Category name:Utilità

Earth – Un giorno straordinario – Al cinema Il documentario BBC

Earth - Un giorno straordinarioIl 22, 23 e 24 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, verrà proiettato nei cinema italiani Earth – Un giorno straordinario (Titolo originale Earth: One Amazing Day), un documentario diretto da Richard Dale, Peter Webber, Lixin Fan. Le voci narranti sono affidate a Robert Redford per la versione originale e a Diego Abatantuono per quella italiana.

Il film, prodotto dalla BBC e diretto dagli inglesi Richard Dale e Peter Webber con il regista cinese Fan Lixin, racconta attraverso immagini spettacolari la vita del Pianeta condensandola nell’arco di una sola giornata. Dall’alba fino a notte fonda, il percorso del sole scandisce un’esperienza cinematografica unica, che incanta il pubblico adulto come i bambini. Un viaggio sulle montagne più alte, nelle isole più remote, nelle giungle esotiche ma anche in quelle urbane. Unici protagonisti gli animali. Con l’ausilio delle più avanzate tecnologie di ripresa per realizzare primi piani e panoramiche capaci di catturare qualsiasi tipo di spettatore.

La colonna sonora del documentario Earth – Un giorno straordinario è composta dall’inglese Alex Heffes (Mandela: Long Walk to Freedom (2013), La nostra vacanza in Scozia (2014), The Program (2015), Bastille Day – Il colpo del secolo (2016), Radici – miniserie TV (2016), Queen of Katwe (2016)). L’album con tutta la musica del film è stato pubblicato in fisico e digitale il 7 luglio 2017.

Parte sabato 21 aprile da Cagliari Lab Boat ‐ navigare con la scienza

Adriatica Lab-boat-sardegna

Partirà sabato 21 aprile alle 16:30, al Terminal crociere del porto di Cagliari, molo Ichnusa, con la tombola della scienza, il Lab Boat ‐ navigare con la scienza, progetto di divulgazione scientifica per le scuole e per il largo pubblico, promosso e organizzato dal CRS4, il Centro di ricerca, sviluppo studi superiori in Sardegna e finanziato dalla Fondazione di Sardegna.

Nel corso del progetto la barca Adriatica effettuerà il periplo della Sardegna, con partenza e ritorno a Cagliari, a partire dal 24 aprile sino al 10 maggio.

A bordo durante la navigazione insieme allo skipper Filippo Mennuni e ai marinai ci saranno anche ricercatori sardi e studenti, dai sedici anni in su, delle scuole superiori, vincitori del Lab Boat video contest. Adriatica toccherà 6 porti sardi: Cagliari, Arbatax (scalo tecnico), Olbia, Alghero, Oristano (porto industriale di Santa Giusta) e Carloforte.

In ogni tappa si alterneranno gruppi diversi di ricercatori e di studenti, che durante la navigazione trasformeranno la barca a vela in un vero e proprio laboratorio didattico nel quale i ricercatori spiegheranno ai ragazzi li fondamenti di fisica sul galleggiamento e la navigazione di un’imbarcazione nonché elementi di altre scienze e tecnologie come ad esempio, la meteorologia, la CO2 in termini di problema/risorsa, la telemedicina in barca, i meccanismi molecolari correlati con la sclerosi multipla, le malattie autoimmuni e la fisica dei raggi cosmici.

(altro…)

Come trasformare un sacchetto di carta in un deterrente per vespe

Practical boat owner ha pubblicato un articolo con dieci pratici consigli, suggeriti dagli utenti, per risolvere problemi o agevolare l’usabilità delle nostre barche. Il primo di questi riguarda il problema delle tante vespe presenti in alcune isole greche e arriva da Clive Murray.

Deterrente per la vespa libera - un sacchetto di carta marrone presumibilmente fa pensare che ci sia già un nido a bordo

“Le vespe possono essere un problema mentre siamo all’ancora nel Mar Ionio – ma molto meno dopo che io e mia moglie Christine ci siamo ormeggiati vicino a una coppia a bordo del loro Bavaria di 38 piedi a Fiskardo, Cefalonia. Ho chiesto del sacchetto di carta marrone che oscillava sul loro bimini e mi è stato detto che fungeva da deterrente per le vespe perché “pensano che sia un nido e tendono a stare lontano”.

