Category name:Barche

Bavaria Yachts – Bavaria C42

Sebbene il Bavaria C42 sia un’evoluzione del Bavaria C-Line, ha mantenuto il carattere del cantiere. La forma moderna ed innovativa delle linee scafo e prua a V sviluppata dal Bavaria Yachts garantiscono perfette caratteristiche di navigazione e spazi sia in coperta che negli interni insolitamente ampi e confortevoli.

Bavaria Yachts C42 01

Bavaria Yachts C42 01
Immagine 1 di 6

La carena Bavaria e il V di prua Bavaria

Queste caratteristiche distintive che formano il design dello scafo conferiscono al Bavaria C42 non solo maggior volume sotto coperta, ma anche eccezionali caratteristiche di navigazione.

Le linee dello scafo aumentano la stabilità, allungano la linea di galleggiamento e migliorano le prestazioni, conferendo maggiore sensibilità e padronanza nelle manovre. Il vistoso angolo a poppa del Bavaria C42 ha un ulteriore vantaggio, quello di offrire cabine con più spazio e quindi più comfort. Il V Bavaria è sottile lungo la linea di galleggiamento e si allarga come una V man mano che raggiunge il ponte. E’ stato sviluppato dalla Cossutti Yacht Design Italia e dalla Bavaria Yachts, per conferire più volume alla prua dello scafo. Nonostante l’ampia poppa, il volume aggiuntivo a prua assicura un buon assetto in fase di sbandamento e quindi maggiore sicurezza, soprattutto in caso di mare mosso. Inoltre la prua a V conferisce alla cabina a prora una dimensione completamente nuova.

La chiglia in ghisa con 2700 kg di zavorra e il peso complessivo di soli 9600 kg assicurano un buon coefficiente di raddrizzamento.

Più volume e prestazioni, grazie alla carena e alla prua a V

(altro…)

Le barche nominate all’European Yacht of the Year 2020 (EYotY)

Sono state comunicate le barche nominate per l’European Yacht of the Year 2020 (EYotY). I vincitori saranno premiati a gennaio al Boot di Dusseldorf durante la serata di gala dedicata.

01 Elan Impression 45.1

01 Elan Impression 45.1
Immagine 1 di 16

Le categorie in gara: Family Cruiser, Performance Cruiser, Racer/Cruiser, Luxury Cruiser, Multiscafi. A rappresentare l’Italia in giuria la rivista Vela e Motore, insieme ad altre dieci tra le più importanti riviste nautiche europee.

I concorrenti nella categoria “Family Cruiser” sono:

● Impression 45.1
Oceanis 30.1
Sun Odyssey 410

I concorrenti nella categoria “Performance Cruiser” sono:

First Yacht 53
Italia 11.98
● RM 1180
X 4.0

I concorrenti nella categoria “Racer/Cruiser” sono:

​● Dehler 30 OD
J/99
● JPK 1030
Sun Fast 3300
ClubSwan 36

I concorrenti nella categoria “Luxury Cruiser” sono:

​● Amel 60
Grand Soleil 42 LC
● Oyster 565

I concorrenti nella categoria “Multihulls” sono:

● Excess 15
● Lagoon 46
● Neel 47

Info su www.europeanyachtoftheyear.com

Wally presenta il nuovo sloop high performance di 101 piedi

Cannes, 10 Settembre 2019 – Wally ha sviluppato un nuovo e innovativo superyacht a vela di 101 piedi, il primo progetto a vela da quando il brand monegasco è entrato a far parte di Ferretti Group.

Wally 101

La progettazione, già in fase conclusiva, porta la firma di Judel/Vrolijk per l’architettura navale, mentre lo styling esterno si avvale della collaborazione con Pininfarina.

Questo sloop semi-custom è caratterizzato da tutte le innovazioni che distinguono l’iconico design Wally e introduce la rivoluzionaria Wally Magic Keel©.

  • Prestazioni elevate grazie alle linee di nuova generazione dello scafo, al nuovo sistema Wally Magic Keel©, al potente piano velico e alla costruzione in carbonio
  • I layout della coperta e degli interni sono ideati come una piattaforma flessibile adattabile alle richieste dei singoli armatori
  • Con grandi spazi e interamente vivibile sia all’interno così come all’esterno, il nuovo 30 metri propone una vivibilità pari a quella di un 40 metri.

