Tag name:rya

La politica contro il bullismo della RYA

La RYA, la federvela inglese, ha una RYA British Youth Sailing Anti-Bullying Policy, una politica per prevenire e combattere il bullismo tra i giovani che praticano lo sport della vela. Chissà se esiste anche una sola federazione sportiva italiana che abbia qualcosa di simile.

Questo è il documento che ho velocemente e malamente tradotto dall’originale RYA (link in fondo alla pagina)

1. Introduzione

1.1. E’ la politica della RYA per salvaguardare i bambini che praticano la vela sportiva da un danno fisico, sessuale ed emotivo. La RYA considera le prepotenze di ogni genere inaccettabili all’interno della formazione e attività sportive giovanili sotto la sua diretta competenza e controllo. E’ definito bambino qualsiasi persona di età inferiore ai 18 anni.

1.2. Il presente documento illustra ciò che la RYA intende per bullismo, come riconoscerlo e cosa fare a questo proposito se pensi che potrebbe accadere.

2. Obiettivi

2.1. L’obiettivo di questa politica è quello di prevenire il bullismo, tuttavia, nel caso in cui si verifichino atti di questo tipo, per fornire un meccanismo in cui possano essere rapidamente portati all’attenzione delle persone competenti che possono indagare sulla situazione e lavorare sia con la vittima che con il bullo al fine di risolvere il problema.

(altro…)

Famiglia lancia il Codice di Emily per salvare vite umane in mare

Emily’s Code mira a prevenire gli incidenti in mare evidenziando alcuni punti chiave sulla sicurezza e lasciando un’eredità in memoria della 14enne Emily Gardner.

Il 2 maggio 2015 Emily è annegata in un incidente in barca a causa di giubbotto di salvataggio indossato male. Il Codice di Emily mette in evidenza alcuni dei rischi che hanno contribuito a causare l’incidente di Emily.

I genitori di Emily, Clive e Debbie Gardner, stanno lanciando il Codice con il supporto della Royal Yachting Association (RYA), HM Coastguard, British Water Ski and Wakeboard, e la RNLI per sensibilizzaree i proprietari di barche di piccole dimensioni e gli utenti.

I genitori di Emily hanno detto: “Molti genitori come noi non hanno la consapevolezza di quali siano le linee guida di sicurezza sulla nautica da diporto e non hanno mai usato un barca prima. Quando Emily è andata in gita con i suoi amici, siamo stati rassicurati che la sicurezza era di primaria importanza e che l’attrezzatura era di prim’ordine.

“Se una sola famiglia vede questo e agisce per proteggere i loro figli in acqua, il Codice di Emily avrà avuto successo e il nome di Emily continuerà a vivere. Qualcosa di semplice come controllare che il vostro giubbotto di salvataggio o di galleggiamento sia indossato correttamente può salvare la vita. Quindi siate intelligenti è seguite il Codice di Emily”.

Via | www.emilyscode.org

DIY Safe Antifouling Initiative 2017

Qualcosa che a noi manca è la RYA (Royal Yachting Association). Al contrario della Federvela italiana, che si occupa della vela praticamente solo a livello agonistico, la RYA si occupa anche di diporto in generale.

antifouling-your-boat-safely-image

Ora per esempio la RYA hanno messo insieme le forze con la British Coatings Federation (BCF), e British Marine per lanciare la DIY Safe Antifouling Initiative 2017.

C’è una lunga tradizione per gli armatori di applicare da soli l’antivegetativa sulle loro barche ed è importante che siano consapevoli che le pitture vanno date in modo appropriato e con equipaggiamenti di protezione della persona altrettanto appropriati.

L’obiettivo dell’iniziativa, che sarà lanciata ufficialmente in concomitanza con il London Boat Show a gennaio, è appunto quello di informare ed educare gli armatori sui pericoli connessi con l’applicare l’antivegetativa alle loro barche.

E’ già stato pubblicato un volantino con i consigli su cosa fare e cosa non fare. Un video di cinque minuti dal titolo “How to safely antifoul your boat” sarà inoltre disponibile nella primavera 2017.

Tutti i dettagli su www.coatings.org.uk

RYA mette in guardia i diportisti sui pericoli del monossido di carbonio

Dopo che tre uomini hanno ricevuto un trattamento per gli effetti causati dal sospetto avvelenamento a seguito di una perdita a bordo della loro barca a motore la RYA – Royal Yachting Association – ha pubblicato un articolo che mette in guardia i diportisti sui pericoli del monossido di carbonio.

I vigili del fuoco del South Wales Fire and Rescue Service e il Penarth Coastguard Rescue Team il 12 novembre hanno prestato assistenza all’equipaggio di una barca a motore al Cardiff Yacht Harbour. Un uomo aveva un sospetto avvelenamento e due stavano patendo gli effetti del monossido di carbonio. Tutti e tre gli uomini sono stati sottoposti ad ossigenoterapia sul posto prima di essere trasferiti all’ospedale. I vigili del fuoco hanno poi usato un ventilatore a ventilazione a pressione positiva (PPV) per ventilare la barca.

