Category name:Monotipi

La Superba si riconferma campione italiano J24

Riva del Garda, 3 giugno 2018 – Il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare Ita 416 La Superba si è riconfermato campione italiano J24: i campioni uscenti hanno conquistato per il secondo anno consecutivo il Trofeo Challenger J24 e il loro quinto titolo italiano nella Classe J24 dopo quelli vinti nel 2011, 2012, 2015 e 2017 (oltre a quello europeo).

Campionato Italiano Open J24 2018 Foto Elena Giolai FVRiva-02

Grande la soddisfazione del timoniere Ignazio Bonanno e del suo equipaggio -Simone Scontrino, Vincenzo Vano, Francesco Picaro e Alfredo Branciforte- che hanno chiuso il 38° Campionato Italiano Open J24 a 27 punti (8,3,1,2,1,12,11,1 i loro parziali). “Desideriamo ringraziare la Marina Militare ed in particolare l’Ufficio Sport e Vela per averci permesso di essere presenti al meglio a questo Campionato- ha commentato Bonanno -Siamo contentissimi, soprattutto per aver vinto per la prima volta il Campionato Italiano J24 su un lago.”

Con le ultime tre prove, infatti, è calato il sipario sul XXXVIII Campionato Italiano Open J24 che per cinque giornate ha visto confrontarsi nelle acque benacensi di Riva del Garda trentadue equipaggi agguerriti e titolati del monotipo a chiglia fissa più popolare al mondo.
Secondo nella classifica Open, come lo scorso anno, il fuoriclasse americano Keith Whittemore con Usa 5399 Furio (con Kevin Downey, Brian Thomas, Mark Rogers, Sheley Milne, 28 punti; 1,8,2,1,8,1,1,13).

(altro…)

Campionato Italiano Open J24 2018 – Prime Tre Prove

Riva del Garda, 1 giugno 2018 – Dopo il nulla di fatto della giornata d’apertura a causa delle avverse condizioni meteo, il vento si è finalmente presentato sul campo di regata del XXXVIII Campionato Italiano Open J24 permettendo ai trentadue equipaggi scesi nelle acque trentine del Lago di Garda di disputare le prime tre regate valide per l’assegnazione del titolo tricolore 2018.

Campionato Italiano Open J24 2018 Foto Elena Giolai FVRiva-01

Sino a domenica 3 giugno, infatti, la Fraglia della Vela di Riva del Garda presieduta da Giancarlo Mirandola, sotto l’egida della FIV e in collaborazione con l’Associazione Nazionale Classe J24, sta organizzando l’importante appuntamento che è anche un’eccellente opportunità per testare il campo di regata, la logistica, gli avversari e l’organizzazione in vista del J24 World Championship, in programma, sempre a Riva al 23 al 31 agosto.

Nella prima regata è stato l’equipaggio americano di Usa 5399 Furio con Keith Whittemore ad imporsi sugli avversari ma per la classifica valida per il titolo tricolore la vittoria è andata a Ita 424 Kismet di Francesca Focardi, timonato da Federico Bressan (CN Amici Cervia) che ha preceduto Ita 501 Avoltore armato da Massimo Mariotti ma timonato da Francesco Cruciani (VC Tarkana) e Ita 499 Kong Grifone due di Massimo Consonni (LNI Mandello Lario) con Mario Zaetta al timone.

Nella seconda prova, invece, l’inossidabile Massimo Mariotti con il suo Ita 501 Avoltore ha avuto la meglio su Ita 505 Jore di Marco Pantano (CN Amici Cervia) e sui campioni uscenti di Ita 416 La Superba, il J24 del Centro Velico di Napoli della Marina Militare timonato da Ignazio Bonanno.

(altro…)

Quantum Racing vince vince la Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week

Quantum Racing di Doug DeVos vince la Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week, primo evento della 52 SUPER SERIES 2018. Gli americani controllano nell’ultima giornata il margine acquisito e nell’unica prova svolta, chiudono in settimana posizione, ma non c’è storia per gli altri.

52 SuperSeries Sebenico 26-27-05-2018 01

52 SuperSeries Sebenico 26-27-05-2018 01
Immagine 1 di 26

Il secondo posto finisce nelle mani di Harm Müller-Spreer e la sua Platoon in rimonta, terzo posto per gli americani di Sled che chiudono male l’ultima prova, solo decimi.