La coperta

“Fedele allo spirito Wally, il nuovo 101 offre eccezionale comfort interno ed esterno abbinato ad elevate prestazioni pur rimanendo semplice e facile da manovrare”, afferma Luca Bassani, fondatore di Wally.
La tuga, bassa e dal profilo contemporaneo ed elegante, è caratterizzata dalla particolare forma della vetrata, ad imbuto, che si fonde nel teak della prua.

(altro…)

Le foto del Beneteau First Yacht 53 in navigazione

Disegnato da Roberto Biscontini per lo scafo e Lorenzo Argento per interni e esterni, il First Yacht 53 sarà presentato, dopo due anni di sviluppo, per la prima volta in occasione dei saloni nautici autunnali 2019 in Europa (Cannes, Genova, Barcellona) e in America (Annapolis).

Beneteau First 53 2019 14

Beneteau First 53 2019 14
Immagine 1 di 14

Il First Yacht 53 risponde al preciso obiettivo di essere il nuovo punto di riferimento come barca a vela da crociera veloce e di lusso. Ci sono voluti due anni di lavoro affinché l’eccellenza toccasse l’acqua e potesse rispondere alle richieste degli armatori più esigenti in termini di emozioni al timone, velocità e vita a bordo in ormeggio.

Erede di più di 40 anni d’esperienza della gamma First lanciata da Beneteau nel 1977, il First Yacht 53 punta alla crociera competitiva. La carena è performante e nel progettarla si è cercato l’equilibrio al timone. Il piano di è coperta pulito, gli interni sono marini e moderni, impreziositi da modanature in legno lamellare, sullo sfondo laccato bianco delle paratie.

(altro…)

Aria 8 metri Stazza Internazionale e la sua nuova rotta

Trieste – È passato ormai un ventennio da quando ARIA è stata riportata, come doveva essere per una barca di così tanta eleganza e storia, a tutto il suo antico e autentico splendore.

Aria 8 metri Stazza Internazionale 04

Aria 8 metri Stazza Internazionale 04
Immagine 1 di 5

Dopo il primo restauro presso i cantieri dell’Argentario (1998), cui ne sono seguiti altri presso il Cantiere dell’Alto Adriatico di Monfalcone, l’8 metri Stazza Internazionale “ 8-I.17”, classe 1935, forgiato da quello stesso Ugo Costaguta, padre dell’olimpionica “Italia” (Kiel, XI Olimpiade), ha ripreso, nel 1999, a solcare i mari di tutta Europa partecipando alle regate più prestigiose della sua categoria, vincendo tutto quello che c’era da vincere, sapendo portare ‘aria nuova’ nella vita della sua armatrice, Serena Galvani, con cui ha sempre combattuto importanti battaglie che sono andate oltre le regate e oltre quelle raffiche di vento raccolte e affrontate durante tante meravigliose navigazioni. ARIA, foriera di forza ed energia nella vita di tutti i giorni, ha affrontato infatti sfide che sono andate ben oltre gli interessi personali, tanto che – come è noto – in suo nome Serena Galvani ha fondato l’Associazione “ARIE”, Associazione per il Recupero delle Imbarcazioni d’Epoca, con lo scopo di coinvolgere tutti coloro che credono nella storia della nostra marineria e nella salvaguardia delle imbarcazioni di valore storico. Ed è stato per suo merito che, nel 2003, fu vinta la prima battaglia fuori dall’acqua di mare, tra le tempestose acque della politica, con il riconoscimento a Beni Culturali di navi, galleggianti e beni navali rispondenti a precisi requisiti. Ma ARIA, sulla cui coperta sono sfilati anche molti personaggi di spicco, non si è fermata a questo e per anni si è occupata di solidarietà, promuovendo iniziative a sostegno di giovani, anziani, e di persone diversamente abili con particolare attenzione per chi soffre di disturbi psichiatrici.

(altro…)

Vent Vert ITA64 in vendita

Vent Vert is a very comfortable cruising yacht with incredible space inside and on deck. It is a real classic beutiful family boat ,easy to handle, and very seaworthy. 3 double cabins, 2 bathrooms ,very wide salon ,(9 persons can sleep on board); a real engine room.

