Category name:Regate

Ian Lipinski sul Mini 6.5 Griffon.fr Vince la Mini-Transat 2017

Dopo la vittoria nella prima tappa da La Rochelle in Francia a Las Palmas di Gran Canaria, Ian Lipinski sul suo Mini 6.5 Griffon.fr ha dominato anche la tappa oceanica impiegando 13 giorni e 22 minuti per percorrere le 2900 miglia che separano Las Palmas dalla Martinica. Joerg Richers su Lilcenthal è secondo nella seconda tappa, Simon Koster su Eight Cube terzo.

Sempre tra i Proto, Andrea Fornaro su Sideral 931 è arrivato al 4° posto. Il minista italiano ha tagliato il traguardo a Le Marin in Martinica dopo 14 giorni e 3 ore dalla partenza a Las Palmas di Gran Canaria, bellissima la sua regata sempre all’attacco e con scelte tattiche coraggiose che lo hanno premiato, dopo il 15esimo posto della prima tappa, con una fantastico quarto posto nella tappa più dura.

Tra le barche di serie sono tre gli italiani ancora in regata: Andrea Pendibene su Pegaso Marina Militare, Emanuele Grassi su Penelope e Ambrogio Beccaria su Alla Grande Ambeco.

www.minitransat.fr

World Sailing organizza campionato del mondo di Vela Virtuale

World Sailing, l’ex ISAF, ha scelto di riconoscere e istituire tra le discipline veliche l’eSailing. A partire dal 2018, in collaborazione con Virtual Regatta sarà organizzato a partire dal 2018 un campionato del mondo annuale di Vela Virtuale.

Per simulare il senso di libertà e di immersione nella natura caratteristico della vela agli atleti saranno messi a disposizione dei potenti ventilatori e degli addetti gli scaraventeranno addosso delle frandi secchiate d’acqua, salata nel caso la location della simulazione sia il mare e dolce in caso di regata in un lago.

Volvo Ocean Race – Dongfeng primo oltre l’equatore

I battistrada della seconda tappa della Volvo Ocean Race hanno passato la linea degli 0° nord e sono entrati ufficialmente nell’emisfero meridionale. Ora li aspetta una gara di velocità, prua a sud, verso il traguardo di Città del Capo. Intanto Nettuno ha fatto visita alle matricole del passaggio dell’equatore, come impone la tradizione marinaresca…

Leg 02, Lisbon to Cape Town, day 07, On board Turn the Tide on Plastic. Photo by Sam Greenfield/Volvo Ocean Race. 12 November, 2017

Leg 02, Lisbon to Cape Town, day 07, On board Turn the Tide on Plastic. Photo by Sam Greenfield/Volvo Ocean Race. 12 November, 2017
Immagine 1 di 6

Leg 02, Lisbon to Cape Town, day 07, On board Turn the Tide on Plastic. Photo by Sam Greenfield/Volvo Ocean Race. 12 November, 2017

Dongfeng Race Team con li skipper transalpino Charles Caudrelier ha guidato la flotta nel passaggio dell’equatore, una delle pietre miliari della seconda tappa, passando la linea ideale degli 0° nord alle 09.41 UTC (le 10.41 in Italia) con un margine molto ristretto su MAPFRE, Vestas 11th Hour Racing, Team Brunel e team AkzoNobel. Poco prima delle 12.30 tutte e cinque le barche di testa avevano passato l’equatore con un delta di sole 18 miglia, dopo quasi nove giorni di navigazione a stretto contatto.

Juan Vila, esperto navigatore spagnolo imbarcato su MAPFRE, questa mattina ha spiegato: “Siamo usciti dai doldrums e ora navighiamo negli alisei di sud-est. La zona di interconvergenza tropicale (le calme equatoriali) questa volta è stata relativamente facile dal passare, non abbiamo avuto lunghi periodi di calma ma sempre un po’ di brezza per muoverci, ad eccezione di un momento la scorsa notte quanto siamo restati fermi per circa 30 minuti e il gruppo si è ricompattato.”

Uno dei team che ha maggiormente approfittato delle ultime ore per riportarsi sotto è stato Team Brunel, su cui corrono anche i nostri Alberto Bolzan e Maciel Cicchetti. “Le ultime ore sono state piene di attività. Cambi di vele per adattarsi alle condizioni, con un sacco di temporali.” Ha raccontato lo skipper olandese Bouwe Bekking. “Siamo andati bene, dal punto di vista delle prestazioni, riportandoci vicino a Vestas e a MAPFRE. Ma Dongfeng sembra più difficile da riprendere, in questa andatura di lasco stretto.”

In questa interessante intervista Alberto Bolzan racconta delle condizioni degli ultimi giorni e della vita a bordo.