Questo e altri consigli su www.pbo.co.uk

L’11 aprile la Giornata del Mare

Il Nuovo Codice della Nautica ha introdotto una nuova iniziativa: la Giornata del Mare, promossa presso gli Istituti di ogni ordine e grado che intenderanno aderire e che si festeggerà in tutta Italia l’11 aprile.

Giornata del Mare

L’insegnamento della cultura marinara è la finalità di questa iniziativa governativa che sarà realizzata tramite specifici progetti formativi con il Corpo delle Capitanerie di porto, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, la Lega Navale Italiana e la Federazione Italiana Vela, nonché attraverso gli Istituti tecnici-settore tecnologico, indirizzo trasporti e logistica.

Informazione, formazione, divertimento, approfondimento, rispetto e consapevolezza. Sono tanti gli spunti che anche la FIV si impegna a promuovere attraverso i propri Circoli, attori principali e fondamentali di quell’educazione al mare, intesa come grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico.

Tanti gli appuntamenti sparsi sul territorio. A Roma, presso il Porto Turistico, la FIV sarà presente con il simulatore e i propri istruttori qualificati. Verrà realizzata, da parte delle Scuole di Roma e del X Municipio coinvolte, grazie alla collaborazione con il MIUR, una barca con materiale riciclato che parteciperà alla Reboat Race; verrà organizzato un incontro su mare e ambiente con la Fondazione One Ocean e, infine, Blue Marlin Diving Center mostrerà un filmato sull’area marina protetta delle Secche di Tor Paterno.

A Viareggio, Ucina e FIV hanno previsto presso il Teatro Comunale un incontro con le scuole secondarie e professionali dedicato ai mestieri del mare, dove interverrà, tra gli altri, un istruttore federale.

Queste iniziative permettono di entrare in contatto con quei moltissimi giovani che ancora non conoscono la vela per un possibile loro coinvolgimento nelle attività sportive e ricreative dei Circoli.

(altro…)

Paralympic Development Program – Malcesine, 8 al 13 maggio 2018

Si terrà a Malcesine, sul lago di Garda, dall’8 al 13 maggio 2018 il primo incontro 2018 nell’ambito del Paralympic Development Program (DPD). Ci sono già 18 iscritti tra velisti, allenatori e rappresentanti di federazioni dall’Austria, Estonia, Grecia, Spagna e Antigua che arriveranno a Malcesine per prepararsi al 2018 Para World Sailing Championship in programma dal 16 al 22 settembre presso lo US Sailing Center di Sheboygan, in Wisconsin USA.

L’appuntamento di sviluppo e programmazione aiuterà velisti e tecnici nell’organizzazione delle proprie attività, con appuntamenti dedicati alla performance e al supporto per le classificazioni degli atleti.

Tra i velisti già iscritti ci sono Marina Perterer (AUT), Barbara Marshik (AUT), Theodoros Karagkiozidis (GRE), Irini Kourouvani (GRE), Gabriel Barroso De Maria (ESP) e molti altri, che vedono nell’occasione un’importante opportunità per confrontarsi l’uno con l’altro e colmare il distacco che spesso negli eventi importanti come i Mondiali e gli Europei si manifesta in modo evidente.

Durante lo scorso PDP a Mèze, in Francia, gli atleti raccontano di avere provato l’Hansa 303 e di aver imparato molto sulla conduzione della barca in regata.

Per ulteriori informazioni sul Paralympic Development Program, contattare il Para World Sailing Manager, Massimo Dighe – para.worldsailing@sailing.org

Maggiori informazioni sul Para World Sailing Strategic Plan possono essere trovate all’indirizzo www.sailing.org.

Tiliaventum Mare Per TUTTI – Lignano Sabbiadoro 28-29-30/4 1/5 2018

A Lignano Sabbiadoro (Ud) il Mare è per tutti, con le uscite in mare inclusive a bordo del catamarano accessibile Lo Spirito di Stella che partirà proprio da Lignano Sabbiadoro (UD) a fine aprile 2018 per il giro d’Italia a tappe che si concluderà a Genova portando il messaggio di uguaglianza e accessibilità in ogni Città ospitante.

Tutti, con approccio inclusivo, potranno essere a bordo, sia nelle uscite giornaliere nelle sedi di tappa, che nelle navigazioni di trasferimento tra una Città e l’altra, coadiuvati dallo staff dell’equipaggio che consentirà di poter trasferire istruzioni operative per i neofiti e implementare il bagaglio di chi ha più dimestichezza con il piacere di navigare sospinti dal vento.

