Category name:Regate

Portopiccolo, Trieste – Grand Soleil Cup 2019

Un’altra edizione record per la Grand Soleil Cup. Mai nella storia in Adriatico della regata del Cantiere del Pardo si erano viste 45 imbarcazioni sulla linea di partenza.

Grand Soleil Cup 2019 01

Grand Soleil Cup 2019 01
Immagine 1 di 105

Portopiccolo (TS) ha ospitato la 19esima edizione della Grand Soleil Cup. Una grande festa per tutti gli amanti Grand Soleil Yachts resa possibile grazie all’ospitalità del marina e dello yacht club di Portopiccolo. Due giornate per veri appassionati, caratterizzate da condizioni meteo altalenanti ma sostenute da un’allegra ed entusiasta atmosfera in banchina.

Al via diversi modelli Grand Soleil che hanno raccontato in acqua gli oltre quarant’anni di storia del Cantiere del Pardo: dai modelli mitici che hanno caratterizzato la storia del Cantiere del Pardo negli anni Settanta e Ottanta, come il Grand Soleil 39 del 1984 di Luciano Voltolina protagonista di un eccezionale e premiato refitting (premio Best Refitting), alle ultime novità come il Grand Soleil 80 Custom Essentia, l’ammiraglia full carbon del cantiere che ha fatto la sua prima apparizione proprio a Portopiccolo, dove è stata presentata ufficialmente alla stampa internazionale e il nuovissimo e agguerritissimo Grand Soleil 48 Race Athyris di Sergio Taccheo. Tanti i modelli nuovi del cantiere che hanno sfilato sulla linea di partenza, dal Grand Soleil LC 52 al GS 34 Performance, dal Grand Soleil LC 46 ai due Grand Soleil 58 No Name e Forever che si sono sfidati sul campo di regata come in un match race. Un’edizione che ha visto battersi in mare il fior fiore della vela d’altura triestina con equipaggi che hanno schierato a bordo i protagonisti della vela mondiale, da Furio Benussi a Corrado Rossignoli, per fare solo un paio di nomi.

(altro…)

Trofeo SIAD – Bombola d’oro 2019 – Vince Massimo Schiavon

19 maggio 2019 – Si chiude la ventitreesima edizione della regata dedicata ai Dinghy 12 con la vittoria di Massimo Schiavon che si porta a casa il prezioso trofeo. Per la prima volta, la Bombola d’Oro va in Adriatico.

XXIII Trofeo Siad - Bombola d'Oro 2019

XXIII Trofeo Siad - Bombola d'Oro 2019
Immagine 1 di 4

Trofeo Siad 2019. Portofino, 17-19/05/2019 ©Francesco & Roberta Rastrelli - Blue Passion Photo

Per il 2019 La Bombola d’Oro se ne va in Adriatico, tra le mani di Massimo Schiavon che con una serie di ottime regate si è aggiudicato un’edizione caratterizzata dal maltempo, ma spettacolare per l’accoglienza a terra e memorabile per la festa del sabato sera.

4 le prove in totale del weekend – 3 quelle di domenica – che hanno consentito al Comitato di Regata di compilare la classifica delle diverse categorie del Trofeo Siad. Condizioni meteo regolari per la giornata odierna con un venticello sui 6 nodi e mare piatto.

È dunque Massimo Schiavon a bordo di Come Minimo che grazie a una notevole serie di parziali (1,1,7,5) si è aggiudicato il Trofeo SIAD-Bombola d’Oro. Staccato di un solo punto, Federico Pilo Pais con il suo dinghy Blue Amnesia (2,4,4,2) che ha ben saputo leggere i refoli del golfo. Terza piazza per Francesco Rebaudi – già vincitore dello scorso anno – che con il suo Kinnor ha scontato una partenza difficile.

Il Trofeo Challenge Giovanni Falck, per la squadra che ha ottenuto il migliore piazzamento nella classifica generale, è stato vinto dal team adriatico composto da Massimo Schiavon, Francesco Vidal e Flavio Semenzato.

Sempre Flavio Semenzato ha vinto il premio speciale a estrazione: un assegno da destinare alla Fondazione Tender To Nave Italia Onlus.

Per il 2019 è Francesca Lodigiani che si aggiudica il titolo femminile a bordo del suo dinghy rosso, Cavallo Indomito.

(altro…)

Torbole – EuropaCup Laser 2019 – Classifiche e Foto

Si conclude la quarta tappa dell’EuropaCup, ospitata dal Circolo Vela Torbole, con una straordinaria giornata di Peler, il vento da nord, tipico del Garda. Condizioni impegnative per gli oltre 300 laseristi che hanno iniziato la giornata molto presto.

