Tag name:classi olimpiche

A Ostia dal 16 al 19 marzo l’edizione 2017 del CICO

1 Febbraio 2017 – Quando manca solo un mese e mezzo dall’inizio dell’evento più importante per la vela agonistica targata FIV la Federazione Italiana Vela ha comunicato la sede che ospiterà la prossima edizione del CICO, il Campionato Italiano Classi Olimpiche in programma dal 16 al 19 marzo 2017: si tratta di Ostia, sul litorale romano, con base logistica dell’evento presso il Porto Turistico di Roma.

CICO 2016 Formia day 2 01

CICO 2016 Formia day 2 01
Immagine 1 di 27

Il Campionato Italiano Classi Olimpiche (CICO) 2017 si terrà sul litorale di Roma: il Porto Turistico di Roma, infatti, ospiterà dal 16 al 19 marzo l’evento sportivo dedicato alle classi olimpiche (Doppi 470 M e F, Singoli Laser Standard e Laser Radial, Camarano Nacra 17, Tavole a vela RS:X M e F, Singolo Finn, Doppi acrobatici 49er e 49er FX) e paralimpiche, valido per l’assegnazione dei titoli Italiani. Lo spostamento di sede da Civitavecchia ad Ostia, conseguenza di problematiche logistiche e autorizzative dell’ultimo momento di non facile soluzione, hanno spinto la Federazione Italiana Vela a prendere questa decisione. La nuova logistica consente di ospitare tutte le classi veliche in un’unica location.

I primi a raccogliere la sfida organizzativa del Campionato Italiano Classi Olimpiche 2017 erano stati i circoli velici di Civitavecchia, che solo a fine ottobre, su richiesta della FIV, avevano manifestato la propria disponibilità a ospitare l’evento dopo la rinuncia di Genova (a cui a luglio 2016 era stata assegnata la manifestazione) e la scelta di anticipare l’evento al mese di marzo. L’anticipazione dell’evento a inizio stagione nasce
con lo scopo di far sì che il CICO diventi una manifestazione di riferimento nel calendario nazionale e un appuntamento appetibile anche da equipaggi stranieri.

(altro…)

CICO 2016 Formia – Classifiche Finali e Foto

9 Ottobre 2016 – Conclusa a Formia l’edizione 2016 del Campionato Italiano Classi Olimpiche. Titoli a Giorgio Poggi (Finn), Daniele Benedetti (RS:X M), Marta Maggetti (RS:X F), Francesco Marrai (Laser Standard), Valentina Balbi (Laser Radial), Stefano Maurizio (2.4 mR), Porro-Marimon Giovannetti (Nacra 17), Dubbini-Cavalli (49er), Raggio-Bergamaschi (49er FX), Kosuta-Farneti (470 M) e Di Salle-Dubbini (470 F).

CICO 2016 Formia day 4 01

CICO 2016 Formia day 4 01
Immagine 1 di 37

Ultime regate con vento leggero oggi nel golfo di Gaeta per l’edizione 2016 del CICO, manifestazione organizzata dalla Federazione Italiana Vela e dal Circolo Nautico Caposele con il supporto della IV Zona FIV, che dopo quattro giorni ha assegnato i titoli Italiani nelle classi olimpiche 470 M ed F, Laser Standard e Laser Radial, Nacra 17, 49er, 49er FX, RS:X M ed F, Finn e nella paralimpica 2.4 mR.

Oggi una leggera brezza ha consentito al Comitato di Regata di far disputare un’ultima serie di regate solo per le classi 2.4 mR, Finn, 470 M, 470 F e Laser Standard (una prova) e per le tavole a vela RS:X (due prove), mentre le flotte dei 49er, 49er FX, dei catamarani Nacra 17 e del Laser Radial sono rientrate a terra, dopo una lunga attesa in acqua, con un nulla di fatto.

Una volta archiviate queste ultime regate della serie iniziata giovedì, alle 17:30, presso l’Anfiteatro dell’Area archeologica di Caposele, si è svolta la premiazione di questa edizione del Campionato Italiano Classi Olimpiche, che pur avendo dovuto affrontare condizioni meteo decisamente avverse, alla fine è terminata con un buon numero di prove concluse e la soddisfazione dei quasi 200 equipaggi giunti a Formia, a partire ovviamente dai vincitori dei titoli Italiani nelle singole categorie.

