Category name:Diario di bordo

Jules Verne – La situazione di IDEC Sport a 33 giorni dalla partenza

IDEC SPORT è a meno di 1000 miglia dall’entrare nell’emisfero nord. Ai 17°S questa mattina, il maxi-trimarano sta risalendo l’Atlantico spinto dagli alisei brasiliani, che stanno permettendo a Francis Joyon e ai suoi uomini di mantenere una media di 25 nodi, mentre continuano nel loro tentativo di conquistare il Trofeo Jules Verne.

Dopo il duro lavoro, un po’ di riposo. Dopo la corsa attraverso l’Oceano del Sud a velocità che hanno permesso loro di entrare nei libri di storia, la banda su IDEC SPORT sta continuando ad avanzare veloce verso l’Equatore. “Gli alisei sono da est ed è una piacevole navigazione. Stiamo facendo tra i 25 e i 30 nodi, senza essere inzuppati. Non abbiamo dimenticato il fascino del sud, ma stiamo godendo quello che i tropici hanno da offrire”, ha detto lo skipper di IDEC SPORT. Fuori sul ponte, Clément Surtel e Alex Pella stanno approfittando di queste condizioni da sogno. “E’ un po’ come essere in vacanza. Il tempo è bello, noi stiamo mangiando e dormendo bene con il boss al timone”, ride Alex Pella, che è sempre di buon umore, come gli altri membri dell’equipaggio.

(altro…)

I corsi 2017 della Extreme Sail Accademy

La Extreme Sail Accademy nasce dalla volontà di Sergio Frattaruolo di creare un centro che – al pari del centro di addestramento del Cem de La Grande Motte, in Francia – sia un punto di riferimento per l’insegnamento, il perfezionamento e la pratica della vela ad alto livello, un luogo dove vivere il mare in sicurezza e arricchendo il proprio bagaglio di esperienze con professionisti e atleti del settore.

Un progetto nato per condividere la passione per la vela e l’oceano, ma soprattutto mettere tecnica ed emozioni alla portata di tutti, dai navigatori più esperti pronti a perfezionarsi, agli aspiranti velisti in cerca di ispirazione per muovere i primi passi nel mondo della vela.

Realtà ormai consolidata oggi la Extreme Sail Accademy offre Stage di Navigazione Oceanica in Atlantico, proposti con base a Lisbona: sono classi di specializzazione tecnica a diversi livelli, in cui si alternano sessioni teoriche e giornate di navigazione offshore sul Class 40 Calaluna, una barca nata per le regate oceaniche in solitario o in equipaggio, progettata per navigare in ogni condizione meteo.

(altro…)

Jules Verne – Dopo 30 giorni IDEC Sport ha 2.188 miglia di vantaggio

15 gennaio 2017 – Al 30esimo giorno di navigazione, quando mancano 5.400 miglia all’arrivo, Francis Joyon e il suo equipaggio sul trimarano di 31.5 metri IDEC SPORT nel loro tentativo di conquistare il Jules Verne Trophy sono all’altezza dell’Argentina .

Nelle ultime 24 ore hanno percorso 473 miglia ad una media di poco meno di 20 nodi portando il loro vantaggio sul tempo di riferimento a 2.188 miglia, che a queste medie equivalgono a circa cinque giorni.

L’attuale detentore del Trofeo Jules Verne è Loïck Peyron con Banque Populaire V. 45 giorni 13 ore 42 minuti e 53 secondi. Per batterlo Idec Sport deve tagliare la linea di arrivo entro le 22:00:53 UTC di Lunedì 30 gennaio.

Per seguire il tentativo www.idecsport-sailing.com

Lisa Blair parte per la circumnavigazione dell’Antartide

Per la serie Donne con i maroni in carbonio ad alto modulo: Oltre 3.500 persone hanno scalato l’Everest, oltre 500 hanno remato attraverso i vari oceani e 12 persone sono atterrate sulla luna. Solo due uomini hanno navigato in solitario, non-stop e senza assistenza intorno all’Antartide.

