Tag name:rio 2016

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Le classifiche finali nella vela

Nei 2.4 finale spettacolare, con il francese Damien Seguin che alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro vince il suo secondo oro olimpico arrivando quarto nell’ultima prova, con l’unica che poteva batterlo, l’inglese Helena Lucas (oro a Londra 2012), arrivata soltanto quattordicesima e finita terza in classifica generale. Argento all’australiano Matt Bugg, vincitore dell’ultima regata. L’azzurro Antonio Squizzato, ieri 11mo, ha concluso al settimo posto.

Paralimpiadi Rio 2016 day 6 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 6 01
Immagine 1 di 19

Nel Doppio Skud 18 gli australiani Fitzgibbon-Tesch sono oro, i canadesi McRoberts-Gay sono argento e gli inglesi Rickham-Birrell sono bronzo. I nostri Marco Gualandris e Marta Zanetti, quinti nella prova finale, a causa di un incidente nel terzo giorno hanno purtroppo concluso i Giochi al sesto posto ma hanno dimostrato di avere le potenzialità per giocarsela con i migliori.

Nel Triplo Sonar ancora un oro all’australia con ad Harrison-Boaden-Harris, argento agli USA Doerr-Freund-Kendell, bronzo ai canadesi Tingley-Campbell-Lutes. Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira chiudono la propria Paralimpiade in 12ma posizione.

Complessivamente l’Australia 2 ori e un argento, la Francia vince un oro, l’Inghilterra due bronzi, il Canada un bronzo e un argento, gli Stati Uniti un argento.

Classifiche complete su www.sailing.org – foto di Richard Langdon/WorldSailing

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Quinta giornata di regate

16 settembre 2016 – Con la disputa della quinta e penultima giornata le regate veliche delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro si avviano verso l’epilogo.

Paralimpiadi Rio 2016 day 5 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 5 01
Immagine 1 di 27

Grazie alle loro straordinarie performance due equipaggi australiani, Daniel Fitzgibbon e Liesl Tesch nello Skud 18 e Colin Harrison, Russell Boaden e Jonathan Harris nel Sonar, hanno già matematicamente conquistato l’oro.

In entrambi i casi, la conquista dell’oro arriva dopo un’altra ottima giornata che li ha visti primeggiare nettamente: nello Skud 18, Fitzgibbon-Tesch hanno ottenuto altre due vittorie e alla vigilia dell’ultima prova, hanno portato a 21 i punti di vantaggio sul secondo, il loro punteggio è talmente buono che scartano un secondo.

Stesso discorso per il Sonar, con Harrison-Boaden-Harris che hanno ottenuto un 2-1 che gli ha permesso di chiudere la giornata con un ampio margine sugli altri e di vincere quindi matematicamente il titolo olimpico.

Buona comunque la giornata ieri per gli azzurri, la migliore della serie sia per Marco Gualandris e Marta Zanetti, che per Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira. Gualandris-Zanetti, nello Skud 18, hanno ottenuto due terzi posti e sono ancora sesti nella classifica generale, purtroppo matematicamente fuori dal podio, mentre Raggi-Solazzo-Pira grazie a un 9-6 hanno proseguito nella loro rimonta e hanno agguantato il 12mo posto della classifica dei Sonar.

Nel Singolo 2.4 mR, infine, Antonio Squizzato ieri ha ottenuto un 6-10 e continua ad essere settimo nella graduatoria generale che ha nell’inglese Helena Lucas la leader, seguita a un punto dal francese Damien Seguin e a dieci dall’australiano Matthew Bugg, ieri in giornata decisamente negativa.

Oggi, giornata finale delle Paralimpiadi di Rio 2016, il programma prevede l’ultima prova per tutte le classi, con inizio delle regate per le ore 12 (le 17 in Italia), su un campo che sarà allestito vicino alla Spiaggia di Flamenco.

Le classifiche

(altro…)

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Quarto giorno di regate

15 settembre 2016 – nella quarta giornata di regate delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 sono protagonisti gli australiani che guidano le classifiche in tutte e tre le classi. Le buone condizioni meteo hanno consentito alle classi Skud 18 e Sonar di disputare due prove e ai 2.4 mR di portarne a termine tre.

