Tag name:2019

Canottieri Savoia – Regate di Natale 2019

Napoli 29 dicembre – Grande successo per le Regate di Natale 2019, la competizione velica organizzata dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia. Il bel tempo ha favorito la riuscita di una manifestazione che ha potuto contare su circa 70 partecipanti delle classi veliche 420, Laser e Finn. Tre i giorni di regate, che hanno decretato i vincitori delle 6 coppe messe in palio dal Circolo Savoia.

Regate Natale 2019 Savoia

La Coppa Vincenzo Maria Sannino (Laser Standard) è stata vinta da Valerio Cosentino del RYCC Savoia, davanti a Lorenzo Migliaccio del CRV Italia e Nello Oliviero sempre del Savoia. La Coppa Neri Stella (Laser Radial) è andata al campione del mondo Niccolò Nordera del Circolo Savoia, che ha preceduto il compagno di club Pietro Paolo Orofino e Tommaso Viola della Lega Navale di Napoli; prima classificata femminile, Giorgia Deuringer del Circolo Nautico Posillipo.

La Coppa Bruno e Cecilia Cappa (Laser 4.7) ha visto una tripletta dei velisti del Circolo Italia: Emanuela Jandoli (prima classificata assoluta e femminile) ha preceduto Kim Bertorello e Federico Orazzo. Nella Coppa Michele Del Sordo (Finn) doppietta dello Yacht Club Gaeta con Federico Colaninno e Nando Colaninno; sul terzo gradino del podio Andrea Lino (Cc Tevere Remo).

La Coppa Renato Barendson per la classe 420 maschile è andata all’equipaggio composto da Alessandro Aita e Domenico Battinelli (Mascalzone Latino), che hanno preceduto due scafi del Circolo Italia, composti da Federico e Riccardo Figlia di Granara; e da Camilla Marino e Maria Giovanna Lanzillo. Infine, la Coppa Annie Chiantera (420 femminile) è andata a Camilla Marino e Maria Giovanna Lanzillo del Circolo Italia; secondo posto per Marianna Gambuli e Adriana Avella (Mascalzone Latino), terzo per Gaia Falco e Speranza Salella (Circolo Italia).

Le regate si sono svolte nelle acque antistanti il porticciolo di Santa Lucia su diversi campi di regata. Venerdì giornata regolare: il bel tempo e il vento moderato hanno permesso di portare a termine due prove. Sabato invece il vento in mare ha superato i trenta nodi, rendendo particolarmente complicata la competizione.

Domenica, per la chiusura, giornata di vento perfetta che ha permesso di svolgere tutte le prove in programma. Nutrito il numero di partecipanti: la novità di quest’anno è stata la presenza dei Finn, la classe velica che s’era vista a Napoli nel marzo 2018, quando proprio il Circolo Savoia insieme alla Lega Navale aveva organizzato la Coppa Italia.

La cerimonia di premiazione si è tenuta al termine delle regate ed è stata condotta da Lucio Stella, vicepresidente sportivo, Massimiliano Cappa, Direttore del Naviglio, e Alberto Lezzi, Segretario Generale del Circolo Savoia. “Grazie a tutti i partecipanti, è stata una bella festa di sport”, commenta Lezzi. “Ringrazio Gerardo Chiantera, che come ogni anno è venuto da Roma per premiare il vincitore della coppa che porta il nome della figlia. Ogni coppa di queste regate ricorda persone che hanno dato lustro al nostro club ed è un piacere e un onore ricordarle”. Da domani, il Circolo Savoia si concentrerà sull’organizzazione del 27 esimo Trofeo Marcello Campobasso: “Diamo a tutti gli appassionati appuntamento dal 3 al 5 gennaio per una manifestazione che vedrà al via 210 velisti di 15 nazioni. Gli atleti della Germania e dell’Ucraina sono già a Napoli per gli allenamenti e passeranno il Capodanno nella nostra città”.

Le Regate di Natale sono state l’ultimo evento del calendario regate della V Zona Federvela valido, per la classe 420, anche come settima tappa del Campionato Zonale Fiv 2019.