Torbole - EuropaCup Laser 2019 01

Torbole - EuropaCup Laser 2019 01
Immagine 1 di 21

Il comitato di regata, viste le condizioni meteo che prevedevano vento forte in aumento nel pomeriggio, ha programmato il segnale di avviso della prima prova per le 9.00.

Primi a scendere in acqua sono stati i Laser Standard, la flotta Gold dei Laser Maschili e le ragazze Radial. Tutti i gruppi hanno portato a termine due regate, con vento da 18 nodi che è aumentato d’intensità fino a 20-22nodi.

Alle 10.30 è stato il turno della flotta Silver Radial Maschili e dei 4.7, divisi in due gruppi, Gold e Silver, che hanno disputato una sola prova, dopo la quale il comitato ha deciso di far rientrare tutti a terra a causa della condizioni che stavano diventando proibitive.

Sono state regate spettacolari e molto combattute fino all’ultima virata.

In partenza per il Campionato Europeo Senior di Porto, Giovanni Coccoluto, che aveva dominato la classifica Standard, lascia contendersi il vertice della classifica Gianmarco Planchstainer e Nicolò Villa, che chiudono in prima e seconda posizione, seguiti dall’atleta cinese Ning Zhao protagonista di un’ottima ultima giornata, conclusa con un primo ed un secondo posto nelle due prove.

La flotta femminile dei Radial ha visto il primato delle atlete italiane che non hanno lasciato spazio alle avversarie straniere, imponendosi sempre nelle prime posizioni di ogni prova. Vince Matilda Talluri, seguita da Federica Cattarozzi e Marta Zattoni. In quarta posizione si aafferma Giorgia Cingolani, prima tra le Under19.

Podio tutto straniero, invece, per i Laser Radial Maschili, con lo svizzero Gauthier Verhulst sul gardino più alto, il tedesco Julian Hoffman in seconda posizione e quindi il belga Simon De Gendt. In quarta posizione, a pari punti con il terzo, l’italiano Augusto Mondelli seguito da Matteo Paulon.

Nei 4.7 maschili il primo degli italiani è Attilio Borio, in terza posizione, preceduto dal russo Dmitry Golovkin e dal croato Roko Stpanovic, rispettivamente al primo e al secondo posto. Primo degli under 16 il giovanissimo Domenico Lamante.

Tra le donne, nei 4.7, si impongono Anja Von Allmen (SUI), Alexandra Lukoyanova (RUS) e Jade Gavin (SUI).

Il circuito EuropaCup riprenderà con la tappa norvegese di Stavanger dal 31 maggio al 2 giugno.

Classifiche complete su www.italialaser.org – foto di Benedetta Pitscheider

Caorle – La Duecento 2019 – I Risultati Finali

Luna per te si aggiudica il Trofeo Paulaner Line Honour XTutti, Croazia full of life di Kostelic/Prizmic il X2. Satanas di Bressan/Fazzana primi sul percorso Mini.

La Duecento Caorle 2019 05

La Duecento Caorle 2019 05
Immagine 1 di 9

Sabato 4 maggio è stata una giornata densa di arrivi a Caorle, per la 25^ edizione de La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita, organizzata in collaborazione con Birra Paulaner, Vennvind, Cantina Colli del Soligo e con il sostegno del Comune di Caorle.

Alle 11.52 di sabato 4 maggio, il Mini 650 Satanas di Cesare Bressan/Roberta Fazzana è la prima imbarcazione a completare il “percorso MINI” sulla rotta Caorle-Grado-San Giovanni in Pelago-Caorle, tagliando il traguardo prima assoluta della flotta, con grande soddisfazione dell’equipaggio, che ha saputo interpretare al meglio il difficile campo di regata.

Il Trofeo Paulaner Line Honour XTutti 2019 va a Luna per te, che ha tagliato il traguardo alle 12.40, primo assoluto della XTutti

(altro…)

Caorle – Partita La Duecento 2019

Spettacolare partenza oggi venerdì 3 maggio dallo specchio acqueo antistante Caorle per La Duecento, regata valida per il Campionato Italiano Offshore FIV e per il Trofeo Masserotti, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita, in collaborazione con Birra Paulaner, Vennvind, Cantina Colli del Soligo e con il sostegno del Comune di Caorle.

La Duecento Caorle 2019 01

La Duecento Caorle 2019 01
Immagine 1 di 9

Alle ore 10.00 il via ufficiale della venticinquesima edizione, con uno start che ha colorato il mare di Caorle di gennaker e spinnaker con andatura al gran lasco in direzione del cancello posto di fronte alla Chiesa della Madonna dell’Angelo.

