Tag name:video

Video – Le correnti superficiali in Mediterraneo

Non è bello e/o suggestivo quanto quello che rappresenta Tutti i venti che soffiano sulla terra in tempo reale ma per noi autoctoni forse è anche più importante.

Immagine anteprima YouTube

Il video gentilmente messo a disposizione dalla NASA mostra le correnti superficiali in Mediterraneo. La visualizzazione copre un periodo di 11 mesi – dal 16 Febbraio 2005 al 16 Gennaio 2006 – e ogni secondo rappresenta 2.75 giorni.

I colori differenti rappresentano le diverse profondità, in bianco le più superficiali e le scure quelle più profonde.

Video Hallberg Rassy 64 Test

Immagine anteprima YouTube

Quando possiedi una barca così cosa te ne fai di una casa? Cosa te ne fai delle tue radici in generale?

Occhio al quarto minuto di video alle dimensioni della sala macchine.

Come prezzo base si parte da 2 milioni IVA esclusa.

Designer Germán Frers
CE category A – Unlimited ocean voyages
Hull length 19.85 m / 65′ 1″
Waterline at rest 17.53 m / 57′ 6″
Beam 5.17 m / 17′ 0″
Draft, empty standard boat 2.5 m / 8′ 2″
Displacement, empty standard boat 36 T / 79 500 lbs
Keel weight 12.7 T / 28 000 lbs
Keel type lead on deep bilge
Sail area with jib and battenless main 173 m²/1 861 sq ft
Sail area with genoa and furling main with roach and battens 232 m²/2 496 sq ft
Sail area with Code Zero and furling main with roach and vertical battens 248 m²/2 688 sq ft

(altro…)

Barca a Vela affondata a Livorno durante il trofeo Picchi

Lo scorso fine settimana durante il Trofeo Picchi, organizzato dallo Yacht Club Livorno, c’è stata una collisione tra il Grand Soleil 42 Incredibile e il Wing 34 Telepatia.

La seconda, a causa di un’ampia falla a prua sotto la linea di galleggiamento, ha avuto la peggio e in pochi minuti è affondata andandosi ad appoggiare su un fondale di dieci metri. Come si può vedere dal video una parte di albero, con la randa ancora armata, fuoriesce dall’acqua.

I sette membri dell’equipaggio del Wing 34 sono stati prontamente recuperati, tutti sani e salvi.

Via Il tirreno

Video – La costruzione del VO65

Un nuovo video della serie Building the Future, in questo episodio la costruzione della nuova Volvo Ocean 65, la barca, monotipo, che sarà utilizzata nella prossima edizione della Volvo Ocean race.

Un aggiornamento dal cantiere inglese Green Marine, dove si sta concludendo l’assemblaggio della coperta, costruita dalla francese Multiplast, e dello scafo prodotto dal cantiere italiano Persico, della barca numero 1.

Rick Deppe mostra alcune delle principali caratteristiche della coperta, le cui innovazioni permetteranno ai velisti oceanici di ottenere le massime prestazioni dal nuovo VO65. Poi Deppe visita la veleria dove è iniziata la seconda fase della produzione delle vele. Il project manager James Dadd spiega il funzionamento della chiglia basculante e quali saranno gli effetti sulla navigazione in regata. Per finire, il montaggio del motore Volvo Penta D2-75.

The Volvo Ocean 65 – Coming soon

Il nuovo Volvo Ocean 65 sarà utilizzato nella Volvo Ocean Race 2014-15. Progettato dallo studio americano Farr Yacht Design, è concepito per ridurre in maniera sostanziale i costi e aumentare le dimensioni della flotta, portandole in futuro a 8 o 10 barche. Sarà rigorosamente monotipo e sarà costruito da un consorzio di cantieri nel Regno Unito, in Francia, Italia e Svizzera.

Le barche saranno commercializzate dalla britannica Green Marine Ltd, che si occuperà dell’assemblaggio finale, mentre i cantieri identificati per la costruzione delle varie componenti sono MULTIPLAST in Francia, l’italiana Persico S.p.A. e la svizzera Decision S.A.

Il costo “pronta a navigare” delle barche, incluse le vele per il periodo precedente e per la regata, si aggirerà intorno ai 4,5 milioni di euro.

L’equipaggio previsto è di otto velisti più un Media Crew Member. Gli equipaggi interamente femminili potranno essere composti da dieci veliste più un Media Crew Member.