Vent Vert 01

Vent Vert 01
Immagine 1 di 12

She was designed by Eugene Cornù in 1963,built in mahogany on copper riveted oak frames by Manzoni & Fils. The hull is perfect. Her insides and many details are original and really beautiful.

The Teak deck was rebuilt in 2000. All the sails have been done in 2004 and are new; New generator type Paguro 5kw installed in 2005

Name: Vent Vert Cornu Double Ender Ketch
Rig: Bermudian Ketch
Year: 1946
Designer: EUGENE CORNU’
Builder: Manzoni & Fils
Location: E Italy

LOA: 16,40m
LOD: 16,40m
LWL: 13,00m
Bmax: 4,35m
Depth: 2,00m
Sail surface: 115 sq m
Displacement: 28 T
Engine: Volvo Penta Turbo 280Hp wich providens 8 knots of cruising speed

Dimensions:
Length on deck 16,30m Length Water Line 13m max Beam 4,35m Sail Surface 115 sq m

Generator: Paguro 5Kw
Water tanks: 1500 l
Fuel tank 700l

Water tanks 1500 liters ; Fuel tanks 700 liters
Engine: Volvo Penta turbo 280 HP which provides 8 knots of cruising speed

Il prezzo base x la trattativa è di €. 200,000 trattabili. Si valutano permute con barca a motore

Per info +386.40161580 Giorgio Rizzo

Jeanneau Sun Fast 3300

Progettato dal duo Andrieu / Verdier per il cantiere francese Jeanneau e costruito interamente in infusione, il Sun Fast 3300 beneficia di eccezionali resistenza e rigidità, con un peso notevolmente ridotto.

Le nouveau Jeanneau Sun Fast 3300, le 23 avril 2019, Pohto © Jean-Marie Liot / Jeanneau

Le nouveau Jeanneau Sun Fast 3300, le 23 avril 2019, Pohto © Jean-Marie Liot / Jeanneau
Immagine 1 di 34

Le nouveau Jeanneau Sun Fast 3300, le 23 avril 2019, Pohto © Jean-Marie Liot / Jeanneau

Con il suo scafo leggero e potente, i due timoni e la chiglia dritta, questo nuovo Sun Fast combina un’eccezionale velocità e capacità di mantenere la rotta in tutte le condizioni. Perfettamente adattato alle gare in singolo, a due o con equipaggio, il Sun Fast 3300 si è già dimostrato molto competitivo nelle competizioni costiere e offshore. Il Sun Fast 3300 è una barca da corsa audace, senza compromessi, progettato per il successo!

Il Sun Fast 3300 beneficia di un design innovativo dello scafo con doppio concavo, a prua e a poppa. Queste curve invertite nella linea della chiglia consentono una migliore distribuzione della pressione dinamica, limitando la resistenza sullo scafo, ma anche riducendo al minimo l’area della superficie al di sotto della linea di galleggiamento per prestazioni più elevate. La struttura e la forma della chiglia attentamente studiate consentono inoltre una riduzione della pressione idrodinamica e un centro di gravità ottimizzato. Il risultato: un leggero, veloce e reattivo Sun Fast 3300.

Il piano velico

(altro…)

Grand Soleil 42 Long Cruise

Il Grand Soleil 42 Long Cruise è l’ultimo modello nato della gamma Blue Water dedicata alla crociera a lungo raggio del Cantiere del Pardo.

Grand Soleil 42 Long Cruise 01

Grand Soleil 42 Long Cruise 01
Immagine 1 di 12

Comfort, grandi spazi a bordo, autonomia nella navigazione sono le caratteristiche che contraddistinguono questo nuovo scafo di dodici metri, disegnato da Marco Lostuzzi in collaborazione con Nauta Design e con l’ufficio tecnico del Cantiere del Pardo. Come il fratello maggiore 52 LC, anche il 42 LC sarà disponibile in due versioni, una con il classico rollbar per avere la coperta il più possibile libera e vivibile e una versione più sportiva senza rollbar e senza panche di poppa. Il lancio del Grand Soleil 42 LC è previsto per il Salone di Cannes 2019.