Info e classifiche su www.ryccsavoia.it

Tom Slingsby vince il Mondiale Moth 2019

L’australiano Tom Slingsby, con una serie di parziali impressionante (12 primi e un secondo), si aggiudica il mondiale Moth 2019 disputato a Perth, in Australia, con un giorno di anticipo.

Mondiale Moth 2019

Secondo posto per Kyle Langford (AUS) e terzo per l’oro olimpico uscente classe Laser Tom Burton (AUS), quinta posizione su 122 iscritti per il nostro Francesco Bruni che si toglie la soddisfazione di vincere l’ultima prova e termina al primo posto nella classifica Master.

Buon 18esimo posto per Gian Ferrighi (Univela Sailing) che chiude in seconda posizione tra gli Under23. Enrico Zennaro (YC Porto Piccolo) è 44esimo, Fabio Mazzetti (CV Arco) 45esimo e Michele Trimarchi (Marvelia ASD) 81esimo.

Il prossimo mondiale della classe Moth si svolgerà a Weymouth (UK) dal 2 al 12 settembre 2020.

Via | www.federvela.it

Vittorio Bissaro e Maelle Frascari Mondiali Nacra 17

Auckland e il Golfo di Hauraki festeggiano un successo della vela italiana. Chiude con la vela azzurra in trionfo il Mondiale delle tre classi olimpiche 49er, FX e Nacra 17 in Nuova Zelanda. Il 7° posto nella Medal Race è sufficiente a Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre) e Maelle Frascari (CC Aniene) per conquistare il titolo iridato nel catamarano misto foiling Nacra 17.

Bissaro-Nacra 17 mondiale 2019

49er, 49erFX, Nacra 17 World Championships, Auckland 2019 © Pedro Martinez / Sailing Energy 08 December, 2019.

Vittorio e Maelle raccolgono il testimone da un’altra coppia azzurra, Ruggero Tita (Fiamme Gialle), Caterina Marianna Banti (CC Aniene), campioni mondiali uscenti, i quali hanno onorato il titolo vincendo la Medal Race.

La giornata finale di un mondiale intensissimo è iniziata al mattino con le ultime due manche di Finale, servite a definire la classifica e la griglia dei primi 10 per la Medal Race. Con vento forte e mare formato, sono state regate impegnative e combattute, ricche di colpi di scena. Bissaro e Frascari (12-1) hanno vinto con distacco la seconda consolidando la posizione. Grande ritorno per Ruggero Tita e Caterina Banti che con due ottime manche (2-5) si sono assicurati il posto nella Medal Race.

Cronaca della Medal race

La Medal si è corsa nel primo pomeriggio, sul campo di regata più sotto costa, con la skyline cittadina di Auckland a fare da sfondo, vento sempre medio-forte e rafficato, e mare un po’ più calmo. Ottima partenza per Ruggero Tita e Caterina Banti, che hanno preso subito la testa della flotta, per non lasciarla più fino all’arrivo. Una vittoria importante a chiusura di un mondiale difficile per i campioni uscenti, costellato da errori e tanta sfortuna, compresi la rottura di una deriva e di un gennaker.

(altro…)

Campionato invernale di Anzio e Nettuno 2019

Dopo due fine settimana di nulla di fatto a causa delle pessime condizioni del tempo e del mare finalmente una bella giornata di vento ha consentito di disputare due prove per l’altura e ben tre per i J24 per il Campionato invernale di Anzio e Nettuno 2019.

01 Invernale Anzio Calipso

01 Invernale Anzio Calipso
Immagine 1 di 6

Un sostenuto scirocco tra i 15 e i 20 nodi con la tipica onda formata di Anzio ha impegnato duramente tutti i velisti scesi in acqua, regalando però anche grandi soddisfazioni.

Nell’Altura la prima prova è stata vinta sia in IRC che in ORC dal First 40 Calipso di Andrea Orestano, mentre nella seconda il Salona 41 Meridiana di Sergio Liciani ha vinto in entrambe le classifiche. Meridiana conduce la classifica IRC con due primi ed un quarto posto, davanti a Hydra, First 40 dell’ASD Velealvento ed al Farr 31 Pili Pili di Giorgio Martini. Nella classifica ORC sono immutate le prime due posizioni ma al terzo troviamo il First 31.7 Marlin Blu di Franco Cesarini.

