Category name:Barche

Escapist 24 – Un progetto di Cristian Pilo

Il progetto Escapist 24 nasce in poche settimane, in questo strano e drammatico periodo di primavera 2020, tra lockdown e pandemie, dall’input di un costruttore dell’Alto Adriatico alla ricerca di un progetto di medie dimensioni che potesse muoversi in crociera a cavallo tra mare e ambienti lagunari in agilità, per esplorare questi straordinari habitat con una famiglia a bordo in relax.

Escapist 24 Cristian Pilo 01

Escapist 24 Cristian Pilo 01
Immagine 1 di 13

I requisiti erano quindi un pescaggio ridotto (o riducibile facilmente “al volo”), e sempre “al volo” la possibilità di buttare giù l’albero per poter passare sotto un ponte, e risollevarlo subito dopo, prestazioni a vela oneste, ma una barca corsaiola non era uno dei target del progetto.

L’Escapist 24 risponde inoltre alla voglia di disegnare qualcosa dal look classico, se pure tenendo delle linee d’acqua abbastanza attuali. La barca doveva essere costruibile al 100%, rig compreso, e per la motorizzazione abbiamo da subito optato per una soluzione molto razionale come costi/benefici: un pozzetto a poppa in grado di ospitare un fuoribordo sino a 10 HP (per combattere correnti di marea e prolungate bonacce lagunari); abbiamo preferito evitare costosi e pesanti motori entrobordo e tutti gli impianti correlati, confidando nella robustezza e affidabilità dei piccoli FB attuali.

Gli interni

(altro…)

Don McIntyre annuncia la ClassMini 5.80

Amsterdam, 2 marzo 2020 – McIntyre Adventure, organizzatore della Solo 2018 e della www.OceanGlobeRace.com con equipaggio completo prevista nel 2023, annuncerà presto i piani per costituire una nuova classe internazionale One Design rivolta agli autocostruttori. Un Mini di 5,80 metri in legno con cui partecipare a una regata transatlantica prevista per il 2021 e una Mini Globe Raceè prevista nel 2024.

ClassMini580 01

La Mini 5.80 è per tutti i marinai, giovani e meno giovani, che hanno il sogno di navigare sugli oceani in barche a vela piccole, divertenti, convenienti e sicure. I piani di costruzione costano solo 300 dollari. La semplice costruzione in compensato significa che chiunque può costruire questo Mini in pochi mesi.

Se non vuoi costruire, un cantiere locale può farlo per te. È “stivabile” all’interno di un container da 20 piedi per la spedizione da o verso eventi internazionali. L’albero è pensato per consentire la spedizione in due pezzi e rimuovere chiglia e timone è molto semplice. Può essere portato a casa su un rimorchio, da una normale auto di famiglia.

ClassMini580 02 mappa

L’annuncio ufficiale e il lancio di ClassMini 5.80 si terranno al salone nautico HISWA di Amsterdam sabato 14 marzo sul palco centrale alle 13.30. Tutti i dettagli saranno poi resi noti e il sito ufficiale www.ClassMini580.com sarà pubblicato. Lo scafo n. 01 per Don McIntyre è attualmente in costruzione in Polonia. Dovrebbe essere varato in giugno. McIntyre salperà con questo yacht nel primo Solo 5.80 Transat, partendo dal Portogallo a novembre 2021.

“Adoro le piccole imbarcazioni per la loro semplicità, la pura avventura e la costruzione di questo 5,80 con compensato sostenibile per le piantagioni ha il minor impatto possibile”. Ha detto Don McIntyre, organizzatore del nuovo ClassMini 5.80 “Non ho idea se i marinai saranno entusiasti di questo nuovo sviluppo, ma certamente io lo sono. Speriamo di vedere la costruzione di barche in tutto il mondo e, in tal caso, sosterremo le Associazioni nazionali e le gare locali”

Info su classmini580.com

Beneteau Oceanis 40.1

Insieme all’Océanis Yacht 54, Benetau ha annunciato anche l’Oceanis 40.1, disegnata da Marc Lombard per lo scafo e Nauta design per gli interni.

