Category name:Utilità

Contender in comodato d’uso gratuito per la stagione 2019

Se sei sempre stato affascinato dal Contender – una deriva singola, leggera, veloce e spettacolare – questa è l’occasione che fa per te!

Contender European Championship 2018

Contender European Championship 2018
Immagine 1 di 7

L’International Contender Class Italia mette a disposizione per la stagione 2019 degli scafi completamente attrezzati e pronti a regatare, da affidare gratuitamente agli assegnatari scelti dal Consiglio della Classe.

Unica condizione è la partecipazione ad almeno due regate nazionali.

Il calendario delle circuito nazionale è visibile sul sito www.contender.it

Se sei interessato invia la tua candidatura entro il 13 gennaio 2019 a segretario@contender.it

Nella e-mail ricordati di indicare: nome, cognome, età, circolo di appartenenza, esperienza velica, professione, recapito telefonico, disponibilità di auto con gancio e tutte quelle informazioni che ritieni utili al fine della tua selezione.

Sail Summit – Conoscenza = Sicurezza

Stanchi di sentire voci di banchina? Non trovate le informazioni corrette in rete o spesso sono contrastanti? Pensate di sapere veramente tutto?

Sail Summit è una Startup fondata da Davide Zerbinati e Sergio Frattaruolo. Davide è un noto tecnico e navigatore che svolge consulenza, perizie e progettazione, Sergio ha una scuola di vela basata in Portogallo dove gestisce corsi di sicurezza e navigazione tra Lisbona e Portogallo su un Class 40.

A questo duetto si aggiungono in modo alternato nelle varie edizioni tecnici del settore che raccontano il loro punto di vista in modo pratico, con esperienze ed errori da non fare.

Gli argomenti sono destinati ad un pubblico medio, per cui si parla di argomenti basici come le ancore e le vele, ma rivisti in chiave moderna. Aprire gli occhi e la mente su argomenti come il Code Zero o le chiglie, come gestire un sinistro marittimo. Capire i foil, una tecnologia nuova e poco conosciuta.

Il corso è articolato su un week end e la serata prevede l’incontro con un autore-navigatore, in modo da spolverare il vecchio spirito marinaresco e creare aggregazione.

Partecipano all’incontro: Vittorio D’Albertas, presidente Quantum Sails, Giuseppe Accardi scuola e corsi Universo Mare, Domenico Boffi e Luca Rizzotti di Sailing Week, Giovanni Testa Sy Eutikia, 7 anni in giro per il mondo e Giovanni Malquori viaggiatore con un Alpa 11.50.

Nelle successive edizioni vi saranno medici, riggers, elettricisti ed i corsi saranno svolti nelle città principali.

Il costo del corso è inferiore ai €300 in promozione fino al 30 Novembre

Milano 2-3 Marzo 2019
Roma 9-10 Marzo 2019

Info su http://sailsummit.com/ e su www.facebook.com

Maltempo in Liguria: Suzuki al fianco di chi ha perso la barca

suzukiSuzuki si unisce a UCINA, la Confindustria Nautica, nel supportare lo sviluppo del settore nautico, promuovendo la cultura del mare e lo sviluppo del turismo nautico in Italia.

A seguito di un evento eccezionale, il fortunale, che a fine ottobre ha devastato la costa ligure infliggendo danni incalcolabili alle strutture portuali e alle barche ormeggiate, Suzuki è ancora una volta al fianco dei diportisti, con l’intento di favorire sempre l’andar per mare.

A coloro i quali hanno subito ingenti danni al proprio motore fuoribordo, anche non di marca Suzuki, o lo hanno addirittura perso, Suzuki ha deciso di offrire sino al 31/12/2018 i propri motori fuoribordo ad un prezzo eccezionale, ossia quello di listino decurtato dello sconto normalmente attribuito al Concessionario.

Un’iniziativa concordata con i Concessionari Suzuki della Liguria, che potrebbe riguardare anche l’acquisto di una nuova imbarcazione motorizzata Suzuki, previa verifica disponibilità presso il Concessionario.

Un’iniziativa di crowdfunding per La Barchetta Magica

Un team di ingegneri, ricercatori e professori dell’università di Firenze, stanno sviluppando un drone a vela a guida autonoma per il monitoraggio ambientale. Per testare la capacità del veicolo sviluppato proveranno ad attraversare l’oceano Atlantico.

La Barchetta Magica è un progetto realizzato da un team di ingegneri e ricercatori dell’Università di Firenze finalizzato allo sviluppo di droni completamente autonomi e azionati solo da energia solare ed eolica rinnovabile. Le flotte di questi “droni verdi” possono essere utilizzate per raccogliere preziosi dati scientifici per studiare i cambiamenti climatici, la diffusione di inquinanti e le condizioni di vita marina. La prima unità sarà testata attraversando l’Oceano Atlantico.

