Category name:Monotipi

The Nations Trophy 2017 – Secondo giorno di regate

12 ottobre 2017 – Seconda giornata di vento leggero ma non senza colpi di scena al The Nations Trophy 2017. La flotta dei ventotto Swan One Design, provenienti da undici nazioni ha completato altre due regate.

Race Start

Race Start
Immagine 1 di 8

Race Start

Ancora una volta, le regate hanno richiesto a tutti gli equipaggi la massima concentrazione e un impegno non soltanto fisico per scalare o difendere la vetta della classifica. A metà evento, la Spagna è la nazione leader, con l’Italia in seconda posizione e la Germania in terza.

Tra gli undici ClubSwan 50, Niramo (GER) si è reso protagonista di un 1° e un 2° posto di giornata, risultati che lo portano al primo posto della classifica generale provvisoria a pari punti con Cuordileone (ITA). La parità è risolta provvisoriamente in favore dell’equipaggio tedesco in virtù del suo miglior risultato nell’ultima prova del giorno. Porron IX (ESP) è al comando della classifica del campionato del mondo della classe Swan 45, insidiata da Samantaga (BEL) che ha concluso con un 4° e 1° posto. Nel campionato europeo dei ClubSwan 42, Nadir (ESP) è in testa alla classifica grazie a un 2° e un 1° posto di giornata.

(altro…)

Caipirinha Jr vince il Campionato Nazionale Protagonist 7.50 2017

Gargnano, 24 settembre 2017 – Concluso con il successo di Caipirinha Jr il Campionato Nazionale Protagonist 7.50 2017. La manifestazione ha dovuto fare i conti con l’estrema variabilità del meteo ma un Comitato di Regata attento e reattivo ha gestito ogni fase con apprezzata professionalità.

Nazionale Protagonist 750 2017 01

Nazionale Protagonist 750 2017 01
Immagine 1 di 7

Il successo dell’equipaggio guidato dal campione del mondo Melges 24 Enrico Fonda (Francesco Rubagotti, Alessandro Agostinelli e Lorenzo Azzi con lui) si è concretizzato solo al termine dell’ultima regata. Al secondo posto Pata-ta (Bovolato-Modena), incappato nel peggior parziale della sua serie. Scivolato a due punti dall’imbarcazione armata da Anna e Giulia Navoni, l’equipaggio di Luca Bovolato ha contenuto il ritorno di Té Bambo (Barbi-Fracassoli), cui non è bastato vincere ben tre delle otto regate disputate per muovere ulteriori passi verso l’alto.

Ai piedi del podio si sono invece fermati Gattone (Cavallini-Docali), ben tre volte secondo di manche, e L’Ombra Del Vento (Bianchini-Galloni).

(altro…)

A Mahón Azzurra conquista tappa e campionato

Grande festa a Mahón, nell’isola di Minorca, la flotta delle 52 SUPER SERIES brinda alla doppia vittoria di Azzurra che chiude il circuito con la conquista dell’ultima tappa e la corona di Campione della 52 SUPER SERIES 2017.

Menorca 52 Super Series 22-09-17 ph Ranchi 01

Menorca 52 Super Series 22-09-17 ph Ranchi 01
Immagine 1 di 12

Una stagione in crescita per il team capitano dalla coppia Parada-Vascotto, connubio di genio e sregolatezza, di passione e di grande sportività, un team da 10 e lode dal primo all’ultimo senza dimenticate nessuno. A Minorca, Gladiator chiude in seconda posizione davanti a Quantum, un podio meritato per Tony Langley. Il podio del circuito dietro ad Azzurra è invariato, Platoon secondo (corona Corinthian per Harm Müller-Spreer) e terzo Quantum, non si può vincere tutti gli anni.

