Category name:Derive

Laser Italia Cup Torbole 2018 – Classifiche e Foto

22 aprile 2018 – Conclusa la quarta tappa dell’Italia Cup ospitata dal Circolo Vela Torbole. Un week end con condizioni meteo spettacolari, tipiche del Garda, con oltre 15 nodi di vento da sud e sole.

Oltre 300 i laseristi che hanno invaso le acque antistanti Torbole, di cui circa venti stranieri tra i quali spiccava il nome del supercampione Robert Scheidt che ha colto l’occasione per ritornare sul laser prima di iniziare, la prossima settimana, la stagione con il Tp52 brasiliano Onda.

Due i campi di regata disposti, uno dedicato ai 4.7 davanti Torbole, coordinato da Roberta Righetti e l’altro, verso Riva, per Laser Standard e Radial gestito da Luciano Cosentino.

Le regate sono iniziate venerdì, in condizioni inusuali per il lago. L’Ora, il vento tipico da sud che arriva nel pomeriggio, non si è steso come al solito e già verso le quattro ha iniziato a diminuire. Non è stato facile per il comitato portare a termine le regate previste: due regate concluse per gli Standard, di cui una ridotta al cancello di poppa, stesso discorso per i 4.7, mentre nella flotta Radial è stata completata solo la prima prova della batteria gialla.

Diverse le condizioni di sabato e domenica. Il Garda si è trasformato nel vero paradiso della vela, regalando due giornate di grande vela, con regate disputate con vento da sud sempre sopra i 14-15 nodi.

(altro…)

Le Grazie, 1° Trofeo Dinghy Classico 2018

La Spezia – Si è aperta ufficialmente lo scorso week end a Le Grazie, dove il Circolo Velico La Spezia ha organizzato il primo appuntamento del XVII Trofeo Dinghy Classico, la stagione agonistica del Dinghy 12’.

Trofeo Dinghy Classico 2018 Le Grazie 01

Trofeo Dinghy Classico 2018 Le Grazie 01
Immagine 1 di 23

Il Trofeo Dinghy Classico è circuito in cinque tappe riservato ai dinghy con scafo, albero, boma e picco interamente in legno.

Nella prima giornata, si sono corse due prove con vento fresco, domenica nessuna regata per assenza di vento. La vittoria è andata a Vincenzo Penagini con Spirit of Falena, seguito da Italo Bertacca con Abbidubbi e Fabio Mangione con Al. L’olandese Patricia Surrendonk ha conquistato il primo posto femminile, a bordo di Hydra.

Il secondo appuntamento dell’AICD con la Coppa Italia si terrà ancora nel Golfo dei Poeti, ma a Lerici, il 21-22 aprile, anch’essa articolata in cinque tappe, nella quale competono insieme tutte le tipologie di Dinghy 12’: vetroresina e legno, sola vetroresina e solo legno.

Il calendario con oltre 100 giorni di regate disseminate lungo la penisola, nelle zone dove sono presenti le dieci Flotte della Classe, è stato presentato lo scorso 24 marzo a Roma al Circolo degli Esteri nell’ambito del tradizionale Dinghy Day durante il quale, oltre a premiare tra gli altri i vincitori di Coppa Italia (Enrico Negri), Ranking List (Vittorio d’Albertas) e del XXVI Trofeo Dinghy Classico (Roberto Benedetti), si è tenuta l’assemblea che ha rinnovato le cariche sociali in scadenza.

(altro…)

Quattro titoli Europei Laser vinti da atleti azzurri

Ben quattro titoli Europei vinti in una sola giornata da giovani atleti azzurri che sul lago Balaton e a Patrasso conquistano i titoli continentali giovanili delle classi Laser Radial e Laser 4.7.

Titoli Laser aprile 2018 01

Titoli Laser aprile 2018 01
Immagine 1 di 6

Guido Gallinaro (FV Riva) e Matilda Talluri (CN Livorno) vincono le rispettive classifiche a Balatonföldvár, in Ungheria nei Laser Radial, dove, Federica Cattarozzi (CV Torbole) conquista anche la medaglia d’argento. Mentre Cesare Barabino (YC Olbia) e Giorgia Cingolani (CV Torbole) vincono a Patrasso, in Grecia, nella classe Laser 4.7.

La settimana ha riservato giornate con condizioni molto diverse su entrambi i campi di regata, con un paio di giorni di stop forzata a causa della mancanza di vento in Ungheria e quasi due per troppo vento in Grecia. Alla fine si sono concluse una media di 8 prove per ogni categoria con ben 8 atleti italiani nei primi dieci.