Lisa Blair, 32 anni, si propone di diventare la prima donna, la più veloce e la terza persona nella storia a vincere una tale sfida. Domenica 15 gennaio 2017, Lisa inizia il suo viaggio epico con partenza da Albany, Australia, a bordo della sua barca, l’Open 50 Climate Action Now.

E’ previsto che la circumnavigazione duri tre mesi e non consente soste a terra, il contatto personale con un’altra persona o assistenza di qualsiasi tipo. Il suo viaggio segue un percorso rigoroso, Lisa percorrerà la Antartide Cup Racetrack sulla sua barca a vela al 100% eco alimentata.

(altro…)

Jules Verne – IDEC Sport stabilisce il record su Capo Horn

Mercoledì 11 gennaio alle 0004 UTC, nel suo ventiseiesimo giorno di navigazione, IDEC SPORT ha passato la longitudine di Cape Horn, l’ultimo dei tre grandi capi del Trofeo Jules Verne trophy.

Dopo aver lasciato Ushant il 16 dicembre, Joyon e i cinque membri del suo equipaggio, Clément Surtel, Sébastien Audigane, Bernard Stamm, Gwénolé Gahinet e Alex Pella hanno stabilito il miglior tempo intermedio tra Ushant e Cape Horn, completando questo tratto in 26 giorni, 15 ore, 45 minuti, circa 4 giorni 6 ore e 35 minuti meno del tempo di riferimento fissato dalla Banque Populaire V nel 2012 (30 giorni, 22 ore e 19 minuti). IDEC-SPORT ha percorso 18.332 miglia ad una media di 28.7 nodi.

Questo è il quarto record intermedio, tra cui anche il record di attraversata dell’Oceano Pacifico tra il SE della Tasmania e Capo Horn con un tempo di 7 giorni 21 ore e 14 minuti (record detenuto da Bruno Peyron a partire dal 2005 con il tempo di 8 giorni, 18 ore e 8 minuti ).

Ad oggi, giovedì 12 gennaio 2017, al ventisettesimo giorno di navigazione, ha un vantaggio di 1821 miglia sul tempo di riferimento.

L’attuale detentore del Trofeo Jules Verne è Loïck Peyron con Banque Populaire V. 45 giorni 13 ore 42 minuti e 53 secondi. Per batterlo Idec Sport deve tagliare la linea di arrivo entro le 22:00:53 UTC di Lunedì 30 gennaio.

Per seguire il tentativo www.idecsport-sailing.com

Jules Verne – Dopo 25 giorni IDEC Sport ha 1700 miglia di vantaggio

Con meno di 1.000 miglia dall’Horn, IDEC SPORT va a passo di carica verso il terzo e ultimo dei grandi capi. In una ventina di nodi di vento da ovest, i sei uomini dell’equipaggio stanno spingendo forte, piede sull’accelleratore, con una serie di strambate in questo tratto finale nell’estremo sud.

Questa mattina navigando tra il 57° e il 58° parallelo, Francis Joyon, Alex Pella, Sébastien Audigane, Gwénolé Gahinet, Clément Surtel e Bernard Stamm, hanno esteso il loro vantaggio a più di 1.700 miglia rispetto al tempo di riferimento del Jules Verne.

Pur avendo guadagnato 300 miglia rispetto a ieri, Francis Joyon non nasconde qualche preoccupazione su come doppiare il capo. Si aspetta venti leggeri e perfino calma di vento, che potrebbero rallentarlo considerevolmente mentre prepara l’ingresso in Atlantico. Per far fronte a questa zona con tutte le sue incertezze, Joyon e il router Marcel van Triest sperano di raggiungere la punta della Terra del Fuoco da nord per beneficiare di un flusso d’aria più favorevole. Questa mattina dopo il passaggio a 57° S per evitare di incrociare iceberg o growlers, il trimarano rosso e grigio si è già spostato a Nord di qualche grado di latitudine.

L’attuale detentore del Trofeo Jules Verne è Loïck Peyron con Banque Populaire V. 45 giorni 13 ore 42 minuti e 53 secondi. Per batterlo Idec Sport deve tagliare la linea di arrivo entro le 22:00:53 UTC di Lunedì 30 gennaio.

