classe, già nel lontanissino settembre 2013 pubblicammo la prima prova in mare del J/70, HA!.

 Eugenio Ramassotto, Gianluca Grisoli, Andrea Magni, Beppe Zavanone e Carlo Alberini

Oggi l’associazione di classe è una realtà. E’ infatti fondata ieri pomeriggio – 21 maggio 2014 – a Torino, presso lo studio del notaio Dr. Paolo Bonomo, la J/70 Italian Class, associazione di classe destinata a riunire gli armatori e a programmare l’attività del più recente tra i one design prodotti dalla statunitense J-Boats.

Alla sottoscrizione dello statuto hanno presenziato Paolo Boido, Andrea Magni, Giuseppe Zavanone, Carlo Alberini, Gianluca Grisoli ed Eugenio Ramassotto.

(altro…)

Coppa Italia J70 – Calvi Network vince anche a Sanremo

Sanremo, 27 aprile 2014 – Dopo Alassio, Calvi Network vince anche a Sanremo, dove si è svolta la seconda tappa della Coppa Italia J70.

Calvi Network J70 Sanremo

Disputate complessivamente otto prove, con condizioni meteo decisamente variegate. Nell’ultima giornata gli equipaggi hanno dovuto confrontarsi con la giornata più complicata: mare lungo incrociato e vento sui 12-13 nodi molto rafficato.

Grazie alla vittoria di quattro prove lo scafo di Carlo Alberini ha inflitto un consistente distacco agli inseguitori, guidati da Magie (Grisoli-Soldano, 1-1-3), giunto secondo in virtù di una domenica da incorniciare, e Pensavo Peggio (Magni-Tortarolo, 2-10-6), già sul podio ad Alassio.

Quarto a un solo punto dal terzo Jeune Terrible (Rossi-Negri, 6-2-2), portato dalla giovanissima Claudia Rossi che, assistita dall’olimpionico azzurro Diego Negri, è rimasta in lotta per il podio per tutta la manifestazione. Quinto Spin One (Saccomani-Eulisse, 3-6-8), giunto dieci punti davanti a Carpe Diem (Carrain-Pelaschier, 11-7-7).

(altro…)

Sanremo – Coppa Italia J70 – Day 1

Sanremo, 25 aprile 2014 – E’ di Calvi Network (1-1) la prima leadership della seconda tappa della Coppa Italia J70, organizzata dallo Yacht Club Sanremo.

901

Portate a termine due prove – sfruttando una brezza da Levante scemata in corso di giornata – nelle quali lo scafo del Lightbay Sailing Team ha fatto la parte del leone, vincendole entrambe. La prima con un consistente margine di vantaggio su Magie (2-4) del binomio Grisoli-Soldano, segnalatosi come migliore degli inseguitori, quella successiva sul filo di lana, a conclusione di un serrato testa a testa con Carpe Diem (6-2) di Jacopo Carrain e del tattico Mauro Pelaschier.

Top five completata dal debuttante Jeune Terrible (3-5), timonato da un’attenta Claudia Rossi, cui è sfuggito di un niente il secondo posto nella prima regata, e da Pensavo Peggio (8-3) di Giuseppe Zavanone.

(altro…)

Conclusa la Settimana Internazionale della Vela d’Altura di Alassio 2014.

Conclusa ieri con due prove per le classi a compenso e tre per i monotipi la Settimana Internazionale della Vela d’Altura di Alassio 2014.

settimana-internazionale-della-vela-daltura-2014-day-3-01

settimana-internazionale-della-vela-daltura-2014-day-3-01
Immagine 1 di 36

Sfatando le previste condizioni meteo, che sabato avevano indotto il Comitato di Regata a fissare alle 9 di mattina il segnale di avviso della prima regata di domenica (sperando di poter disputare almeno una prova di giornata), un bel ponente tra i 10 e i 14 nodi d’intensità ha permesso di disputare due regate per le Classi ORC e IRC, che sono salite a tre per i monotipi J70 e J80.