Nelle ragazze del Laser Radial oltre alle due medaglie conquistate da Matilda Talluri (CN Livorno) e Federica Cattarozzi (CV Torbole), troviamo Lucia Nicolini (YC Como) al quinto posto e Marta Zattoni (CV Bellano) all’ottavo. Tra i ragazzi oltre al vincitore Guido Gallinaro (FV Riva) tra i primi dieci qualificati abbiamo Rodolfo Silvestrini (LNI Porto San Giorgio) in sesta posizione e Andrea Crisi (YC Cannigione) in nona.

(altro…)

Trieste- Star Eastern Hemisphere Championship 2018 all’Adriaco

Lo Yacht Club Adriaco di Trieste, considerato uno dei templi italiani e continentali per la Classe Star, dal 30 aprile al 5 maggio ospiterà l’edizione 2018 dello Star Eastern Hemisphere Championship 2018, uno degli eventi più importanti della stagione per la classe Star.

Classe Star in Golfo di Trieste

La Classe Star e lo Yacht Club Adriaco sono legati a doppio filo: la Star, barca a chiglia per due persone di equipaggio disegnata nel 1911, è stata per decenni la classe regina dei Giochi Olimpici fino a Londra 2012. La classe in cui tutti i più grandi campioni della storia della vela hanno sempre voluto regatare e confrontarsi. Lo Yacht Club Adriaco, che è uno dei club che più ha contributo al medagliere olimpico del Coni nello sport della vela (3 medaglie d’oro, 2 d’argento in 29 partecipazioni dei propri soci ai Giochi), conta nel proprio albo d’oro i nomi leggendari degli staristi e campioni olimpici (oro a Helsinki 52 e argento a Melbourne 56) Agostino Straulino e Nico Rode.

L’edizione 2018 della Star Eastern Hemisphere si preannuncia sin d’ora come una regata di alto profilo qualitativo con una entry list che conta più di 60 equipaggi in rappresentanza di 16 Nazioni (Stati Uniti, Russia, Svezia, Francia, Ucraina, Slovenia, Austria, Germania, Repubblica Ceca, Svizzera, Olanda, Polonia, Danimarca, Croazia, Principato di Monaco ed Italia). Scorrendo la lista dei pretendenti al titolo che hanno già confermato la propria presenza spiccano i nomi degli azzurri attuali numeri uno della ranking mondiale di Classe Diego Negri e Sergio Lambertenghi, recenti vincitori della Bacardi Cup e primi italiani ad essere riusciti in questa impresa nella storia della Star.

(altro…)

Genova scelta come tappa delle World Cup Series per il 2019 e il 2020

World Sailing, la federazione internazionale della vela, nei giorni scorsi ha concluso l’iter di selezione della sede ospitante per il prossimo biennio e ha confermato Genova come sede per ospitare l’unica tappa europea delle World Cup Series per il 2019 e il 2020.

CICO 22-03-2018 01

CICO 22-03-2018 01
Immagine 1 di 25

La tappa italiana, fortemente voluta dalla Federazione Italiana Vela e dallo Yacht Club Italiano che insieme hanno presentato la candidatura, sarà uno degli eventi di maggior interesse degli atleti anche in vista dell’appuntamento olimpico di Tokyo. La tappa italiana andrà a sostituire la storica location di Hyères, e si inserirà tra Palma di Maiorca e la finale di World Cup prevista a Marsiglia, favorendo pertanto gli spostamenti degli atleti in Europa che potranno così partecipare a tutti e tre gli eventi. La location sarà quella della Fiera di Genova e dei Saloni Nautici che di recente ha ospitato il Classi Olimpiche con grande soddisfazione degli atleti che hanno trovato la location adatta ad ospitare manifestazioni veliche con una grande partecipazione di atleti.

“Uno degli obiettivi che ci eravamo posti – racconta un emozionato Francesco Ettorre, Presidente FIV – era di migliorare la politica internazionale per consentire all’Italia di essere protagonista di alcuni eventi di grande livello. E’ sempre stato il mio sogno – e forse quello di ogni velista italiano – poter ospitare una tappa della Coppa del Mondo di Vela e adesso non sono solo orgoglioso di annunciare che accadrà, ma che sarà anche in due anni importanti, il 2019 e il 2020, proprio prima delle Olimpiadi di Tokyo.”

(altro…)

Trofeo Princesa Sofia 2018 – Due podi per l’Italia

Palma di Maiorca, Spagna – 7 aprile 2018 – Ruggero Tita e Caterina Banti, l’equipaggio del catamarano olimpico misto, nonostante la vittoria con una giornata di anticipo hanno partecipato comunque alla Medal Race per provare a vincere il Trofeo Princesa Sofia destinato all’equipaggio con il minor punteggio su tutte le prove.

