Tag name:2018

Campionato invernale vela d’altura del Golfo di Napoli 2018 – Prima Giornata

Archiviata la prima prova del 48° Campionato invernale vela d’altura del Golfo di Napoli. In totale 9 tappe, chiusura il 17 marzo.

Invernale Napoli 2018 01

NAPOLI, 12 novembre 2018 – E’ iniziato domenica 11 novembre 2018 il Campionato invernale vela d’altura del Golfo di Napoli 2018/2019. In una splendida giornata soleggiata ma con poco vento, ha preso il via la competizione che si svilupperà per tutto l’inverno, fino alla chiusura del 17 marzo.

Primo appuntamento valido per l’assegnazione della Coppa Arturo Pacifico, organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia , e divisa in due tappe, con la prossima che si disputerà il 18 novembre.

L’assenza di vento ha costretto il Comitato di regata a posticipare la partenza alle ore 13.00 e ad accorciare il percorso della Gran Crociera – articolato a ridosso della costa – per consentire alle imbarcazioni di riuscire a terminare la regata. Per la prima volta, infatti, quest’anno, vengono utilizzate due tipologie di percorso: uno sulle boe per le classi ORC 0–5 e per i Minialtura; un altro costiero per la Gran Crociera.

Nella classe ORC, si è classificato al primo posto, Iaia II di Luca Scoppa; al secondo posto, Patricia Hiltron di Domenico Buonomo e al terzo Scugnizza di Vincenzo De Blasio.

Tra i Minialtura, ha tagliato per primo il traguardo Mary Poppins di Claudio Polimene, seguita da Artiglio–Chipstar-Kadoa di Giovanni de Pasquale e Alberto La Pegna e da Pestenera di Roberto Guerrasio. Infine, nella classe Gran Crociera ottima prova di Chiara di Nicola Landi e Antonio Esposito, che ha ottenuto il tempo migliore, seguito da Orasì di Antonio Pica e da Lulù di Giambattista Giordano.

La prima giornata del Campionato Invernale del Golfo di Napoli è stata anche l’occasione per dare il via alla sperimentazione della versione Italiana del sistema web “RacingRulesOfSailing” per la gestione on-line della documentazione e della comunicazione tra regatanti e comitati. Del sistema – che nasce su iniziativa di ufficiali di regata per migliorare l’esperienza di tutti, organizzatori, regatanti ed ufficiali di regata stessi – si sperimenta, di fatto, la traduzione in italiano, visto che nella sua versione inglese è, ormai, ampiamente collaudato. Semplicemente collegandosi al sito racingrulesofsailing.org i concorrenti possono entrare nelle pagine pubbliche della loro regata e compilare on-line, anche da smart phone, i moduli elettronici per presentare proteste, richieste di varia natura (riparazione, inserimenti in classifica, cambi equipaggio e attrezzature) o semplici quesiti alla giuria. Un sistema semplice e apprezzato dai concorrenti.

Classifiche complete su www.campinvernonapoli.it

Este 24 – Ricca D’Este dopo il Titolo Italiano si prende anche il Circuito Nazionale

Este 24 2018

Si archivia una stagione come sempre ricca di emozioni di grandi giornate di mare e di uno spirito di aggregazione che l’Este24 ha sempre portato come segno distintivo di questa classe monotipo abituata da molti anni ad essere sulla cresta dell’onda. Ricca D’Este fa l’enplein, dopo il Titolo Italiano si prende anche il Circuito Nazionale.

