Category name:Meteo

Frasi tipiche del trevigiano medio prima, durante o dopo il temporale

1) El vien dal Garda (per il trevigiano medio, ma anche per il veneziano, la ciclogenesi di tutti i temporali del mondo è il Lago di Garda. Un tifone nelle Filippine? sicuro el vien dal Garda);
2) Co’ sto caldo fa soeo che danni;
3) Bisogna vedar se el mar lo riceve o lo manda indrio (bontà sua il mare decide in piena autonomia se far passare o meno i temporali, tipo casello autostradale);
4) Ghe iera bisogno de acqua par i campi (non importa se è piovuta l’ira di Dio negli ultimi due mesi, i campi ga sempre de bisogno de acqua);
5) Grani de tempesta grossi come naranse (non importa quanto fossero grandi davvero, i chicchi di grandine sono sempre grandi come le arance, no mele, pere o albicocche, sempre arance)
6) Quatro giosse e fa pi’ caldo de prima.

Prevedere il tempo annusando l’aria

24/36 ore dall’arrivo di una perturbazione la terza delle viti deputate a tenermi insieme il femore destro inizia a darmi un leggero fastidio, allora alzo gli occhi al cielo e avvisto i primi cirri. Molto più che spesso questo mi significa che i miei amici piemontesi aprono o sono in procinto di aprire l’ombrello.

Come è noto nel nostro emisfero la masse d’aria girano intorno alle perturbazioni in senso antiorario, una bassa pressione qui al Nord Est è quindi annunciata da venti di scirocco, la temperatura si alza, l’aria si fa appiccicosa, le saracinesche del negozio si fanno più scorrevoli. Il cielo si vela, il sole si guarda come attraverso un vetro smerigliato.

Il vento è costante nella sua scarsa intensità. Arriva una pioggerellina schifida, spesso rossiccia, porta con se gli umori dell’africa, chi ha un’auto di colore nero maledice quel dì che l’ha comprata di quel colore. I Veneziani preparano gli stivali e le passerelle.

(altro…)

L’onda significativa più alta mai registrata

Un comitato di esperti della World Meteorological Organization ha stabilito che l’onda dall’altezza significativa più alta mai registrata è stata misurata da una boa in Nord Atlantico.

Era alta 19 metri ed è stata registrata da una boa automatizzata alle 0600 UTC del 4 febbraio 2013 tra l’Islanda e il Regno Unito (circa 59° N, 11° W). E’ stata causata dal passaggio di un forte fronte freddo che sulla zona ha prodotto venti fino a 43,8 nodi.

L’altezza delle onde è definita come la distanza tra la cresta di un’onda e il cavo della successiva. Il termine “altezza significativa delle onde” indica la media più alta di un terzo di quelle misurate da uno strumento, ed è paragonabile a quello che un osservatore vedrebbe come media di circa 15-20 onde ben formate su un periodo di circa 10 minuti.

Il precedente record di 18.275 metri è stato misurato l’8 dicembre del 2007, sempre in Nord Atlantico. Il Comitato era composto da scienziati provenienti da Regno Unito, Gran Bretagna, Canada, Stati Uniti d’America e Spagna.

Via | public.wmo.int

Meteo Barcolana 2016

Nel corso del briefing armatori tenuto alle 18 di sabato si è evidenziato come domenica mattina il campo di regata sarà caratterizzato dalla Bora, in corso di attenuazione. Nelle prime ore del mattino le raffiche potranno essere ancora sostenute, poi all’ora della partenza – confermata alle 10.30 – il vento dovrebbe iniziare a diminuire d’intensità. Gli organizzatori hanno specificato che domani mattina alle 8, sulla base del vento effettivo, potrebbe essere deciso (ma si tratta di una evenienza al momento POCO probabile) il posticipo della partenza ed è importante che gli armatori restino in contatto sul canale VHF 9, sul sito web e i canali social della regata, e con i media locali per apprendere eventuali decisioni di posticipo della partenza.

Previsione formulata su file grib scaricati Sabato 8 ottobre – Alla fine la possibilità di pioggia durante la Barcolana sembra scongiurata. Sono possibili deboli piogge sparse nella notte ma con nuvolosità in dissolvimento. Di primo mattino ci sarà nuvolosità residua ad est con successive ampie schiarite. In giornata cielo in genere sereno o poco nuvoloso. Sulla costa soffierà Bora moderata con tendenza alla diminuzione.

meteo-barcolana-screenshot-8-10-2016

Previsione formulata su file grib scaricati venerdì 7 ottobre – La situazione migliora di giorno in giorno. La perturbazione con il centro di bassa pressione posizionato sul centro Italia si sposta sempre più in là nel tempo. Il vento previsto è da NE moderato, 7-10 nodi con raffiche a 15. Nuvolosità variabile. Il rischio di pioggia è passato allo status di “possibile”.

meteo-barcolana-screenshot-7-10-2016

Previsione formulata su file grib scaricati giovedì 6 ottobre – Rispetto a ieri la situazione è cambiata. La perturbazione con il centro di bassa pressione posizionato sul centro Italia non è più prevista per domenica ma per lunedì. Il vento previsto è quindi sempre da NE ma più moderato, 7 nodi con raffiche a 10. Il rischio di pioggia è spostato alla seconda parte della giornata, quindi nel pomeriggio sera.

meteo-barcolana-screenshot-6-10-2016

Previsione formulata su file grib scaricati mercoledì 5 ottobre – Per domenica 9 ottobre 2016 è previsto il passaggio veloce di una perturbazione con il centro di bassa pressione posizionato sul centro Italia. Bassa pressione che sull’alto adriatico richiamerà venti da NE (Bora) che alle ore 12.00 saranno intorno ai 15 nodi con raffiche da 20/25.