E’ stato il lancio ufficiale della 52 SUPER SERIES 2018, all’evento di Sebenico sono arrivate dodici imbarcazioni di cui 9 nuove, una flotta così non si era mai vista, le new entry, i big team e coloro che in questo circuito ci regatano da anni. La settimana di regate ha messo in evidenza le tante difficoltà di chi ha una barca nuova, un nuovo team e un progetto da sviluppare.

A trarre il miglior beneficio è stato il big team americano Quantum Racing, a quanto pare, malgrado la barca fosse nuova di zecca, il team ha sfruttato l’esperienza di tutti gli elementi, ha messo a frutto gli allenamenti invernali nel match race e tranne nella regata costiera, non ha sbagliato un colpo. Da un designer all’altro, Quantum è un progetto Botin, Platoon è Vrooljik, dire qual’è la barca migliore risulta alquanto difficile. Con una vittoria nella regata finale, i tedeschi chiudono in seconda posizione, non male per Harm Müller-Spreer e il suo team. Sled inizia male e finisce male, in mezzo tante ottime regate chi gli valgono la terza piazza, la barca di Takashi Okura sembra proprio andare svelta, c’è da lavorare ancora, ma il progetto è molto buono. Azzurra era la favorita, chiude in quarta posizione, con due decimi posti non avrebbe potuto ambire ad un posto più alto nella classifica generale. Onda è quinta, il progetto brasiliano ha dimostrato in alcune occasioni di avere i numeri per far bene, c’è da esser contenti. Luna Rossa chiude in sesta posizione, si poteva fare di più, ma i numeri la dicono tutta sulla buona prestazione di un team ed una barca completamente nuovi, le prossime settimane saranno utili per migliorare e poter arrivare a Zara con qualche cartuccia in più da sparare, ne siamo certi. Xio è fanalino di coda, esser già in questo circuito è una vittoria, per il team marchigiano questa manifestazione è una palestra incredibile.

Cronaca della regata:

(altro…)

Team Tilt è il primo campione del mondo GC32

27 maggio 2018 – Al termine di quattro giorni di regata e ben sedici prove nelle acque di Riva del Garda Trentino sono gli svizzeri di Team Tilt a potersi fregiare del titolo di primi campioni del mondo della Classe GC32.

GC32 World Championship 27-05-2018 01

GC32 World Championship 27-05-2018 01
Immagine 1 di 9

L’equipaggio guidato dal timoniere Sébastien Schneiter coadiuvato dall’asso australiano Glenn Ashby, ha battuto per otto punti i danesi Rasmus Køstner e Jes Gram-Hansen, su SAP Extreme Sailing Team con il neozelandese Adam Minoprio alla barra.

A parte qualche tentennamento nella prova finale, il team svizzero nei primi tre giorni non ha mai concluso sotto al quarto posto, malgrado condizioni difficili da interpretare.

“E’ stato un lavoro di squadra, ci siamo allenati per un breve periodo ma molto bene per questo mondiale. Siamo riusciti ad essere veloci e a restare calmi. Siamo felici.” Ha dichiarato l’elvetico Sebastien Schneiter, che ha rappresentato il suo paese ai Giochi Olimpici di Rio 2016 nella classe 49er.

”Dopo il primo giorno eravamo un po’ delusi perché avremmo potuto fare molto meglio, siamo stati sfortunati in qualche caso e non abbiamo navigato bene. Ma sapevamo di poter fare meglio. Questo era il solo evento in programma con i GC32 quest’anno, ora mi concentrerò sulla campagna con il 49er.”

Completa il podio l’equipaggio portacolori del Sultanato dell’Oman guidato dal neozelandese Phil Robertson, a 19 punti dal vincitore, che ha dichiarato: “Siamo comunque molto contenti del risultato, abbiamo avuto alcune brutte giornate durante il campionato, quindi non possiamo che essere contenti di essere sul podio, eravamo venuti qui per rivincere il titolo e ci dispiace non esserci riusciti, ma il team è felice della medaglia di bronzo. Era una flotta molto agguerrita, tutto può succedere a questo livello.”

Nella giornata conclusiva il Comitato di regata ha convocato gli equipaggi sul campo di regata molto presto, alle 8.30 del mattino per poter sfruttare il vento da nord, il Peler, con cui si è disputata una regata prima che le barche fossero rimandate a terra in attesa dell’ingresso dell’Ora. In totale sono state disputate quattro prove. Con la vittoria del mattino SAP Extreme Sailing Team era salito in testa al tabellone, ma le prove opache del pomeriggio hanno fatto cadere il team danese in seconda piazza, con un distacco di otto punti.