(altro…)

Campionato Autunnale di Lignano 2019 – Classifiche Finali e Foto

Lignano Sabbiadoro (UD) – Si è concluso sabato 30 novembre con una bella giornata di sole e bora moderata il 31° Campionato Autunnale della Laguna e 7° Trofeo del Diporto, evento organizzato come ogni anno dallo Yacht Club Lignano.

Autunnale Lignano 2019 day 4 03

Autunnale Lignano 2019 day 4 03
Immagine 1 di 15

Distribuito in quattro appuntamenti il Campionato è iniziato nel migliore dei modi con la prima tappa del 10 novembre disputata con sole e una bella brezza, che ha permesso di concludere due prove. Il secondo appuntamento è stato annullato per la burrasca di scirocco nota a tutti, mentre per la terza tappa gli organizzatori sono riusciti a dribblare le onde, riuscendo così a portare a casa un’altra regata con vento sui 12/16 nodi nonostante la leggera pioggia. L’ultima giornata ha premiato gli sforzi degli organizzatori e la passione dei partecipanti dato che si è potuto godere di una gran bella giornata in cui il sole, il mare, il paesaggio sono stati al loro massimo splendore e la bora, dopo un calo che faceva temere un nulla di fatto, si è invece ripresa con vigore, permettendo una degna conclusione con quattro prove totali e la possibilità di applicare uno scarto.

(altro…)

Conclusa la 44 Autumn, 1° fase del Campionato Invernale del Ponente 2019-20

Giornata estiva e vento scarso sabato 30 novembre al mattino, ma ciò nonostante poco prima delle 10 la barca comitato prende il mare per cercare qualche traccia di brezza. Assente la tramontana, entra un leggero vento da levante sufficiente per dare il via alle due flotte, anche se con un inevitabile ritardo. Considerate le condizioni il Comitato gioca la carta della regata costiera, non ancora disputata, quindi dalla linea di partenza davanti a Varazze prua a levante per andare a girare la Boa 1 e puntare quindi verso ponente in direzione della Boa 2 posta davanti a Celle.

Invernale Ponente 2019-20 01

Il vento va però man mano spegnendosi, ed il Comitato decide di accorciare la prova prendendo gli arrivi sulla Boa 2. Questa misura consente di salvare la regata delle imbarcazioni IRC/ORC ma non quella dei Gran Crociera, per i quali la prova viene purtroppo interrotta dato che poche sarebbero state le barche in grado di raggiungere il nuovo traguardo entro il tempo limite delle 16:00.

In ORC vince Robi & 14, il Farr 40 di Massimo Scheroni, Yacht Club Savona, davanti a Controcorrente, l’XP-33 di Luigi Buzzi, Club Nautico Celle, ed a Rewind, l’X-35 di Fabio Caroli, Yacht Club Savona. In IRC primo Robi & 14 davanti a Stupeficium, il Proto di Matteo Burello, CUS Vela Milano, ed a Controcorrente.

Ben diverse le condizioni domenica mattina: l’allerta gialla mantiene le promesse e la pioggia si presenta puntuale all’appuntamento, come da previsioni, al pari della tramontana.

Vento da 305 gradi, che oscilla fra i 10 e i 15 nodi, con raffiche fino a 20, per una bella regata ancorché bagnata e fredda.

Partenza in orario, alle 10:53 per gli ORC/IRC ed alle 11:03 per i Gran Crociera. In ORC Spirit of Nerina regola Just a Joke, l’A-35 di Dino Tosi e Giulio Arnone, LNI Genova Sestri, e Controcorrente, con Vitamina, il Dehler 39 SQ di Angelo Zelano, Yacht Club Savona, primo in ORC 0-2, Spirit of Nerina in ORC 3 e Sangria, l’Elan 31 Di Carlo Tadeo, Forza e Coraggio Le Grazie, vincitore in ORC 4-5. Posizioni invertite in IRC fra le prime due imbarcazioni della ORC mentre il terzo posto non cambia, con Horatio Casaprogettata.it, l’X-41 di Massimiliano Rizzo, Marcelia 1334, primo in IRC 0-2 e Just a Joke in IRC 3-5.