Conoscere i pericoli

Il monossido di carbonio è un gas incolore e inodore noto come il killer silenzioso. Può uccidere rapidamente se inalato in concentrazioni elevate.

I sintomi di avvelenamento sono simili a quelli dell’influenza o di una intossicazione alimentare, questi includono mal di testa, nausea e vertigini. Col passare del tempo si può soffrire di dolori al petto e mancanza di respiro, fino ad arrivare alla perdita dei sensi. Il riconoscimento precoce dei sintomi è quindi fondamentale, se non si interviene tempestivamente la morte può arrivare piuttosto rapidamente.

Consigli su come evitare un incidente di monossido di carbonio:

(altro…)

Il regolamento di regata 2017-2020 in un’APP

World Sailing e la RYA, Royal Yachting Association, hanno annunciato il lancio della nuova applicazione World Sailing App.

regolamento-di-regata-applicazione

Utilizzando la tecnologia eBook e la competenza della RYA, che nel corso degli ultimi sei anni ha pubblicato una libreria completa di libri elettronici interattivi, la World Sailing App sarà un punto di riferimento per il regolamento di regata 2017-2020 e i documenti associati per i regatanti di tutto il mondo.

Oltre al regolamento di regata, la app includerà anche altri documenti quando saranno disponibili:

  • World Sailing Case Book
  • RYA Case Book
  • World Sailing Q&As
  • Team Racing Call Book
  • Match Racing Call Book
  • Offshore Special Regulations

La pagina dedicata su www.rya.org.uk

RYA Push the Boat Out 2016

Immagine anteprima YouTube

Ogni anno i tipi della RYA, la Federvela inglese, promuovono un’iniziativa che si chiama Push the Boat Out. Una giornata in cui i circoli aprono le loro porte e offrono a tutti la possibilità di provare di persona quale meravigliosa pratica sia quella dell’andare a vela.

Nel 2016 la giornata si è tenuta dal 14 al 22 maggio e ha coinvolto oltre 350 club velici consentendo a migliaia di persone di provare la vela.

Info su www.rya.org.uk

Introducing three great used RYA eBooks perfect for dinghy sailors and instructors

rya ebookThe RYA (royal yachting association) is delighted to introduce three fantastic used eBooks all perfect for dinghy sailors and instructors – RYA Start Sailing, RYA Dinghy Sailing and RYA National Sailing Scheme Instructor Handbook eBooks.

The RYA Start and Advanced Handbook are both valuable reference books for a wide range of sailors and instructors looking to enhance their skills. With the advance to eBooks, both handbooks now contain fabulous video clips accompanying the original step by step technique guides. The addition of the RYA Instructor handbook, provides enhanced focus on coaching techniques and models, providing instructors with a unique and valuable resource at their fingertips”, commented Amanda Van Santen, RYA Chief Instructor, Dinghy and Windsurfing.

Per dire… quelli della Royal yachting association

Su www.rya.org.uk

Robyn Dougall – Royal Yachting Association Young Volunteer of the Year

Ok, l’erba del vicino è sempre più verde e blablabla ma io continuo a pensare che gli inglesi lo fanno meglio.

Robyn Dougall 01

Già che abbiano un antico, radicato e diffuso sistema di salvataggio in mare (e non) su base completamente volontaria basterebbe. Ma poi…

La quindicenne scozzese Robyn Dougall è appena stato incoronata Royal Yachting Association Young Volunteer of the Year 2013 per la conduzione di una barca di salvataggio nell’area del Firth of Forth, un’insenatura creata nella costa orientale della Scozia dall’estuario del fiume Forth, che lì sfocia nel Mare del Nord.

(altro…)

RYA Push the Boat Out 2014

Immagine anteprima YouTube

Una volta l’anno quelli della RYA, la Federvela inglese, promuovono un’iniziativa che si chiama Push the Boat Out. Una giornata in cui i circoli aprono le loro porte e offrono a tutti, ma proprio tutti tutti, la possibilità di provare di persona quale meravigliosa pratica sia quella dell’andare a vela.

Da noi se qualcosa del genere esiste è solo grazie alla sporadica iniziativa di qualche singolo volenteroso circolo.

Per il 2014 la Push the Boat Out è programmata per il fine settimana del 17 e 18 maggio.

Info su www.rya.org.uk

Gli inglesi lo fanno meglio

La RYA, che è la federvela inglese, durante il fine settimana del 18-19 maggio, organizza una due giorni di porte aperte dei circoli sparsi in tutto il paese e invita le persone di tutte le età e abilità (che l’attenzione per certi dettagli va sottolineata) di uscire in barca per delle uscite di prova.

Un bel modo per avvicinare tante nuove persone alla vela.

Scoperto grazie a snipeout.blogspot.com – Qui la pagina dedicata www.rya.org.uk