(altro…)

CICO 2016 Formia – Secondo giorno di regate – Classifiche e Foto

Venerdì 7 ottobre 2016 – Seconda giornata di regate movimentata a Formia per il Campionato Italiano Classi Olimpiche 2016, evento organizzato dalla Federazione Italiana Vela e dal Circolo Nautico Caposele.

CICO 2016 Formia day 2 01

CICO 2016 Formia day 2 01
Immagine 1 di 27

La forte perturbazione che sta interessando il Centro e il Sud Italia ha portato nel golfo di Gaeta una dose abbondante di pioggia, fin dalle prime ore del giorno, condizioni che sono poi andate migliorando nel corso del pomeriggio, tanto che alla fine tutte le classi sono riuscite, tra la sessione mattutina e quella pomeridiana, a portare a termine le prove previste, grazie a un vento che si è stabilizzato tra i 10 e i 14 nodi d’intensità (tra i 50° e i 60° la direzione), con punta massima registrata sul campo di regata dei Finn, uno dei cinque coordinati dal PRO Guido Ricetto. Il CICO 2016 giunge così a metà percorso e le forze in campo iniziano a delinearsi, con classifiche che in diverse classi restano comunque ancora aperte, in attesa delle regate previste per domani e domenica, meteo permettendo.

Per quanto riguarda le tavole a vela RS:X, i due leader provvisori dopo quattro prove sono Daniele Benedetti tra gli uomini (tre primi e un terzo il suo eccellente score), seguito dall’Olimpionico di Rio Mattia Camboni, e Marta Maggetti tra le donne, mentre tra i singoli, primo posto per altri due reduci di Rio, Francesco Marrai tra i Laser Standard (secondo a pari punti troviamo Giovanni Coccoluto) e Giorgio
Poggi tra i Finn (due primi su quattro prove), per Carolina Albano tra i Laser Radial e per Mario Gambarini nella classe Paralimpica del 2.4 mR (due vittorie su cinque prove).

(altro…)

CICO 2016 Formia – Primo giorno di regate

Giovedì 6 ottobre 2016 – Iniziato a Formia il CICO (Campionato Italiano Classi Olimpiche 2016), manifestazione organizzata dalla Federazione Italiana Vela e dal Circolo Nautico Caposele (www.cncaposele.it) con il supporto della IV Zona FIV.

CICO 2016 Formia day 1 01

CICO 2016 Formia day 1 01
Immagine 1 di 5

Prima giornata di regate caratterizzata dall’instabilità del meteo, che fin dalle prime ore della mattina ha messo a dura prova l’operato dei Comitati di Regata, condizionando l’andamento delle prove in programma per i quasi 200 equipaggi divisi nelle dieci Classi Olimpiche (470 M, 470 F, Laser Standard, Laser Radial, Nacra 17, 49er, 49er FX, RS:X M, RS:X F e Finn) e nella Classe Paralimpica 2.4 mR.

Scese in acqua a metà mattinata con una brezza molto variabile sia come intensità che come direzione (tra i 4 e i 9 nodi, oscillanti tra 20° e 80°), le flotte del 470 (maschile e femminile), del Laser (Standard e Radial), della tavola a vela RS:X, del Finn e del singolo paralimpico 2.4 mR hanno sfruttato queste condizioni per portare a termine una prima serie di regate, prima del successivo, totale calo del vento e del passaggio di un temporale che ha costretto gli organizzatori a sospendere temporaneamente l’attività in acqua, anche per questioni di sicurezza: due le regate portate quindi a termine da 470, Finn e tavole RS:X, tre dal singolo 2.4 mR, mentre le due flotte dei Laser, gli uomini dello Standard e le donne del Radial, sono rientrate a terra dopo aver archiviato soltanto una prova.

Verso metà pomeriggio, sfruttando un’altra breve finestra meteo favorevole, è poi arrivato il momento del catamarano Nacra 17 e dei doppi acrobatici 49er e 49er FX, che sono però riusciti a disputare soltanto una prova a causa della continua instabilità del vento (a seguire tutti i risultati, classe per classe, mentre le classifiche complete sono on line su www.cncaposele.it/it/cico2016).