(altro…)

Il salvagente motorizzato U SAFE vince il DAME Awards 2019

U SAFE – una reinvenzione del tradizionale salvagente – è il vincitore assoluto dei DAME Awards 2019. I premi assegnati dal METSTRADE Show di Amsterdam.

salvagente motorizzato u safe dame award 2019

L’U SAFE è un “anello” di salvataggio semovente e telecomandato. Caratterizzato da un design robusto, discreto e molto pulito, può essere varato dalla barca, dal porto turistico o dalla riva, raggiunge velocità fino a 15 km orari e funziona fino a 30 minuti. Il design incorpora motori a getto completamente a filo e grandi maniglioni rigidi, nonché un’area a forma di U di facile accesso in cui nuotare. Offre la promessa di migliori opzioni di salvataggio per le vittime in acqua, con meno rischi per i soccorritori.

La giuria ha ritenuto che U SAFE fosse un perfetto esempio di come le norme accettate per i prodotti di uso diffuso nel mondo del tempo libero possano essere esaminate e migliorate con un grande sforzo progettuale.

Commentando il risultato, il presidente della giuria, Birgit Schnaase, ha dichiarato: “Durante la riunione della giuria abbiamo discusso quest’anno di quanto sia influente il design nel mondo che ci circonda. È fondamentale che le compagnie marittime si concentrino sulla progettazione, in tutti i suoi aspetti, per garantire che le aspettative dei consumatori siano soddisfatte quando vanno in barca.
Abbiamo anche bisogno di un design intelligente per affrontare questioni importanti come l’efficienza della produzione, il miglioramento dell’impatto ambientale e una maggiore integrazione. Il ruolo dei DAME Awards nell’identificare esempi di buone pratiche di spicco non è mai stato più prezioso.

Info e vincitori di categoria su www.metstrade.com

Lignano – Campionato Autunnale della Laguna – Terza Prova

Lignano Sabbiadoro (UD) Sabato 30 novembre – Dopo due settimane di tempo perturbato con mareggiate e tempeste, che hanno flagellato le coste dell’alto Adriatico, domenica 24 novembre a Lignano si è riusciti comunque a proseguire con le regate del 31° Campionato Autunnale della Laguna, organizzato dallo Yacht Club Lignano.

Autunnale Lignano 2019 day 3 01

Autunnale Lignano 2019 day 3 01
Immagine 1 di 15

Se la prima tappa era stata caratterizzata da tempo quasi estivo, nei giorni successivi l’Autunno si è presentato prepotentemente con altissime maree, forti venti di scirocco e tantissima pioggia, tanto che la seconda tappa è naturalmente saltata per le avverse previsioni meteo, puntualmente confermate.

Domenica 24 novembre invece, il Comitato organizzatore dello Yacht Club Lignano e il Comitato di regata FIV, hanno saputo gestire al meglio la situazione, attendendo oltre mezzogiorno prima di far uscire gli equipaggi, che nella prima mattinata avrebbero trovato un forte mare di scirocco soprattutto nel canale d’uscita.

(altro…)

Martina Orsini vince il Mirabaud Yacht Racing Image categoria Yacht Racing Forum

26 novembre 2019 – 133 fotografi di 29 paesi hanno partecipato alla decima edizione del concorso fotografico Mirabaud Yacht Racing Image. Loris von Siebenthal (SUI) ha vinto il premio principale, assegnato dalla giuria internazionale, mentre i delegati dello Yacht Racing Forum hanno scelto la foto di Martina Orsini (ITA). Tom Coehoorn (NED) vince il Public Award, basato sul voto online.

Mirabaud 2019 Loris von Siebenthal

Le foto presentate illustrano la stagione velica 2019 ed evidenziano la straordinaria diversità di questo sport, che combina regate in tutto il mondo, vela junior, eventi olimpici o regate in-port, con eventi diffusi in tutto il mondo.

La giuria internazionale ha selezionato il fotografo Loris von Siebenthal e la sua immagine scattata durante il Bol d’Or Mirabaud. Con sede a Ginevra, Von Siebenthal lavora come fotografo di vela e pubblicità dal 2001. Partecipa regolarmente a importanti eventi internazionali in classi e team di alto livello.