Tartaglini Tita Banti

Ruggero Tita e Caterina Banti hanno chiuso ottavi l’ultima prova, Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi sesti per finire con un bel quinto in generale. Dietro a Tita – Banti ci sono i britannici Campioni del Mondo in carica Ben Saxton e Nicola Boniface e gli spagnoli Fernando Echavarri – Tara Pacheco.

Flavia Tartaglini chiude una settimana che dimostra ancora una volta la sua grande maturità sul campo. Iniziata in sordina è riuscita negli ultimi giorni a costruire un vantaggio sul resto della flotta. Settima in Medal Race riporta in Italia la medaglia di bronzo dietro alla cinese Pei Na Chen, argento, e all’olandese Lilian De Deus, oro.

Grande miglioramento registrato da Alessio Spadoni (CC Aniene) nei Finn. Durante la settimana è stato sempre tra i migliori, una giornata ha anche chiuso in terza posizione dietro al vincitore – e dominatore indiscusso della classe – Giles Scott, e chiude in 11esima posizione, a soli cinque punti dalla Medal Race.

Tre dei cinque equipaggi italiani di 49er si trovano intorno al 20esimo posto raccolti in 10 punti: Jacopo Plazzi Marzotto e Andrea Tesei (CC Aniene) 18esimi a 162 punti, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare), ventesimi a 167.4 e Pietro Sibello e Giacomo Cavalli (CNAM Alassio/CV Gargnano) ventunesimi con 172. Sibello era venuto a Palma per riprovare il piacere di regatare con il 49er e si augurava di entrare in gold fleet, obiettivo che ha ampiamente raggiunto. Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) che termina la regata nella baia di Palma al 19esimo posto a causa di due ultime giornate non brillanti.

Classifiche complete su www.trofeoprincesasofia.org

Nicolò Renna conquista l’Europeo Techno 293 Plus

Grazie ad un ultima regata, magistralmente condotta sul diretto avversario Garandeau, il portacolori del Circolo Surf Torbole Nicolò Renna ha conquistato il titolo europeo della classe olimpica giovanile Techno 293 Plus.

Giorgia-Speciale-Niccolò-Renna

Riuscendo nell’impresa si è così realizzata una bella doppietta azzurra insieme all’altra vittoria dell’anconetana Giorgia Speciale nella categoria femminile: due ori che continuano a dare lustro al windsurf nazionale.

Alta tensione dunque in tarda mattinata sul Golfo di Mondello per l’ultima e decisiva regata della categoria maschile, che avrebbe portato per Nicolò Renna l’oro o l’argento: Nicolò è riuscito a mantenere la concentrazione e a regatare controllando il francese Garandeau in condizioni di vento abbastanza leggero. All’arrivo il francese ha tagliato il traguardo davanti a Renna, terzo, ma di sole due posizioni rispetto al torbolano, che forte dei 6 punti di vantaggio accumulati dopo le prime 14 regate, si è aggiudico la vittoria finale e il titolo europeo, mantenendosi primo con un margine di 4 punti. Terzo gradino del podio per l’altro francese Pouliquen (secondo nell’ultima prova, ma troppo distante dai due duellanti per poterli insidiare).

Con questa vittoria Nicolò Renna guadagna un posto per l’Italia agli YOG anche per i ragazzi del Techno, posto che le ragazze avevano già ottenuto, grazie al titolo Mondiale vinto da Giorgia Speciale in Francia a luglio scorso.

Nei primi dieci anche il local Giorgio Stancampiano (CC Roggero Lauria), nono, che in settimana ha anche ottenuta una vittoria di prova, ed Enrica Schirru (CV Windsurfing Club Cagliari) che chiude in settimana posizione overall tra le ragazze, ma quinta nella classifica europea, ed anche lei può dirsi fiera di due secondi posti ottenuti nelle singole prove.

Info e classifiche complete su europeans2018.plus.techno293.org

Il 2018 dei Moth

09/04/2018. Il foiling è sempre più presente nel panorama velico internazionale e chiunque abbia voglia di evolvere e/o sperimentare un nuovo modo di andare a vela deve passare per forza attraverso il Moth, l’unica barca foilante in singolo con un crescente numero di iscritti anno dopo anno per ogni singola associazione nazionale di classe.

Francesco Bruni

Non fa eccezione anche la classe italiana Moth, che quest’anno parte alla grande con l’iscrizione di nuovi e promettenti regatanti e, soprattutto, con un favoloso secondo posto di Francesco Bruni al Bacardi Moth World Championship a Bermuda.