(altro…)

CS Vela Olimpica FIV – Altri tre equipaggi azzurri per i Giochi di Rio 2016

The Sailing World Cup HyËres TPM brings together the very best international competitors over a 10 day period and, as such, it is the biggest sailing event in France in terms of participants and international representation. A veritable feast of sailing and a vital part of preparation for the Olympics, the Sailing World Cup is a flagship event attended by all the greatest athletes. SWC in figures: 10 Olympic series entered, 2 Paralympic series, 60 nations represented, 350 organisers and volunteers, 80 organiser boats, 27 international judges. image ©Jesus Renedo/Sailing Energy/World Sailing

The Sailing World Cup HyËres TPM brings together the very best international competitors over a 10 day period and, as such, it is the biggest sailing event in France in terms of participants and international representation. A veritable feast of sailing and a vital part of preparation for the Olympics, the Sailing World Cup is a flagship event attended by all the greatest athletes. SWC in figures: 10 Olympic series entered, 2 Paralympic series, 60 nations represented, 350 organisers and volunteers, 80 organiser boats, 27 international judges. image ©Jesus Renedo/Sailing Energy/World Sailing
Immagine 1 di 7

The Sailing World Cup HyËres TPM brings together the very best international competitors over a 10 day period and, as such, it is the biggest sailing event in France in terms of participants and international representation. A veritable feast of sailing and a vital part of preparation for the Olympics, the Sailing World Cup is a flagship event attended by all the greatest athletes. SWC in figures: 10 Olympic series entered, 2 Paralympic series, 60 nations represented, 350 organisers and volunteers, 80 organiser boats, 27 international judges. image ©Jesus Renedo/Sailing Energy/World Sailing

Il Consiglio Federale ha deciso l’impostazione finale della Squadra della Vela alle prossime Olimpiadi di Rio e ratificato i nominativi di altri tre equipaggi che potranno far parte della Spedizione Olimpica Azzurra a Rio 2016, una volta approvati dal CONI: si tratta di Ruggero Tita-Pietro Zucchetti (Skiff Maschile 49er), Giorgio Poggi (Singolo Maschile per equipaggi pesanti Finn) e Silvia Zennaro (Singolo Femminile Laser Radial), che si aggiungono ai cinque equipaggi già proposti al Comitato Olimpico Nazionale nei mesi scorsi.

Con questi equipaggi sono stati quindi forniti al CONI tutti i nominativi delle classi per le quali finora la FIV ha confermato la partecipazione Olimpica, nomi che si aggiungono a quelli già proposti al Comitato Olimpico Nazionale nei mesi scorsi: Giulia Conti-Francesca Clapcich (Skiff Femminile 49er FX, CC Aniene-Aeronautica Militare), Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri (Catamarano per equipaggi misti Nacra 17, Fiamme Azzurre), Flavia Tartaglini (Tavola Femminile RS:X, Fiamme Gialle), Mattia Camboni (Tavola Maschile RS:X, Fiamme Azzurre) e Francesco Marrai (Singolo Maschile Laser Standard, Fiamme Gialle). Restano in sospeso i doppi 470 Maschile e Femminile, le ultime due classi per le quali la Federazione Italiana Vela è in attesa di una comunicazione ufficiale da parte di World Sailing, la Federvela internazionale, che verosimilmente si esprimerà entro il 15 giugno.

Mattia Camboni per i Giochi di Rio 2016 nella Tavola RS:X

Il Consiglio Federale della Federazione Italiana Vela ha ufficializzato con propria delibera la proposta della Direzione Tecnica per la presentazione al CONI di un altro atleta azzurro che potrà far parte della Spedizione Olimpica a Rio 2016, una volta approvato dal Comitato Olimpico Nazionale.

Mattia Camboni (foto Jesus Renedo/Sailing Energy/Sofia)

L’individuazione riguarda la disciplina della tavola a vela maschile RS:X e l’atleta confermato dalla FIV è Mattia Camboni, ratifica che giunge a conferma del livello raggiunto e consolidato dal giovane azzurro seguito dal Tecnico Riccardo Belli dell’Isca.