La barca timonata dal suo armatore, Marco Flemma, e diretta alla tattica da Federico Chiattelli che con tutto l’equipaggio ha saputo gestire alti e bassi, ma sopratutto alti, raggiungendo il Tricolore nella acque di casa a Santa Marinella, chiudendo, nel fuori circuito con una Barcolana 50 da incorniciare. Sei tappe e 28 regate disputate di cui due coastal race sono un traguardo che ormai la Classe Este 24 mette nel carnet del suo Circuito Nazionale. Propio a fine aprile si parte con la classica Coastal Race, una vera regata d’altura per queste barche molto performanti. Il secondo evento di Santo Stefano segna il ritorno della flotta nella splendida cornice di questa località molto affascinante. Si rimane in zona a Porto Ercole, dove si svolgono sei prove in due giorni di mare bellissimo. A giugno si rientro nel Lazio per la Riva Traiano Sailing Cup, è quasi scontato il filotto di primi del team di casa di Ricca D’Este. Grande Battaglia a Santa Marinella per Il Campionato Italiano Este 24, Sportimages di Stefano Fusco con Ferrone alla tattica, Esterina di Marco Brinati con Maurizio Galanti al timone, Paolo Brinati, Pier Luigi Coscarella e Jacopo Pasanisi tra quelli che non hanno mai mollato, ma su tutti è stato chirurgico il colpo su colpo a tutte le regate contro Robetto Ugolini e tutto il suo team con la nuova Poderosa 2.0, un team instancabile e sempre molto agguerrito. Insomma una stagione di quelle da ricordare, unico neo, la tappa finale dedicata alla classica Coppa Vasari non è stata disputata per le condizioni avverse che l’ultimo week end di ottobre ci ha riservato.

(altro…)

Al via il 48° Campionato invernale vela d’altura del Golfo di Napoli

Inizierà domenica 11 novembre 2018 il Campionato invernale vela d’altura del Golfo di Napoli 2018/2019. La 48 esima edizione della manifestazione velica si aprirà con la Coppa Arturo Pacifico organizzata dal Circolo del Remo e della Vela Italia, divisa in due tappe: 11 e 18 novembre.

invernale napoli

Il calendario si svilupperà per tutto l’inverno: il 2 dicembre al Reale Yacht Club Canottieri Savoia la Coppa Giuseppina Aloj; il 16 dicembre al Circolo Canottieri Napoli la Coppa Ralph Camardella; il 20 gennaio al Club Nautico della Vela il Trofeo Gaetano Martinelli; il 17 febbraio al Circolo Nautico Torre del Greco il Trofeo Città Torre del Greco; il 24 febbraio alla Lega Navale Italiana sezioni di Napoli e Pozzuoli il Trofeo Lega Navale Italiana; il 10 marzo ottavo appuntamento alla Marina Militare e l’Accademia Aeronautica con la Coppa Francesco de Pinedo. Chiusura il 17 marzo 2019 con l’inedito Trofeo Campionato Invernale del Golfo di Napoli, organizzato da tutti i circoli.

In totale 9 giorni di regate, anziché 8 come nel recente passato, per una stagione che si preannuncia ricca di novità. Per la prima volta verranno utilizzati due tipologie di percorsi: uno sulle boe per le classi ORC 0–5 e per i Minialtura; un altro costiero per la Gran Crociera. Il segnale di avviso sarà dato alle ore 10.00. Sono ancora aperte le iscrizioni, che potranno essere effettuate online sul sito www.campinvernonapoli.it o via mail all’indirizzo campinverno@gmail.com.

(altro…)

Italia Cup di Ortona 2018 – Le Classifiche Finali

Conclusa l’ultima tappa dell’Italia Cup di Ortona organizzata dalla Lega Navale Italiana di Ortona e dal Circolo Velico Ortona, sotto l’egida della Federazione Italiana Vela.

Italia Cup Laser Ortona 2018 01

Italia Cup Laser Ortona 2018 01
Immagine 1 di 15

Tre le flotte in acqua Laser Standard, Radial e 4.7, con circa 300 velisti che hanno invaso il molo sud del Porto di Ortona, dove è stato allestito, con il supporto della Croce Rossa Italiana di Ortona il villaggio regate.

Tre giorni molto impegnativi con condizioni meteo variabili, da vento leggero a vento sostenuto, hanno messo a dura prova il comitato di regata e gli atleti.

Due i campi di regata disposti, uno dedicato ai 4.7 nella zona Nord, coordinato da Ennio Pogliano e l’altro, a Sud, per i 33 Laser Standard e 120 Radial gestito da Elisa Del Zozzo.

