Barche all’asta sul Lago di Como

ottobre 12, 2016 | By Mistro
1

asta menaggio 2016 02

asta menaggio 2016 02
Immagine 2 di 5

Giovedì 27 ottobre 2016, a partite dalle ore 10.00, presso la sala consiliare del Comune di Menaggio – Via Annetta Lusardi, 4, alla presenza del Direttore o di un suo delegato, quale rappresentante dell’Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori, si terrà l’asta pubblica, con il sistema delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo posto a base di gara, per la vendita al miglior offerente di 20 lotti per un totale di 20 beni mobili (piccole barche a vela, motore e remi).

Si tratta di natanti recuperati sull’area demaniale attorno al Lago di Como e delle quali nessuno ha reclamato la proprietà nei termini stabiliti dalla legge. L’Autorità le ha sequestrate perché il proprietario non ha pagato l’ormeggio o perché la barca è stata abbandonata sulle rive del lago per non accollarsi i costi per smantellarla.

Le barche a vela sono cinque, un 420, una molto simile a un Micropomo, una apparentemente un Meteor, un Soling e un cabinatino intorno ai sei metri.

Info su www.autoritabacinolario.it

Comments: 1

  1. Paddy ha detto:

    Barche all’asta fra i 250 e i 2000 euro. Natanti in che sul mercato si trovano a 1000 euro in ottime condizioni (e non è detto si possa anche strappare uno sconto proposti a 1500 euro “privi di vele e timone”.
    Bandi come al solito deliranti, ancor di più quando si tratta di cifre irrisorie: luogo del bando Menaggio, luogo per prendere visione Pescate (30 km) o Taceno (70 km).
    Per partecipare bisogna presentare due buste con:
    – Offerta su base d’asta
    – Dichiarazione per la partecipazione
    – Assegno circolare non trasferibile per cauzione pari al 20%
    – Copia CI o visura Camerale
    – Copia versamento bollettino postale di euro 5, ecc.
    – Istanza di ammissione alla gara con dichiarazione di non interdizione
    – Procura se si partecipa per procura
    Le buste devono essere consegnate entro il 20 ottobre. Per ogni offerta bisogna presentare l’intera domanda.
    L’aggiudicatario sarà avvisato entro cinque giorni.
    Entro il 9 novembre dovrà recarsi al comune per la verifica del pagamento e verrà sottoscritto il contratto di vendita.
    Il ritiro deve avvenire entro il 30 novembre.
    Certificati di potenza o altri documenti sono a carico dell’acquirente.

    Per comprare una canoa da 200 euro devo anticiparne 50 e se perdo non si capisce come mi vengono restituiti, devo recarmi almeno 5 volte in due posti distanti 30 o 70 km dal luogo dell’asta.

    Siamo vittime di un sistema che ha perso il contatto con la realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.