Category name:Barche

Il ritorno del Grand Soleil 34

Progettato da Finot negli anni 70 è rimasto in produzione fino agli anni 80, ne sono stati realizzati circa 300 scafi, il mitico Grand Soleil 34 è, secondo molti, una leggenda. Oggi al Cantiere del Pardo è iniziata la costruzione di un nuovo GS 34 basato sullo stesso concetto, con forme più moderne e più veloce dotata di ampi spazi, comfort e alta qualità.

Grand Soleil 34 01

Grand Soleil 34 01
Immagine 1 di 12

Il settore nautico del Mediterraneo si compone oggigiorno di clienti sempre più esigenti, che desiderano barche divertenti, adatte a rapidi trasferimenti, veloci in regata, ma con un’estetica ed un’innovazione ricercate. Non è un caso che siano sempre più numerosi gli armatori che vogliono una barca su misura ed adatta alle loro esigenze, in un mercato che non incontra totalmente le loro esigenze. Un altro elemento caratterizzante del nuovo GS 34, è la possibilità di acquistarla anche in versione natante. La sintesi di un attento studio fatto da Skyron e l’unione con 40 anni di storia e di successi di Cantiere del Pardo, hanno dato vita ad un nuovo Piccolo Grand Soleil 34.

GRANDI OBIETTIVI

Il progetto è dedicato agli armatori che amano il divertimento, la crociera sportiva e le regate offshore, ed è stato ispirato dagli open oceanici. Un design ed un’architettura navale estremamente accurati hanno dato vita ad una barca da regata offshore, facile da manovrare e con le massime performance possibili, ma che mantiene al contempo il comfort di un fast cruiser.

Il nuovo GS 34 Performance è stato realizzato per regate offshore con un sistema di rating IRC e anche in ORC con una opportuna ottimizzazione del piano velico e delle appendici. In questo modo la barca può diventare competitiva in entrambi i regolamenti di stazza internazionali, sia offshore che per le regate a bastone.

Velocità, stile ed eleganza completano il DNA del prodotto che riprende il family feeling dell’ammiraglia GS 58 Performance.

COSTRUZIONE

(altro…)

Sybaris vince World Superyacht Awards 2017

Il 14 maggio 2017 durante una cerimonia che si è tenuta a Palazzo Vecchio, Firenze, Boat International Media ha annunciato i vincitori del World Superyacht Awards 2017.

Perini Navi Sybaris 01

Perini Navi Sybaris 01
Immagine 1 di 30

Tra i riconoscimenti annunciati, per quanto riguarda la vela, Sybaris, ketch in alluminio di 70 metri nato dalla collaborazione fra gli architetti navali e gli ingegneri di casa Perini con il francese Philippe Briand, ha vinto il premio Sailing Yacht of the Year e Sailing Yachts of 40-metres and above.

Il Baltic 130 My Song invece ha vinto il premio Sailing Yachts of 30-metres to 39.99-metres.

Questi tutti i vincitori:

(altro…)

Enabling Sailing, idea per adattare un Optimist per bambini disabili

Enabling Sailing è un progetto (Tesi) di Forrest Worthington ed è motivato dalla mancanza di opportunità, in molti paesi, per i bambini con disabilità agli arti inferiori di accedere alla vela. Si cerca di adattare una barca già ampiamente disponibile in qualsiasi circolo come l’Optimist, tenendo conto delle tre principali aree di interesse: come fare per ospitare comodamente il bambino in una posizione fissa; come aumentare la stabilità e prevenire il rischio di scuffiare; e come inviare tutte le manovre, timone compreso, per facile ed efficace controllo dalla posizione fissa.

Studi di stabilità, usando il software Maxsurf su disegni forniti dalla WINNER Optimist – insieme ai calcoli relativi alla resistenza dei materiali e delle attrezzature, test sul campo in Uruguay, e interviste con velisti disabili, Para World Sailing and RYA Sailability – sono stati condotti ottenere dati tecnici quantificabili. L’impatto delle modifiche sull’integrità strutturale di scafo e armo sono state valutate, e conformate alle norme della direttiva sulle imbarcazioni da diporto.