(altro…)

Primo giorno al Mondiale GC32 di Riva del Garda

24 maggio 2018 – Grandi nuvole minacciose sopra le montagne del Garda Trentino hanno reso la prima giornata del Mondiale GC32 complicata per i 13 equipaggi internazionali riuniti a Riva del Garda.

GC32 World Championship 24-05-2018 01

GC32 World Championship 24-05-2018 01
Immagine 1 di 25

Dopo aver atteso per qualche tempo che il vento da nord, il famoso Pelèr, si trasformasse nell’attentato nota Ora, il vento da sud del lago, la flotta dei catamarani volanti ha potuto disputare due prove prima che il vento scendesse di nuovo e la competizione fosse annullata, rimandandola a terra.

Ernesto Bertarelli e il suo equipaggio su Alinghi, attuali leader delle Extreme Sailing Series, si sono appropriati con facilità della prima prova, con un’ottima partenza e restando sulla parte sinistra del campo di regata mentre i loro avversari elvetici, di Realteam, dello skipper Jérôme Clerc, vincitori della edizione 2017 del GC32 Racing Tour, decidevano per il alto destro e si ritrovavano dietro, sebbene non di molto, i loro compatrioti.

Alinghi ha aumentato il vantaggio fino a 22 secondi (secondo le statistiche di regata realizzate da SAP) su Realteam. Tuttavia dopo un avvio brillante, Alinghi e Realteam sono incappati in una partenza anticipata nella seconda prova, che li ha relegati in quarta e ottava posizione al termine della prima giornata.

(altro…)

Prima giornata della Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week

52 SuperSeries Sebenico 24-05-2018 01

52 SuperSeries Sebenico 24-05-2018 01
Immagine 1 di 12

Sled di Takashi Okura è la regina della seconda giornata della Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week, primo evento della 52 SUPER SERIES 2018. La compagine a stelle strisce capitanata dal suo istrionico armatore giapponese, ha compiuto il capolavoro nella regata costiera. Merito ai francesi di Paprec giunti secondi e al “consistente” Platoon di Harm Müller-Spreer.

Dopo tre regate e due giorni in mare, la classifica generale ha un nuovo leader, i tedeschi di Platoon, grazie alla regolarità e consistenza che li contraddistingue, dominano l’inizio di stagione con 5 punti di vantaggio su Quantun Racing e 6 su Onda che ha recuperato punti grazie ad un gran recupero nel finale di regata. Per Azzurra e Luna Rossa una giornata su cui riflettere, i campioni in carica non hanno molte scusanti vista la forma mostrata ad inizio stagione, per il Team Prada era tutto previsto, team nuovo e barca nuova hanno bisogno di tempo per crescere.

Cronaca della regata:

Il secondo giorno in mare è quello dedicato alla regata costiera, gli isolotti di fronte alla cittadina di Sebenico sono uno spettacolo della natura, giungono velisti e appassionati di nautica da tutto il mondo per visitare questo paradiso marino, e la 52 SUPER SERIES non poteva non cogliere un’occasione così unica per il circuito. La flotta si posiziona fuori dal porto di Sebenico tra l’isolotto di Zlarin e Tijat sono le 12.00 quando arriva il momento di darsi battaglia. Direzione verso nord, dove si lascia a sinistra l’isola di Kaprije e ancora più a largo quella di Kakan. Il vento soffia intorno ai 6/7 nodi con una direzione da 280°, le previsioni parlano di una rotazione del vento verso nord. La flotta si dispone sulla linea, Luna Rossa vuole il pin, si muove bene nel pre start e dimostra che la coppia Bruni-Vascotto funziona già alla grande, dietro a loro XIO sulla scia a sinistra. La flotta sale tra le isole, Provezza e Sled dalla destra salgono molto veloci, al primo mark sono davanti a tutti, la flotta è compatta, la barca americana dell’armatore Takashi Okura mette la prua davanti, a bordo c’è Andrea Visintini, navigatore italiano, triestino doc, da queste parti ha sicuramente navigato spesso, un pò d’esperienza in più non fa male. In seconda posizione si inserisce Paprec, il team francese dimostra gran valore con arie leggere, dietro girano Gladiator e Azzurra. Cambio poco nella fase di discesa lungo le isole, Sled e Paprec mantengono il vantaggio al passaggio della terza boa. Non succede nulla lungo la parte bassa del percorso, ci sono quasi 500 metri di distacco tra il primo e il terzo in classifica. Sled continua nel consolidare la propria leadership, i francesi non mollano. Nella risalita la flotta si allunga e i distacchi iniziano ad avere un peso importante, se il leader Sled sembra inarrivabile, Paprec, Platoon e Provezza sono molto vicine tra loro, perdono contatto Azzurra e Gladiator, Luna Rossa nel fondo della classifica con XIO e Phoenix. Takashi Okura vola verso la vittoria di questa difficile regata costiera, i francesi di Paprec mettono in paniere un secondo posto di tutto rispetto, Platoon è sul podio e con questo ottimo risultato gli uomini di Harm Müller-Spreer salgono in testa alla classifica di questa Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week, prima tappa della 52 SUPER SERIES 2018.

