Tag name:Jotun Cup

Barcolana by Night Jotun Cup 2016 – Classifiche e Foto

Trieste, 8 ottobre 2016 – È andata a Gianfranco Noè su Bandito l’edizione 2016 della Jotun Cup, organizzata dalla SVBG in collaborazione con la Società Triestina della Vela: un borino sui 9 nodi ha contraddistinto la prova, giocata su un nuovo e raddoppiato percorso, con una boa posizionata anche di fronte al canale di Ponterosso.

Barcolana By Night Jotun Cup 2016 01

Barcolana By Night Jotun Cup 2016 01
Immagine 1 di 78

Bandito ha preso la testa della classifica fin dalla prima boa, e non l’ha mai lasciata, tenendo a distanza Cattivik e Ufology che nel corso dei quattro giri (più il lato di arrivo di bolina) hanno caratterizzato la regata.

Cattivik di Gianni de Visentini, con al timone Alessandro Bonifacio, ha passato primo la prima boa, seguito da Ufology di Lapo, che alla terza boa ha perso contatto, permettendo a Bonifacio di ottenere il secondo posto, e non lasciarlo più fino alla fine della regata.

La flotta, alla fine del secondo giro, si è divisa in due gruppi, garantendo a tutto il pubblico della Barcolana la possibilità di vedere un grandissimo spettacolo. Tifo da stadio lungo il Molo Audace assiepato di gente e lungo le due rive, a tifare i rispettivi beniamini locali, per un risultato che dura tutto l’anno.

Classifica UFO28

(altro…)

Barcolana Jotun Cup 2015 – Classifica e Foto

Pubblico delle grandi occasioni e tifo da grande stadio per la Jotun Cup. L’anticipo della regata a venerdì sera ha fatto scendere tutta la città sulle Rive, per tifare gli Ufo e le associazioni di volontariato ad esse collegate.

Barcolana jotun cup ph max ranchi 2015 01

Barcolana jotun cup ph max ranchi 2015 01
Immagine 1 di 12

La partenza ha visto la grande supremazia di quel lupo di mare che è Andrea Micalli al timone di Bandito – Fondazione Lucchetta per i bambini vittime della guerra, con Gianfranco Noè alla tattica: i campioni nazionali classe Ufo One Design 2015 sono rimasti in testa dall’inizio alla fine della regata riuscendo sempre ad applicare la tattica migliore, sia nei buchi di vento davanti alla stazione marittima sia nelle fasi con maggior aria, davanti al Molo Audace.

Grande recupero del Cattivik – Azzurra Associazione Malattie Rare, con al timone Lorenzo Bressani, sceso alle cinque dall’Extreme 40 di Fincantieri e salito alle 19 sull’Ufo. Partito nelle retrovie, Bressani ha poi recuperato fino alla seconda posizione, mettendo in evidenza un grande recupero e la grinta dello “stakanovista”. Terzo posto per Re Nero – Calicanto Polo Polisportivo Integrato e Sailing for Children con a bordo gli olimpionci classe Tornado Lorenzo Bodini (al timone) e Marco Bodini (trimmer).

(altro…)