Category name:Volvo Ocean Race

Volvo Ocean Race – Scallywag primo a Hong Kong, collisione per Vestas, morto un pescatore

Scallywag, la barca guidata dallo skipper australiano David Witt, ha ottenuto una storica vittoria, aggiudicandosi la quarta tappa della Volvo Ocean Race nelle acque di casa di Hong Kong, suscitando l’entusiasmo degli tifosi locali. Nell’ultima foto della galleria i danni di Vestas in seguito alla collisione.

Leg 4, Melbourne to Hong Kong, arrivals. 19 January, 2018.

Leg 4, Melbourne to Hong Kong, arrivals. 19 January, 2018.
Immagine 1 di 5

Leg 4, Melbourne to Hong Kong, arrivals. 19 January, 2018.

Sun Hung Kai/Scallywag ha vinto la quarta tappa del giro del mondo a vela in equipaggio, partita il 2 gennaio da Melbourne, in Australia. L’equipaggio resterà quindi nella storia della regata per essere stata la prima barca con bandiera di Hong Kong a vincere in patria, dove il giro del mondo in equipaggio fa tappa per la prima volta.

Lo scafo nero, con l’australiano David Witt alla guida di un equipaggio internazionale, con due veliste donne fra cui la navigatrice Libby Greenhalgh, è giunto sul traguardo posizionato a poche centinaia di metri dal race village di Hong Kong, alle 18.45 e 42 secondi (ora italiana). Con questa vittoria l’equipaggio di Scallywag ottiene 8 punti (7+1 punto bonus per la tappa) e portandosi in quarta posizione, a 19 punti, scavalca nella classifica generale provvisoria Team Brunel.

(altro…)

Volvo Ocean Race – Finalmente fuori dalle calme equatoriali

Sembra che la flotta della Volvo Ocean Race sia finalmente riuscita a togliersi dalle insidie delle calme equatoriali e, rientrata nell’emisfero nord, abbia imboccato l’autostrada verso Hong Kong

Leg 4, Melbourne to Hong Kong, day 11

Tutte e sette le barche hanno ormai attraversato la linea dell’Equatore, e secondo il rilevamento delle posizioni delle ore 14 stanno per entrare nel flusso degli alisei, che dovrebbe portarle fin sul traguardo di Hong Kong. Una volta che saranno entrati nel vento costante da est, potranno godere di un aria intorno ai venti nodi e navigare verso la meta, in netto contrasto con le condizioni di bonaccia delle calme equatoriali vissute negli ultimi cinque giorni. Finirà anche la necessità di fare manovre continue per evitare le nuvole temporalesche tipiche dei Doldrum e si potranno tracciare rotte più dirette e veloci.

Tuttavia i team dovranno continuare a prestare la massima attenzione ai temporali e ai colpi di vento che potrebbero ancora modificare la graduatoria parziale. “Ci sono state condizioni davvero difficili.” Ha spiegato l’olandese Carolijn Brouwer, da bordo di Dongfeng. “Il vento è passato da 4 a 11 nodi e abbiamo dovuto portare tutto il peso a poppa. Non appena finito, il vento è calato di nuovo e via con un nuovo spostamento. E’ una specie di balletto faticoso.”

(altro…)

Volvo Ocean Race – Vestas filma una balena che banchetta

Volvo Ocean Race, settimo giorno della quarta tappa, da Melbourne a Hong Kong. Amory Ross, onboard reporter su Vestas 11th Hour Racing, dalle parti delle isole Salomone ha filmato con il drone una balena che banchetta con un banco di pesci a pelo d’acqua. Immagini spettacolari della natura allo stato puro.

Volvo Ocean Race – MAPFRE vince anche la terza tappa

La barca guidata dallo skipper Xabi Fernandèz, ha ottenuto la seconda vittoria consecutiva, dopo quella nella Leg 2 si è aggiudicata anche la terza tappa della Volvo Ocean Race, che assegna doppi punti. Il team spagnolo rinsalda la sua posizione di testa nella classifica overall.

Leg 3, Cape Town to Melbourne, arrivals. Photo by Jesus Renedo/Volvo Ocean Race. 24 December, 2017.

Leg 3, Cape Town to Melbourne, arrivals. Photo by Jesus Renedo/Volvo Ocean Race. 24 December, 2017.
Immagine 1 di 9

Leg 3, Cape Town to Melbourne, arrivals. Photo by Jesus Renedo/Volvo Ocean Race. 24 December, 2017.

