Category name:Epoca

A.I.V.E. – Calendario Regate Nazionali Vele d’epoca 2017

In occasione di un’affollata conferenza aperta al pubblico, tenutasi presso la Società del Giardino di Milano, l’Associazione Italiana Vele d’Epoca ha festeggiato i 35 anni del sodalizio e presentato il calendario delle regate nazionali 2017 dedicate alle imbarcazioni a vela d’epoca e classiche.

Il calendario è composto da tredici appuntamenti che si svolgeranno tra il Mar Tirreno e l’Adriatico. All’evento hanno partecipato armatori, velisti, giornalisti e appassionati di marineria storica. Il Comandante del Gruppo Navi Scuola a Vela della Marina Militare ha illustrato la storia del glorioso yacht da competizione Corsaro II, varato nel 1961, adibito da sempre all’addestramento degli allievi ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno.

Il Calendario A.I.V.E. Regate e Raduni Vele d’Epoca 2017

(altro…)

A Tummler la XII edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio

Domenica 16 ottobre – Conclusa la XII edizione del raduno Vele Storiche Viareggio, evento organizzato dall’omonima associazione in collaborazione con il Club Nautico Versilia.

Premiazione Tummler (1924)_Foto Trainotti

Premiazione Tummler (1924)_Foto Trainotti
Immagine 1 di 8

Cinquanta gli scafi d’epoca e classici partecipanti alla manifestazione. Tummler del 1924 si è aggiudicata la vittoria in classifica generale, quella di categoria e quella in tempo compensato nel raggruppamento ‘Epoca’. Per lei in premio un prosciutto del peso di 10 chilogrammi e un soggiorno a Viareggio.

Tummler, uno sloop bermudiano lungo 12,50 metri costruito dai famosi cantieri tedeschi Abeking & Rasmussen nel 1924, è stata la barca rivelazione di quest’anno. Appartenente all’architetto tedesco Siegfried Rittler, si è infatti aggiudicata la vittoria nella classifica generale, quella di categoria nella classe EC1 e la vittoria in tempo compensato tra le barche d’epoca che correvano in tempo compensato con il certificato di stazza CIM (Comitato Internazionale del Mediterraneo).

Nelle classifiche in tempo compensato, realizzate grazie alla collaborazione con l’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca), Tummler ha preceduto Gometra (1925) e Vistona (1937). Tra le ‘Classiche’, sempre in tempo compensato, affermazione dello sloop bermudiano Namib, il Sangermani del 1966 del parmense Pietro Bianchi, seguito da Ojalà II (1973) e Madifra II, One Tonner progettato da Dick Carter e varato nel 1974.

(altro…)

XII edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio

Il Club Nautico Versilia di Viareggio, in partnership con AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca), dal 13 al 16 ottobre ospita la XII edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio, il più importante raduno-regata di fine stagione riservato alle imbarcazioni a vela d’epoca e classiche.

Credit Photo Maccione

Credit Photo Maccione

Alla manifestazione partecipano circa 50 scafi provenienti da diverse nazioni suddivisi in varie categorie (Epoca, Classiche, IOR, ecc.) a seconda dell’anno di costruzione.

Tra queste la storica Gometra del 1925, appena restaurata, lo sloop Mopi (1953), l’8 Metri Stazza Internazionale Margaret (1926), il ketch Estella (1946) e Ilda (1946), che festeggeranno rispettivamente 90 e 70 anni. Si aggiungono scafi conosciuti come il One Tonner Ojalà II (1973), Oenone (1935), la storica Ardi (ex Kerkyra II) del 1968 sulla quale navigava l’eroe della vela Ammiraglio Agostino Straulino, Bufeo Blanco (1963) e il cutter aurico Vistona del 1937, il cui armatore Gian Battista Borea d’Olmo presenterà il libro dedicato agli 80 anni di storia della barca.

Dopo due anni di restauri presso il Cantiere Del Carlo di Viareggio tornerà in mare anche Mariella, storico yawl bermudiano lungo 24 metri costruito nel 1938 presso il cantiere scozzese Fife sul quale è stato girato il film Nauta con protagonisti l’attore Luca Ward e la Iena Elena di Cioccio.

(altro…)

Barcolana Classic Trofeo Siad 2016

Ancora una volta alla vigilia della Barcolana le signore del mare, barche d’epoca, classiche e spirit of tradition hanno dato vita a un meraviglioso museo della marineria a cielo aperto.