I risultati dimostrano che è possibile adattare un Optimist per fornire una seduta adeguata, la stabilità e la conduzione a vela in autonomia da una posizione fissa. La tesi offre una soluzione pratica, consentendo di fare della vela in Optimist a bambini con disabilità agli arti inferiori

Via | www.facebook.com

IC37 – Il nuovo monotipo per la Rolex New York Yacht Club Invitational Cup

Newport, RI (May 13, 2017) – Dopo 10 anni di regate con lo the Swan 42 One-Design il New York Yacht Club ha annunciato quale sarà la nuova barca utilizzata per la Rolex New York Yacht Club Invitational Cup.

IC37 New York Yacht Club 01

IC37 New York Yacht Club 01
Immagine 1 di 4

La produzione dell’IC37, disegnato da Mills Design con il supporto di KND-Sailing Performance e SDK Structures, inizierà nei prossimi mesi. Una flotta di 20 barche da 37 piedi, tutte di proprietà del New York Yacht Club, sarammo disponibili per l’edizione 2019 della Rolex New York Yacht Club Invitational Cup

Il commodoro del NYYC Philip A. Lotz spiega: “Dieci anni, fa abbiamo creato una nuova classe e un innovativo tipo di regata, entrambi hanno avuto un grandissimo successo. Le prime quattro edizioni della Rolex New York Yacht Club Invitational Cup hanno stabilito un nuovo standard per le competizioni tra circoli, portando equipaggi amatoriali da 43 club da 21 nazioni a competere a Newport. Lo Swan 42 è stato un successo immediato con 18 scafi in regata nella prima edizione nel 2007. Recentemente la barca ha riscosso un grande successo anche nelle regate a compenso in diverse parti del mondo. La dispersione delle barche lontano dal NordEst degli USA ha reso difficile avere abbastanza barche per incontrare l’interesse dall’Invitational Cup. Per assicurare il futuro di questo grande evento abbiamo deciso di costruire di una nostra flotta composta da 20 imbarcazioni che debutteranno alla Rolex New York Yacht Club Invitational Cup del 2019

(altro…)

Hallberg-Rassy 340

Il cantiere Hallberg-Rassy ha pubblicato i disegni del nuovo Hallberg-Rassy 340, che sarà presentato in anteprima con barca pronta in occasione del Open Yard / Öppet Varv, tra il 25 e il 27 Agosto 2017, il più grande Salone nautico scandinavo.

Hallberg-Rassy 340 01

Hallberg-Rassy 340 01
Immagine 1 di 10

L’Hallberg-Rassy 340 verrà venduto di serie con il timone a barra ma per la prima volta in assoluto il cantiere svedese offre in opzione anche la doppia ruota. Altro opzione possibile la grande piattaforma da bagno a poppa.

Altre caratteristiche appena HR le renderà disponibili

Info www.hallberg-rassy.com

Cantiere del Pardo annuncia la linea Grand Soleil Custom

Cantiere del Pardo ha annunciato il lancio di un nuovo brand chiamato Grand Soleil Custom, una linea che sarà dedicata a barche a vela custom con dimensioni comprese tra I 60 e gli 80 piedi.

La linea Custom, produrrà principalmente piccole serie di imbarcazioni semi-custom: gli armatori potranno scegliere diversi materiali per la realizzazione di scafo e coperta, andando dal carbonio alla vetroresina, mentre gli interni saranno completamente customizzabili, seguendo le esigenze dei clienti.

Il primo scafo venduto è un GS 80 Custom, progettato in collaborazione con il famoso architetto navale italiano Ceccarelli. Lo scafo numero 1 verrà realizzato completamente in carbonio e sarà poi legato al mondo delle regate, anche se manterrà i comfort di un cruiser.

(altro…)

Nuova commessa per il Wally 145

Monaco, 10 maggio 2017 – Wally ha annunciato la vendita di un Wally 145 (cito testualmente): un 44 metri di prestazioni, comfort e stile sviluppato per un velista con esperienza che vuole navigare in giro per il mondo con ogni condizione, dai venti molto leggeri a quelli molto forti in completo comfort.