Con Camboni, per le cinque discipline per le quali oggi la FIV ha confermato la partecipazione olimpica, gli equipaggi da proporre al CONI sono stati identificati in Flavia Tartaglini (tavola a vela RS:X F), Francesco Marrai (singolo maschile Laser Standard), Giulia Conti-Francesca Clapcich (skiff femminile 49er FX) e Vittorio Bissaro-Silvia Sicouri (catamarano per equipaggi misti Nacra 17).

Nato a Civitavecchia il 26 aprile 1996, tesserato per le Fiamme Azzurre, il Gruppo Sportivo della Polizia Penitenziaria, Mattia Camboni si appresta a partecipare alla sua prima Olimpiade, che arriva dopo una lunga serie di successi ottenuti nella disciplina della tavola a vela in ambito giovanile (compresi un titolo Mondiale Youth e due vittorie nella classifica Under 21 del Mondiale assoluto), a cui sono seguiti fin da subito degli ottimi risultati anche tra i senior.

(altro…)

Trofeo Princesa Sofia 2016 – Terzo giorno di regate

Palma di Maiorca, 30 marzo 2016 – terza giornata di regate per la 47ma edizione del Trofeo Princesa Sofia Iberostar, classico appuntamento europeo di inizio stagione per le classi olimpiche.

47 Trofeo Princesa Sofia IBEROSTAR, bay of Palma, Mallorca, Spain, 25th March 2nd April 2016. ©Jesus Renedo/Sofia

47 Trofeo Princesa Sofia IBEROSTAR, bay of Palma, Mallorca, Spain, takes
place from 25th March to 2nd April 2016. Qualifier event for the Rio 2016
Olympic Games. Almost 800 boats and over 1.000 sailors from to 65 nations
©Jesus Renedo/Sofia

Dopo due giorni con condizioni meteo perfette, con un vento teso e costante che ha consentito il pieno svolgimento del programma, nel terzo giorno la brezza ha faticato a entrare e distendersi lungo la baia di Palma, cosa che è avvenuta soltanto nel primo pomeriggio. E così, dopo un’attesa durata tutta la mattinata sotto un sole quasi estivo, gli oltre 1000 velisti impegnati nel Trofeo Princesa Sofia sono finalmente scesi in acqua nella prima delle tre giornate dedicate alle Final Races.

Flavia Tartaglini, l’azzurra della tavola a vela RS:X già selezionata per i Giochi di Rio, ha chiuso al secondo posto la prima regata del giorno e all’ottavo la seconda, score che le ha consentito di portarsi al quinto posto della classifica generale provvisoria, a soli 12 punti dalla vetta. Sempre in ambito RS:X femminile, continua a stupire la giovanissima Marta Maggetti, che pur avendo terminato al 23mo posto la seconda prova del giorno (dopo il nono della prima), si è portata fino al decimo posto della classifica, mentre tra gli uomini Daniele Benedetti è ottavo nella generale e Mattia Camboni lo segue di una posizione, ennesima conferma dell’alto livello tecnico raggiunto dalla Squadra maschile della tavola a vela olimpica, formata oltretutto da atleti molto giovani. A tal proposito, va evidenziato anche l’undicesimo di giornata ottenuto dal 19enne Michele Cittadini, 24mo nella graduatoria generale.

(altro…)

Napoli, CICO 2015 – Classifiche Finali e Foto

Chiusa con una giornata di vela perfetta l’edizione 2015 del Campionato Italiano Classi Olimpiche, organizzata da un Comitato coordinato dalla V Zona FIV e formato dai tre Circoli nautici più antichi della città.

CICO 2015 gallery finale 01

CICO 2015 gallery finale 01
Immagine 1 di 12

Una manifestazione che per quattro giorni ha trasformato Napoli nella capitale della vela italiana, offrendo uno spettacolo davvero eccezionale alle numerose persone che hanno avuto la fortuna e il piacere di poter ammirare dal Lungomare Caracciolo le oltre 200 vele colorate impegnate nella rincorsa ai titoli Italiani delle dieci classi olimpiche (Laser Standard, Laser Radial, 470 uomini, 470 donne, 49er, 49er FX, Nacra 17, Finn, tavola a vela RS:X uomini ed RS:X donne), della classe paralimpica 2.4 mR e della tavola RS:X Youth.