Alle spalle dei primi cinque continua il duello fra Turn the Tide on Plastic, con la triestina Francesca Clapcich e Team Sun Hung Kai/Scallywag, rispettivamente in sesta e settima posizione a 52 e 61 miglia da Dongfeng. I due team dovrebbero passare l’equatore nelle prossime ore.

Tradizionalmente questo memento è quello dove chi è al suo primo passaggio riceve la visita del dio Nettuno a cui deve “offrire” qualcosa in cambio. La storia marinaresca impone che le matricole, in inglese chiamate Pollywog, siano presentate alla corte di Nettuno dai colleghi più esperti. Di solito la cerimonia comprende tagli di capelli e il lancio di qualsiasi schifezza l’equipaggio sia riuscito a mettere insieme nei giorni precedenti. Nel caso di Jack Bouttell e dell’onboard reporter Jeremie Lecaudey di Dongfeng si è trattato di cibo liofilizzato avanzato mentre il campione kiwi Peter Burling su team Brunel ha dovuto dire addio alla sua chioma.

In questo video la visita di Nettuno a bordo di Dongfeng Race Team.

(altro…)

Volvo Ocean Race – Terzo giorno della seconda tappa

7 novembre 2017, terzo giorno di regata – Mentre continuano a procedere a grande velocità verso ovest, i sette equipaggi impegnati nella seconda tappa della Volvo Ocean Race sono chiamati a prendere decisioni che potrebbero avere un effetto persino sulla classifica finale a Città del Capo.

Start of Leg 2. Day 1 from Lisbon to Cape Town. Photo by Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race. 05 November, 2017.

Start of Leg 2. Day 1 from Lisbon to Cape Town. Photo by Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race. 05 November, 2017.
Immagine 1 di 10

Start of Leg 2. Day 1 from Lisbon to Cape Town. Photo by Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race. 05 November, 2017.

La flotta ha navigato in poppa in condizioni quasi al limite nelle prime 48 ore dalla partenza da Lisbona, con velocità prossime ai trenta nodi. Ma, oltre a dover affrontare le durezze della vita di bordo in queste condizioni, con grandi onde che spazzano la coperta, un rumore e uno sbandamento continui, poco sonno e riposo, gli equipaggi e soprattutto i navigatori sono chiamati a delle scelte difficili, per decidere il momento ideale per puntare la prua più verso sud e verso la meta finale.

Al rilevamento delle ore 14 (italiane) MAPFRE occupava la prima posizione del ranking provvisorio, con Dongfeng Race Team e team Akzonobel rispettivamente in seconda e terza posizione.

In realtà però a questo punto della tappa la classifica è di secondaria importanza rispetto alle posizioni sullo scacchiere atlantico, in relazione alla meteo presente sul cammino. La grande decisione è se optare per andare più a ovest o più a sud. Oggi la flotta aveva una separazione di quasi 60 miglia, con MAPFRE su una rotta più meridionale, mentre Dongfeng a circa 40 miglia a nord, che si è tenuto su una rotta più occidentale.

(altro…)

Mini Transat La Boulangère – Partita la seconda tappa

Las Palmas de Grand Canaria. Alle ore 14.00 (ora italiana) di mercoledì 1 novembre, con un vento leggero da Nord Est e onda formata, i Mini 6.50 hanno preso il largo verso la seconda tappa della Mini Transat La Boulangère, quella più lunga e con il vero sapore di Oceano.

Usciti dal porto di Las Palmas le barche hanno fatto rotta verso Sud per uscire dalla copertura dell’isola ed agganciare gli alisei per raggiungere il waypoint obbligatorio a Capo Verde, imposto dal comitato di corsa per allontanare gli skipper da una zona a rischio uragano tropicale.

Secondo i modelli matematici infatti a causa della temperatura dell’acqua molto alta per il periodo c’è un 20% di possibilità che si possa formare un ciclone tropicale tra le Bahamas e le Azzorre. Il cancello obbligatorio più a Sud renderà la navigazione più sicura e fuori dalla zona ritenuta pericolosa.

Beccaria e Fornaro subito all’attacco.

Dopo la partenza ai primi rilevamenti due italiani hanno subito ingranato la marcia. Andrea Fornaro su Sideral, per i Proto, ed Ambrogio Beccaria su Alla Grande Ambeco, per i Serie, erano dati al comando e con buone velocità.

(altro…)

Clipper Round The World Race – Greenings a scogli

L’equipaggio del CV24, Greenings, è stato evacuato dopo essersi incagliato sul lato occidentale della Penisola del Capo – che si trova approssimativamente a metà strada tra Città del Capo e Cape Point – circa alle 21:40 UTC di martedì 31 ottobre durante la terza tappa della Clipper Round The World Race, 2017-18, partita a Cape Town, in Sudafrica, lo stesso giorno. Skipper ed equipaggio sono sani e salvi.