“E’ stata una partenza un po’ nervosa, nelle fasi preparatorie il vento di libeccio soffiava intorno ai dieci nodi e la maggior parte della flotta ha forzato dal lato boa, con un OCS che è riuscito a rientrare. Il vento è poi calato di un paio di nodi al via.” ha dichiarato Giancarlo Crevatin, Presidente del Comitato di Regata.

La prima imbarcazione assoluta e XTutti a passare il cancello è stata il Millenium 40 Luna per te con Andrea Boscolo al timone, subito dietro il First 40 Rebel del triestino Manuel Costantin che si affida all’olimpionico e pluri-campione ORC Lorenzo Bodini per la tattica.

(altro…)

Italia Cup Laser 2019 Livorno – Classifiche e Foto

Terza tappa dell’Italia Cup 2019 Laser ospitata dall’Assonautica Livorno. Appuntamento caratterizzato da condizioni meteo difficili quello di Livorno che non ha consentito di scendere in acqua l’ultimo giorno di prove.

Italia Cup Laser 2019 Livorno 01

Italia Cup Laser 2019 Livorno 01
Immagine 1 di 27

Si conclude così con cinque prove la performance dei Laser Satndard, quattro prove per i Radial e tre per i 4.7.

L’ingresso della perturbazione venerdì ha ritardato la partenza della manifestazione. Vento assente fino alle 14.00, il Libeccio è giunto sui campi di regata solo alle 16.00 portando con se un onda che è montata man mano. Le flotte sono riuscite a portare a termine le regate in tutte le classi.

Sabato sono peggiorate le condizioni meteo marine. il Libeccio ha spirato forte tutta la notte alzando onde alte 2 metri e mezzo. I Comitati di Regata presieduti da Ennio Pogliano e Giovanni Mameli, hanno deciso così di differire le prove, nell’attesa di un lieve miglioramento e scaglionare le uscite per le classi Standard e Radial. A terra la categoria Laser 4.7. Tre prove per tutte le classi in acqua.

Vento forte e mare molto grosso hanno caratterizzato la giornata di Domenica. Ancora una volta si è reso necessario differire le partenze ma alle 13.00 il Comitato ha issato Intelligenza su Alfa. sono cominciati così i preparativi per il rientro a casa, in attesa della premiazione.

(altro…)

Due Golfi di Lignano 2019 – Classifiche e Foto

La bora chiude la 45^ regata dei Due Golfi: edizione da ricordare per le condizioni varie e sempre perfette per regatare. Sideracordis e Pazza Idea i vincitori gruppo A Crociera e Regata. Giulia e Katarina II hanno mantenuto la leadership nel gruppo B. Northern Light si aggiudica il trofeo Memorial Burgato

45^ Regata dei Due Golfi/INSHORE

45^ Regata dei Due Golfi/INSHORE
Immagine 1 di 18

Yacht Club Lignano/NARC

28 aprile 2019, Lignano Sabbiadoro (UD) – Conclusa con il vento caratteristico del nord -est, la bora, la 45^ Regata dei Due Golfi di Lignano, permettendo così di avere un’edizione della regata di vela d’altura “ORC” (Offshore Racing Congress) tra le più classiche e storiche dell’Alto Adriatico, in formato “quattro stagioni” con tutti i venti più caratteristici della costa lignanese e il meteo che è stato a dir poco vario, partendo dalla giornata autunnale iniziale con scirocco e onda formata, alla primavera- estate del secondo giorno di regate tecniche, fino all’inverno riapparso domenica 28 aprile, con bora e temperature attorno agli 8-9 gradi.

La varietà quindi non è mancata, garantendo un evento completo dal punto di vista tecnico, con il numero massimo di prove portate a termine – cinque a bastone oltre alla lunga – e condizioni di vento delle più disparate. La manifestazione, organizzata dallo Yacht Club Lignano e valida sia come 1^ tappa del NARC, North Adriatic Rating System, che come selezione per i Campionati Italiani di vela d’altura ORC-FIV in programma a luglio a Crotone, è iniziata con un differimento della regata lunga, dato che mercoledì 24 aprile, la formazione di onda di scirocco nel canale di uscita di Lignano non assicurava il trasferimento delle barche sul campo di regata in sicurezza. Ma il Comitato organizzatore saggiamente aveva previsto in caso di problematiche legate alle condizioni meteo-marine un percorso alternativo di poco più di 30 miglia, che ha permesso così alla flotta di 22 imbarcazioni di partire regolarmente giovedì 25 aprile per la regata offshore: da Lignano si è girato un isolotto davanti a Pirano, per poi arrivare al traverso di Grado dopo aver lasciato a sinistra il faro “Mambo 3”.