Diversi equipaggi si alterneranno a bordo condividendo esperienze, scelte di navigazione, confronti umani, dove la diversità è riconosciuta come risorsa e dove non vi sono barriere mentali e fisiche.

Con questo mezzo nautico, a giugno 2017, il team Tiliaventum composto da 2 disabili non passeggeri, ma attivissimi navigatori, ha affrontato l’impegnativa traversata transatlantica New York-Portimao (POR) sempre all’interno del progetto WOW, ideato dal vulcanico Andrea Stella, illustre Socio Tiliaventum, con a bordo la Convenzione ONU dei diritti dei disabili raccolta dalle mani del Segretario Gutierrez e divulgata in tutto il più ampio itinerario (Miami-Trieste), oltrechè consegnata a Papa Francesco e al Dalai Lama, il tutto a ulteriore conferma che se l’oceano non ha barriere non vi devono essere nella vita di tutti i giorni.

Le giornate previste a Lignano Sabbiadoro (UD) saranno il 28-29-30/04 e 01/05 quando poi il catamarano salperà per la successiva destinazione veneziana.

Durante queste giornate di permanenza nella Città di mare friulana chiunque potrà essere a bordo, gratuitamente, per incontri, uscite in mare, veleggiate giornaliere, momenti aggregativi sia in mare che a terra grazie all’ospitalità presso Marina Punta Faro e ai Partner che contribuiscono a realizzare queste meravigliose attività… e non mancheranno piacevoli sorprese.

Per informazioni – www.tiliaventum.com – 3398281513 o tiliaventum@gmail.com

Il Regno Unito mette al bando le microplastiche nei cosmetici

Hai presente quelle microsfere di plastica del dentifricio che ti danno quella bella sensazione di pulito quando ti lavi i denti? Ecco, smetti di comprarli perché inquinano i nostri amati mari.

Nel Regno Unito infatti è entrato in vigore il divieto di fabbricazione di cosmetici e prodotti per la cura della persona contenenti questi piccoli pezzi di plastica, noti anche come microperle o microgranuli. La mossa è finalizzata a proteggere l’ambiente marino da una fonte di inquinamento plastico, poiché le microsfere possono raggiungere i mari e essere inghiottite da pesci e crostacei con effetti potenzialmente dannosi.

I produttori di cosmetici e prodotti per la cura della persona non potranno aggiungere i minuscoli pezzi di plastica ad articoli come scrub viso e corpo, dentifrici e gel doccia. Questo divieto sarà seguito da quello di vendita dei medesimi prodotti.

Il ministro dell’Ambiente Therese Coffey ha dichiarato: “I mari e gli oceani del mondo sono tra i nostri beni naturali più preziosi e sono determinato a intervenire ora per combattere la plastica che devasta la preziosa vita marina. Le microparticelle sono del tutto inutili quando ci sono così tante alternative naturali disponibili e sono lieto che da oggi i produttori di cosmetici non saranno più in grado di aggiungere questa plastica dannosa ai loro prodotti.”

“Ora abbiamo raggiunto questo importante traguardo, esploreremo come estendere il divieto a livello mondiale e affrontare altre forme di rifiuto in plastica”. Il dott. Sue Kinsey, alto funzionario dell’inquinamento presso la Marine Conservation Society, ha accolto con favore il divieto, che a suo dire è stato il più forte e completo al mondo. “Riteniamo che questo segnali un reale impegno da parte di questo governo a ripulire i nostri mari e spiagge e speriamo che questo sia un primo passo per ulteriori azioni volte a combattere i rifiuti di plastica”.

(altro…)

Video – Squali alieni: lo squalo lucertola

Un team di scienziati ha filmato per caso un raro Chlamydoselachus anguineus, detto anche squalo lucertola, al largo di Portimao, in Portogallo.

Lo squalo lucertola, o squalo dal collare, con 300 denti 300 triangolari affilati disposti in 25 file, è un esemplare che non è cambiato da almeno 80 milioni di anni. Le prime osservazioni della specie furono fatte nel 1880.

A causa della forma del suo corpo, che può raggiungere i 2 metri di lunghezza, è di colore marrone scuro e ricorda quello di un’anguilla, può essere all’origine degli avvistamenti dei serpenti di mare.