Beneteau Oceanis Yacht 54 01

Beneteau Oceanis Yacht 54 01
Immagine 1 di 8

In linea con la sorella maggiore maggiore, l’Oceanis 51.1, uscita nel 2017, il 40.1 porta volume e spazio senza precedenti in coperta e all’interno senza tuttavia sacrificare le prestazioni.

Per soddisfare i velisti più esigenti in termini di comfort e piacere a vela, l’Oceanis 40.1 è disponibile in diverse versioni di accessori, pescaggio e alberatura. Famiglie, coppie, amici, giovani e vecchi, questo nuovo 12 metri si adatta a tutti i tuoi desideri di crociera.

L’OC 40.1 ha uno scafo a spigolo con un gradino che si estende sul terzo anteriore dello scafo con il risultato di ottenere il massimo potenziale di velocità e rigidità sotto la linea di galleggiamento. Sopra l’opera viva un piano di coperta e interni XXL unici in queste dimensioni della barca. L’impressione di essere a bordo di un 45 piedi.

(altro…)

Bénéteau Océanis Yacht 54

Riprendendo lo scafo di grande successo del Bénéteau First Yacht 53, il Bénéteau Océanis Yacht 54 è la versione meno sportiva. Si aggiunge al fiore all’occhiello della gamma, l’Océanis Yacht 62.

Beneteau Oceanis Yacht 54 01

Beneteau Oceanis Yacht 54 01
Immagine 1 di 7

Per aumentare la sua offerta sul mercato delle grandi barche a vela di lusso, che attualmente comprende il Bénéteau First Yacht 53 (con tendenza sportiva) e il Bénéteau Océanis Yacht 62, il cantiere francese ha deciso di partire dallo scafo del primo, per declinare una versione più familiare e orientata alla navigazione a lunga distanza.

Un’opera affidata al duo Roberto Biscontini (architettura navale) e Lorenzo Argento (progettista di interni ed esterni), il cui compito era quello di immaginare una comoda barca a vela, con grande fluidità nei movimenti a bordo e nelle manovre al vela.

Uno scafo, due varianti

La scelta dello scafo da 17 metri del First Yacht 53 è brillante, in quanto ha superato tutti i test per le sue qualità marine, il suo volume e il suo design. Consente al cantiere francese di soddisfare le aspettative dei diportisti che desiderano più volume a bordo e più funzionalità a bordo, soprattutto in coperta.

Un piano di coperta rivoluzionario

(altro…)

Da Alessandro Comuzzi il daysailer Comuzzi 32

Dal successo dell’R-30, nasce il modello Comuzzi 32, una barca disegnata rispettando il concetto “for all”, con caratteristiche simili a R-30.

C32-3

C32-3
Immagine 1 di 3

È dotata infatti del sistema Magicwheel© che permette anche alle persone in wheelchair di timonare la barca.

La carena di lunghezza 970 cm e larghezza 250 presenta una deriva con siluro a 2,00 mt. È possibile installare un sistema a deriva mobile che riduce il pescaggio a 150 cm. La barca è inoltre carrellabile vista la larghezza contenuta o trasportabile all’interno di un container.

È stato considerato inoltre un minimo interno con 2 posti letto ed un wc che può essere utilizzato anche come cala vele.

Su questo daysailer si privilegia la vita all’esterno. Si sono previste infatti due panche lunghe 180 cm che possono ospitare anche più di 6 persone. Il layout di coperta è funzionale per l’utilizzo in regata, daysailing sia con persone normodotate piuttosto che in wheelchair.
La posizione delle manovre può essere modificata in funzione delle necessità e dei programmi di navigazione.

La barca è totalmente personalizzabile in base alle esigenze dell’armatore.