La barca è parzialmente affondata e secondo una nota diramata dall’organizzazione della regata la sua partecipazione termina qui, i danni sono tali da non consentirle di partecipare a nessuna altra tappa.

Photo onEdition © http://www.onEdition.com

Via | www.clipperroundtheworld.com

Mini Transasat – Le sensazioni prima della partenza dei 4 skipper italiani

Tutti pronti per la tappa atlantica della Mini Transasat. L’Oceano aspetta i Mini 6.50 con 2700 miglia di percorso. Le sensazioni dei 4 skipper italiani.

Ambrogio Beccaria_Foto Pitscheider

Ambrogio Beccaria_Foto Pitscheider
Immagine 1 di 4

Las Palmas de Gran Canaria. Ancora poche ore e poi tutto avrà il sapore e i rumori dell’Oceano per i Mini 6.50 pronti alla seconda e ultima tappa di questa Mini Transat.

Dopo una lunga pausa a Las Palmas, archiviata la prima parte della regata, gli skipper hanno avuto il tempo per cambiare registro a bordo delle loro barche ed entrare nel vero e proprio spirito oceanico.

Si cambia assetto, si alleggerisce l’abbigliamento e si prepara una nuova cambusa, più ricca, per coprire le 2700 miglia del percorso, che prevede l’arrivo a Le Marine in Martinica.

Sulla linea di partenza, per la Classe Mini 6.50 Italia, supportata da Ambeco S.r.l., 4 skippalier itani.

Ambrogio Beccaria skipper di ITA 539 Alla Grande Ambeco (Pogo 2) si sente pronto ed è tranquillo. Dopo il suo sesto posto alla prima tappa non c’è pressione per l’Oceano, ma consapevolezza di poter dimostrare ancora tanto e un obiettivo sportivo: “arrivare tra i primi dieci”. Ambrogio ha ampiamente dimostrato le sue doti di navigatore e la tratta La Rochelle – Las Palmas è stata ben gestita sia dal punto di vista della tattica che dal punto di vista della conduzione del suo Mini.

Sempre in categoria serie Andrea Pendibene, skipper di Pegaso Marina Militare ITA 883 (Pogo 3), ha ritrovato una sintonia importante per affrontare l’Oceano. “La prima tappa è stata come un allenamento e lo stop a Las Palmas è servito per l’ultimo set up prima della traversata vera e propria.” Dichiara Pendibene, “mi sento sicuro e ho voglia di sciogliermi un po’ di più per sfruttare al meglio la mia esperienza maturata negli anni sia in questa regata che in Marina Militare.”

Una nuova energia anche per Emanuele Grassi, skipper del Pogo 2 Penelope Glam ITA 603, che dopo una prima tappa impegnativa e limitata dalla falla a poppa, causata dalla rottura di uno dei timoni, ha voglia di riscattarsi e di giocare la partita con tutti gli assi nella manica che sa di avere. “Alla partenza a La Rochelle avevo molti pensieri e c’era tanta emozione che oggi invece ho convertito in energia pura. Quindi a questa seconda tappa voglio veramente dare il massimo e dimostrare le mie capacità.”

Per la categoria Proto sarà lo skipper toscano Andrea Fornaro a portare i colori italiani a bordo del suo Sideral ITA 931. “La Mini Transat è una regata impegnativa, forse la più impegnativa del panorama delle traversate in solitario. Dopo i lavori fatti in questi giorni non vedo l’ora ti tirare le marce in Oceano per riprendere qualche posizione persa durante la prima tappa.”

Mercoledì 1 novembre 2017 alle 14.00 (ora italiana) la partenza dal porto di Las Palmas sarà con vento leggero e variabile, a causa dell’orografia dalle isole circostanti. Sarà quindi importante trovare il canale libero e regolare per poter uscire dalle Canarie ed agganciare gli alisei, già presenti lungo il percorso ma non troppo energici come solitamente ci si aspetta in queste zone.

Campionati Europei Star 2017 a Sanremo – Vince Torben Grael

Concluso allo Yacht Club Sanremo un bellissimo Campionato Europeo Star, con i grandi nomi della vela, che una volta di più hanno dimostrato il fascino della ex classe olimpica Star.