SCAFO E COPERTA

Lo scafo del GS 42 LC, disegnato anche questa volta da Marco Lostuzzi, garantisce da una parte una stabilità di forma elevata grazie a volumi generosi, e dall’altra alti livelli di performance garantite da un piano velico ben proporzionato.
Come i fratelli maggiori della gamma Long Cruise, anche il 42 LC è pensato per offrire il massimo comfort e una lussuosa vita a bordo. Tutte le manovre sono rinviate sottocoperta alla postazione del timoniere, caratterizzata nella versione standard da due panche al cui interno si crea un naturale spazio per lo stivaggio. I due winch per parte (elettrici come optional) posizionati vicino alle due ruote del timone permettono di facilitare e rendere piacevoli le lunghe navigazioni, anche con equipaggio ridotto. Le manovre sono inoltre semplificate dalla randa avvolgibile nell’albero e dal fiocco autovirante con rotaia recessata.
Il rollbar in carbonio libera l’ampio pozzetto da ingombri, lasciando spazio a zone di completo relax, e funge anche da supporto per il bimini e per lo sprayhood.
(altro…)

Beneteau First Yacht 53

Disegnato da Roberto Biscontini per lo scafo e Lorenzo Argento per interni e esterni, il First Yacht 53 sarà presentato, dopo due anni di sviluppo, per la prima volta in occasione dei saloni nautici autunnali 2019 in Europa (Cannes, Genova, Barcellona) e in America (Annapolis).

Beneteau First 53 2019 01

Beneteau First 53 2019 01
Immagine 1 di 20

Il First Yacht 53 risponde al preciso obiettivo di essere il nuovo punto di riferimento come barca a vela da crociera veloce e di lusso. Ci sono voluti due anni di lavoro affinché l’eccellenza toccasse l’acqua e potesse rispondere alle richieste degli armatori più esigenti in termini di emozioni al timone, velocità e vita a bordo in ormeggio.

Erede di più di 40 anni d’esperienza della gamma First lanciata da Beneteau nel 1977, il First Yacht 53 punta alla crociera competitiva. La carena è performante e nel progettarla si è cercato l’equilibrio al timone. Il piano di è coperta pulito, gli interni sono marini e moderni, impreziositi da modanature in legno lamellare, sullo sfondo laccato bianco delle paratie.

(altro…)

Hallberg-Rassy 40C

Hallberg-Rassy 40C sostituisce il 40 MKII, riprendendo le evoluzioni più recenti adottate dal resto della gamma a pozzetto centrale, ovvero Hallberg-Rassy 44 e HR 57.

Hallberg Rassy 40C 01

Hallberg Rassy 40C 01
Immagine 1 di 8

Alla base delle specifiche del nuovo Hallberg-Rassy 40C un obiettivo: l’ottimizzazione del layout e dei servizi forniti da uno yacht di 40ft a pozzetto centrale (che da quanto duchiarato dal cantiere è grande quanto quello del 44), uno schema ben ricevuto dai clienti, che penalizza la superficie dello stesso pozzetto a livello di larghezza e lunghezza ma offre una grande sicurezza nella navigazione per coloro che vogliono andare lontano o per coloro che navigano in acque difficili – Mare del Nord e Baltico – e permette di costruire una cabina di poppa a tutta larghezza con un margine accettabile.

Per l’area cucina sono possibili due scelte: grande o enorme. Con l’opzione dell’enorme, si ottiene sia una maggiore area di lavoro superiore, maggiore spazio di stivaggio e un’ulteriore frigorifero ad apertura frontale. Con questa cambusa è anche possibile aggiungere una lavastoviglie e un microonde. Entrambe non interferiscono con il passaggio verso la cabina di poppa.

Anche nella cabina di poppa ci sono due diverse opzioni: Standard è due cuccette separate, di cui una doppia e una singola. In mezzo c’è un posto comodo. Come opzione, è disponibile un ampio letto della linea centrale, con il divano a sinistra e il tavolo da trucco a dritta. Questa versione può anche essere facilmente combinata con “eliche laterali” di poppa, che permettono di ormeggiare anche se il vento spinge la barca nella direzione opposta. In entrambe le versioni ci sono due gavoni di poppa di grandi dimensioni.

(altro…)