Tag name:vor

Volvo Ocean Race – Team Brunel vince la settima tappa

Finale spettacolare nel cuore di Lisbona, per la settima tappa della Volvo Ocean Race. Gli olandesi di Team Brunel con lo skipper Bouwe Bekking hanno tagliato la linea del traguardo sul fiume Tago, aggiudicandosi la seconda vittoria con poco meno di 22 minuti di vantaggio su gli spagnoli di MAPFRE.

VOR_150527_asanchez_1822_1.jpg

VOR_150527_asanchez_1822_1.jpg
Immagine 1 di 27

May 27, 2015. Leg 7 arrivals in Lisbon; Team Brunel

Alle prime luci dell’alba, nello spettacolare scenario del fiume Tago e con un vento leggerissimo, Team Brunel ha tagliato la linea del traguardo di Lisbona, alle 06.09.49 locali (le 7 del mattino italiane) di oggi 27 maggio 2015, dopo 9 giorni, 11 ore, 9 minuti e 49 secondi di navigazione, aggiudicandosi la seconda vittoria di tappa, dopo quella ottenuta ad Abu Dhabi.

Per lo skipper Bouwe Bekking alla sua settima partecipazione al giro del mondo, questa vittoria ha un gusto speciale visto che nell’edizione 2005/06 del giro del mondo proprio nella tappa transatlantica fu vittima di un affondamento con movistar. La vittoria odierna, inoltre tiene in gioco la barca olandese per la vittoria finale.

(altro…)

Volvo Ocean Race – Dongfeng Race Team primo a Newport

Tagliando il traguardo di Newport, nello stato del Rhode Island, alle 22.03 locali (le 4.03 del mattino italiane) di oggi 7 maggio 2015, dopo 17 giorni e 9 ore di navigazione Dongfeng Race Team vince la sesta tappa della Volvo Ocean Race.

ADO_150506_roman_001.jpg

ADO_150506_roman_001.jpg
Immagine 1 di 40

May 6, 2015. Abu Dhabi Ocean Racing arriving to Newport.

In seconda posizione, solo tre minuti e 25 secondi più tardi ha concluso il leader della classifica generale Abu Dhabi Ocean Racing, guidato dall’olimpionico britannico Ian Walker, mentre in terza posizione sono giunti gli olandesi di Team Brunel con lo skipper Bouwe Bekking e quarti gli spagnoli di MAPFRE guidati da Xabi Fernandez.

(altro…)

Volvo Ocean Race – Partita la sesta tappa, da Itajaì a Newport

Ieri alle 19 ora italiana è partita la sesta tappa della Volvo Ocean Race, 5.000 miglia da Itajaì in Brasile alla volta di Newport nello stato nordamericano del Rhode Island.

VOR_150419_bow_5658.jpg

VOR_150419_bow_5658.jpg
Immagine 1 di 46

April 19, 2015. The start of Leg 6 in Itaja’; The fleet cross the start line with different sail choices in the little to no wind race course.

Dopo quasi due settimane di riposo le sei barche della flotta della Volvo Ocean Race sono tornate alla competizione offshore, alla sesta tappa, ovvero 5.010 miglia teoriche da Itajaì fino a Newport, nello stato USA del Rhode Island che pur essendo indiscutibilmente una delle capitali mondiali della vela accoglierà per la prima volta una tappa del giro del mondo a vela. Una tappa che vedrà, dopo oltre sei mesi di regata, i sei team ritornare nell’emisfero settentrionale e che offrirà un menu dei più vari sia dal punto di vista tattico/strategico che meteorologico, con opzioni non scontate da prendere, e che dovrebbe durare circa tre settimane.

La fase iniziale della tappa ha dato occasione alle numerose barche spettatori di ammirare i sei Volvo Ocean 65 ma certo non si può dire essere stata veloce, infatti è stata caratterizzata da un’aria praticamente assente, tanto che il comitato di regata ha deciso di accorciare il percorso costiero e di far proseguire la flotta direttamente dopo la prima boa, che le barche hanno raggiunto dopo oltre un’ora dallo start.

(altro…)

Volvo Ocean Race – Abu Dhabi Ocean Racing primo a Itajaì

Abu Dhabi Ocean Racing si aggiudica la vittoria della quinta tappa, la più lunga e dura con il passaggio di Capo Horn della Volvo Ocean Race, in un finale ancora una volta indeciso fin alle battute finali.

ado_150405_roman_003.jpg

ado_150405_roman_003.jpg
Immagine 1 di 30

April 05, 2015. Abu Dhabi Ocean Racing, winner of Leg 5 arriving to Itaja’.

L’equipaggio guidato dallo skipper e olimpionico Ian Walker ha infatti battuto per poco più di mezz’ora, dopo quasi 19 giorni di navigazione, gli spagnoli di MAPFRE. Terzi sul traguardo i giovani di Team Alvimedica con l’italiano Alberto Bolzan, autori di un’ottima prova e quarti gli olandesi di Team Brunel, mentre le veliste di Team SCA sono vittime di un nuovo problema tecnico.

