Category name:Monotipi

Este24 – La Lunga Bolina Coastal Race 2019

Este24 – La Lunga Bolina Coastal Race: La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini doma le onde di questi due giorni di grandi regate costiere.

Este24 - La Lunga Bolina Coastal Race 2019 01

Este24 - La Lunga Bolina Coastal Race 2019 01
Immagine 1 di 8

Il tratto di mare tra Santa Marinella e Porto Ercole ha dato filo da torcere ai quattordici equipaggi in gara per la prima tappa del Circuito Nazionale Este 24. A vincere la tappa con un terzo posto nella tappa di andata ed un primo al fotofinish nella tappa di ritorno è stato l’equipaggio capitanato da Roberto Ugolini su La Poderosa 2.0, che è riuscita con una seconda prova costiera magistrale a metter dietro il grande favorito del week end costiero, Ricca D’Este 37 di Marco Flemma ottimo secondo e Ricca D’Este 27 di Federica Archibugi, già vincitrice del campionato invernale. La prima giornata ha visto come protagonista il team Sport Images di Stefano Fusco che grazie ad un tattica perfetta era riuscito a vincere la prima prova da Santa Marinella a Porto Ercole.

Sabato mattina gli equipaggi si sono presentati davanti a Capo Linaro per attendere quel vento che non è arrivato, tant’è che il Comitato di Regata presieduto da Fausto Proietti ha pensato bene di “spostare” la flotta dopo Riva di Traiano, dove nel frattempo era giunto un grecale leggero che ha permesso alla flotta di prendere comunque il via. Dopo lo start i quattordici Este24 hanno preso decisioni tattiche diverse sia di conduzione che di configurazione delle vele. La Scelta a terra da parte de La Poderosa 2.0, Sport Images e a tratti di Ricca D’Este27 ha dato i suoi frutti, anche se al rientro dalle “Formiche” dal lato esterno sono rientrati a pochissime lunghezze anche Ricca D’Este 37 di Marco Flemma e RiDeCoSì 2 di Alessandro M.Rinaldi.

(altro…)

Alberto Bona alla Sardinha Cup, primo evento Figaro 3

È partita il 26 marzo e si conclude il 13 aprile, la Sardinha Cup, evento che apre ufficialmente il Circuito Figaro 3, campionato francese di regata d’altura 2019.

Alberto Bona Figaro 3 01

Alberto Bona Figaro 3 01
Immagine 1 di 6

Una nuova regata a coppie che è la prima in assoluto sul nuovo Figaro Beneteau 3 e che vedrà ai nastri di partenza nel porto di Saint-Gilles-Croix-de-Vie oltre 50 concorrenti, tra cui spicca il nome dello skipper torinese Alberto Bona, pronto a sfidare veri e propri totem della vela mondiale.

Lo skipper italiano è stato colpito da subito dalla cura dei dettagli della barca, dalla ricerca che c’è dietro il progetto dei Figaro 3, monotipi dotati di foil che si muovono lateralmente e verticalmente, alimentando performance e creando stabilità.

Un esordio, quello del monotipo, che vedrà il ritorno di stelle internazionali della disciplina insieme alle nuove leve reduci dal Circuito Mini 650.

Un evento suggestivo organizzato dal Team Vendée Formation, il prestigioso centro di allenamento del luogo che offre ai giovani un’esperienza unica di accompagnamento e formazione alla pratica della vela.

(altro…)

Melges 32 world League 2019 Villasimius ##

Villasimius (Cagliari), 31 marzo 2019 – Conclusa la prima tappa 2019 della Melges 32 world League. I tre giorni di regate sono stati un vero spettacolo, con sette regate completate su un massimo di otto previste dal bando di gara.

Melges 32 world League 2019 Villasimius 01

Melges 32 world League 2019 Villasimius 01
Immagine 1 di 18

La vittoria, per la prima volta nella sua carriera di Melges 32, va alla squadra argentina di Luigi Giannattasio, che scrive il nome di Donino.

L’ultimo giorno di regate porta grandi cambiamenti nella classifica finale e sul podio dell’evento organizzato da Melges Europe: con una brezza costante che va dagli 8 agli 11 nodi, l’equipaggio di Luigi Giannattasio, con Manuel Weiller alla tattica, segna immediatamente un primo, lasciando alle sue spalle l’equipaggio monegasco di G-Spot di Giangiacomo Serena Di Lapigio e i due volte campioni del mondo di Tavatuy di Pavel Kutznetsov.

Caipirinha chiude l’evento al secondo posto della classifica generale, con un risultato che rappresenta anche il miglior piazzamento per Reintjes in un evento Melges 32. Il podio è completato da Tavatuy, autore di un miglioramento delle prestazioni durante i tre giorni di regate a Villasimius. Quarto posto per G-Spot e quinto per Torpyone di Edoardo Lupi Massimo Pessina.