Barcolana Classic Trofeo Siad 2016 01

Barcolana Classic Trofeo Siad 2016 01
Immagine 1 di 54

Barcolana Classic Trofeo SIAD

Hanno prima sfilato davanti alle Rive per poi sfidarsi in mare nella Barcolana Classic Trofeo Siad.

Cinque le categorie in acqua: gli yacht d’epoca, costruiti prima del 1950, gli yacht classici costruiti fino al 1975 e le loro repliche, gli yacht progettati da Carlo Sciarelli, le “Passere”, e le “Spirit of Tradition”, barche più recenti ma costruite con un’anima “classica”.

Il trofeo SIAD per il miglior restauro è andato alla barca austriaca Annie. Per quanto riguarda le prove, nel raggruppamento Classici A vittoria di AL NA’IR di Fabio Mangione (CN Rimini), seguito da Violetta IV di Stefano Giangiacomo (CV Conegliano), terzo posto Strale di Enzo Bruni Bardini (CV. Ravennate).

Nel raggruppamento Classici B vittoria di Stella Polare (Federica Cumbo) dello Yacht Club Adriaco, seguita da Darling III di Enrico Pellegrino (STV), terzo posto per Flora (Andrea Vanini).

Tra gli Epoca vittoria di Serenity di Roberto Dal Tio (CV Conegliano), seguira da Ciao Pais (Massimo Fonda, STV) e da Un Sogno di Giorgio Brezi, sempre della STV.

Tra gli Sciarrelli A vittoria di Angelica IV di Carlo Cazzaniga dello YC Hannibal, seguito da Chica Boba II e Angelica III.

Tra gli Sciarelli B primo posto sempre di Stella Polare, seguita da Andromeda e Attica.

Infine le Passere: vince Dani Degrassi, con Nirvana (YC Adriaco), secondo Koala (CVDM), terzo il Nibbio di Pietro Barcia (STV).

Foto Studio Borlenghi

Con le Régates Royales di Cannes termina il Panerai Classic Yacht Challenge 2016

SETTEMBRE 2016 – Con la conclusione delle Régates Royales di Cannes, ultimo appuntamento della stagione 2016, è terminata a Cannes la dodicesima edizione del Panerai Classic Yacht Challenge, il principale circuito internazionale riservato alle vele d’epoca.

Regates Royales di Cannes 2016 01

Regates Royales di Cannes 2016 01
Immagine 1 di 22

Oltre ottanta scafi tra i più belli della storia della vela si sono sfidati per aggiudicarsi gli orologi Panerai in premio per i vincitori dell’evento ed i Trofei destinati ai trionfatori della stagione. Le tre imbarcazioni che hanno scritto il proprio nome nell’Albo d’Oro del Circuito sono state Moonbeam IV nella categoria Big Boats, Chinook tra gli Yachts d’Epoca e Ganbare tra gli Yachts Classici.

Dopo le vittorie conseguite nel 2011, 2012 e 2015, il cutter aurico Moonbeam IV, un 35 metri varato nel 1914 presso il cantiere scozzese William Fife & Son, si è aggiudicato per la quarta volta il prestigioso titolo stagionale tra le Big Boats, conquistando un primato mai raggiunto precedentemente da nessuna altra imbarcazione. L’armatore francese Xavier Tancogne e lo skipper Mikaél Créac’h hanno anche festeggiato dieci anni da quando hanno deciso di fare tornare a navigare questa barca famosa, sulla quale si era svolta la luna di miele tra il Principe Ranieri di Monaco e la diva americana Grace Kelly. Nel 2016 Moonbeam IV, che fa base in Spagna e batte il guidone del Real Club Nautico di Palma di Maiorca, ha partecipato a tre delle quattro tappe stagionali. A Cannes ha vinto nella sua classe tutte e quattro le regate disputate, battendo altre titolate Big Boats come Moonbeam of Fife (1903), Hallowe’en (1926), Elena of London (2009) e Cambria (1928).