Paralimpiadi Rio 2016 day 4 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 4 01
Immagine 1 di 21

Dopo le difficoltà incontrate mercoledì 14, Marco Gualandris e Marta Zanetti, che avevano subito un danno alla loro imbarcazione dopo aver toccato la pensilina sommersa della barca Comitato, barca poi riparata grazie all’aiuto dei tecnici australiani, hanno ottenuto un 4-9 che ha consentito ai due azzurri di mantenere la sesta posizione della classifica generale provvisoria del Doppio Skud 18.

Nel Triplo Sonar i nostri Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira ottengono il loro miglior risultato della serie – un settimo – ma restano comunque in 14ma e ultima posizione della classifica provvisoria.

Nel Singolo 2.4 mR buona la giornata di Antonio Squizzato, che ottiene un 9-6-5 ed è settimo nella graduatoria generale. Matthew Bugg guida la classifica con un punto di vantaggio sull’inglese Helena Lucas.

Le regate delle Paralimpiadi di Rio 2016 proseguono anche oggi, con base logistica sempre al Marina da Gloria e due regate in programma per ogni classe, a partire dalle ore 13 (le 18 in Italia), nelle acque della baia di Guanabara. Skud 18 e 2.4 mR regateranno sul campo di regata Pao de Azucar, gli Skud 18 sul campo Escola Naval.

Le classifiche

(altro…)

Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016 – Terza giornata difficile per gli azzurri

Programma completato alla perfezione, tre prove per ogni classe, a Rio de Janeiro per le flotte impegnate nella terza giornata di regate delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016, caratterizzata da condizioni di vento forte.

Paralimpiadi Rio 2016 day 3 01

Paralimpiadi Rio 2016 day 3 01
Immagine 1 di 18

Una giornata difficile per la vela azzurra, che perde posizioni soprattutto nella classe del Doppio Skud 18, a causa di un incidente che ha coinvolto la barca azzurra portata da Marco Gualandris e Marta Zanetti. I due azzurri, a causa del vento in aumento, hanno infatti toccato la pensilina sommersa della barca Comitato, rischiando l’affondamento, prima di essere aiutati dall’equipaggio australiano ed esser successivamente costretti al ritiro nell’ultima prova del giorno. Al momento Gualandris-Zanetti, dopo un totale di sei prove, occupano la sesta posizione della classifica (2-4-7-7-DSQ-DNF), mentre Antonio Squizzato, nell’ambito del Singolo 2.4 mR, è sesto dopo che ieri ha ottenuto un 9-7-4 nelle tre prove disputate.

Tre regate anche per il Triplo Sonar e 14ma posizione per l’equipaggio azzurro formato da Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira, che chiudono la giornata con lo score 13-12-13.

Le regate delle Paralimpiadi di Rio 2016 proseguono oggi, con base logistica sempre al Marina da Gloria e nuovamente tre regate in programma per ogni classe, a partire dalle ore 12 (le 17 in Italia), nelle acque della baia di Guanabara. Sud 18 e 2.4 mR regateranno sul campo di regata Escola Naval, mentre gli Skud sono attesi nel Pao de Azucar.

Le classifiche

(altro…)

Secondo giorno di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro

13 settembre 2016 – Meteo complicato nella seconda giornata di regate a Rio de Janeiro per gli atleti impegnati nelle regate paralimpiche, evento partito lunedì 11 nella baia di Guanabara.

raggi-solazzo-pira

I Comitati di Regata hanno dovuto aspettare molto tempo prima di poter dare il via a una prova per il Doppio Skud 18 e per il Triplo Sonar, mentre la flotta del Singolo 2.4 mR ha dovuto abbandonare a metà regata per un brusco calo del vento, rientrando a terra con un nulla di fatto, rimandando ad oggi il recupero delle prove perse (stesso discorso anche per la altre classi, che ne devono però recuperare solo una).