Bruni: “Durante l’inverno ho lavorato intensamente con Stefano Rizzi ed Enrico Zennaro, e grazie a questo mi sento molto migliorato. Chiave di volta è stato portare con me a Bermuda come allenatore Carlo de Paoli, sicuramente uno dei mothisti italiani più forti; con mio figlio hanno fatto un ottimo lavoro di preparazione della barca e di assistenza in acqua. E’ stato un bel mondiale nonostante le poche regate: solitamente mi sento più forte con aria leggera e il fatto di aver mantenuto una posizione in classifica così alta quando c’erano circa 20/25 nodi mi rende molto soddisfatto”.

Dopo il clamoroso e super affollato mondiale di Malcesine nel 2017, molte sono state le novità che hanno portato ad un cambiamento ai vertici sia della classe italiana che di quella internazionale; nuovi presidenti sono stati eletti, l’italiano Luca Rizzotti – già presidente di Foiling Week – alla classe internazionale e il “veterano” del moth nonché velista professionista Stefano Rizzi a quella italiana.

(altro…)

Giorgia Speciale vince con un giorno di anticipo il titolo Europeo Techno 203 Plus 2018

Palermo, 6 aprile 2018 – Giorgia Speciale vince con un giorno di anticipo il titolo Europeo Techno 203 Plus. Nicolò Renna, con il podio garantito, conquista ufficialmente un posto per l’Italia ai Giochi Olimpici Giovanili di Buenos Aires.

Europeo Techno 203 Plus 2018 01

Europeo Techno 203 Plus 2018 01
Immagine 1 di 4

Oggi la giornata nel golfo di Mondello ha messo a dura prova gli atleti e il comitato di regata, il vento prima da ponente e poi da maestrale ha costretto a lunghe attese i 130 partecipanti. Con un primo, un terzo e due quarti Nicolò Renna prende il primo posto della classifica con un vantaggio di 6 punti sul francese Tom Garandeau, terzi e quarti altri due francesi Yun Pouliquen e Fabien Pianazza.

“Sono stato attento – commenta il giovane trentino allenato dal palermitano Dario Pasta – a stare attaccato ai francesi e non dare loro possibilità di recupero. Una giornata di fatiche ma sono soddisfatto. Conti alla mano dovrei finire o primo o secondo”.

Nella classifica femminile, dietro alla già vincitrice Giorgia Speciale, troviamo la greca Aikaterini Divari, in terza posizione l’argentina Celina Saubidet-Birkner che non concorre per il titolo continentale, Enrica Schirru (CV Windsurfing Club Cagliari) si trova oggi in quinta posizione a soli 7 punti dal podio preceduta dalla britannica Islay Watson.

Domani sono previste due prove per le donne e una per i maschi con alle 17 la premiazione con il sindaco Leoluca Orlando e il presidente della FIV Francesco Ettorre.

“Assolutamente contenti per i ragazzi che vedono il frutto delle fatiche fatte durante l’anno – dichiara Mauro Covre, tecnico federale – Giorgia è contentissima mentre Nicolò ed Enrica sono ancora concentrati sulla giornata di domani con ancora il primo posto e il podio da conquistare in una giornata che si prevede di vento leggero”.

Classifiche complete su europeans2018.plus.techno293.org

Trofeo Princesa Sofia – Ruggero Tita e Caterina Banti primi nei Nacra 17

Palma di Maiorca, Spagna – 6 aprile 2018 – Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) vincono con un giorno di anticipo la regata nella classe Nacra 17 con ben 34 punti di vantaggio sui britannici, Campioni del Mondo in caria, Ben Saxton/NIcola Boniface.

Ruggero Tita e Caterina Banti Princesa Sofia 2018

1, 4 e 3 i risultati con cui oggi chiudono le regate di flotta, ma prenderanno parte comunque domani alla Medal Race per provare a conquistare il Trofeo Princesa Sofia che va all’equipaggio con meno punti tra tutte le classi.

Gabriele Bruni, tecnico del catamarano olimpico dichiara: “Sono molto contento per la grande prova di maturità che hanno dimostrato Ruggero e Caterina tutta la settimana, sono stati molto consistenti in ogni momento della regata, davvero una grande prova di esperienza per loro che hanno saputo sostenere la tensione di un evento importante. Stamattina andavano in acqua con 7 punti di vantaggio su Saxton/Bonaface, e nonostante la giornata non partisse bene per il vento che saltava e quindi con un campo insidioso, erano tranquilli. Hanno regatato controllando gli inglesi, ma anche facendo la loro regata, soprattutto dopo prima prova in cui loro hanno vinto e Saxton/Boniface hanno scartato un 18esimo posto, appunto per un salto di vento. Sono molto contenti e cmq non è finita qui, domani vogliono provare a vincere il Trofeo Princesa Sofia con la Medal Race.”