Miglior compleanno per i cento anni dal varo non poteva essere festeggiato dal cutter aurico Chinook, sceso in mare nel 1916 presso il cantiere americano Herreshoff. Questa barca lunga 19,80 metri è uno dei quattro NY40 (New York 40) naviganti al mondo sui 14 realizzati tra il 1916 e il 1926 ed ha iscritto per la seconda volta il proprio nome nell’Albo d’Oro del Trofeo Panerai tra gli Yachts d’Epoca. Stavolta a vincere è stato l’armatore Paolo Zannoni, che nel 2015 aveva acquistato Chinook dall’inglese Graham Walker, già plurivincitore del Trofeo con Rowdy del 1916, anch’esso presente a Cannes. Quest’anno Chinook ha partecipato a tutte le tappe del circuito e corso in totale 14 regate, battendo altre aspiranti al titolo finale come il Q-Class Leonore del 1925 e la stessa Rowdy.

(altro…)

Vele d’Epoca di Imperia Panerai Classic Yachts Challenge 2016

Dal 7 all’11 settembre, A trent’anni dal primo raduno del 1986, Imperia ospiterà la diciannovesima edizione di Vele d’Epoca di Imperia, terza tappa Mediterranea del Panerai Classic Yachts Challenge, circuito internazionale di regate riservato alle imbarcazioni a vela d’epoca e classiche.

Panerai Transat Classique 2015 01

Panerai Transat Classique 2015 01
Immagine 1 di 39

Sono attese circa settanta imbarcazioni di lunghezza compresa tra 7 e 50 metri, costruite tra la fine dell’Ottocento e gli anni Duemila. Gli scafi, suddivisi nei raggruppamenti Big Boats, Epoca, Classici e Spirit of Tradition, saranno ormeggiate presso la banchina Calata Anselmi di Porto Maurizio.

Previste quattro regate, una al giorno, che si svolgeranno tra giovedì e domenica. Prima dell’ultima competizione in mare, le imbarcazioni sfileranno in parata all’interno del porto di Imperia Oneglia, mentre domenica pomeriggio si terrà la cerimonia di premiazione.

(altro…)

Manitou e Sagittarius vincono Le Vele d’Epoca a Napoli 2016

NAPOLI, 3 luglio 2016 – Manitou e Sagittarius sono i vincitori di Le Vele d’Epoca a Napoli 2016, organizzata dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia con Marina Militare, Associazione Italiana Vele d’Epoca e V Zona Federvela. I primi, statunitensi, hanno vinto tra gli Yacht d’Epoca (anno di varo anteriore al 1950); i secondi, francesi, tra gli Yacht Classici (1976).

Le Vele Epoca a Napoli 2016 day 3 01

Le Vele Epoca a Napoli 2016 day 3 01
Immagine 1 di 22

Manitou ha vinto tutte le prove di questa tredicesima edizione, chiudendo davanti a tutti sin da giovedì. Un dominio incontrastato, nonostante le buone prove degli altri equipaggi. Sul secondo gradino del podio Marga, sul terzo Ausonia.

Sagittarius vince invece al termine di un appassionante duello contro Naif, vincendo 3 prove su 4. L’equipaggio italiano dell’armatore Ivan Gardini ha così dovuto accontentarsi del secondo posto, seguito da Bufeo Blanco, l’imbarcazione del socio del Savoia Giuseppe Marino.

Sagittarius ha vinto anche il Trofeo Lattarulo, assegnato al primo classificato in tempo reale nella regata costiera del primo luglio.

(altro…)

Vele d’Epoca a Napoli – Classifiche e Foto seconda giornata

NAPOLI, 1 luglio 2016 – Condizioni meteo ideali hanno ancora una volta accolto le imbarcazioni iscritte alla tredicesima edizione de “Le Vele d’Epoca a Napoli”, organizzata dal Circolo Savoia con Marina Militare, Associazione Italiana Vele d’Epoca e V Zona Federvela.

Le Vele Epoca a Napoli 2016 day 2 01

Le Vele Epoca a Napoli 2016 day 2 01
Immagine 1 di 22

La prima regata sulle boe ha visto trionfare Naif, l’imbarcazione di Ivan Gardini che ha vinto la prova di giornata tra gli Yacht Classici scavalcando al primo posto in classifica generale i francesi di Sagittarius, soltanto settimi sulla boa d’arrivo dopo il successo nella regata costiera di giovedì. In seconda posizione Stella Polare (un quinto e un secondo posto), in terza Capricia (quarto e terzo). Tra gli Yacht d’Epoca, saldamente al comando Manitou, prima anche al termine della seconda prova, davanti a Marga (un terzo e un secondo posto) e Ausonia (quarto e terzo).