L’ultima giornata della Menorca 52 SUPER SERIES Sailing Week inizia con molta fiacca meteorologica ma con estrema tensione in banchina, due regata da disputare, c’è chi vorrebbe che fosse già finita questa giornata. Alle 14,30 il Comitato di Regata cerca di mettere un campo abbastanza regolare, il vento inizia a salire leggermente, ma la direzione non è stabile, c’è un tempo limite per arrivare al “no race today”, il tempo scorre e arriva il momento della chiusura finale delle ostilità, si issano due bandiere sullo strallo di prua di Azzurra, Italia ed Argentina, un gruppo coeso, grandi marinai e grandi uomini, una stagione memorabile, la più emozionante di sempre, Guillermo Parada, La famiglia Rommers a supportare questo gruppo, l’eclettico Vasco Vascotto, talento incontrastato nei momenti in cui serve quel qualcosa in più per cambiare la rotta verso la vittoria.

(altro…)

Terzo giorno di Menorca 52 Super Series Azzurra mantiene la testa

La flotta delle 52 SUPER SERIES riesce a chiudere la terza giornata a Mahón, nell’isola di Minorca, con due prove. La consistenza di Azzurra è confermata, Platoon e Bronenosec sono gli acuti di giornata.

Menorca 52 Super Series 21-09-17 ph Ranchi 01

Menorca 52 Super Series 21-09-17 ph Ranchi 01
Immagine 1 di 10

I tedeschi non riescono a capitalizzare il primo posto di giornata, chiudendo sesti nella seconda prova. Bronenosec ha le carte in regola per fare un gran risultato di fine stagione, Quantum con due secondi posti non molla il target finale, quell’Azzurra che domina sia la classifica di tappa che del circuito, mancano due giorni di regate, nulla è chiuso e scontato, nervi saldi, la pressione aumenta regata dopo regata.

La terza giornata della Menorca 52 SUPER SERIES Sailing Week va in scena con condizioni di vento leggero dai quadranti meridionali, finalmente sembra che l’instabilità dei primi due giorni possa essere ormai un brutto ricordo. Il primo start in orario alle 12.05 con un intensità di 10 nodi ed una boa di bolina posizionata per 190°. Arriva il primo “general recall”, c’è molta tensione, tutto da rifare. Finalmente arriva il primo start di giornata, Alegre forza e si auto squalifica. Ottima partenza per Azzurra al centro dell’allineamento, Platoon, Quantum, iniziano a vedersi i primi attacchi. Al primo passaggio in boa è proprio Platoon a girare in testa alla flotta davanti a Quantum, Paprec, Gladiator, Bronenosec, Provezza e Azzurra in ritardo. Il lato di poppa con queste condizioni non concede molte opzioni per poter cambiare lo schieramento di testa. Platoon domina la flotta davanti a Quantum e Paprec, Bronenosec guadagna un posto. E’ una bella battaglia tra i due inseguitori ala corona, Platoon e Quantum sono molto vicini ad un lato dalla fine della prima prova di giornata. Platoon, Quantum e Provezza compongono il podio della prima prova, Azzurra soltanto sesta, si assottiglia il vantaggio del team italiano a favore sopratutto dell’armata tedesca di Platoon.

(altro…)

Relative Obscurity Vince il Mondiale J/70 2017

Porto Cervo, 16 settembre 2017) – Gli statunitensi di Relative Obscurity – Peter Duncan, Jud Smith, Victor Diaz de Leon e Willem van Waay – hanno vinto il Mondiale J/70 2017. Al secondo posto Savasana; terzo Notaro team di Luca Domenici. Gianfranco Noè vince il titolo Corinthian.

J-70 Worlds 16-9-2017 ph Ranchi 01

J-70 Worlds 16-9-2017 ph Ranchi 01
Immagine 1 di 12

La giornata conclusiva dell’evento, organizzato dallo Yacht club Costa Smeralda, in collaborazione con la J/70 International class e Audi, è stata nel segno di un Maestrale sostenuto, che ha messo alla prova gli oltre 160 equipaggi di 25 nazioni.