MAPFRE ha vinto la terza tappa del giro del mondo a vela in equipaggio, partita il 10 dicembre da Città del Capo per oltre 6.500 miglia teoriche nei temibili e duri mari dell’Oceano meridionale. Il team ha lavorato ai limiti della fatica, con venti estremi per giorni e giorni, onde altissime e condizioni di vita molto difficili, per non parlare delle manovre e delle scelte tattiche continue.

Lo scafo rosso, con l’olimpionico iberico Xabi Fernàndez alla guida di un equipaggio internazionale è giunto sul traguardo posizionato nella baia di Melbourne, in Australia, alle 17.17 e 21 (ora italiana) del 24 dicembre dopo 14 giorni, 4 ore, 7 minuti e 21 secondi di navigazione, dopo aver percorso oltre 6.622 miglia, alla ragguardevole media di 19.47 nodi. Con questa vittoria MAPFRE ottiene ben 15 punti (7×2+1 punto bonus per la tappa) e si mantiene saldamente in testa alla classifica generale provvisoria a 29 punti .

(altro…)

Volvo Ocean Race – MAPFRE a Melbourne prima di Natale

A poco più di 400 miglia dalla linea del traguardo di Melbourne, gli spagnoli di MAPFRE stanno affrontando le ultime ore di intenso lavoro per poter ottenere la cruciale vittoria nella Leg 3 della Volvo Ocean Race, che assegna doppi punti.

VOR-Leg-3-23-12-2017 01

VOR-Leg-3-23-12-2017 01
Immagine 1 di 7

Leg 3, Cape Town to Melbourne, day 11, Tamara Echegoyen on board MAPFRE. Photo by Jen Edney/Volvo Ocean Race. 20 December, 2017.

23 dicembre 2017 – Prima di raccogliere i meritati allori, però, gli spagnoli dovranno vedersela con un sistema di alta pressione che minaccia di entrare da ovest, e che potrebbe portare vento più leggero nel tratto fra le barche di testa e la linea del traguardo. Un margine di circa 100 miglia dovrebbe comunque bastare agli iberici per tenersi alle spalle i franco/cinesi di Dongfeng.

“Sembra che debba andare così, fino a ieri è stata una tappa dura, sempre a stretto contatto con Dongfeng e abbiamo spinto al massimo,” ha detto oggi lo skipper Xabi Fernández. “Adesso davvero abbiamo preso un bel vantaggio e se non ci saranno problemi dovrebbe andare bene.” La posizione di testa, ha spiegato Fernández dipende dalla strategia degli ultimi giorni quando il team da lui guidato ha resistito alla tentazione di fare qualcosa di “folle” ma si è semplicemente tenuto in contatto, proprio alle spalle di Dongfeng quando era davanti. “E’ stato importante stare loro sempre vicini. E a volte il modo migliore per farlo è seguire il leader. Abbiamo combattuto molto per stare vicini e poi naturalmente ogni nuovo sistema meteo costituisce un’opportunità per chi è dietro. E’ stata dura dare loro la caccia in questo modo, sono una preda difficile e la sensazione di essere riusciti a passarli è incredibile.”

(altro…)

Volvo Ocean Race Lotta senza quartiere nel Southern Ocean

19 dicembre 2017 – I battistrada della Volvo Ocean Race hanno percorso grandi distanze nelle ultime 24 ore mentre gli inseguitori cercano di resistere al passaggio di un fronte, è una lotta senza quartiere per tutti…

Leg 3, Cape Town to Melbourne, day 10, on board Brunel, Alberto Bolzan stearing. Photo by Ugo Fonolla/Volvo Ocean Race. 19 December, 2017.

Leg 3, Cape Town to Melbourne, day 10, on board Brunel, Alberto Bolzan stearing. Photo by Ugo Fonolla/Volvo Ocean Race. 19 December, 2017.
Immagine 1 di 4

Leg 3, Cape Town to Melbourne, day 10, on board Brunel, Alberto Bolzan stearing. Photo by Ugo Fonolla/Volvo Ocean Race. 19 December, 2017.

Sono poco più di 2.000 le miglia che separano i leader dalla linea del traguardo della terza tappa a Melbourne, in Australia e sono solo otto le miglia che separano i primi due, in una lotta senza quartiere per la testa della flotta e una posizione di controllo.

Al rilevamento delle ore 14 italiane, i franco/cinesi di Dongfeng Race Team erano ancora al comando, una posizione che hanno mantenuto per la gran parte della navigazione da Città del Capo, ma gli onnipresenti avversari di MAPFRE erano alle loro calcagna, rendendo loro la vita dura. Ancora una volta durante la notte gli spagnoli erano riusciti a prendere la testa, salvo poi vedere Dongfeng rientrare al rilevamento successivo, La lotta fra il team guidato da Xabi Fernández e quello di Charles Caudrelier sembra non finire mai, e i due equipaggi stanno tirando fuori tutte le energie residue per rispondere a ogni singola mossa dell’avversario.