“Il premio Mirabaud Yacht Racing Image è il riferimento assoluto per i fotografi di vela di tutto il mondo ed è un grande onore ricevere questo premio da un simile panel di professionisti”, ha affermato. “Quando siamo in acqua, il nostro compito è quello di anticipare situazioni visivamente difficili. A volte le condizioni meteorologiche ci offrono questa intensità extra. I pochi secondi prima del passaggio di questo fronte tempestoso il 15 giugno sono stati uno di quei momenti di grazia che stiamo cercando negli anni”.

Martina Orsini (www.martinaorsiniphotographer.com) vince il premio Yacht Racing Forum, selezionato dai delegati dello Yacht Racing Forum. La sua foto è stata scattata a Regio Calabria durante Campionati Italiani Giovanili in Singolo, classe O’pen Bic.

Mirabaud 2019 Martina Orsini

Tom Coehoorn (NED) ha accumulato il maggior numero di voti su Internet e ha vinto il premio pubblico.

Via | www.yachtracingimage.com

Campionato Invernale del Ponente 2019 – Secondo giorno di regate

Dopo il nulla di fatto della prima giornata le pessimistiche previsioni per il fine settimana non lasciavano presagire nulla di buono per la due giorni del 16 e 17 novembre del Campionato Invernale del Ponente, che oltre alle due regate in programma poteva portare anche al recupero della prima prova non disputata il 3 novembre scorso.

Invernale del Ponente 2019 01

Invernale del Ponente 2019 01
Immagine 1 di 6

Sabato 16 novembre le condizioni meteo erano in realtà ben migliori del previsto, ed anche se ha impiegato un po’ di tempo a stabilizzarsi davanti a Celle Ligure, il vento di tramontana non ha tradito le aspettative ed alle 11:52 veniva dato il via alle imbarcazioni della categoria ORC/IRC, 22 quelle al via, e 10 minuti più tardi alle 13 barche della categoria Gran Crociera. Vento da 330 gradi, con intensità attorno ai 7 nodi.

In ORC la vittoria, sia in tempo reale che in tempo compensato, è andata a Spirit of Nerina, l’X-35 OD di Paolo Sena che batte il guidone del Varazze Club Nautico. Al secondo posto Controcorrente, l’XP-33 di Luigi Buzzi, Club Nautico Celle, ed al terzo Melania, l’Elan 333 di Stefano Ciavatta e Riccardo Bergamasco, Unione Sportiva Quarto. In ORC 0-2 prima Vitamina, il Dehler 39 SQ di Angelo Zelano, Savona Yacht Club, in ORC 3 primo Spirit of Nerina, mentre Melania si piazza prima in ORC 4-5. In IRC assoluta le prime due posizioni ricalcano quelle dell’ORC, con al terzo posto Just a Joke, l’A-35 di Dino Tosi e Guido Arnone, LNI Genova Sestri. In IRC 0-2 prima Horatio Casaprogettata.it, l’X-41 di Massimiliano Rizzo, mentre in IRC 3-5 il primo posto va a Spirit of Nerina.

Fra i Gran Crociera la prima regata del CIP 2019-20 è vinta da Parthenope, il Dufour 350 GL di Vincenzo Pallonetto, LNI Varazze, che precede Bilbo, l’Oceanis 331 di Mario Scolari, Varazze Club Nautico, e Bludimare, il Sun Fast 40 di Eugenio Bonioli, Yacht Club Italiano. In Gran Crociera 0-1 primo Fiore Blu, il First 47.7 SD di Alfonso Sicignano, Varazze Club Nautico, mentre Bludimare guida la classifica in Gran Crociera 2-3 e Parthenope in Gran Crociera 4-5.

Domenica, dopo la pioggia della mattina le condizioni meteo sono andate migliorando nonostante il freddo e la tramontana tesa da 300 gradi con punte di 18-20 nodi e media attorno ai 14-15 ha dato la possibilità al CdR di dare la partenza “quasi” puntuale. Sul finire della prova, il calo fino a 7-10 nodi, ha garantito comunque una bella regata. Il calo e la rotazione del vento al termine non hanno consentito il recupero della prova persa nel primo weekend.

(altro…)