Il drone è stato progettato cercando di mantenere bassi i costi di produzione e dimensioni contenute per essere usato in grande quantità e in molte applicazioni differenti avendo la possibilità di coordinare una flotta di droni intelligenti che realizzano missioni di controllo coordinate

Dal 2010 esiste una competizione per barche a guide autonoma che ha come obiettivo la traversata dell’Oceano Atlantico: The Microtransat Challenge; ad oggi ancora nessuno è riuscito nell’impresa, motivo per il quale qualcuno ha persino parlato di tale obbiettivo come dell’Everest
della navigazione autonoma. Per dimostrare l’affidabilità e le capacità del veicolo sviluppato vogliono riuscire proprio in tale obbiettivo, e lo faranno seguendo la cosiddetta “rotta di Colombo”.

I fondi che stanno cercando di raccogliere tramite un’iniziativa di crowdfunding servono per completare la barca (mancano delle parti meccaniche in materiale tecnico e alcuni componenti elettronici), la spedizione a Las Palmas da dove salperà per raggiungere le Americhe e per la comunicazione satellitare necessaria
per la ricezione della telemetria durante la traversata.

Info su www.labarchettamagica.it
Crowdfunding su https://igg.me/at/magicboat

Volvo Penta stabilisce il 2021 come termine ultimo per introdurre l’elettrico

Con l’obiettivo di diventare una forza trainante nelle soluzioni energetiche sostenibili, Volvo Penta sta andando a pieno regime nelle trasmissioni ibride e completamente elettriche, offrendo soluzioni sia nei segmenti marino che industriale entro il 2021.

Volvo Penta elettrici e ibridi entro il 2021

Sostenuti dal successo della tecnologia ibrida e completamente elettrica introdotta dal Gruppo Volvo, le soluzioni di Volvo Penta dimostreranno l’impegno a lungo termine dell’azienda per offrire ai clienti la fonte energetica più recente e più appropriata per le loro applicazioni.

Afferma Björn Ingemanson, presidente di Volvo Penta: “Volvo Penta sta abbracciando la trasformazione elettrica e sarà in prima linea nella fornitura di soluzioni aziendali convincenti ai clienti che utilizzano questa nuova tecnologia”.

“Adotteremo un approccio completo per i fornitori di sistemi per aiutare i nostri clienti nella transizione verso la nuova tecnologia. Ciò avverrà applicazione per applicazione, sulla base del fatto che il business case per il passaggio all’elettricità sarà diverso nei nostri numerosi segmenti.

“Questo è l’inizio di una transizione a lungo termine”, aggiunge. “I sistemi di trasmissione primaria a diesel e a benzina rimarranno la fonte di alimentazione più appropriata per molte applicazioni negli anni a venire.”

È ora di iniziare il passaggio

(altro…)

Kitty Hawk Flyer – Il veicolo personale volante

Il Flyer della Kitty Hawk è un velivolo personale in grado di viaggiare a circa tre metri di altezza dal suolo a una velocità di 30 Km/h. È spinto da un motore 100% elettrico.

Il pacco batterie garantisce un’autonomia tra i dodici e i venti minuti, variabili a seconda di fattori come il peso del passeggero, le condizioni ambientali e la velocità. Secondo i costruttori si impara facilmente a volare in un paio d’ore.

Il prezzo non è ancora stato stabilito ma è già possibile una manifestazione di interesse come potenziali clienti del prodotto.

Caratteristiche:

Company Name: Kitty Hawk Corporation
Headquarters: Mountain View, California
Kitty Hawk CEO: Sebastian Thrun
Product Name: Flyer
Type of Machine: Personal aircraft
Power: All-electric
Capacity: Designed for one participant
Height Limit: Operates between 3-10 ft off the surface of water
Wingspan: 8’ x 13’
Vertical take-off and landing: Powered by 10 independent lift fans
Battery Life: Battery life will depend on participant weight, environmental factors, and forward speed.
Flight time: 12-20 minutes (at 20 mph)
Regulation: Part 103 Ultralight

Info su https://flyer.aero/

I suggerimenti per la sicurezza della Extreme Sail Accademy

La Extreme Sail Accademy è un punto di riferimento per l’insegnamento, il perfezionamento e la pratica della vela ad alto livello, un luogo dove vivere il mare in sicurezza e arricchendo il proprio bagaglio di esperienze con professionisti e atleti del settore.

Extreme Sail Accademy ha iniziato a pubblicare sulla propria pagina facebook foto sui sistemi che utilizza a bordo per cercare di migliorare la sicurezza. Questi sono i primi due:

01-ESA-sicurezza-coltello

– Installate un coltello affilato, meglio se galleggiante su ogni zattera. Il coltello deve essere legato alla barca con una cima abbastanza lunga che vi permetta di utilizzarlo agevolmente (nel nostro caso è legato esternamente in modo da poter essere usato facilmente anche a barca rovesciata.
– Se legate la zattera, utilizzate cime o fettucce resistenti ma senza esagerare, in caso di necessità la zattera deve essere liberata in un paio di secondi. Evitate Dyneema che è difficile da tagliare.
– Se l’imbarcazione non è inaffondabile installate un gancio idrostatico, in modo che a una certa profondità la zattera venga rilasciata.