Classifiche complete su melges32.com – foto di Max Ranchi

Dragoni – Paul & Shark Trophy: vincono i russi di Bunker Prince

Lotta all’ultimo bordo per aggiudicarsi la tredicesima edizione del Paul & Shark Trophy, International Dragon Cup. Nell’ultima giornata di regate il campo di regata di Sanremo ha dato davvero tante emozioni, soprattutto ai team in corsa per le prime posizioni del podio.

Dragoni Paul e Shark Trophy 2019 01

Dragoni Paul e Shark Trophy 2019 01
Immagine 1 di 12

Alla vigilia dell’ultima giornata i russi di Bunker Prince, guidati dall’olimpionico Yevgeni Braslavets e che corrono per lo Yacht Club Sanremo, sembravano quasi inattaccabili grazie a un ampio margine, ma ci ha pensato il campo di regata della città dei fiori a rimescolare le carte. Le due prove conclusive si sono corse con vento di ponente leggero e con salti di direzione che hanno messo alla prova l’abilità dei dragonisti, facendo emergere tecnica e tenuta psicologica.

La prima regata ha visto la vittoria proprio di Blue Haze e un dodicesimo posto per Bunker Prince, risultato poi scartato, secondo il team russo Annapurna. Mentre nella seconda la vittoria è andata ai monegaschi di Jeanie con Jens Rathsack al timone, seguiti da Blue Haze e dagli svedesi di High Times di Karl Gustaf Lohr.

La classifica generale dopo sette prove quindi vede due team a pari punti, gli inglesi di Blue Haze i russi di Bunker Prince, che tuttavia grazie a migliori piazzamenti parziali si aggiudicano il Paul & Shark Trophy 2019. Malgrado risultati molto regolari l’altro team russo di Annapurna, dello skipper Anatoly Loginov, non è riuscito in un recupero più forte ma è comunque salito sul terzo gradino del podio.

(altro…)

Invernale Interlaghi 2018 – Le Classifiche

Lecco 28 ottobre 2018 – il Meteor “Pequod”, timonato dall’imperiese Fabio Amoretti (Lni Pavia), ha vinto per la seconda volta consecutiva il Campionato Invernale Interlaghi di vela giunto quest’anno all’edizione numero 44.

petrel_28_01

petrel_28_01
Immagine 1 di 500

Il “Pequod”, dell’armatore e tailer lecchese Luca Marioni (Cv Tivano Valmadrera) e con prodiere Giuseppe Sfondrini di Lodi, ha vinto tutte e cinque le prove disputate tra sabato e domenica: un exploit che l’affiatato team ha voluto dedicare all’amico scomparso Paolo Campisi già capoflotta del Lario di classe Meteor.

“Una dedica doverosa – ha detto proprio Luca Marioni – ad un uomo che ha dato molto per questa classe che si sta ritagliando una seconda giovinezza. Merito anche della Nautica Lodi e del suo capostipite che non ha mai smesso di credere in questo progetto”.

L’Interlaghi ha avuto nella giornata di domenica il suo epilogo. Dopo una prima prova con vento teso da Nord sino a venti nodi e pioggia battente, il Comitato di regata è stato costretto ad annullare la seconda, già incanalata verso la fine, causa pericolose folate di vento oltre i 25 nodi che hanno messo a durissima prova tutti gli equipaggi. A quel punto, con la pioggia fortissima, per motivi di sicurezza la prova è stata annullata. Ma ormai per il successo finale i giochi apparivano fatti.

(altro…)

Mondiale Melges 32 2018 – Terzo Giorno di Regate

Cagliari, 19 ottobre 2018 – Dopo tre giorni di regate la classifica del Campionato del Mondo Melges 32 in corso sul campo di regata dello Yacht Club Cagliari vede a pari punti il Campione del circuito Melges World League 2018 ed il Campione del Mondo in carica.

Melges 32 Cagliari 18-08-2018 Max Ranchi 01

Melges 32 Cagliari 18-08-2018 Max Ranchi 01
Immagine 1 di 24

Sarà un duello tra Giogi, dell’italiano Matteo Balestrero (con Branko Brcin alla tattica), team che ha dominato l’attuale stagione di regate ed il russo Tavatuy di Pavel Kuznetsov (affiancato da Evgeny Neugodnikov) Campione del Mondo 2017. La parità perfetta tra i due team in classifica scaturisce dopo i risultati ottenuti quest’oggi nell’unica prova disputata dopo ore di attesa con leggero vento da 120 gradi di direzione (girato nella seconda bolina di 20 gradi a sinistra). Una regata nervosissima, partita dopo due richiami generali ed in regime di bandiera nera, che vede la leadership di Giogi sin dal primo passaggio di bolina con Tavatuy, terzo fino a metà regata, in grado di acciuffare il secondo posto ai danni di Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato (con Paul Goodison alla tattica) a pochi metri dalla finish line.