Le precipitazioni sono previste scarse al mattino in intensificazione verso metà giornata e di nuovo in calo nel pomeriggio/serata.

meteo-barcolana-screenshot-5-10-2016

Questo post sarà aggiornata col passare dei giorni.

Il trailer del documentario Rising Tides

Il trailer del ducumentario Rising Tides, disponibile a partire da Gennaio 2016.

Immagine anteprima YouTube

Rising Tides esamina gli effetti dell’innalzamento del livello dei mari e dell’erosione delle coste negli Stati Uniti e nel mondo. Un argomento che scatena grande dibattito.

Scienziati, politici e persone comuni spiegano l’impatto che l’innalzamento del livello dei mari avrà a più di 10, 50 e 100 anni da oggi, così come l’impatto che le forti tempeste avranno non solo per le coste ma per importanti infrastrutture.

Info su www.risingtidesthemovie.com e www.facebook.com/risingtidesthemovie

Previsione Meteo per la Barcolana 2015

Previsione del 9 ottobre 2015 – L’evoluzione del meteo è costantemente sotto controllo: i previsori e gli organizzatori proseguono le analisi ogni dodici ore per prendere le migliori decisioni in vista della gestione dell’evento.
“La situazione meteo è costantemente monitorata – ha dichiarato il presidente della Svbg, Mitja Gialuz – è ormai definita la presenza di Bora sostenuta nel pomeriggio di sabato, e per questo motivo sono contento di aver anticipato a questa sera le regate notturne, così potremo goderci appieno la festa, e domani sera, quando potrebbero soffiare raffiche sui 40 nodi, concentrarci sulla sicurezza degli ormeggi e l’assistenza ai regatanti”. Per quanto riguarda domenica, invece, la situazione è ancora in evoluzione, ma con una tendenza positiva: “Rispetto alle previsioni di ieri stiamo vedendo un’evoluzione con Bora sempre presente, ma meno intensa. E’ prematuro quindi oggi prendere qualsiasi decisione: il nostro obiettivo è organizzare una Barcolana bella e sicura per tutti i regatanti”.

Previsione dell’8 ottobre 2015 – Nella riunione meteo svoltasi stamani il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, Mitja Gialuz, ha ascoltato i report dei previsori al fine di prendere una serie di importanti decisioni relative alla giornata di sabato. “La situazione meteo evidenziata dall’Osmer Fvg indica che sabato, in una finestra temporale tra le 17 e le 24, le raffiche di Bora potranno raggiungere una forte intensità, una condizione meteo che ci impone di essere prudenti e prendere una serie di provvedimenti per garantire anzitutto la sicurezza degli equipaggi e delle imbarcazioni e allo stesso tempo lo svolgimento delle regate”. Le decisioni rese note dalla SVBG stamani sono le seguenti:

La regata Jotun Cup (Barcolana di notte a bordo degli UFO) viene anticipata di un giorno: al posto di svolgersi sabato sera si terrà venerdì 9 ottobre alle 19, sempre nel Bacino San Giusto.
La prova in notturna della Barcolana Challenge originariamente prevista venerdì 9 ottobre alle 19, viene anticipata con partenza alle 18, sempre nel Bacino San Giusto.

Per quanto attiene alla Coppa d’Autunno Barcolana di domenica, i modelli ad oggi prevedono un calo di vento rispetto a sabato notte: si attendono pertanto le evoluzioni metereologiche di domani.

Un altro tema centrale riguarda gli ormeggi, sempre per il tardo pomeriggio e la notte di sabato: la prima preoccupazione della Società Velica di Barcola e Grignano è garantire la massima sicurezza delle imbarcazioni che giungono a Trieste per partecipare alla Barcolana. A tal fine, si è deciso di rafforzare il servizio di follow-me e assicurare un maggior supporto a chi deve ormeggiare.

Previsione del 5 ottobre 2015 – Inizia il grande avvicinamento alla Barcolana. Sarà, secondo le previsioni di oggi fornite da MeteoMed, una Barcolana di vento medio, fino a 15 nodi. L’attendibilità delle previsioni è attualmente al 50%, ma quasi tutti i modelli stanno confermando la tendenza positiva, dopo qualche giorno di instabilità prevista fino all’8 ottobre: scongiurate quindi, almeno secondo i dati utilizzabili oggi, le previsioni di bora forte.

La Società Velica di Barcola e Grignano sta monitorando il meteo ora per ora assieme a MeteoMed e all’Arpa del Friuli Venezia Giulia, confrontando i vari modelli. Oggi il meteo ha portato un nuovo assaggio d’estate, al quale seguiranno condizioni instabili fino all’8 ottobre, ma poi il tempo volgerà al bello, facilitando anche i trasferimenti degli armatori che devono raggiungere Trieste.

Secondo MeteoMed, si prevede per domenica cielo sereno con temperature tra i 17 e i 19 gradi centigradi. Le prime ore della giornata saranno caratterizzate da venti provenienti da NE a 8 nodi con una leggera rotazione in senso orario durante le ore più calde, intorno alle 14, con aumento di intensità fino a 10/13 nodi. Dal tardo pomeriggio in poi il vento da ENE soffierà tra i 15 e i 17 nodi. Ovviamente si tratta di condizioni che andranno confermate nei prossimi giorni.

Video – Mare che fuma

Croazia, 5 Marzo 2015 – Evidentemente il bollettino meteorologico emesso dal centro marittimo meteorologico di Spalato, che prevedeva raffiche fino a 130 nodi, non sbagliava.