Harm Müller-Spreer (GER) armatore-timoniere di Platoon (GER):

“quattro ore di regata in queste condizioni, con così tanti cambi di vento e sempre la concentrazione al massimo, posso dire che è molto estenuante tutto ciò. Mi piace molto questo posto, le sue coste le isole, come in Sardegna. I ragazzi a bordo oggi hanno lavorato benissimo, la barca è sempre andata al massimo, John Kostecki mi sta spingendo molto e mi tiene concentrato al massimo. E’ bello essere in cima alla classifica, con Provezza stiamo verificando le potenzialità del progetto Vrolijk che condividiamo, le barche si assomigliano molto ma per essere buono un progetto deve avere tutto, vele, trim, conduzione e tanta velocità sulla linea di partenza. Di buono c’è che abbiamo un team molto affiatato, molti anni insieme, possiamo parlare dei miglioramenti giorno per giorno e delle aspettative. Abbiamo spostato il timone, spostato la chiglia, spostato l’albero, fatto molti cambiamenti sulla forma dello scafo, e infine, penso che non possiamo dire se tutto questo è meglio o no rispetto all’altra barca, perché abbiamo tutti barche nuove. Il mio feeling con la barca nuova è ottimo anche sotto i dieci nodi, cosa che lo scorso anno ci ha messo in difficoltà.

Guillermo Parada (ARG) Azzurra (ITA):

“La barca sta andando bene, è stata una regata difficile dove abbiamo perso un paio di opportunità. Dopo una buona partenza, non siamo riusciti a superare Sled nel primo incrocio, quindi abbiamo dovuto fare un paio di virate in più rispetto ai piani. Da lì in poi ci mancava sempre qualcosa per entrare nella posizione che volevamo, nel complesso non è stata una buona giornata. Niente che possiamo fare al riguardo, dobbiamo solo pensare a quali errori abbiamo fatto e tornare più forti domani, tutto qui.”

Robert Scheidt (BRA) tattico Onda (BRA):

“oggi è stato piuttosto impegnativo con poca aria in partenza e un solo miglio come primo lato. Sled e Paprec hanno fatto un ottimo lavoro all’inizio e poi non c’è stato molto da poter fare. Siamo felici di questo quinto posto, dobbiamo lavorare sodo e migliorare, dopo Palma abbiamo più consapevolezza, ma c’è molto da fare ancora, molta strada da percorrere. Ho regatato in star e in laser a Spalato, mi piace questa location, con tante isole e un mare così speciale, siamo tutti felici per questa scelta dove regatare.”

Domani si torna a regatare tra le boe, le arie leggere rendono la flotta ancora più compatta, si sono visti alcuni limiti, molte cose “da aggiustare”, tutto può cambiare ogni giorno, nulla è scontato.

1. Platoon (GER) (Harm Müller-Spreer) (1,4,3) 8 p.
2. Quantum Racing (USA) (Doug DeVos) (4,1,8) 13 p.
3. Onda (BRA) (Eduardo de Souza Ramos) (2,7,5) 14 p.
4. Sled (USA) (Takashi Okura) (12,3,1) 16 p.
5. Provezza (TUR) (Ergin Imre) (5,9,4) 18 p.
6. Paprec Recyclage (FRA) (Jean Luc Petithuguenin) (6,12,2) 20 p.
7. Gladiator (GBR) (Tony Langley) (10(+2 PEN),2,7) 21 p.
8. Luna Rossa (ITA) (Patrizio Bertelli) (7,5,9) 21 p.
9. Azzurra (ARG/ITA) (Alberto Roemmers) (3,10,10) 23 p.
10. Alegre (USA/GBR) (Andrés Soriano) (9,8,6) 23 p.
11. Phoenix (RSA) (Hasso/Tina Plattner) (8,6,11) 25 p.
12. XIO Hurakan (ITA) (Marco Serafini) (11,11,12) 34 p.