(altro…)

Regata dei Due Golfi a Lignano 2019 – Risultati della lunga

Sololei e Katarina vincono la “lunga” della 45^ Regata dei Due Golfi, rispettivamente nelle categorie Crociera e Regata gruppo B. Renoir e Furietta i vincitori Crociera e Regata Gruppo A

1^ tappa NARC/Yacht Club Lignano

25 aprile 2019 – Iniziata a Lignano Sabbiadoro la 45^ Regata dei Due Golfi, manifestazione organizzata dallo Yacht Club Lignano, valida come 1^ tappa del Circuito NARC (Circuito Nord Adriatico), nonchè come selezione al Campionato Italiano d’Altura. Il programma ha subìto un posticipo della partenza della regata lunga a giovedì, dopo che mercoledì il Comitato Organizzatore e di Regata FIV – ha deciso di non far uscire le barche, a causa dell’onda in uscita del canale, che non assicurava di raggiungere la linea di partenza in sicurezza (per la conformazione dei fondali).

Giovedì dunque, con il calo di onda e vento, alle 9:00 è partita la regata offshore con percorso alternativo, che dalle originarie 90 miglia è stato ridotto a 31,3, girando la prima boa in prossimità di Pirano (Odas) per tornare verso l’arrivo, previsto al traverso di Grado dopo aver lasciato a sinistra la boa Mambo 3.

(altro…)

La Lunga Bolina – Trofeo Marevivo 2019 – I Risultati

Lisa K conquista la Line Honours per il secondo anno consecutivo. Grande adesione al concept che ha invitato tutti a rinunciare alla plastica usa e getta.

La Lunga Bolina 2019 01

La Lunga Bolina 2019 01
Immagine 1 di 5

Anche quest’anno La Lunga Bolina riservata alle imbarcazioni di Altura è stata caratterizzata da venti abbastanza deboli, che non hanno però condizionato l’andamento della regata che è stata regolare e molto combattuta. Nel briefing del mattino prima della partenza di sabato la giuria, dopo attenta analisi del meteo ha scelto il percorso di circa 120 miglia che ha portato le imbarcazioni a circumnavigare, dopo aver doppiato l’Argentario, le Formiche di Grosseto, per poi fare ritorno a Riva di Traiano lasciando il Giglio a sinistra e Giannutri a destra.

Roberto Emanuele de Felice, Presidente del Comitato Organizzatore: “La decima edizione della Lunga Bolina – Trofeo Marevivo ha reso onore a sé stessa e ai suoi regatanti con una giornata di mare e di vela davvero entusiasmante. Il percorso, apprezzatissimo da tutti i partecipanti, ha consentito di esprimere a ciascuno le migliori doti tecniche e tattiche. Dobbiamo dare lustro ai vincitori, ma non dimentichiamo gli ultimi che, con tenacia marinaresca, hanno superato le bonacce senza arrendersi mai, continuando a regatare con indomito
agonismo. Vi aspettiamo tutti alla premiazione che si terrà al Circolo Canottieri Aniene il 7 maggio alle 18.00”.

(altro…)

Meeting del Garda Optimist 2019 – Classifiche Finali e Foto

Riva del Garda, 21 aprile 2019 – I pronostici della vigilia del gran finale del 37° Meeting del Garda Optimist sono stati pienamente rispettati: Marco Gradoni e Erik Scheidt, rispettivamente Juniores e Cadetti, sono i vincitori della 37° edizione della manifestazione da record organizzata dalla Fraglia Vela Riva.

Meeting Garda Optimist 2019 day 2 03

Meeting Garda Optimist 2019 day 2 03
Immagine 1 di 26

L’ultima giornata di regate ha visto i giovanissimi Cadetti (classe 2009 e 2010) completare altre due prove, portando ad otto il totale della serie: Erik Scheidt, con parziali di 1-2, ha lasciato alle sue spalle, con un margine di 4 punti, l’atleta tedesca Amelie Ropke (16-4), con la quale il testa a testa era iniziato già nelle primissime regate della serie. Medaglia di bronzo per la gardesana Sofia Bommartini (2-1), protagonista di un’eccellente giornata e vincitrice dell’ultima regata della serie a Riva del Garda.

Nella categoria Juniores, Marco Gradoni e Richard Schultheis iniziano la giornata a pari punti in vetta alla classifica. La prima prova è un duello tra i due, quasi un match race, con Gradoni che stacca Schultheis di un paio di lunghezze negli ultimi metri e si aggiudica la vittoria, lasciando l’atleta Maltese al terzo posto. Nella seconda ed ultima prova, Gradoni porta a casa un’altra vittoria e Schultheis scivola in quattordicesima posizione. Ne beneficia l’atleta fragliotto Alex Demurtas che riesce a risalire al secondo posto della classifica generale, scavalcando l’atleta Maltese.

(altro…)