La lotta per la vittoria in questo serratissimo Mondiale può vedere l’inserimento anche di un terzo team, quello italiano di Caipirinha di Martin Reintjes (con Gabriele Benussi) perché 3 punti di distanza dalla coppia di testa sono un distacco assolutamente esiguo e colmabile, pur se un’eventuale rimonta richiederebbe la “complicità” anche di chi sta davanti e fino ad ora sta andando fortissimo.

(altro…)

Ricca D’Este vince il titolo italiano Este24 2018

16 settembre 2018 – L’ultima giornata consacra RICCA D’ESTE vincitore del titolo italiano ESTE24; dopo 8 prove la barca di Marco Flemma, mette in fila La Poderosa 2.0 di Roberto Ugolini ed Esterina di Maurizio Galanti.

Italiano Este 24 2018 01

Italiano Este 24 2018 01
Immagine 1 di 13

La terza ed ultima giornata del Campionato Italiano, condotto grazie alla regia del Circolo Nautico Guglielmo Marconi ed alla collaborazione della IV Zona Fiv, si è chiusa con due prove, completando così le 8 regate previste da bando e regalando a tutti i regatanti tanto sano agonismo e delle belle regate disputate su un campo di regata all’altezza di una manifestazione dove ci si aggiudica il titolo italiano. Due prove disputate con venti da quadranti meridionali ed intensità tra i 6 e 9 nodi di intensità. Le due manche hanno dimostrato quando la flotta fosse molto vicina, vedendo la vittoria nella prima prova di Super Silvietta di Fausto Cirillo. Nella seconda è stata Estrella di Giulio Nuti a vincere la manche finale, dove sino all’ultimo i due pretendenti al titolo si sono dati battaglia per vincere il titolo. Proprio nella prima prova di giornata, per Ricca D’Este sarebbe bastato vincere la regata per chiudere le ostilità, traguardo non raggiunto dalla coppia Flemma-Chiattelli. Nella prova finale è stato un vero match race tra Ricca D’Este e La Poderosa 2.0, le ultime strambate di copertura del leader della classifica sono state un vero match nel match.

(altro…)

Mondiale J24 2018 – Classifiche Finali e Foto

Kaster, con Will Welles al timone, vince il Mondiale J24 di Riva del Garda con a bordo gli italiani Andrea Casale e Giuliano Cattarozzi

2018 J/24 World Championship

2018 J/24 World Championship
Immagine 1 di 11

Fraglia Vela Riva, Italy

Nell’ultima giornata tre regate con vento da nord fino a 20 nodi. Quattro barche statunitensi nei primi 5, con i giapponesi di Siesta argento iridato. Tedesche di Derbe Kerle prime tra le donne. Vincitori della categoria under 25 gli italiani di Ottobrerosso con Pietro Parisi al timone.

Ottavo e primo italiano Kong Grifone2 con Francesco Bertone al timone; recupera fino all’undicesimo posto Notifyme-Pilgrim, con Fabio Mazzoni alla barra

Riva del Garda, Trento, 30 agosto 2018 – Conclusi alla Fraglia Vela Riva i Campionati del Mondo del monotipo J24 con una giornata incerta dal punto di vista meteo, ma con vento da nord anche forte che ha così permesso di completare il programma con 10 regate totali. Grande soddisfazione da parte di tutti, partecipanti, classe italiana e internazionale J24, Comitato di Giuria e di regata FIV, nonchè tutto lo staff tecnico e organizzativo della Fraglia Vela Riva, che è riuscito a concludere nel migliore dei modi un evento, che sarà ricordato per il gran numero di partecipanti (numero record di 89 presenti anche se le iscrizioni regolarizzate erano 98) e per le condizioni davvero belle avute sul Garda Trentino.

(altro…)

Mondiale J/24 2018 – Classifiche e Foto Secondo Giorno

Riva del Garda 28 agosto 2018 – Kaster ancora al comando nonostante una giornata non brilante. Giornata positiva invece per i team giapponesi. Italia quarta con Francesco Bertone al timone di Kong Grifone2.

2018 J/24 World Championship

2018 J/24 World Championship
Immagine 1 di 22

Fraglia Vela Riva, Italy

Procede spedito alla Fraglia Vela Riva il Campionato del Mondo J/24, il monotipo più diffuso al mondo che sa coinvolgere ragazzi e ragazze giovani così come velisti di esperienza. Vero boom di presenze alla Fraglia Vela Riva e fortunatamente tempo clemente per un evento, che mai aveva visto così tanti partecipanti: dei 98 pre-iscritti regolarmente sono arrivati a regatare in 89, un numero che comunque rappresenta un record.