02-ESA-sicurezza-lampada

– Installate internamente delle lampade di emergenza che si attivino in caso di ribaltamento o allagamento. una barca rovesciata è buia, avere almeno una strobo ad attivazione automatica è fondamentale (quella in foto è tenuto in posizione da del velcro, meglio se riuscite ad utilizzare il suo supporto). legatela in una posizione centrale con una cimetta che possa essere facilmente strappata.

Via | Extreme Sail Academy

La bombola del gas e fastidiosi residui di ruggine nel gavone

Bombola gas barca manichetta Dall’amico Max Terragni‎ del blog Y2K, ora in Polinesia francese, un consiglio per evitare che la bombola del gas lasci, come spesso accade, fastidiosi residui di ruggine dentro al gavone dove è abitualmente collocata.

Un pezzo di manichetta, qualche fascetta, e il gioco è fatto. Utile anche per le bombole del gas dei camper.

Meglio se prima del’operazione si dà una grattatina e si applica un po’ di Ferox, un prodotto per il trattamento della ruggine e per la protezione di tutte le superfici ferrose: arrugginite, nuove, verniciate e non.

Altri pratici consigli su sailing-tips

Earth – Un giorno straordinario – Al cinema Il documentario BBC

Earth - Un giorno straordinarioIl 22, 23 e 24 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, verrà proiettato nei cinema italiani Earth – Un giorno straordinario (Titolo originale Earth: One Amazing Day), un documentario diretto da Richard Dale, Peter Webber, Lixin Fan. Le voci narranti sono affidate a Robert Redford per la versione originale e a Diego Abatantuono per quella italiana.

Il film, prodotto dalla BBC e diretto dagli inglesi Richard Dale e Peter Webber con il regista cinese Fan Lixin, racconta attraverso immagini spettacolari la vita del Pianeta condensandola nell’arco di una sola giornata. Dall’alba fino a notte fonda, il percorso del sole scandisce un’esperienza cinematografica unica, che incanta il pubblico adulto come i bambini. Un viaggio sulle montagne più alte, nelle isole più remote, nelle giungle esotiche ma anche in quelle urbane. Unici protagonisti gli animali. Con l’ausilio delle più avanzate tecnologie di ripresa per realizzare primi piani e panoramiche capaci di catturare qualsiasi tipo di spettatore.

La colonna sonora del documentario Earth – Un giorno straordinario è composta dall’inglese Alex Heffes (Mandela: Long Walk to Freedom (2013), La nostra vacanza in Scozia (2014), The Program (2015), Bastille Day – Il colpo del secolo (2016), Radici – miniserie TV (2016), Queen of Katwe (2016)). L’album con tutta la musica del film è stato pubblicato in fisico e digitale il 7 luglio 2017.

Parte sabato 21 aprile da Cagliari Lab Boat ‐ navigare con la scienza

Adriatica Lab-boat-sardegna

Partirà sabato 21 aprile alle 16:30, al Terminal crociere del porto di Cagliari, molo Ichnusa, con la tombola della scienza, il Lab Boat ‐ navigare con la scienza, progetto di divulgazione scientifica per le scuole e per il largo pubblico, promosso e organizzato dal CRS4, il Centro di ricerca, sviluppo studi superiori in Sardegna e finanziato dalla Fondazione di Sardegna.

Nel corso del progetto la barca Adriatica effettuerà il periplo della Sardegna, con partenza e ritorno a Cagliari, a partire dal 24 aprile sino al 10 maggio.

A bordo durante la navigazione insieme allo skipper Filippo Mennuni e ai marinai ci saranno anche ricercatori sardi e studenti, dai sedici anni in su, delle scuole superiori, vincitori del Lab Boat video contest. Adriatica toccherà 6 porti sardi: Cagliari, Arbatax (scalo tecnico), Olbia, Alghero, Oristano (porto industriale di Santa Giusta) e Carloforte.

In ogni tappa si alterneranno gruppi diversi di ricercatori e di studenti, che durante la navigazione trasformeranno la barca a vela in un vero e proprio laboratorio didattico nel quale i ricercatori spiegheranno ai ragazzi li fondamenti di fisica sul galleggiamento e la navigazione di un’imbarcazione nonché elementi di altre scienze e tecnologie come ad esempio, la meteorologia, la CO2 in termini di problema/risorsa, la telemedicina in barca, i meccanismi molecolari correlati con la sclerosi multipla, le malattie autoimmuni e la fisica dei raggi cosmici.

(altro…)