Abu Dhabi Ocean Racing ha tagliato la linea del traguardo di Itajaì, sulla costa sud-orientale del Brasile alle 19.30.10 locali (le 21 e 30 ora italiana) del 5 aprile 2015. Il team guidato da Ian Walker ha impiegato 18 giorni, 23 ore 30 minuti e 10 secondi per coprire le 7287,1 miglia rispetto alle 6.776 teoriche della quinta tappa.

(altro…)

Volvo Ocean Race – Dongfeng rompe l’albero

Dongfeng Race Team ha rotto l’albero, nessuno a bordo è ferito e la barca procede verso Ushuaia in Argentina

m37554_dfg-150330-riou-464119518.jpg

m37554_dfg-150330-riou-464119518.jpg
Immagine 1 di 7

March 30, 2015. Leg 5 to Itajai onboard Dongfeng Race Team. Day 12. Dongfeng Race Team's mast broke above the third spreader - the top section of the mast - 240 nautical miles west of Cape Horn at 0315 UTC on Monday, in the final hours of the night. Fortunately nobody has been injured and there is no immediate danger to the crew.

E’ stato confermato che Dongfeng Race Team, uno dei sei team impegnato nella quinta tappa della Volvo Ocean Race ha rotto l’albero nelle prime ore di lunedì 30 marzo. Fortunatamente nessuno dei nove uomini a bordo è ferito e non c’è pericolo immediato per l’equipaggio.

L’incidente è avvenuto a circa 240 miglia ad ovest di Capo Horn, alle 3 e 15 UTC (le 5 e 15 del mattino in Italia) durante le ultime ore della notte a bordo di Dongfeng.

L’equipaggio ha informato in Race Control Centre di Alicante, che l’albero si è rotto sopra la terza crocetta, ossia nella parte alta. Il team non intende continuare la regata per questa tappa e si sta dirigendo verso Ushuaia in Argentina, navigando a vela.

Raggiunto via telefono satellitare Inmarsat, un deluso Charles Caudrelier ha dichiarato: “Sono devastato. Come avete visto dai report delle posizioni, non stavamo attaccando, anzi avevamo un po’ tirato il freno. L’albero si è rotto all’improvviso senza dare segnali.. Avevamo circa 30 nodi di vento. Ora non siamo in grado di navigare in sicurezza mura a destra ma possiamo camminare abbastanza veloci mura a sinistra. Ci dirigiamo verso Ushuaia dove potremo fare una valutazione delle opzioni che abbiamo per raggiungere Itajaì.”

(altro…)

Volvo Ocean Race – Quinta Tappa, primo giorno – La galleria di foto

March 19, 2015. The boats tackle steep and angry seas as they pass East Cape, the eastern-most point of New Zealand

March 19, 2015. The boats tackle steep and angry seas as they pass East Cape, the eastern-most point of New Zealand
Immagine 1 di 49

March 19, 2015. The boats tackle steep and angry seas as they pass East Cape, the eastern-most point of New Zealand

Prime ore intense per la flotta della Volvo Ocean Race, impegnata nella quinta tappa, partita martedì da Auckland alla volta di Itajaì, in Brasile. Le condizioni di mare e vento stanno mettendo alla prova la resistenza dei 57 velisti, con aria superiore ai 30 nodi e onde dai 5 ai sei metri.

Link www.volvooceanrace.com

Volvo Ocean Race – Partita la 5° tappa, da Auckland a Itajaì

Ieri sera, 17 marzo 2015, alle 21 ora italiana è partita la quinta tappa della Volvo Ocean Race, da Auckland in Nuova Zelanda a Itajaì in Brasile.

Volvo Ocean Race 2014-2015 - Leg 4 Sanya to Auckland

Volvo Ocean Race 2014-2015 - Leg 4 Sanya to Auckland
Immagine 1 di 93

March 17, 2015. Leg 5 Start onboard Team SCA

La quinta frazione, la più lunga – con un totale di 6.776 miglia -, impegnativa, dura e leggendaria del giro del mondo, ha preso il via con la consueta nutrita flotta di barche spettatori e in condizioni di vento medio/leggero, dopo che il passaggio del ciclone Pam aveva costretto gli organizzatori a rinvii successivi dello start.

Nel primo tratto la flotta percorrerà le 200 miglia di navigazione costiera lungo il Colville Channel e la Bay of Plenty, dopo circa 24 ore dalla partenza dovrebbe doppiare East Cape, la punta più orientale della Nuova Zelanda. “E’ qui che inizia la parte oceanica vera e propria” spiega il meteorologo della regata Gonzalo Infante. “Una volta arrivati a questo punto metteranno la prua verso est e avranno condizioni di vento più stabili sul cammino del ciclone Pam.”