Nello Skud 18 (11 barche) Marco Gualandris e Marta Zanetti chiudono la prova al settimo posto e perdono una posizione in classifica, scalando dal terzo al quarto (in testa sempre gli australiani Fitzgibbon-Tesch, vincitori della regata), secondi i canadesi John McRoberts e Jackie Gay, terzi gli inglesi Alexandra Rickham e Niki Birrell.

Nel Sonar (14 barche), Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira sono undicesimi (al momento il miglior risultato dopo tre prove) e 14mi nella graduatoria generale. Primi sono gli australiani Colin Harrison-Russell Boaden-Jonathan HARRIS, secondi i canadesi Paul Tingley-Logan Campbell-Scott Lutes, terzi i greci Vasilis Christoforou-Anargyros Notaroglou-Thodoris Alexas.

(altro…)

Prima giornata di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro

12 settembre 2016 – Nella prima giornata di regate alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro, con base logistica sempre al Marina da Gloria, la Squadra Italiana guidata dal DT Beppe Devoti si mette subito in evidenza con la buona partenza degli azzurri nel Singolo 2.4 mR e nel Doppio Skud 18.

Paralimpiadi Rio 2016 practice 01

Paralimpiadi Rio 2016 practice 01
Immagine 1 di 18

Due le prove disputate da tutte le classi, in una prima giornata caratterizzata da bel sole che una volta soppiantato il cielo grigio del primo mattino, ha offerto caldo e una brezza intorno ai 10 nodi d’intensità, più che sufficiente per far concludere il programma senza sbavature.

Nel 2.4 mR (16 barche), l’azzurro Antonio Squizzato ottiene uno score di 10-6 ed è settimo nella classifica generale (prima la favorita inglese Helena Lucas), nello Skud 18 (11 barche) Marco Gualandris e Marta Zanetti fanno anche meglio, e grazie a un secondo posto nella prima regata, seguito da un quarto nella successiva, si confermano ai vertici della classe chiudendo la giornata al terzo posto della graduatoria provvisoria, dietro gli australiani Fitzgibbon-Tesch e i canadesi McRoberts-Gay, ma davanti ai favoriti inglesi Rickham-Birrell.

Inizio più complicato invece per Gianluca Raggi, Fabrizio Solazzo e Gian Bachisio Pira, al momento ultimi nel Sonar (14 barche) con un 14-13 ottenuto nelle due prove del giorno.

Classifiche complete su www.sailing.org

Medagliere Vela Olimpiadi Rio 2016

podi olimpici rio 2016 01

podi olimpici rio 2016 01
Immagine 1 di 16

Country Gold Silver Bronze Total
Great Britain 2 1 0 3
Netherlands 2 0 0 2
Australia 1 3 0 4
New Zealand 1 2 1 4
Croatia 1 1 0 2
France 1 0 2 3
Argentina 1 0 0 1
Brazil 1 0 0 1
China, PR 0 1 0 1
Ireland 0 1 0 1
Slovenia 0 1 0 1
Denmark 0 0 2 2
Austria 0 0 1 1
Germany 0 0 1 1
Greece 0 0 1 1
Russia 0 0 1 1
USA 0 0 1 1

I podi olimpici della vela a Rio 2016

podi olimpici rio 2016 01

podi olimpici rio 2016 01
Immagine 1 di 16

49er Men (20 equipaggi)

1 NZL – Peter Burling/Blair Tuke 35
2 AUS – Nathan Outteridge/Iain Jensen 78
3 GER – Erik Heil/Thomas Ploessel 83

14 ITA – Ruggero Tita/Pietro Zucchetti 120

49erFX Women (20 equipaggi)

1 BRA – Martine Soffiatti Grael/Kahena Kunze 48
2 NZL – Alexandra Maloney/Molly Meech 51
3 DEN – Jena Hansen/Katja Salskov-Iversen 54