Per seguire il tentativo www.idecsport-sailing.com

Vendée2020Vision – Coltivare un vincitore inglese per il Vendée Globe 2020

Varata nel 2016, Vendée2020Vision è una nuova iniziativa per sostenere i velisti britannici lungo il percorso verso il successo nella regata più impegnativa, il Vendée Globe.

Le regate d’altura in solitario sono uno sport di resistenza, per chi vi partecipa è la disciplina più difficile nella vela. Ha creato molte leggende britanniche, dai primi pionieri come Sir Francis Chichester, Sir Robin Knox-Johnston e Sir Chay Blyth alle figure contemporanee come Dame Ellen MacArthur, Pete Goss, Mike Golding, Sam Davies, Dee Caffari, Brian Thompson e Alex Thompson.

Uno sport creato in Gran Bretagna, ispirato dai primi record del mondo e dalla creazione di eventi come la OSTAR e la Mini Transat negli anni 60 e 70, ma da allora i velisti Francesi hanno completamente dominato questo sport.

Velisti inglesi hanno partecipato in tutte edizioni fin dalla prima, nel 1989-90, con Ellen MacArthur che ha il record per il miglior risultato quando ha finito al secondo posto nel 2000-1. Il picco di partecipanti è stato raggiunto nel 2008-9, con sette skipper provenienti dal Regno Unito, ma in quella in corso (2016-17) ce n’è solo uno – Alex Thomson su Hugo Boss.

(altro…)

Jules Verne – Dopo 22 giorni IDEC Sport ha 1035 miglia di vantaggio

Dopo una giornata di rallentamento, IDEC SPORT è ora sul bordo settentrionale di una bassa pressione con venti più favorevoli che gli consente di intensificare il ritmo verso Capo Horn. Ora, con meno di 10.000 miglia da percorrere Joyon e il suo equipaggio sono tornati a correre e dopo 22 giorni sono 1035 miglia avanti rispetto al tempo di riferimento del Trofeo Jules Verne.

Con un raffiche di vento da NO fino a 40 nodi e onde maneggevoli, tutto è a posto per il trimarano rosso e grigio per navigare veloce mure a sinistra. “Abbiamo appena strambato. Il mare è ancora un po’ confuso ma stiamo navigando bene. La barca sta facendo 30-35 nodi senza spingere troppo, ha dichiarato Francis Joyon a 2700 miglia da Capo Horn.

L’attuale detentore del Trofeo Jules Verne è Loïck Peyron con Banque Populaire V. 45 giorni 13 ore 42 minuti e 53 secondi. Per batterlo Idec Sport deve tagliare la linea di arrivo entro le 22:00:53 UTC di Lunedì 30 gennaio.

Per seguire il tentativo www.idecsport-sailing.com

Jules Verne – IDEC Sport stabilisce due nuovi record

IDEC SPORT continua ad estendere il suo vantaggio sul detentore del Jules Verne, ora a 900 miglia, che alle medie che stanno tenendo Francis Joyon, Alex Pella, Clément Surtel, Gwénolé Gahinet, Bernard Stamm e Sébastien Audigane equivale a un giorno e mezzo di navigazione.

La loro rotta rettilinea mure a sinistra sta ora puntando leggermente verso sud. Stanno ancora navigando in venti sostenuti ma questi sono ruotati a nord e sono al traverso. La velocità rimane elevata, più di 32 nodi sulla rotta diretta (VMG). Questo passo dovrebbe consentire Joyon e ai suoi uomini di passare la longitudine della Tasmania ed entrare in Pacifico nelle prossime 24 ore.

Due record intanto li hanno portati a casa, Ouessant – Cape Leeuwin in 17 giorni, 06 ore e 59 minuti e Cape Agulhas – Cape Leeuwin in 4 giorni, 09 ore e 37 minuti.

L’attuale detentore del Trofeo Jules Verne è Loïck Peyron con Banque Populaire V. 45 giorni 13 ore 42 minuti e 53 secondi. Per batterlo Idec Sport deve tagliare la linea di arrivo entro le 22:00:53 UTC di Lunedì 30 gennaio.

Per seguire il tentativo www.idecsport-sailing.com