Inizierà a questo punto anche la vita dura a bordo delle sei barche, con le oltre 4.400 miglia attraverso gli oceani meridionali, spinte dai forti venti occidentali fino al leggendario capo Horn. “Non esiste luogo al mondo dove si può navigare tanto a lungo alle portanti e tanto velocemente” spiega ancora Simon Fisher. “Sarà la prima volta che la flotta di questa edizione troverà tanto vento per un lungo periodo e ciò potrebbe rimescolare le carte. Restare tutti interi, non far danni fino a Capo Horn è importante, perchè è lì che si vince o si perde la regata.”

(altro…)

Pubblicato il rapporto sull’incidente a Team Vestas Wind

Auckland, Nuova Zelanda – 9 marzo 2015 – E’ stato pubblicato oggi il rapporto indipendente sull’incidente a Team Vestas Wind, occorso durante la seconda tappa della Volvo Ocean Race.

Team vestas wind danni 01

Team vestas wind danni 01
Immagine 1 di 10

Il rapporto include una serie di raccomandazioni che puntano a migliorare la sicurezza in mare per la comunità velica e, in particolare, suggerisce di rendere migliori le carte di navigazione e altri software perché si possano evitare incidenti simili in futuro.

Vestas wind guidata dallo skipper australiano Chris Nicholson si incagliò su una barriera corallina a Cargados Carajos Shoals nell’oceano Indiano durante la seconda tappa, da Città del Capo ad Abu Dhabi, il 29 novembre del 2014. L’equipaggio fu costretto ad abbandonare la barca che, gravemente danneggiata, è stata successivamente recuperata dalla barriera ed è in fase di ricostruzione presso il cantiere Persico Marine di Nembro, in provincia di Bergamo, con l’obiettivo di riportarla in regata a Lisbona in giugno per partecipare alle ultime due tappe.

(altro…)

Volvo Ocean Race – MAPFRE vince la quarta tappa, Sanya – Auckland

In un finale tiratissimo, come in tutte le tappe fin qui disputate, gli spagnoli di MAPFRE hanno tagliato per primi il traguardo della quarta tappa della Volvo Ocean Race, da Sanya ad Auckland.

VOR_150228_asanchez_2540_1

VOR_150228_asanchez_2540_1
Immagine 1 di 33

L’equipaggio guidato dallo skipper e olimpionico Xabi Fernandez ha infatti battuto per soli 4 minuti e 25 secondi Abu Dhabi Ocean Racing, dopo oltre 20 giorni di navigazione e i primi tre sono arrivati sulla linea in soli otto minuti.

MAPFRE ha tagliato la linea del traguardo di Auckland alle 21.31.20 locali (le 9 e 31 del mattino ora italiana) di oggi 28 febbraio 2015, fra due ali di barche spettatori, accolto dal calorosissimo abbraccio dei fan neozelandesi.

In seconda posizione il vincitore della prima tappa Abu Dhabi Ocean Racing, del britannico Ian Walker, mentre in terza posizione i franco/cinesi di Dongfeng Race Team, con Charles Caudrelier alla guida, che avevano primeggiato nella terza tappa nelle acque di casa di Sanya hanno tagliato la linea solo quattro minuti dopo. Bene anche il giovane equipaggio di Team Alvimedica, con il solo velista italiano del giro del mondo Alberto Bolzan, quarto. A seguire gli olandesi di Team Brunel e l’equipaggio femminile di Team SCA, rispettivamente quinti e sesti.

(altro…)

In-port race di Sanya e partenza della Quarta tappa per Auckland

A una settimana dall’arrivo a Sanya della terza tappa i sei equipaggi si preparano per la Team Vestas Wind in-port race, la regata costiera che si svolgerà sabato 8 febbraio nelle acque della località cinese. Domenica, invece, la partenza della quarta tappa della Volvo Ocean Race, con arrivo a Auckland.

sanya-in-port-race-course-map

L’equipaggio franco/cinese di Dongfeng Race Team, con lo skipper transalpino Charles Caudrelier fresco di vittoria, si presenterà sulla linea di partenza di Sanya come leader della classifica overall con un punto di vantaggio sui secondi, Abu Dhabi Ocean Racing. E, tuttavia, è conscio del fatto che l’attenzione deve restare massima, per non incappare in errori come quello di Team Brunel con il veterano Bouwe Bekking, che dopo la vittoria nella seconda tappa ha concluso la terza al quinto posto.

La tappa da Sanya ad Auckland si presenta molto interessante da un punto di vista strategico. “Sarà una tappa più aperta, più oceanica della precedente, dove si navigava anche sotto costa.” Spiega il navigatore francese di MAPFRE Jean-Luc Nelias. Dopo il passaggio non facile dello stretto di Luzon, infatti, i team entreranno in Pacifico e dopo una settimana circa si troveranno per la terza volta ad attraversare l’equatore, una zona dove spesso le condizioni meteo sono perturbate e imprevedibili. Proprio Charles Caudrelier, che vi è passato poco più di un anno fa in trasferimento ricorda: “Abbiamo visto bene che scendendo verso l’equatore ci sono delle grandi variazioni di vento, spesso delle piccole depressioni tropicali che cambiano in fretta la situazione. Bisogna fare delle scelte anticipando molto, e non è per nulla semplice, non ci piace tanto.

(altro…)