Wally 145_01

Wally 145_01
Immagine 1 di 6

I segni distintivi di Wally e l’architetto navale German Frers hanno prodotto un mega yacht con un rapporto superficie velica/dislocamento più alto di qualsiasi altro nella categoria, risultando veloce anche in solo 6 nodi di vento. Allo stesso tempo in venti forti è molto stabile e potente grazie alla forma dello scafo e alla lifting keel che pesca fino a sette.

Il Wally 145 combina grandi volumi e un dislocamento di sole 171 tonnellate, circa 100 tonnellate più leggero di qualsiasi mega yacht simile, grazie alle ultime tecnologie delle fibre di carbonio, l’architettura navale e lo sviluppo del sistema allo stato dell’arte e ingegneria.

La caratteristica principale è la propulsione ibrida basata unicamente su DC Bus e batterie al litio per fornire energia ai sistemi in modalità silenziosa, fornisce autonomia per tutta la notte con l’aria condizionata e tutti i servizi ausiliari in funzione.

(altro…)

39Ben – Bente39

Il video di presentazione recita: Nasce tutto da un’idea semplice, attraversare l’oceano, una barca costruita per lo scopo.

Bente 39 01

Bente 39 01
Immagine 1 di 8

Da questa idea sono partiti gli ideatori del 39Ben, gli stessi del 24Ben. E dagli stessi principi immagino siano partiti per i concetti di base di questo nuovo 12 metri: una barca semplice, al minimo sindacale per lo scopo che si prefigge, ma molto ben pensata, disponibile a un prezzo molto competitivo per la sua categoria, 145.000 più tasse pronta a navigare.

La timeline del 39Ben, che come il 24 è disegnato da Judel/Vrolijk & co, prevede la costruzione del prototipo nell’estate 2017 e la sua presentazione al boot Düsseldorf 2018, primi test nella primavera dello stesso anno. Nell’inverno 2018 la consegna dei “39BEN Launch Edition” e nella primavera 2019 quella dei Semi-Custom 39BEN.

Caratteristiche tecniche principali

(altro…)

Outcut 29.5 – Catamarano a larghezza variabile a Motore / Vela

Lo lo spirito del marchio Outcut è quello di sviluppare prodotti che possano fornire a chi ama la nautica nuove possibilità di utilizzo liberandoli dalle costrizioni standardizzate e fornendo nuovi orizzonti nella mobilità, via acqua e via terra.

01-Outcut_29-5_sail-2

01-Outcut_29-5_sail-2
Immagine 1 di 16

Spiega Pietro Carrieri, ideatore del progetto: “Mi sono dedicato al progetto Outcut 29.5 con la visione di un nuovo concetto di nautica, che superi i limiti e gli stereotipi del diporto tradizionale. Mi piace pensare di svegliarmi in Costa Azzurra e cenare in Croazia, con la mia famiglia, senza equipaggio, senza patente nautica e senza vincoli portuali. Questa è la mia immagine di libertà.“

Outcut 29.5 è il catamarano carrellabile a larghezza variabile con una vivibilità inedita in soli nove metri ed una efficienza senza precedenti. Può essere dotato di allestimento open o cruiser e può essere equipaggiato di propulsione termica, elettrica o con vela ausiliaria. Nella motorizzazione 2×20 CV può essere condotto senza patente nautica, è esente da immatricolazione e, grazie alla carrellabilità, da qualsiasi onere e vincolo portuale.

L’innovativo sistema DHR (Dynamic Hull Range) riduce l’interasse degli gli scafi in acqua da 3,5 a 2,5 metri in soli 90 secondi e senza alcun compromesso di abitabilità. Ciò consente la carrellabilità e riduce l’ingombro in banchina.

Gli scafi sono stati accuratamente disegnati per ottenere la massima efficienza fluidodinamica, sono realizzati in composito sotto vuoto per massimizzare il rapporto peso/prestazioni meccaniche e sono dotati di compartimenti stagni che li rendono inaffondabili. Outcut 29.5 è stato appositamente pensato per arrivare sino a riva, con pescaggio di soli 30 centimetri ed un un peso di appena 1400 chilogrammi. Le lunghe fessure passanti riducono la pressione aerodinamica laterale.

(altro…)