Relative Obscurity ha dominato la serie (3-1-1-2-1-3) staccando Savasana di ben 15 punti.

Classifiche complete su www.yccs.it – Foto Max Ranchi

Mondiale J/70 2017 – Relative Obscurity al comando dopo 4 prove

Porto Cervo, 15 settembre 2017. Penultimo giorno di regata all’Audi J/70 World Championship organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con la J/70 International Class, il Title Sponsor Audi e il supporto dell’Official Sailmaker Quantum Sails.

J-70 Worlds 15-9-2017 ph Ranchi 01

J-70 Worlds 15-9-2017 ph Ranchi 01
Immagine 1 di 12

Alle ore 11 il comitato di regata ha dato il via alle procedure di partenza con vento da ovest di circa 12 nodi saliti a 15 nel corso della regata. Nella Gold Fleet si è imposto Power Play di Peter Cunningham, yachtsman esperto che in passato ha già regatato a Porto Cervo nella 52 Super Series. In grande evidenza gli americani di Relative Obscurity (Duncan-Diaz de Leon) i quali, con il secondo posto odierno, si portano nettamente al comando della classifica provvisoria del Mondiale con un ruolino di marcia di livello assoluto: 3-1-1-2 per un totale di 7 punti, ben 10 di vantaggio sugli spagnoli di Fermax (Martinez Doreste – Martinez) oggi quarti. Il terzo posto in classifica generale provvisoria è di Petite Terrible #Audi (C.Rossi- Paoletti) a pari punti con un altro italiano, Notaro Team di Luca Domenici.

(altro…)

Audi J/70 World Championship – Lettera aperta di Carlo Alberini, armatore di ITA-949

Porto Cervo – A distanza di alcune ore dalla mancata accettazione dell’iscrizione della mia barca all’Audi J/70 World Championship di Porto Cervo a pervadermi è ancora un sentimento di profondo rammarico, che è aumentato a dismisura questa mattina, quando ho visto la flotta lasciare gli ormeggi per andare incontro al primo giorno di regate.

Ciò non mi impedisce di aprire questa mia con un ringraziamento, che ai più potrà sembrare una contraddizione, ma che in realtà non lo è perché il lavoro svolto dal Comitato di Stazza è stato del livello che ho sempre auspicato nel corso degli anni passati a presiedere alcune delle più importanti classi One Design (Mumm 30, Farr 40 e Melges 32). Muovendo dalla volontà di mandare sulla linea di partenza una flotta omogenea dal punto di vista prestazionale, il Comitato di Stazza, presieduto da Christopher Howell, ha interpretato al meglio la parte della guida, consigliando i team su come sanare le criticità di vario genere emerse nel corso dei controlli preliminari. Un atteggiamento propositivo, peraltro già utilizzato al Mondiale J/70 di San Francisco dello scorso anno, quando lo stesso Howell consentì a una quindicina di equipaggi statunitensi di sostituire le crocette delle proprie imbarcazioni, dopo che queste erano risultate alterate rispetto alle specifiche stabilite dal regolamento di classe.

(altro…)

Prime prove al Mondiale J/70 2017

Porto Cervo, 14 settembre 2017. Dopo le polemiche sulle stazze e due giorni di attesa forzata a causa del forte Maestrale sulla Costa Smeralda è partito l’Audi J/70 World Championship.

J-70 Worlds 14-9-2017 ph Ranchi 01

J-70 Worlds 14-9-2017 ph Ranchi 01
Immagine 1 di 18

Dopo il briefing le 162 sportboat, record assoluto di partecipazione per un mondiale di monotipo a chiglia, uscivano a frotte dal marina di Porto Cervo transitando sotto allo storico scafo del 12m S.I. Azzurra, un colpo d’occhio inusuale e certamente spettacolare.