Le regate possono essere seguite su www.52superseries.com

Prima giornata della Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week

Sebenico (Croazia), 23 maggio 2018 – Prima giornata della Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week, primo evento della stagione 2018 della 52 SUPER SERIES. Quantum Racing dimostra subito concretezza e feeling a bordo.

Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week

Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week
Immagine 1 di 43

Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week

Dean Barker e compagni con un quarto ed un primo posto si collocano in testa alla classifica generale a pari merito con Platoon, entrambi a cinque punti. Onda sul terzo gradino davanti a Luna Rossa, in target con le previsioni d’inizio stagione e Azzurra, che apre con un terzo posto per chiudere decima nella seconda prova, la barca della famiglia Roemmers deve dimostrare lo stato di forma messo in campo nei giorni passati. La flotta è sempre più compatta, si sono visti ottimi spunti e tante prestazioni incoraggianti, una flotta con nove barche nuove sarà ricca di sorprese, ne siamo certi.

Cronaca delle regate:

La giornata inizia con un pò di attesa per il primo start. Il vento stenta a distendersi dai quadranti sud occidentali, l’intensità in leggero aumento non è di certo un buon inizio di giornata. Si attende ancora un po’ e alle 13.20 arriva il primo segnale per la partenza, c’è molta tensione, bagarre in ogni dove ed arriva il più classico dei “general recall”, tutto da rifare, si riprova dopo trenta minuti. Alle 13.50 arriva la seconda partenza di giornata, questa volta valida per la prima prova della Sibenik 52 SUPER SERIES Sailing Week 2018. Vento di circa 8 nodi di direzione costante intorno ai 250°. Si mettono in luce subito Azzurra, Sled e Phoenix, Provezza e Onda vanno verso il lato destro del campo di regata, Luna Rossa, molto conservativa si trova al centro dello schieramento. Chi ben inizia dovrebbe avere la vita più facile, dopo un bel bordeggio, al primo “mark” è Provezza a girare in testa davanti a Platoon, Azzurra e un ottimo XIO in quarta posizione, il gruppo è molto compatto. Nel lato di poppa Provezza ha qualche problema con il gennaker, ne approfitta Platoon che è arrivato a Sebenico con le armi affilate al punto giusto, la compagine capitanata dall’armatore-timoniere Harm Müller-Spreer sembra avere il passo giusto. Onda e Azzurra tallonano il tedesco, i brasiliani sono sulla scia in prossimità del gate. Azzurra si inserisce tra Platoon e Onda, al gate è seconda, ottima regata per il team capitanato da Guillermo Parada. La barca tedesca conduce al meglio la prova, l’esperienza di John Kostecki sono una garanzia in questa fase ad alta tensione. Primo match vinto dai tedeschi di Platoon dunque, che si mettono in tasca un preziosissimo risultato, Onda, Azzurra, Quatum e Provezza. Luna Rossa in settima posizione, XIO in decima.

(altro…)

J/70 Cup, Enfant Terrible vince anche la tappa di Porto Ercole

Porto Ercole, 13 maggio 2018 – E’ stata una battaglia per il podio fino all’ultima strambata quella che ha caratterizzato l’epilogo delle regate dei J/70 a Porto Ercole, seconda tappa del circuito italiano J/70 Cup. Arrivati alla prova conclusiva con un distacco di soli 6 punti, Enfant Terrible (24-12 i parziali odierni), Calvi Network (9-8) e Petite Terrible (5-15) sono stati i protagonisti di una regata con il potenziale di cambiare drasticamente i posizionamenti dei team sul podio.

J-70 Cup Porto Ercole 2018 03

Il primo a tagliare il traguardo è stato Calvi Network in ottava posizione, quattro barche davanti ad Enfant Terrible, ma il distacco non è stato sufficiente per guadagnare la testa della classifica, garantendo così l’accesso al gradino più alto del podio all’equipaggio guidato dall’armatore anconetano Alberto Rossi.

Il podio del secondo evento del circuito J/70 Cup ha visto quindi Enfant Terrible insignito della medaglia d’oro, Calvi Network in seconda posizione e Petite Terrible, già vincitrice della Garmin Cup di ieri, sul terzo gradino.

