Category name:Barche

Nautor’s Swan apre le porte del cantiere

Con l’avvicinarsi della primavera, il team di Nautor’s Swan si sta preparando per la stagione delle partenze e augura “Fair Winds” a molti armatori felici e fortunati che salpano.

Per celebrare questo importante periodo dell’anno, il cantiere BTC (Boatbuilding Technology Center) apre le sue porte ai clienti dal 28 al 31 maggio, offrendo una profonda esperienza per ispezionare una varietà di nuovi yacht in acqua e visitando lo stabilimento, per scoprire dove avviene tutta la magia.

Diamo il benvenuto ai clienti a casa nostra durante tutto l’anno qui in BTC“, afferma Giovanni Pomati, CEO di Nautor Group. “ma ci siamo sentiti in dovere di aprire le porte del nostro cantiere con l’opportunità di vedere oltre dieci nuovi yacht Swan in fase di consegna, tutti pronti per la partenza“.

(altro…)

Beneteau annuncia il nuovo First 44

La linea FIRST nasce quarantacinque anni fa con il lancio del leggendario FIRST 30, e quest’anno Beneteau celebra doppiamente l’occasione con l’annuncio del FIRST 36 a gennaio e l’arrivo oggi del FIRST 44, finalizzato al rinnovo di uno standard di gamma ora completamente ridisegnata.

Beneteau First 44 2022 02

Beneteau First 44 2022 02
Immagine 1 di 23

La barca si inserisce tra i grandi yacht Beneteau dai 40′ ai 45′ come il FIRST 40.7, il 45f5 o, più recentemente, il FIRST 40 e 45. Oggi il FIRST 44 incarna un naturale legame tra il FIRST 36 e il FIRST 53, raffinando e ridefinendo allo stesso modo prestazioni, eleganza e comfort: una nuova creazione Biscontini/Argento che non si nega davvero nulla. È una bella barca a vela con un design straordinario, che offre attraverso la sua architettura e qualità costruttiva un’esperienza che non è seconda a nessuno.

I punti principali:

(altro…)

The Italian Sea Group procede al rilancio di Perini Navi

Tre navi a vela in consegna entro il 2024: uno sloop di 47m, due ketch di 56m e 60m

Marina di Carrara, 21 aprile 2022: The Italian Sea Group, operatore globale della nautica di lusso, conferma la ripresa operativa dei siti produttivi di Viareggio e La Spezia in tempi record e il nuovo piano di produzione Perini Navi.

La geografia industriale disegnata da Giovanni Costantino, Founder e CEO di The Italian Sea Group, prevede che i cantieri di Viareggio continuino ad essere dedicati alla realizzazione delle navi a vela fino a 60 metri, mentre le dimensioni superiori vengano realizzate a La Spezia e a Marina di Carrara.

(altro…)

Nuova ammiraglia: Dehler 46 SQ

Greifswald, 13 aprile 2022: Dopo lo straordinario successo del Dehler 38 SQ, il tradizionale marchio tedesco presenta la sua nuova ammiraglia, la Dehler 46 SQ.

Dehler-46-SQ-2022-01

Dehler-46-SQ-2022-01
Immagine 1 di 35

SQ è da tempo sinonimo di velocità e qualità in Dehler, e quindi di caratteristiche di navigazione perfette e design all’avanguardia. Il nuovo Dehler 46 SQ si distingue per un nuovo concetto di decorazione e illuminazione, un layout interno intelligente e aggiornamenti ad alte prestazioni per l’attrezzatura e il pozzetto. Ecco perché il 46 SQ combina pura navigazione e comfort in una classe a sé stante.
(altro…)

Beneteau First 36 2022

Il cantiere francese Beneteau ha annunciato il lancio del nuovo First 36, barca a vela crociera-regata che sarà presentata al salone di Düsseldorf nel gennaio 2023.

01 beneteau first 36

01 beneteau first 36
Immagine 1 di 7

Secondo quanto scrive il cantiere nel comunicato la mission del nuovo First 36 è colmare il divario tra il mondo delle regate hi-tech e quello delle regate tradizionali. Sarà disponibile in due versioni e anche quella destinata allla crociera sarà in grado di planare in condizioni di brezza moderata.

