La decisione della giuria sul tarocco di Oracle Team Usa

settembre 5, 2013 | By Mistro
0

Come immagino sia ormai noto ai più, Oracle Team Usa nel corso del 2012 aveva taroccato a propria totale insaputa (e noi siamo molto pratici di cose fatte all’insaputa, tipo case intestate a politici di spicco) gli AC45 con i quali avevano partecipato alle AC World Series. Terminata l’insaputa il team aveva spontaneamente ritirato retroattivamente le squadre dal circuito, consegnando la vittoria a Luna Rossa Piranha.

1294414_710648755628227_649277112_o

Tutto ciò ha avuto conseguenze anche sull’America’s Cup, della quale le America’s Cup World Series sono evento collegato e della quale i membri di Team Oracle responsabili del tarocco avrebbero leso il buon nome.

Per tutto ciò, in sintesi, la Giuria Internazionale ha deciso di escludere tre membri del team dalla partecipazione alla 34ma America’s Cup e ha inoltre tolto al team medesimo due punti dalla finale dell’America’s Cup che inizierà sabato 7 settembre.

Il defender partirà quindi con un deficit di due punti e dovrà vincere undici (e non più nove) regate per difendere il trofeo. A Emirates Team New Zealand, invece, ne basteranno nove.

La Giuria Internazionale ha quindi confermato che a essere coinvolto nell’infrazione era stato un gruppo limitato di individui e che tutti i membri del management, inclusi gli skipper James Spithill e Ben Ainslie, il CEO Russell Coutts, il General Manager Grant Simmer e il direttore dello shore team Mark Turner, non erano a conoscenza e comunque non sono stati coinvolti in nessun modo.

Inoltre, al team statunitense è stata applicata una sanzione pecuniaria di 250.000 dollari. Per loro pochi spiccioli

La decisione della Giuria Internazionale può essere consultata cliccando qui – foto via facebook

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.