Seconda giornata caratterizzata ancora da sole e vento sui 10-14 nodi e altre due regate portate a termine con momenti di ingaggi serrati soprattutto a metà flotta e nel cancello di poppa. Una giornata in cui alcuni degli equipaggi più forti hanno ceduto in una delle due prove, senza comunque perdere la leadership, essendo stato inserito lo scarto della prova peggiore. Sono stati i giapponesi i veri protagonisti, dato che hanno occupato tutte le prime posizioni in entrambe le prove: Siesta, con Imai Nobuyuki al timone ha piazzato un quinto e un bel primo con molto margine sulla flotta portandosi in terza posizione assoluta. Anche i connazionali di Take it Easy (Kumagai Kazuki) sono rimasti sempre nella top 10 con un 8 e un 4. Buon terzo nella quinta regata ancora per un equipaggio giapponese, Gekko, JPN 5449 con Hatakeyama Tomomi al timone.

Ma procede comunque spedita anche la barca statunitense Kaster, timonata dal campione del mondo Will Walles, ma con a bordo anche i due italiani Andrea Casale e Giuliano Cattarozzi. Nonostante una giornata mediocre, in cui dopo un nono nella quarta prova gli italo-americani sono scivolati al venticinquesimo posto, Kaster rimane leader della classifica provvisoria con due punti di vantaggio sempre sugli ungheresi di J. Bond 037, con Bala’zs Tomai al timone. Anche gli stessi ungheresi dopo un buon quarto, nell’ultima regata con vento molto sinistro, sono finiti cinquantasettesimi, scartando anche loro quest’ultima prova.

Balzo in avanti per l’italiana Kong Grifone 2 (Francesco Bertone al timone), quarta con un sesto e decimo di giornata. Nella top ten sono sei le nazioni rappresentate con 4 team statunitensi, uno ungherese, uno giapponese, uno tedesco, uno greco e due italiani, con Aria al nono posto insieme a Kong Grifone2, quarto a 6 punti dal podio.

Classifiche complete su www.fragliavelariva.it

Iniziato il Campionato del mondo J/24 a Riva del Garda

27 Agosto 2018 – 89 J/24 hanno inaugurato a Riva del Garda il loro Campionato del mondo 2018. L’Italia e il lago di Garda hanno portato un mondiale da record con l’ampliamento del numero di barche ammesse rispetto ai precedenti campionati. Sei barche australiane, quattro giapponesi, cinque statunitensi, una brasiliana sono quelle oltreoceano.

2018 J24 World Championship

2018 J24 World Championship
Immagine 1 di 22

Fraglia Vela Riva, Italy

Tre prove e statunitensi – con Andrea Casale e Giuliano Cattarozzi a bordo – subito avanti con al timone il già campione del mondo Will Welles; Ungheresi secondi (J.Bond 037) e ancora USA (HoneyBadger) al terzo posto; bene l’Italia con la Superba e Aria, rispettivamente al quarto e quinto posto

Prima giornata dei Campionati del Mondo J24 organizzati alla Fraglia Vela Riva e in programma fino a venerdì 31 agosto a dir poco fantastica, con cielo terso, sole e vento da sud sui 12-15 nodi che ha permesso di iniziare al meglio con 3 regate della durata di circa 1 ora ciascuna. Uno spettacolo vedere le 89 barche pronte sulla stessa linea di partenza (con barca Comitato al centro tra due gommoni/pin) e soprattutto con i colorati spinnaker scendere il vento, ma altrettanto spettacolari e agguerriti i giri di boa, che non hanno risparmiato qualche contatto e passaggio ravvicinato. Gli statunitensi, in testa all’albo d’oro dei mondiali disputati dal 1979 al 2017 con 22 vittorie contro le 4 di Italia e Brasile, si sono già fatti notare dato che occupano la prima e terza posizione della classifica provvisoria.

Ma in realtà il primo della classifica provvisoria, l’americano campione del mondo 2014 Will Welles, ha a bordo anche gli italiani Andrea Casale (alla tattica) e l’armatore trentino Giuliano Cattarozzi, che evidentemente tiene ancora testa alla figlia Federica pluri-campionessa nel Laser giovanile. Kaster è in testa con due secondi e un quinto davanti agli ungheresi di J. Bond 037 con alla barra Bala’zs Tomai, ottimamente primo e secondo e sedicesimo nella terza e ultima regata di giornata. Terzi gli altri statunitensi di HoneyBadger con Odenbah Travis al timone, più regolari senza grandi spunti (14-7-8).

(altro…)