(altro…)

Alassio – Coppa Italia J70, Pensavo Peggio guida la classifica dopo due prove

Alassio, 14 marzo 2014. Due prove nella giornata inaugurale della prima tappa della Coppa Italia J70, evento organizzato dal Circolo Nautico Al Mare e concomitante con la Settimana Internazionale di Vela d’Altura.

j70-alassio-2014-day-1-01

j70-alassio-2014-day-1-01
Immagine 1 di 31

A conquistare la testa della classifica, appaiati a 4 punti, sono stati gli equipaggio di Pensavo Peggio (3-1), scafo armato da Beppe Zavanone, e Calvi Network (2-2), guidato da Carlo Alberini.

Completa il podio provvisorio Magie (1-6) di Gianluca Grisoli, incalzato a due punti da ITA-106 di Davide Capriata e da MON-3 di Jacopo Carrain, con Mauro Pelaschier alla tattica.

(altro…)

Inizia oggi ad Alassio la Coppa Italia J/70

Inizia oggi, 14 marzo 2014, nelle acque di Alassio la prima tappa della neonata Coppa Italia J70, circuito riservato al monotipo della statunitense J-Boats, che tra marzo e settembre impegnerà gli equipaggi in sei frazioni.

j-boats-j70-01

j-boats-j70-01
Immagine 1 di 35

Tra i protagonisti del circuito c’è Calvi Network di Carlo Alberini, armatore da sempre impegnato nella monotipia e da diverse stagioni costante presenza tra le boe delle classi più affermate come Mumm 30, Farr 40, Audi Melges 20 e Melges 32.

(altro…)

Primo Cup – Trophée Credit Suisse 2014 – Secondo week end di regate

Mistral forte nella seconda giornata del secondo e conclusivo week end della Primo Cup – Trophée Credit Suisse, che lo Yacht Club de Monaco dedica da ormai 30 anni alle classi monotipo. Di scena Melges 20, Laser SB20, J/70, Smeralda 888, Longtze Premier e Platu 25.

Day 2

Day 2
Immagine 1 di 23

Tra i Melges 20, con due primi e due secondi posti, si è imposto Manfredi Vianini Tolomei al timone di Maolca. Al secondo posto l’americano Robert Wilber su Cinghiale e al monegasco Matteo Marenghi Vaselli. Per la classe si è trattato della quarta tappa della Winter Sailing Series.

Sui Laser SB20, la classe più numerosa, con 28 concorrenti, Ferdinando Battistella al timone di Diva si è imposto sul Presidente mondiale della classe, Ed Russo (Black Magic), e sull’italiano Carlo Brenco, alla barra di Un’Altra Claudia.

(altro…)

Prima Uscita in J/70

j-boats-j70-01

j-boats-j70-01
Immagine 1 di 35

Di Beppe Zavanone

Dopo 10 stagioni in Melges 24 era tempo di cercare nuove emozioni monotipiche. Sostituire la “barca perfetta” non è stato facile, fui tra coloro che contribuirono a lanciarlo definiticamente in Italia, arrivai nella classe italiana che annoverava numeri piccoli anche se Zuccoli e poi Favini avevano già vinto i mondiali 2000 e 2001. Formammo una flotta alassina, creammo un circuito italiano spostando gli sponsor che avevamo sui terribili Beneteau 25 ed i numeri si fecero rapidamente enormi. Nessun monotipo, anche affiancandolo alle nostre tappe, riuscì a decollare, Ufetti, H22, J22, J80, Este24, SB3 non sono mai riusciti a raggiungere numeri decenti né presenze di campioni anche internazionali così importanti. Sono stati i monotipi storici come i FUN o i J/24 quelli a resistere di più. Con gli anni gli unici numeri importanti si sono rivisti, in misura inferiore sui Melges 20 e poi sui Melges 32 che però come budget sono più gli eredi dei Mumm 30 ed i Farr 40.

Per una serie di ragioni che sarebbe troppo lungo raccontare qui, il Melges 24 ha ridotto di molto i suoi numeri italiani ed americani, pur amplificando quelli europei. Ma le caratteristiche adrenaliniche ma anche marine del 24 sono fuori di ogni dubbio, ed anche la formula Corinthian è stata la fortuna di quel barchino. Ancora oggi dopo 20 anni non è facile far di meglio.

(altro…)