(altro…)

Le barche vincitrici dell’European Yacht of the Year 2020 (EYotY)

Ogni anno, circa 60 nuove barche a vela vengono lanciate sul mercato europeo. Ma solo cinque cantieri navali possono celebrare il titolo “European Yacht of the Year 2020“. I test hanno portato i membri della giuria delle dodici riviste di vela provenienti da tutta Europa a Port Ginesta, a sud di Barcellona, ​​a ottobre. Tutti e 16 i candidati sono stati accuratamente testati e valutati.

02 Beneteau Oceanis 30-1

02 Beneteau Oceanis 30-1
Immagine 1 di 16

In totale, i giornalisti specializzati hanno coperto quasi 2.500 miglia nautiche con gli yacht nominati.

Questi sono i migliori yacht a vela d’Europa, che ricevono il premio in un totale di cinque categorie ogni anno. Per la diciassettesima volta, il premio è stato consegnato sabato 18 gennaio, durante la Flagship Night del Boot di Düsseldorf.

Il vincitore di quest’anno nella categoria Family Cruiser è stato il Beneteau Oceanis 30.1. Lo yacht da crociera costruito dalla consociata Delphia Yachts in Polonia offre un notevole grado di lusso e comfort, nonostante le dimensioni compatte, ha determinato la giuria. Anche le sue proprietà veliche e la qualità della fabbricazione sono state elogiate. Un entry level pratico e conveniente per quattro membri di equipaggio.

Nella categoria Performance Cruiser, il vincitore è stato l’X 4.0. La barca danese unisce tutte le virtù che hanno portato alla fama il famoso costruttore di barche X-Yachts. Offre un sacco di potenza prontamente disponibile – accanto a arredi molto raffinati e confortevoli.

(altro…)

Il Grand Soleil 44 Performance

Il Grand Soleil 44 è la nuova sfida del Cantiere del Pardo al mondo delle performance. Per vincere questa scommessa il Cantiere si è rivolto al progettista che meglio di tutti ha saputo interpretare negli ultimi anni il concetto di carena performante sui campi di regata di tutto il mondo: Matteo Polli.

Grand Soleil 44 Performance 01

Grand Soleil 44 Performance 01
Immagine 1 di 6

In tanti lo definiscono il “Mago dell’ORC” grazie ai numerosi titoli vinti negli ultimi anni con le barche da lui progettate: tre campionati del mondo e due campionati italiani in classe ORC dal 2015 a oggi, oltre ad avere raggiunto il podio in molte altre regate di rilevanza europea.

Questo nuovo 44 piedi va a completare la gamma Performance di Grand Soleil Yachts, dedicata agli armatori più sportivi e alla ricerca di un’imbarcazione dalle alte prestazioni capace di dare risultati anche in regata, inserendosi tra il GS 34, il GS 48 e il GS 58.

Come già visto a bordo del Grand Soleil 48, anche il GS 44 sarà disponibile in una doppia versione: un layout sarà più indicato per la crociera, con un diverso allestimento di piano velico e coperta per semplificare le manovre, l’altro sarà invece più race per dare il meglio sui campi di regata. Stile ed eleganza completano il DNA di questo nuovo 44 piedi che riprende il family feeling degli altri modelli di gamma.

(altro…)

Bavaria Yachts – Bavaria C42

Sebbene il Bavaria C42 sia un’evoluzione del Bavaria C-Line, ha mantenuto il carattere del cantiere. La forma moderna ed innovativa delle linee scafo e prua a V sviluppata dal Bavaria Yachts garantiscono perfette caratteristiche di navigazione e spazi sia in coperta che negli interni insolitamente ampi e confortevoli.

Bavaria Yachts C42 01

Bavaria Yachts C42 01
Immagine 1 di 6

La carena Bavaria e il V di prua Bavaria

Queste caratteristiche distintive che formano il design dello scafo conferiscono al Bavaria C42 non solo maggior volume sotto coperta, ma anche eccezionali caratteristiche di navigazione.