Firmata al ONE OCEAN FORUM la Charta Smeralda

Milano, 4 ottobre 2017 – Si sono chiusi questa mattina a Milano i lavori di ONE OCEAN Forum, l’evento dedicato alle iniziative di salvaguardia dell’ambiente marino e alla promozione di azioni pratiche volte alla sua tutela, organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda, voluto dalla Principessa Zahra Aga Khan e realizzato in partnership con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO e SDA Bocconi Sustainability LAB. L’evento ha ottenuto innumerevoli patrocini: The British Virgin Islands – BVI, Ministero dell’Ambiente, Comune di Milano, Regione Autonoma della Sardegna, CONI, SYBAss, Nautica Italiana, UCINA, Confindustria Nautica, Salone Nautico di Genova e Centro Velico Caprera.

Per la prima volta in Italia, speaker internazionali dell’UNESCO, massimi esperti scientifici di ambiente marino provenienti dalle maggiori università del mondo, insieme a ONG, aziende, giornalisti, studenti ed influencer, si sono confrontati in una due giorni di dibattitti, interventi, testimonianze e tavoli di lavoro sul destino dei nostri Oceani.

A conclusione del Forum, la Principessa Zahra Aga Khan e il Commodoro dello YCCS Riccardo Bonadeo, hanno firmato la Charta Smeralda, codice etico e comportamentale che definisce e fissa i paradigmi per la tutela del mare.

La Charta Smeralda è volta a promuovere la consapevolezza dei principali aspetti d’impatto ambientale legati al mare e definisce ambiti di intervento concreti e immediati. E’ strutturata su 12 punti rivolti al singolo individuo e al contributo che può assicurare con i propri comportamenti. Sono invece 8 i punti dedicati alle organizzazioni. Il documento intende essere ulteriormente diffuso, promosso e condiviso da istituzioni e organizzazioni di varia natura, pubbliche e private, nazionali, internazionali e sovranazionali.

Presentazione Charta Smeralda da parte di Francesca Santoro e Stefano Pogutz rispettivamente Presidente e Vice Presidente Comitato Scientifico OOF. One Ocean Forum – 4 ottobre, Milano.

Durante la sottoscrizione della Charta, il Commodoro dello YCCS Riccardo Bonadeo ha spiegato: “La scienza da sola non può promuovere i cambiamenti necessari. La sfida è grande: tutelare l’oceano che sta soffrendo a causa nostra, facendo in modo che l’attenzione di ognuno possa essere sollecitata e rimanga viva. Questo Forum, nato dall’idea che il mare ci ha dato tanto e che è giunto il momento di restituire, ha saputo trasmettere questo messaggio a tante persone. Ringrazio la Principessa Zahra madrina di questa iniziativa e tutti gli stakeholder del Forum. La Charta Smeralda è il veicolo e la voce di questo messaggio e ci auguriamo che quante più persone possibile la possano sottoscrivere”.

(altro…)

Presentata a Milano ONE OCEAN Forum (OOF)

Milano, 19 settembre 2017. È stata presentata questa mattina a Milano ONE OCEAN Forum (OOF), l’evento ideato dallo Yacht Club Costa Smeralda dedicato ai progetti innovativi di salvaguardia dell’ambiente marino e alla promozione di azioni pratiche volte alla sua tutela, che si terrà a Milano il 3 e 4 ottobre prossimi al Teatro Franco Parenti.

Conferenza Stampa One Ocean Forum. Da sinistra Jan Pachner (Segretario Generale OOF), Principessa Zahra Aga Khan (Presidente OOF), Commodoro dello YCCS Riccardo Bonadeo (Vice Presidente OOF) e Francesca Santoro (Presidente del Comitato Scientifico OOF).

La presentazione si è tenuta nel cuore di Porta Nuova Smart Community, presso la Fondazione Riccardo Catella, attiva dal 2007 nella promozione di progetti civici ispirati alla sostenibilità e alla valorizzazione del territorio urbano.

Il Forum si avvale della partnership con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO e SDA Bocconi Sustainability LAB e di numerosi patrocini di prestigio: Ministero dell’Ambiente, Regione Autonoma della Sardegna, Comune di Milano, CONI, SYBAss, Nautica Italiana, UCINA, Confindustria Nautica, Salone Nautico di Genova e Centro Velico di Caprera.

Il Forum nasce come organo indipendente e non politico e punta a diventare un motore per accelerare progetti innovativi di salvaguardia dell’ambiente marino e promuovere azioni pratiche di cambiamento, tramite il coinvolgimento di stakeholder di ogni genere: imprese, istituzioni scientifiche, organizzazioni no profit, influencer e personalità di fama internazionale.

(altro…)