Le regate sono iniziate venerdì, con un leggero Scirocco che è poi salito d’intensità raggiungendo raffiche di oltre 20 nodi e onda formata che ha costretto il comitato a richiamare a terra le flotte dei Radial e dei 4.7 dopo una sola prova disputata.

Le regate di Sabato sono state invece caratterizzate da un bel vento tra gli 8-10 nodi da nord ovest che ha permesso di disputare tre belle regate sia nella classe Standard che nei 4.7, solo due per i Radial.

Il programma si è chiuso, oggi, domenica con tutte e sei le prove concluse per la classe Standard e 4.7, e solo cinque prove per la classe Radial.

(altro…)

Rolex Middle Sea Race 2018 – Classifiche e Foto

Rolex Middle Sea Race 2018 01

Rolex Middle Sea Race 2018 01
Immagine 1 di 39

La Rolex Middle Sea Race è nata come risultato della rivalità sportiva tra grandi amici, Jimmy White e Alan Green, due inglesi residenti a Malta, insieme a Paul e John Ripard, due membri maltesi del Royal Malta Yacht Club. Jimmy, Alan, Paul e John finiranno per disegnare un percorso pensato per offrire una regata entusiasmante in condizioni diverse a quelle prevalenti nelle immediate vicinanze delle acque costiere maltesi.

Il percorso è di 606 miglia nautiche, essenzialmente una circumnavigazione in senso orario della Sicilia che parte e finisce a Malta, è leggermente più lunga della corsa più lunga del RORC, il Rolex Fastnet.

Primo assoluto in tempo reale è arrivato Maserati, il trimarano di Giovanni soldini, con un tempo di 2 giorni, 11 ore 54 minuti e 58 secondi. L’equipaggio di Maserati è composto da Giovanni Soldini, Guido Broggi, Carlos Hernandez Robayna, Oliver Herrera Perez, Matteo Soldini, Nico Maori Malingri di Bagnolo, Vittorio Bissaro, Francois Robert.

Il Maxi Americano Rambler di George David invece è arrivato primo nei monoscafi. Rambler ha tagliato il traguardo della Rolex Middle Sea Race alle 02:07:55 CEST di martedì 23 ottobre. Equipaggio: George David, Brad Butterworth, Silvio Arrivabene, Rodney Ardern, Will McCarthy, Dean Phipps, Stuart Wilson, Mark Newbrook, Jan Dekker, Roma Kirby, Brian Giorgio, Scott Beavis, Simon Daubney, Peter van Niekerk, Joca Signorini, Curtis Blewett, Antonio Cuervas Mons, Aaron Reynolds-Lovegrove.

In handicap IRC il vintore è il JPK 11.80 francese Courrier Reccomande di Géry Trentesaux, già vincitore del Fastnet 2015. Secondo il Figaro II ceco Praha Debra di Milan Tomek e terzo l’MN Albator del francese Philippe Frantz.

Endlessgame, il Cookson 50 di Pietro Moschini è secondo nella classe 2 e il terzo assoluto in ORC. Il Sun Fast 3600 Bora Fast di Luca Antonelli è terzo nella classe 6.

Info e classifiche complete su www.rolexmiddlesearace.com – Foto Rolex/Kurt Arrigo

Optimist – Interlaghina – Meeting Internazionale 2018

Lecco – La Lega Navale Italiana di Mandello del Lario (Lecco) ha vinto, nelle acque del Golfo di Lecco, la VI edizione dell’Interlaghina – Meeting Internazionale di vela riservato alla classe Optimist con in palio il Trofeo Panathlon International Lecco, e con la regia della locale Società Canottieri Lecco.

Interlaghina-optimist-2018

Tutto si è deciso nelle ultime tre prove disputate nella giornata di domenica 21 ottobre sfruttando il Tivano (vento da Nord) la mattina e disputando l’ultima prova con la Breva (vento da Sud). Tre sfide molto combattute che hanno messo a dura prova i quasi cento timonieri delle categorie Cadetti (2007/2009) e Juniores (2003/2006).