(altro…)

Volvo Ocean Race nel Southern Ocean più duro e cattivo

I sette team partecipanti alla Leg 3 della Volvo Ocean Race sono entrati nel Southern Ocean più duro e cattivo, con venti fino a 50 nodi e onde alte come montagne. E non è ancora finita

VOR-Leg-3-14-12-2017 01

VOR-Leg-3-14-12-2017 01
Immagine 1 di 7

Leg 3, Cape Town to Melbourne, day xx, C:DCIM100GOPROGOPR0377.GPR on board AkzoNobel. Photo by James Blake/Volvo Ocean Race. 14 December, 2017.

14 dicembre 2017, 14:47 UTC – La violenta depressione che si è andata formando negli ultimi giorni ora ha colpito e avvolto i sette equipaggi, costringendoli a passare dalla modalità regata alla modalità sicurezza.

Tuttavia le velocità sono incredibili, hanno raggiunto in qualche caso i 38 nodi con le barche lanciate giù dalle enormi onde tipiche dell’Oceano meridionale. Il sistema di bassa pressione responsabile di queste condizioni è vasto, si estende per circa 1.500 miglia dalla punta del Sudafrica fino a poche miglia a nord dell’Antartide.

Il fronte rappresenta la sfida maggiore che i team hanno dovuto affrontare in questa edizione della Volvo Ocean Race, e benché la terza tappa sia ancora alle fasi iniziali, le decisioni che i team prendono in queste ore potrebbero avere delle conseguenze sul risultato a Melbourne.

Al rilevamento delle ore 14 italiane la testa della flotta è sempre occupata da Dongfeng Race Team che è la barca che si è portata più a sud, a sole sette miglia dalla zona di esclusione dei ghiacci, la Antarctic Ice Exclusion Zone (AIEZ) definita dagli organizzatori.

Dieci miglia più a nord gli spagnoli di MAPFRE continuano la rincorsa con Vestas 11th Hour Racing risalito in terza piazza a circa 50 miglia alle spalle dei due battistrada. “Le condizioni sono dure.” Ha raccontato da bordo di Vestas Mark Towill, dicendo che il team ha registrato una raffica a 53 nodi durante la notte. “Sono 24 ore che abbiamo dai 30 ai 40 nodi, voliamo in poppa. E’ proprio il Southern Ocean, sapevamo cosa avremmo trovato qui e lo abbiamo certamente trovato.”

(altro…)

Volvo Ocean Race – Partita la terza tappa da Città del Capo a Melbourne

E’ partita domenica 10 dicembre la terza tappa della Volvo Ocean Race, che porterà i sette equipaggi a navigare per 6.500 miglia in alcuni dei mari più remoti e difficili del pianeta, in rotta verso Melbourne in Australia. Un ritorno alle origini del giro del mondo a vela in equipaggio.

Leg 3, Cape Town to Melbourne, Start. Photo by Pedro Martinez/Volvo Ocean Race. 10 December, 2017.

Leg 3, Cape Town to Melbourne, Start. Photo by Pedro Martinez/Volvo Ocean Race. 10 December, 2017.
Immagine 1 di 8

Leg 3, Cape Town to Melbourne, Start. Photo by Pedro Martinez/Volvo Ocean Race. 10 December, 2017.

Da molti viene giustamente considerata un ritorno alle origini della regata intorno al mondo, la mitica Whitbread Round the World Race che prese il via nel 1973. La terza tappa dell’edizione 2017-18 infatti porterà le sette barche, 63 velisti più sette onboard reporter fino a Melbourne in Australia, per oltre 6.500 miglia teoriche nei mari e nelle condizioni fra le più dure della terra.

Ancora una volta Città del Capo, che ha ospitato la regata ben 10 volte, non ha fatto mancare eccellenti condizioni, con il famoso vento locale, il Cape Doctor, che soffiava a 20/25 nodi e uno splendido sole. Uno spettacolo sia per i molti locali accorsi a vedere la partenza dal mare, che per il pubblico che ha potuto seguire la diretta streaming.

Dopo un breve triangolo nella baia, sono stati Dongfeng Race Team dello skipper francese Charles Caudrelier e gli spagnoli di MAPFRE a lasciare per primi la baia, con un distacco infinitesimale – di soli 3 secondi- diretti verso la punta meridionale del continente africano prima, e dell’Australia poi dove le più recenti stime dicono che la flotta potrebbe giungere fra il 24 e il 26 dicembre.