“Giornata meravigliosa, impreziosita dalla vittoria della nostra imbarcazione”, ha detto Massimiliano Cappa, consigliere del Circolo Savoia e membro dell’equipaggio di Naif. “Ammetto però che per noi napoletani è stato semplice leggere il vento sull’acqua, oggi nostro stadio del vento ha rispecchiato in pieno la tradizione. Il duello per la vittoria? Ce la giocheremo, temo ancora Sagittarius che è un bell’equipaggio. Ce la metteremo tutta”. Per Giovanni Pellizza, componente del Comitato di regata, “anche la seconda giornata è stata perfetta. Una bella regata, tecnica, col vento tradizionale di Napoli che senz’altro ha fatto divertire gli equipaggi. Adesso ci aspettiamo un bel week end, queste sono settimane ideali per le regate”.

(altro…)

Trofeo Bailli de Suffren di vela d’epoca

Si è conclusa con la premiazione della Coppa dei Mori, e la mattina successiva con le partenze, la prima tappa del Trofeo Bailli de Suffren di vela d’epoca, che da quindici anni getta un ponte di storia e tradizione tra Saint-Tropez e Malta, con tappe intermedie in Italia.

partenza_bailli_ph_nanni_ono_86

La prima delle quali si è tenuta allo Yacht Club Porto Rotondo, che per tre giorni ha offerto un panorama indimenticabile ad appassionati e turisti, con dodici capolavori di storia nautica schierati tra i pontili.

I primi arrivi si erano compiuti domenica sera, con la prua di Adria a tagliare il traguardo delle 193 miglia iniziali di tragitto. Il ketch si era anche aggiudicato il trofeo di tappa nella categoria Epoca, mentre Stiren e Alma of Lymington, si erano distinti tra i Classic e Spirit of Tradition.

Durante il soggiorno a Porto Rotondo, gli armatori hanno messo in mostra la bellezza dei loro yacht e fatto vita di circolo, sempre contraddistinta dalla cavalleria, cifra dell’evento sin dalla sua inaugurazione. In tarda mattinata, la flotta ha mollato gli ormeggi e gradualmente lasciato il molo dello Yacht Club in direzione Palermo. Non prima di aver promesso di tornare l’anno prossimo, ancora più numerosa.

(altro…)

Vele d’Epoca a Napoli, prima giornata: Sagittarius e Manitou al comando

NAPOLI, 30 giugno 2016 – Dopo la regata costiera che ha aperto il programma sportivo, Sagittarius tra gli Yacht Classici (anno di varo anteriore al 1976) e Manitou tra gli Yacht d’Epoca (1950), sono prime in tempo compensato a Le Vele d’Epoca a Napoli.

Le Vele Epoca a Napoli 2016 day 1 01

Le Vele Epoca a Napoli 2016 day 1 01
Immagine 1 di 20

Le imbarcazioni iscritte alla tredicesima edizione, organizzata dal Circolo Savoia con Marina Militare, Associazione Italiana Vele d’Epoca e V Zona Federvela hanno affrontato un percorso che le ha portate fino alla secca di Penta Palummo.

Alle spalle di Sagittarius c’è Naif, la barca di Ivan Gardini con a bordo l’olimpionico Davide Tizzano: terzo posto provvisorio per Bufeo Blanco di Giuseppe Marino, che difende i colori del Savoia. Tra gli Yacht d’Epoca, Marga ed Emilia inseguono Manitou.

“Il vento inizialmente ci ha fatto un po’ preoccupare, poi ha sfondato e tutto si è svolto regolarmente”, ha detto Gianfranco Busatti, presidente del Comitato di Regata. “Abbiamo scelto il percorso più breve anche per consentire lo svolgimento degli eventi collaterali, però tecnicamente la regata è stata perfetta”. Il francese Thierry Laffitte, componente dell’equipaggio di Sagittarius, ha detto: “Oggi è andata bene, da qui a domenica sarà una lunga sfida con Naif: negli ultimi anni ci siamo alternati, nel 2015 abbiamo vinto noi e speriamo di ripeterci. Questa sfida è appassionante ed è il bello della vela. Il resto lo ha fatto questo posto fantastico, il Golfo di Napoli e il Circolo Savoia non smettono mai di stupirci”.

(altro…)