5 ITA – Giulia Conti/Francesca Clapcich 82

470 Women (20 equipaggi)

1 GBR – Hannah Mills/Saskia Clark 44
2 NZL – Jo Aleh/Polly Powrie 54
3 FRA – Camille Lecointre/Hélène Defrance 62

19 ITA – Elena Berta/Alice Sinno 135

470 Men (26 equipaggi)

1 CRO – Sime Fantela/Igor Marenic 43
2 AUS – Mathew Belcher/William Ryan 58
3 GRE – Panagiotis Mantis/Pavlos Kagialis 58

RS:X Women (26 equipaggi)

1 FRA – Charline Picon 64
2 CHN – Peina Chen 66
3 RUS – Stefania Elfutina 69

6 ITA – Flavia Tartaglini 71

RS:X Men (36 equipaggi)

1 NED – Dorian Van Rysselberghe 25
2 GBR – Nick Dempsey 52
3 FRA – Pierre Le Coq 86

10 ITA – Mattia Camboni 137

(altro…)

Olimpiadi Rio 2016 – Bissaro-Sicouri quinti nei Nacra 17

16 agosto 2016 – Ancora una volta l’Italia della vela si avvicina ad un passo da una medaglia per vederla svanire nell’ultima prova, la Medal Race a punteggio doppio riservata ai migliori dieci di ogni singola classifica, che in questi Giochi di Rio non ha certo portato risultati.

The Rio 2016 Olympic Sailing Competition

Protagonisti di questa intensa giornata di vela olimpica sono stati Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri nella disciplina del Catamarano per Equipaggi Misti Nacra 17, che prima della Medal Race, partivano dalla seconda posizione della classifica generale, dietro l’equipaggio argentino Lange-Carranza Saroli, ma con un margine comunque minimo sugli avversari.

Partiti con una buona velocità, e con gli argentini costretti ad effettuare una penalità, gli azzurri hanno perso posizioni fin dalla prima bolina, tanto da girare la prima boa al nono posto, seguiti proprio dagli argentini. Decimi al cancello di poppa, nella seconda bolina Bissaro-Sicouri hanno recuperato due posizioni, per poi chiudere la regata in ottavi, risultato che li ha fatti scalare fino al quinto posto della classifica finale, a sei punti dal podio e a sette dall’oro, poi andato a Lange-Carranza Saroli dopo una grande rimonta. L’argento è per gli australiani Waterhouse-Darmanin e il bronzo per gli austriaci Zajac-Franck.

(altro…)

Olimpiadi Rio 2016 – Oggi in Medal Laser Radial, Laser Standard, Finn e Nacra 17

15 agosto 2016 – La seconda ed ultima settimana di vela olimpica a Rio de Janeiro è iniziata con una lunga attesa per la brezza per poi concludersi con un’improvvisa botta di vento di 40 nodi d’intensità, che ha di fatto annullato la Medal Race dei Laser Radial posticipata a lungo, appunto, per mancanza di vento.

Rio 2016 day 4 02

Rio 2016 day 4 02
Immagine 1 di 15

Sono gli scherzi del meteo della Baia di Guanabara, che dopo i primi giorni di brezze regolari e intense, nel prosieguo della settimana ha offerto condizioni al limite della praticabilità, con ariette leggerissime e molto variabili in direzione e intensità, le stesse che hanno condizionato l’andamento della Medal Race della Tavola a Vela Femminile RS:X.

La situazione è stata diversa sui campi di regata più distanti dalla costa, dove grazie a una brezza tra gli 8 e i 12 nodi, hanno corso gli Skiff 49er (uomini) e 49er FX (donne), riuscendo a portare a termine tre regate ciascuno. Una giornata non del tutto positiva per l’equipaggio azzurro formato da Giulia Conti e Francesca Clapcich, che ha rimediato a una difficile situazione in classifica solo grazie al quinto posto nella terza e ultima prova del giorno, dopo che nelle precedenti aveva ottenuto un 25mo e un 13mo, risultati certamente al di sotto delle potenzialità delle due azzurre, che solo l’anno scorso avevano vinto il titolo Europeo e Mondiale della categoria. Al momento Conti e Clapcich sono settime, a 24 punti dal podio e con ancora tre regate da disputare prima della Medal Race, riservata alle prime dieci della classifica.

(altro…)