Nella divisione Corinthian, riservata ai non professionisti, il successo è andato a Uji Uji (8-3) di Alessio Marinelli, che nell’ultima giornata di regate è riuscito a sopravanzare La Femme Terrible (39-22) di Paolo Tomsic, leader della divisione nelle prime giornate e che chiude l’evento in terza posizione. Secondo posto per Noberasco DAS (10-14) di Alessandro Zampori che mantiene il piazzamento guadagnato al termine delle giornate di ieri.

(altro…)

J/70 Cup, il Trofeo Challenger della Garmin Cup rimane in famiglia “Terrible”

Porto Ercole, 12 maggio 2018 – E’ tempo di Garmin Cup nella seconda giornata di regate della J/70 Cup, ospitata per questa frazione a Porto Ercole dal Circolo Nautico e della Vela Argentario.

J-70 Cup Porto Ercole 2018

Un’altra intensa giornata di vela, con brezza termica ben tesa fino a toccare punte di circa 15 nodi, ha accompagnato le tre prove odierne che si sono aggiunte alle tre già disputate ieri, facendo subentrare lo scarto del peggior risultato al completamento della quinta regata della serie.

Con risultati parziali di 2-2-5, l’equipaggio di Petite Terrible-Adria Ferries, guidato da Claudia Rossi con Michele Paoletti alle scelte tattiche, ha guadagnato il “Timone Azzurro”, trofeo challenger assegnato in ogni tappa del circuito J/70 Cup al miglior equipaggio del sabato, senza considerare alcuno scarto. Il trofeo challenger resta quindi in casa Rossi, passando dalle mani di Alberto Rossi, che con la sua Enfant Terrible l’aveva conquistato nel primo evento a Sanremo, a quello della figlia Claudia, ad ennesima riprova che il duello in famiglia è senza esclusione di colpi, ma più acceso che mai. Durante la cerimonia di premiazione che si terrà domenica al termine delle regate, Claudia Rossi, in qualità di vincitrice della Garmin Cup, verrà anche omaggiata con uno smartwatch Garmin Quatix 5.

“Sono estremamente soddisfatta non solo del risultato nella Garmin Cup, ma anche della rimonta che abbiamo fatto nella giornata di oggi. A Porto Ercole cerchiamo conferme importanti in vista del prossimo evento, che per noi sarà il Campionato Europeo di Vigo: abbiamo lavorato tanto e speriamo di essere sulla strada giusta” ha commentato Claudia Rossi al rientro in banchina.

(altro…)

Porto Ercole – J/70 Cup, la prima giornata di Enfant Terrible e Calvi Network

Porto Ercole, 11 maggio 2018 – Il secondo atto della J/70 Cup ha preso il via nelle acque dell’incantevole cornice del promontorio dell’Argentario, con condizioni quasi estive che hanno permesso al Comitato di Regata presieduto da Alessandro Testa di portare a termine tre prove, beneficiando della brezza termica stesa per tutto il pomeriggio con un’intensità di circa 10 nodi.

J-70 Cup Porto Ercole 2018

Tra le cinquanta imbarcazioni presenti nell’entry list definitiva, il primo a emergere nelle regate di Porto Ercole è stato Calvi Network (1-18-1) di Gianfranco Noè: l’armatore triestino, coadiuvato per questa tappa da Giulio Desiderato nelle scelte tattiche, ha subito centrato la vittoria nella prima prova della serie, lasciando alle sue spalle un consistente Notaro Team (3-2-13) di Luca Domenici guidato nella tattica da Enrico Fonda e l’inarrestabile equipaggio Corinthian a bordo di Noberasco DAS (2-16-9) di Alessandro Zampori.

La seconda prova, con vento più intenso rispetto alla regata precedente, ha portato al successo Enfant Terrible (4-1-4) di Alberto Rossi, già vincitore della tappa di Sanremo e in lotta per la qualificazione al Campionato Mondiale di Marblehead (USA): l’accesso alla kermesse iridata sarà infatti riservato ai due equipaggi italiani che occuperanno la testa della ranking list della J/70 Cup al termine degli eventi di Sanremo e Porto Ercole. A raggiungere Enfant Terrible sul podio della seconda regata di giornata sono stati il sopracitato Notaro Team ed il solido equipaggio di Femme Terrible guidato da Paolo Tomsic, vincitore della categoria Corinthian nell’atto inaugurale di stagione a Sanremo.

(altro…)