(altro…)

Volvo Ocean Race – MAPFRE vince la seconda tappa

November 24, 2017 – La barca guidata dallo skipper iberico Xabi Fernandèz, ha tagliato in prima posizione la linea del traguardo di Città del Capo, vincendo la seconda tappa del giro del mondo a vela in equipaggio e conquistando la vetta della classifica provvisoria. Secondi sono attesi i franco/cinesi di Dongfeng Race Team, terzo Vestas 11th Hour Racing

Leg 2. Arrivals from Lisbon to Cape Town. Photo by Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race. 24 November, 2017.

Leg 2. Arrivals from Lisbon to Cape Town. Photo by Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race. 24 November, 2017.
Immagine 1 di 7

Leg 2. Arrivals from Lisbon to Cape Town. Photo by Ainhoa Sanchez/Volvo Ocean Race. 24 November, 2017.

Lo scafo rosso di MAPFRE è giunto sul traguardo, posizionato ai piedi della famosissima e imponente Table Mountain alle 16.10.33 (ora italiana) dopo 19 giorni, 1 ora, 10 minuti e 33 secondi di navigazione, vincendo la seconda tappa della Volvo Ocean Race, partita il 5 novembre da Lisbona in Portogallo verso la capitale sudafricana, dopo aver percorso oltre 7.886 miglia, alla ragguardevole media di 17,3 nodi. Con questa vittoria l’equipaggio internazionale di MAPFRE ottiene 8 punti (7+1 punto bonus per la tappa) e si porta in testa alla classifica generale provvisoria con 14 punti .

“Siamo molto felici di vincere questa tappa. Siamo arrivati tutti interi e davanti agli altri, non potremmo desiderare di più.” Ha dichiarato lo skipper Xabi Fernandez pochi secondi dopo aver tagliato la linea. “Gli ultimi giorni sono stati durissimi, abbiamo cercato di non fare errori. Sappiamo che la regata è lunga, nulla è ancora deciso. Sarà sempre una lotta dura, tutti sono veloci e anche i minimi errori si pagano duramente. Questa volta siamo stati fortunati, ne abbiamo fatti pochi ed è perciò che abbiamo vinto.”

(altro…)

Volvo Ocean Race – Città del Capo nel mirino

Le quattro barche di testa potranno contare su un vento fresco per la fase finale della seconda tappa della Volvo Ocean Race, che si prevede possano concludere nel tardo pomeriggio di venerdì. Intanto Vestas 11th Hour Racing e Team Sun Hung Kai/Scallywag entrano in modalità nascosta

Leg 02, Lisbon to Cape Town, day 18, on board Vestas 11th Hour. Photo by Martin Keruzore/Volvo Ocean Race. 22 November, 2017. Nick Dana and Jena Mai Hansen enjoying the bubble party this morning.

Leg 02, Lisbon to Cape Town, day 18, on board Vestas 11th Hour. Photo by Martin Keruzore/Volvo Ocean Race. 22 November, 2017. Nick Dana and Jena Mai Hansen enjoying the bubble party this morning.
Immagine 1 di 7

Leg 02, Lisbon to Cape Town, day 18, on board Vestas 11th Hour. Photo by Martin Keruzore/Volvo Ocean Race. 22 November, 2017. Nick Dana and Jena Mai Hansen enjoying the bubble party this morning.

Quando mancano meno di 500 miglia alla linea del traguardo di Città del Capo, due team hanno deciso di nascondere le loro mosse e le loro posizioni per 24 ore, in un’ultima opzione tattica volta a scombussolare la classifica. Al rilevamento di giovedì alle 14 gli spagnoli di MAPFRE continuano a guidare la flotta con un buon margine, di oltre 33 miglia, sui secondi di Dongfeng Race Team. Con circa altre 24 ore di navigazione rimaste, i battistrada stanno combattendo una battaglia metro su metro, dato che sono solo 37 le miglia che separano i primi tre. Tuttavia, benché gli inseguitori stanno consumando il tempo a loro disposizione per riprendere e passare gli spagnoli, la frazione non può certo dirsi conclusa e definita. E l’avvicinamento a Città del Capo è un passaggio molto delicato.

Lo skipper statunitense di Vestas 11th Hour Racing, Charlie Enright, ha scelto di festeggiare il giorno del Ringraziamento entrando in stealth mode, poco dopo le 12.30 di giovedì, una mossa che lascia presupporre un assalto a MAPFRE e Dongfeng, per ottenere una storica doppia vittoria consecutiva. “Stiamo usando tutto ciò che è in nostro potere.” Ha detto la velista di Vestas Jena Mai Hansen. “Dongfeng non è lontano e MAPFRE è a 30 miglia davanti. Ci stiamo tutti controllando per vedere chi fa qualcosa di diverso.”

(altro…)