Titoli che dopo l’ultima giornata di regate, disputata con una brezza tra gli 8 e i 12 nodi d’intensità che fin dalla tarda mattinata si era distesa perfettamente lungo tutto il golfo di Napoli, valorizzando al massimo lo spettacolo della vela olimpica, sono andati a Stefano Cherin e Andrea Tesei (YC Porto San Rocco-YC Adriaco) per la classe 49er, a Giulia Conti e Francesca Clapcich (CC Aniene-Aeronautica Militare) per il 49er FX, a Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri (Fiamme Azzurre) per i Nacra 17, a Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) per la tavola a vela RS:X uomini, a Laura Linares (Marina Militare) per la tavola RS:X donne, a Matteo Evangelisti (LNI Civitavecchia) e Giorgia Speciale (SEF Stamura) per la tavola RS:X Youth, a Michele Paoletti (SV Barcola Grignano) per il Finn, Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (LNI Ostia) per il 470 uomini, Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (YC Italiano-CV Toscolano Maderno) per il 470 donne, Marco Gallo (Fiamme Gialle) per il Laser Standard, Joyce Floridia (Fiamme Gialle) per il Laser Radial e Antonio Squizzato (SC Garda Salò) per la classe paralimpica dei 2.4 mR.

(altro…)

Napoli, CICO 2015 – Prime regate

Napoli, Venerdì 18 settembre 2015 – Dopo il nulla di fatto per mancanza di vento della prima giornata, la combinazione meteo perfetta e agognata dagli oltre 250 atleti impegnati nel Campionato Italiano Classi Olimpiche si è materializzata alle 14:30 del secondo giorno.

CICO Napoli 18 09 2015 01

CICO Napoli 18 09 2015 01
Immagine 1 di 4

All’improvviso, dopo una mattinata di afa e bonaccia, il golfo di Napoli si è “acceso”, regalando una brezza di circa 8 nodi che ha consentito ai Comitati di Regata di allestire rapidamente i campi in cui sono state distribuite le dieci flotte delle classi olimpiche, più la paralimpica dei 2.4 mR, che concorrono all’assegnazione dei titoli Italiani.

Le regate: una prova per la classe Laser Radial, due per i 49er, 49er FX, Nacra 17 e 2.4 mR, tre per le tavole a vela RS:X uomini, donne e Youth, mentre le flotte dei Finn, dei 470 (uomini e donne) e del Laser Standard sono rientrate a terra senza aver concluso nemmeno una prova, rimandando di fatto a sabato (con segnale di avviso alle ore 11 per tutte le classi) l’esordio vero e proprio in questa edizione del Campionato Italiano Classi Olimpiche, vento permettendo chiaramente.

(altro…)

Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini Mondiali 470 Youth

Benedetta Di Salle (YC Italiano) e Alessandra Dubbini (CV Toscolano Maderno) hanno vinto a Thessaloniki, in Grecia, il titolo Mondiale 470 Youth femminile: le due giovani azzurre, al secondo anno di attività nel doppio olimpico, hanno dominato la manifestazione iridata sbaragliando la concorrenza e ottenendo la vittoria matematica con un giorno di anticipo.

Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini in regata al Mondiale 470 Youth

Le due veliste sono state capaci di chiudere la serie di dieci regate con i parziali 23-7-2-3-2-2-1-2-6-4 e di staccare le seconde, le greche Bozi-Klonaridou, di ben 27 punti, un vantaggio incolmabile prima della Medal Race, che hanno comunque vinto. Regata a cui hanno partecipato anche Roberta Caputo e Açice Sinno, quinte dopo la prova finale.

Nei maschi, grazie a un secondo posto ottenuto nella Medal Race Giacomo Ferrari e Giulio Calabro sono riusciti a chiudere al terzo posto, ottenendo quindi una medaglia di bronzo che, considerato il livello tecnico del doppio olimpico, vale tantissimo.

Giacomo Ferrari e Giulio Calabro ai Mondiali 470 Youth foto Nikos Pantis

Classifiche complete su 2015juniorworlds.470.org