Detto del successo della Lega Navale di Mandello Lario – che ha preceduto l’Academy Sailing di San Pietroburgo e lo Yacht Club Ascona (Ch) – con la consegna del Trofeo Panathlon Lecco da parte del suo past-president Alfredo Redaelli, entriamo nel dettaglio. Nella categoria Cadetti il successo è andato allo svizzero Nicolò Carrara (Yc Ascona) che ha preceduto la sorella Shari (prima femmina) per un sol punto, con il terzo posto ad Enea Luatti dell’Aval-Cdv Alto Lario di Gravedona (Co).

(altro…)

Veleziana 2018 – Classifica e Foto

Venezia, 21 ottobre 2018 – Condizioni meteorologiche impegnative, con pioggia battente e vento con raffiche fino 30 nodi, per l’XI edizione della Veleziana, classico appuntamento autunnale di vela d’altura organizzato dalla Compagna della Vela.

2018_VELEZIANA_fTaccola 01

2018_VELEZIANA_fTaccola 01
Immagine 1 di 10

Alla Veleziana 2018 hanno partecipato 213 imbarcazioni, nuovo record dell’evento. La flotta, partita dalla Bocca di Porto del Lido di Venezia con un’intensità del vento di 10 nodi, si è subito sgranata con i maxi, le imbarcazioni di maggiori dimensioni, che hanno allungato il passo e navigato velocemente con rotta verso il bacino San Marco, grazie anche all’aumento dell’intensità del vento che si è stabilizzato a 20 nodi con raffiche fino a 30.

I primi classificati in tempo reale sono stati gli sloveni di Way of Life, che hanno impiegato 47 minuti e 21 secondi per completare le 8 miglia del percorso, tagliando il traguardo in bacino San Marco, davanti la storica sede della Compagna della Vela e stabilendo il nuovo record di percorrenza della regata.

Al secondo posto Anywave Safilens (skipper Alberto Leghissa) e al terzo Idrusa Brinmar di Paolo Montefusco, con a bordo Roberto Ferrarese e un campione tra i campioni, Dodo Gorla, vincitore di due medaglie di bronzo nella classe Star alle Olimpiadi di Mosca 1960 e a Los Angeles 1984 e, nello stesso anno, campione del mondo sempre della classe Star.

(altro…)

Mondiale Melges 32 2018 – Terzo Giorno di Regate

Cagliari, 19 ottobre 2018 – Dopo tre giorni di regate la classifica del Campionato del Mondo Melges 32 in corso sul campo di regata dello Yacht Club Cagliari vede a pari punti il Campione del circuito Melges World League 2018 ed il Campione del Mondo in carica.

Melges 32 Cagliari 18-08-2018 Max Ranchi 01

Melges 32 Cagliari 18-08-2018 Max Ranchi 01
Immagine 1 di 24

Sarà un duello tra Giogi, dell’italiano Matteo Balestrero (con Branko Brcin alla tattica), team che ha dominato l’attuale stagione di regate ed il russo Tavatuy di Pavel Kuznetsov (affiancato da Evgeny Neugodnikov) Campione del Mondo 2017. La parità perfetta tra i due team in classifica scaturisce dopo i risultati ottenuti quest’oggi nell’unica prova disputata dopo ore di attesa con leggero vento da 120 gradi di direzione (girato nella seconda bolina di 20 gradi a sinistra). Una regata nervosissima, partita dopo due richiami generali ed in regime di bandiera nera, che vede la leadership di Giogi sin dal primo passaggio di bolina con Tavatuy, terzo fino a metà regata, in grado di acciuffare il secondo posto ai danni di Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato (con Paul Goodison alla tattica) a pochi metri dalla finish line.

La lotta per la vittoria in questo serratissimo Mondiale può vedere l’inserimento anche di un terzo team, quello italiano di Caipirinha di Martin Reintjes (con Gabriele Benussi) perché 3 punti di distanza dalla coppia di testa sono un distacco assolutamente esiguo e colmabile, pur se un’eventuale rimonta richiederebbe la “complicità” anche di chi sta davanti e fino ad ora sta andando fortissimo.