Tuttavia, questa di per sé non era la sfida principale per i team di progettazione e produzione. Per 40 anni, i First hanno raggiunto con successo l’inafferrabile punto debole tra comfort, prestazioni, utilità, eleganza, costruzione high-tech e prezzo ragionevole. I nuovi First 36 non sono diversi.
(altro…)

Grand Soleil 40 2022

Il nuovo Grand Soleil 40 ha tutte le carte in regola per replicare il grande successo del GS 44 vincitore dell’ultimo Mondiale ORC, mantenendo inalterato il family feeling della gamma tra stile, eleganza, ergonomia e sicurezza. Una barca veloce e reattiva che nelle prestazioni declina la sua marcata personalità sportiva. Il Grand Soleil 40 sarà presentato come World Première durante il Cannes Yachting Festival 2022.

Grand Soleil 40 2022 01

Grand Soleil 40 2022 01
Immagine 1 di 18

Il nuovo 40 piedi, disponibile nella doppia versione Performance e Race, porta ancora una volta la firma di Matteo Polli, il progettista capace di portare alla vittoria il Grand Soleil 44 Essentia nell’ultimo Campionato Mondiale ORC, e di Nauta Design, già responsabile per il design esterno e interno dei precedenti modelli Grand Soleil. Le linee dello scafo e l’architettura navale del GS 40 mantengono la forte vocazione alle prestazioni, ma senza sacrificare le volumetrie a vantaggio dello spazio e del comfort a bordo. Frutto di una sinergia tra Nauta Design (interior & exterior design) e l’Ufficio Tecnico del Cantiere, che portano in acqua un’imbarcazione con layout puliti e funzionali nelle aree interne ed esterne.

«Le linee di carena: un’evoluzione del concept studiato per il GS 44, con la massima attenzione al bilanciamento dei volumi». Matteo Polli, Naval Architect.

«Il design brief per il nuovo Grand Soleil 40 è molto affine a quello del GS 44, ma con l’asticella posta ancora più in alto vista la taglia inferiore. La lunghezza fuori tutto di 40 piedi, una tra le più comuni sul mercato, presenta infatti una sfida ancor più ardua nel trovare il compromesso ideale tra volumi interni e caratteristiche sportive. Grazie anche all’esperienza maturata sul 44 e al team di progettisti ormai rodato, è stato possibile trovare il connubio perfetto tra prestazioni e comfort. Le linee di carena sono un’evoluzione dei concetti studiati per il GS 44, dando la massima attenzione al bilanciamento dei volumi all’aumentare dello sbandamento. Le entrate di prua rimangono molto sottili per mantenere buone prestazioni con poco vento e assicurare un passaggio dolce sull’onda. Come sul GS 44, si è posta molta importanza sul posizionamento
decisamente arretrato dell’albero mettendo in condizione Nauta Design di sviluppare un layout innovativo e ottenendo un beneficio sia sulle prestazioni sia sul comfort. E’ stato scelto inoltre di mantenere un piano di deriva con pala timone singola in posizione molto avanzata, soluzione che reputo ideale sia in crociera sia in regata».

(altro…)

Escapist 24 – Un progetto di Cristian Pilo

Il progetto Escapist 24 nasce in poche settimane, in questo strano e drammatico periodo di primavera 2020, tra lockdown e pandemie, dall’input di un costruttore dell’Alto Adriatico alla ricerca di un progetto di medie dimensioni che potesse muoversi in crociera a cavallo tra mare e ambienti lagunari in agilità, per esplorare questi straordinari habitat con una famiglia a bordo in relax.

Escapist 24 Cristian Pilo 01

Escapist 24 Cristian Pilo 01
Immagine 1 di 13

I requisiti erano quindi un pescaggio ridotto (o riducibile facilmente “al volo”), e sempre “al volo” la possibilità di buttare giù l’albero per poter passare sotto un ponte, e risollevarlo subito dopo, prestazioni a vela oneste, ma una barca corsaiola non era uno dei target del progetto.

L’Escapist 24 risponde inoltre alla voglia di disegnare qualcosa dal look classico, se pure tenendo delle linee d’acqua abbastanza attuali. La barca doveva essere costruibile al 100%, rig compreso, e per la motorizzazione abbiamo da subito optato per una soluzione molto razionale come costi/benefici: un pozzetto a poppa in grado di ospitare un fuoribordo sino a 10 HP (per combattere correnti di marea e prolungate bonacce lagunari); abbiamo preferito evitare costosi e pesanti motori entrobordo e tutti gli impianti correlati, confidando nella robustezza e affidabilità dei piccoli FB attuali.

Gli interni

(altro…)

Don McIntyre annuncia la ClassMini 5.80

Amsterdam, 2 marzo 2020 – McIntyre Adventure, organizzatore della Solo 2018 e della www.OceanGlobeRace.com con equipaggio completo prevista nel 2023, annuncerà presto i piani per costituire una nuova classe internazionale One Design rivolta agli autocostruttori. Un Mini di 5,80 metri in legno con cui partecipare a una regata transatlantica prevista per il 2021 e una Mini Globe Raceè prevista nel 2024.