Le linee dello scafo aumentano la stabilità, allungano la linea di galleggiamento e migliorano le prestazioni, conferendo maggiore sensibilità e padronanza nelle manovre. Il vistoso angolo a poppa del Bavaria C42 ha un ulteriore vantaggio, quello di offrire cabine con più spazio e quindi più comfort. Il V Bavaria è sottile lungo la linea di galleggiamento e si allarga come una V man mano che raggiunge il ponte. E’ stato sviluppato dalla Cossutti Yacht Design Italia e dalla Bavaria Yachts, per conferire più volume alla prua dello scafo. Nonostante l’ampia poppa, il volume aggiuntivo a prua assicura un buon assetto in fase di sbandamento e quindi maggiore sicurezza, soprattutto in caso di mare mosso. Inoltre la prua a V conferisce alla cabina a prora una dimensione completamente nuova.

La chiglia in ghisa con 2700 kg di zavorra e il peso complessivo di soli 9600 kg assicurano un buon coefficiente di raddrizzamento.

Più volume e prestazioni, grazie alla carena e alla prua a V

(altro…)

Le barche nominate all’European Yacht of the Year 2020 (EYotY)

Sono state comunicate le barche nominate per l’European Yacht of the Year 2020 (EYotY). I vincitori saranno premiati a gennaio al Boot di Dusseldorf durante la serata di gala dedicata.

01 Elan Impression 45.1

01 Elan Impression 45.1
Immagine 1 di 16

Le categorie in gara: Family Cruiser, Performance Cruiser, Racer/Cruiser, Luxury Cruiser, Multiscafi. A rappresentare l’Italia in giuria la rivista Vela e Motore, insieme ad altre dieci tra le più importanti riviste nautiche europee.

I concorrenti nella categoria “Family Cruiser” sono:

● Impression 45.1
Oceanis 30.1
Sun Odyssey 410

I concorrenti nella categoria “Performance Cruiser” sono:

First Yacht 53
Italia 11.98
● RM 1180
X 4.0

I concorrenti nella categoria “Racer/Cruiser” sono:

​● Dehler 30 OD
J/99
● JPK 1030
Sun Fast 3300
ClubSwan 36

I concorrenti nella categoria “Luxury Cruiser” sono:

​● Amel 60
Grand Soleil 42 LC
● Oyster 565

I concorrenti nella categoria “Multihulls” sono:

● Excess 15
● Lagoon 46
● Neel 47

Info su www.europeanyachtoftheyear.com

Wally presenta il nuovo sloop high performance di 101 piedi

Cannes, 10 Settembre 2019 – Wally ha sviluppato un nuovo e innovativo superyacht a vela di 101 piedi, il primo progetto a vela da quando il brand monegasco è entrato a far parte di Ferretti Group.

Wally 101

La progettazione, già in fase conclusiva, porta la firma di Judel/Vrolijk per l’architettura navale, mentre lo styling esterno si avvale della collaborazione con Pininfarina.

Questo sloop semi-custom è caratterizzato da tutte le innovazioni che distinguono l’iconico design Wally e introduce la rivoluzionaria Wally Magic Keel©.

  • Prestazioni elevate grazie alle linee di nuova generazione dello scafo, al nuovo sistema Wally Magic Keel©, al potente piano velico e alla costruzione in carbonio
  • I layout della coperta e degli interni sono ideati come una piattaforma flessibile adattabile alle richieste dei singoli armatori
  • Con grandi spazi e interamente vivibile sia all’interno così come all’esterno, il nuovo 30 metri propone una vivibilità pari a quella di un 40 metri.

La coperta

“Fedele allo spirito Wally, il nuovo 101 offre eccezionale comfort interno ed esterno abbinato ad elevate prestazioni pur rimanendo semplice e facile da manovrare”, afferma Luca Bassani, fondatore di Wally.
La tuga, bassa e dal profilo contemporaneo ed elegante, è caratterizzata dalla particolare forma della vetrata, ad imbuto, che si fonde nel teak della prua.

(altro…)