Europeo Star Sanremo 2017 06

Europeo Star Sanremo 2017 06
Immagine 1 di 10

Negri-Lambertenghi sfiorano la vittoria ai Campionati Europei Star: nonostante il primo nell’ultima prova concludono secondi a 2 punti da Torben Grael, che si aggiudica il Campionato Open

Podio giocato con l’ultima e decisiva regata in una classifica rimasta cortissima almeno per i primi 4 equipaggi (3 punti)

Ottimo argento per l’Italia con Diego Negri (Yacht Club Sanremo) e Sergio Lambertenghi (Circolo Vela Torbole), che hanno chiuso il Campionato Europeo Star come meglio non potevano fare: hanno vinto la sesta ed ultima regata iniziata in condizioni di vento leggero sui 6 nodi, che poi è aumentato fino ai 15. “E’ stato un bel modo di concludere il Campionato – ha commentato appena rientrato a terra il timoniere Diego Negri – purtroppo le regate si vincono o si perdono per episodi, che alla fine decidono il risultato finale; la primissima prova in cui ho chiuso quindicesimo, è quella che mi ha compromesso un po’ tutto il campionato: è stata data la partenza in condizioni ancora non stabili del vento e da lì tutto è andato storto. Dalla seconda regata in poi ho dovuto essere quindi il più possibile conservativo, perchè conoscendo il posto so che in un attimo il vento può cambiare direzione, rischiando così di rimanere molto dietro. In queste regate poi sono tutti molto forti, nessuno sbaglia e non è facile recuperare, anzi, impossibile. Ora ci prepariamo per la finale della Star Sailors League di Nassau e vediamo di dare il meglio in una classe che rimane sempre molto competitiva” – ha concluso Negri.

(altro…)

Invernale Interlaghi 2017 – Le Classifiche

Lecco – Il classe Meteor “Pequod”, armato dal lecchese Luca Marioni (tailer) del Circolo Vela Tivano di Valmadrera (Lc), con timoniere Fabio Amoretti (Lni Pavia) e prodiere Giuseppe Sfondrini (Yc Domaso), ha vinto l’edizione numero 43 del Campionato Invernale Interlaghi di vela disputato nel Golfo di Lecco. Al team è andato l’artistico Trofeo Allianz Bank – Centro di Promozione Finanziaria di Lecco.

“Pequod” non ha avuto avversari nella sua classe calando un poker di vittorie che gli è valso, grazie anche alle dodici barche Meteor al via, il successo finale della regata organizzata dal 1975 dalla Società Canottieri Lecco.

Nella giornata di chiusura dell’Interlaghi il vento da Nord è stato un poco “ballerino” consentendo la disputa di una sola prova che è servita però ad assestare soprattutto le posizioni da podio. Questo vale in modo particolare per Pietro Diamanti del J24 “Jamaica” che grazie al successo di giornata ha scavalcato in vetta “Pilgrim” di Mauro Benfatto, in una tappa del Campionato Nazionale. Lo stesso discorso vale anche per gli H22 con il sorpasso di “Adrenalina” di Benedetto Di Venisa ed i Fun con “Wanderfun” di Goffredo Azzi balzato in vetta.

Grande attesa quindi per la premiazione dove sono intervenuti, oltre al presidente della Canottieri Lecco Marco Cariboni con il consigliere Carla Silva, il vice sindaco di Lecco Francesca Bonacina, il comandante provinciale dei Carabinieri di Lecco colonnello Pasquale Del Gaudio, il prevosto mons. Franco Cecchin appassionato di vela e Fausto Terraneo responsabile di Allianz Bank – Centro di Promozione Finanziaria di Lecco, main sponsor di Interlaghi ed Interlaghina.

(altro…)

Europei Star a Sanremo: Torben Grael passa al comando

Sanremo, 28 ottobre 2017 – Torben Grael si porta in testa agli europei Star e l’equipaggio italiano Negri-Lambertenghi si gioca il podio con l’ultima giornata di regate.

Europeo Star Sanremo 2017 01

Europeo Star Sanremo 2017 01
Immagine 1 di 10

Condizioni fantastiche a Sanremo e un vero spettacolo di grande vela: ad un giorno dalla conclusione lotta per il podio tra l’immenso Torben Grael, lo statunitense campione del mondo in carica Diaz, l’italiano Diego Negri e l’altro campionissimo Lars Grael.

Iniziati giovedì allo Yacht Club Sanremo i Campionati Europei dell’ex classe olimpica Star, evento in programma fino a domenica per un totale di massimo 7 prove. Allo Yacht Club Sanremo è una vera parata di stelle con i grandi della vela internazionale, molti dei quali olimpici e olimpionici: sono 56 gli equipaggi iscritti, provenienti da ben 16 Paesi tra cui Brasile, Stati Uniti, Croazia, Danimarca, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Svezia, Russia, Ucraina, oltre alle più vicine Olanda, Polonia, Svizzera, Monaco e naturalmente Italia.

(altro…)