(altro…)

Barcolana 50 2018 – Le Foto di Max Ranchi

Barcolana 50 2018 ph Max Ranchi 01

Barcolana 50 2018 ph Max Ranchi 01
Immagine 1 di 12

Gli scatti di Max Ranchi della 50° edizione della Barcolana di Trieste, disputata il 14 ottobre 2018. Vinta da Spirit of Portopiccolo con Furio Benussi al timone, Alberto Bolzan alla randa, Lorenzo Bressani e Gabriele Benussi alla tattica.

2689 le barche al via, per oltre 28mila velisti in mare e oltre trecentomila persone a terra. La regata si è disputata con un borino leggero tra i 6 e i 15 nodi sotto raffica.

Lo scafo di Benussi ha compiuto il percorso di 13 miglia nel Golfo di Trieste in 57 minuti e 4 secondi (nuovo record), precedendo CQS Tempus Fugit di Masoli-Furlan-Kosmina-Zennaro. Terzo per Way of Live, quarto Viriella, quinto lo Swan 90 Woodpecker Cube.

Classifica completa e altre fotografie su Barcolana

Barcolana 50 2018 – Classifica finale e foto

Trieste, 14 ottobre 2018 – Spirit of Portopiccolo con Furio Benussi al timone, Alberto Bolzan alla randa, Lorenzo Bressani e Gabriele Benussi alla tattica ha vinto oggi la Cinquantesima edizione della Barcolana di Trieste.

Barcolana 50 2018 regata 01

Barcolana 50 2018 regata 01
Immagine 1 di 18

2689 le barche al via, per oltre 28mila velisti in mare e oltre trecentomila persone a terra, disputata con un borino leggero tra i 6 e i 15 nodi sotto raffica.

Dal punto di vista agonistico è stata una regata decisa prevalentemente dalle scelte tattiche fatte sulla linea di partenza. La decisione di Spirit of Portopiccolo di partire più vicino alla città ha permesso di colmare il gap dovuto dalle differenti dimensioni con Tempus Fugit, imbarcazione di 100 piedi.

Lo scafo di Benussi ha preso la testa della classifica sin dalla partenza, ha compiuto il percorso di 13 miglia nel Golfo di Trieste in 57 minuti e 4 secondi (nuovo record), precedendo lo sfidante di questa edizione, CQS Tempus Fugit di Masoli-Furlan-Kosmina-Zennaro, che con una velatura meno performante non è riuscito a insediare la perfezione messa in acqua da Spirit of Portopiccolo.

Terzo per Way of Live, quarto assoluto il Viriella, la barca più grande mai iscritta alla Barcolana (a parte Nave Vespucci, iscritto simbolicamente per ultimo, che ha preso parte alla grande festa di Trieste) con al timone Mauro Pelaschier e a bordo la One Ocean Foundation. Il quinto posto è andato allo Swan 90 Generali – Woodpecker Cube dell’armatore Alberto Rossi.

La classifica della Barcolana 50 – 2018

1 Spirit Of Portopiccolo – Mc Conaghy 87 – 57 minuti e 04 secondi
2 Ottica Inn – Tempus Fugit – Cqs 100
3 Way Of Life / Ewol Sailing Team – J 80
4 Viriella – Maxi Dolphin 118′
5 Woodpecker Cube – Swan 90
6 Pendragon Vi A2a – Custom 70
7 Anemos II – Farr 80
8 Ancilla Domini – Farr 80
9 Seven – Southern Wind 100
10 Adriatic Europa – Valicelli 60
11 Idrusa Calvi Network – Farr 80 Maxi One
12 Tutta Trieste 2 – Ciccarelli 52
13 Cleansport One – Cartubi – Wor 60
14 Kiwi – Southern Wind 78
15 E Vai – Mylius 76 Fd
16 Anywave Safilens – Frers 63
17 Zerocould – Tp 52
18 Orlanda – Tp 52
19 Generali – Tp 52
20 New Zeland Endeavour – Prototipo

(altro…)