ClassMini580 01

La Mini 5.80 è per tutti i marinai, giovani e meno giovani, che hanno il sogno di navigare sugli oceani in barche a vela piccole, divertenti, convenienti e sicure. I piani di costruzione costano solo 300 dollari. La semplice costruzione in compensato significa che chiunque può costruire questo Mini in pochi mesi.

Se non vuoi costruire, un cantiere locale può farlo per te. È “stivabile” all’interno di un container da 20 piedi per la spedizione da o verso eventi internazionali. L’albero è pensato per consentire la spedizione in due pezzi e rimuovere chiglia e timone è molto semplice. Può essere portato a casa su un rimorchio, da una normale auto di famiglia.

ClassMini580 02 mappa

L’annuncio ufficiale e il lancio di ClassMini 5.80 si terranno al salone nautico HISWA di Amsterdam sabato 14 marzo sul palco centrale alle 13.30. Tutti i dettagli saranno poi resi noti e il sito ufficiale www.ClassMini580.com sarà pubblicato. Lo scafo n. 01 per Don McIntyre è attualmente in costruzione in Polonia. Dovrebbe essere varato in giugno. McIntyre salperà con questo yacht nel primo Solo 5.80 Transat, partendo dal Portogallo a novembre 2021.

“Adoro le piccole imbarcazioni per la loro semplicità, la pura avventura e la costruzione di questo 5,80 con compensato sostenibile per le piantagioni ha il minor impatto possibile”. Ha detto Don McIntyre, organizzatore del nuovo ClassMini 5.80 “Non ho idea se i marinai saranno entusiasti di questo nuovo sviluppo, ma certamente io lo sono. Speriamo di vedere la costruzione di barche in tutto il mondo e, in tal caso, sosterremo le Associazioni nazionali e le gare locali”

Info su classmini580.com

Beneteau Oceanis 40.1

Insieme all’Océanis Yacht 54, Benetau ha annunciato anche l’Oceanis 40.1, disegnata da Marc Lombard per lo scafo e Nauta design per gli interni.

Beneteau Oceanis Yacht 54 01

Beneteau Oceanis Yacht 54 01
Immagine 1 di 8

In linea con la sorella maggiore maggiore, l’Oceanis 51.1, uscita nel 2017, il 40.1 porta volume e spazio senza precedenti in coperta e all’interno senza tuttavia sacrificare le prestazioni.

Per soddisfare i velisti più esigenti in termini di comfort e piacere a vela, l’Oceanis 40.1 è disponibile in diverse versioni di accessori, pescaggio e alberatura. Famiglie, coppie, amici, giovani e vecchi, questo nuovo 12 metri si adatta a tutti i tuoi desideri di crociera.

L’OC 40.1 ha uno scafo a spigolo con un gradino che si estende sul terzo anteriore dello scafo con il risultato di ottenere il massimo potenziale di velocità e rigidità sotto la linea di galleggiamento. Sopra l’opera viva un piano di coperta e interni XXL unici in queste dimensioni della barca. L’impressione di essere a bordo di un 45 piedi.

(altro…)

Bénéteau Océanis Yacht 54

Riprendendo lo scafo di grande successo del Bénéteau First Yacht 53, il Bénéteau Océanis Yacht 54 è la versione meno sportiva. Si aggiunge al fiore all’occhiello della gamma, l’Océanis Yacht 62.

Beneteau Oceanis Yacht 54 01

Beneteau Oceanis Yacht 54 01
Immagine 1 di 7

Per aumentare la sua offerta sul mercato delle grandi barche a vela di lusso, che attualmente comprende il Bénéteau First Yacht 53 (con tendenza sportiva) e il Bénéteau Océanis Yacht 62, il cantiere francese ha deciso di partire dallo scafo del primo, per declinare una versione più familiare e orientata alla navigazione a lunga distanza.

Un’opera affidata al duo Roberto Biscontini (architettura navale) e Lorenzo Argento (progettista di interni ed esterni), il cui compito era quello di immaginare una comoda barca a vela, con grande fluidità nei movimenti a bordo e nelle manovre al vela.

Uno scafo, due varianti

La scelta dello scafo da 17 metri del First Yacht 53 è brillante, in quanto ha superato tutti i test per le sue qualità marine, il suo volume e il suo design. Consente al cantiere francese di soddisfare le aspettative dei diportisti che desiderano più volume a bordo e più funzionalità a bordo, soprattutto in coperta.

Un piano di coperta rivoluzionario

(altro…)