La Sardegna si è presentata al suo meglio, con un vento di ponente che dai 12 nodi iniziali è salito a circa 20, consentendo ai J/70 di esprimersi in adrenaliniche planate al lasco. Il Comitato di regata ha potuto far disputare le tre prove previste, con un format di regata adottato per gestire al meglio una flotta così numerosa.

Questa è stata suddivisa in quattro raggruppamenti identificati da un colore, con partenze di due gruppi accoppiati con procedure separate da 10 minuti. Il campo di regata a forma di trapezio prevede due bastoni paralleli separati circa un miglio l’uno dall’altro. Il primo gruppo, un volta giunto alla boa di bolina, percorre un lasco stretto per continuare con i lati poppa-bolina-poppa-arrivo sul bastone parallelo. Il secondo gruppo invece, percorre un bastone, per portarsi infine sul percorso parallelo per la poppa finale. In questo modo le due flotte non si incrociano. I gruppi invece sono accoppiati ogni volta in modo differente in modo da ottenere un round robin completo ogni tre “voli”.

(altro…)

J/70 – Le polemiche e i problemi con le stazze al Campionato Mondiale 2017

L’antefatto: lo Yacht Club Costa Smeralda ospita il Campionato Mondiale 2017 della classe monotipo J/70 con iscritte oltre 170 barche. Credo il più affollato nella storia dei monotipi. Come ad ogni evento di così grande rilievo vengono effettuati controlli di stazza preventivi (con stazzatore internazionali) per garantire il rispetto delle regole. Sette barche sette vengono trovate con bulbi modificati e conseguentemente squalificate, senza appello (leggi: non riamessi neanche a cambiare chiglia).

Tutto giusto, da spettatore esterno e appassionato di vela considero il comportamento dello Yacht Club e della Classi italiana e internazionale impeccabili, hanno garantito sportività e rispetto delle regole. Viva la vela e viva le barche tutte uguali dove un qualsiasi appassionato può competere ad armi pari con armatori ricchi e velisti professionisti. La vela è forse, contrariamente al sentire comune, l’unico sport dove ciò è possibile.

Berlusconi si può comprare il Milan o Moratti l’inter ma non potranno mai giocarci da centravanti (esistono ancora i centravanti?), io posso comprarmi un J/70 (anche in società con qualche amico) e andare a regatare contro alcuni tra i più grandi professionisti della specialità.

(altro…)

A Calvi Network l’ALCATEL J/70 CUP 2017

Scarlino, 30 luglio 2017 – Termina l’edizione 2017 dell’ALCATEL J/70 CUP, circuito nazionale Open promosso da J/70 Italian Class. Nei quattro eventi ospitati a Sanremo, Malcesine, Riva del Garda e Scarlino, sono stati centouno, da diciannove nazioni diverse, gli armatori che hanno partecipato.

Con due successi su quattro eventi Calvi Network dell’armatore pesarese Carlo Alberini si è dimostrato tra i più veloci della flotta, l’equipaggio con a bordo anche Branko Brcin, Karlo Hmeljak e Sergio Blosi si è aggiudicato quindi il titolo di J/70 Class National Champion.

Il secondo e terzo posto vanno rispettivamente a Petite Terrible della due volte campionessa continentale Claudia Rossi e ai campioni europei 2015 capitanati da Luca Domenici a bordo di Notaro Team.

Nella categoria Corinthian, riservata ai non professionisti, White Hawk di Gianfranco Noè, dopo aver conquistato il gradino più alto del podio nelle quattro frazioni del circuito, emerge come leader indiscusso del suo raggruppamento. Il risultato di Noè, inoltre, è invidiabile anche a livello di piazzamento overall: l’armatore triestino chiude infatti la stagione in quinta posizione. A seguire l’imbarcazione di Noè nella classifica Corinthian, troviamo Magie Das Sailing Team di Alessandro Zampori e Jaws Too di Marco Schirato.

(altro…)