Category name:Derive

Trofeo Campobasso 2019, risultati finali

NAPOLI, 5 Gennaio 2020 – Zeno Valerio Marchesini è il vincitore del Trofeo Marcello Campobasso 2020. Il velista veneto, tesserato per il club Fraglia Vela Malcesine, ha vinto 3 delle 4 prove disputate nelle acque del golfo di Napoli entrando nell’Albo d’Oro della manifestazione organizzata dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia e riservata alla classe Optimist.

Trofeo Campobasso optimist 2020

Marchesini è figlio d’arte: papà Michele è il direttore tecnico della Nazionale Italiana, la mamma, Emanuela Sossi, è stata due volte olimpica con il 470. Sul podio insieme al giovane skipper sono saliti Michele Adorni del Club Canottieri Roggero di Lauria e Alessandro Cortese del Club Velico Crotone.

Ieri i velisti hanno disputato due prove in condizioni meteo marine complicatissime, con vento oltre i 30 nodi. Al termine si è tenuta la cerimonia di premiazione, nel corso della quale sono stati assegnati tutti i premi di questa 37 esima edizione del Trofeo Campobasso: targa Irene Campobasso a Ginevra Caracciolo della Lega Navale di Napoli, prima classificata tra le ragazze; il Trofeo Unicef (categoria cadetti) è stato vinto da Niccolò Maria Sparagna della Lega Navale di Scauri. Targa Laura Rolandi al Circolo Savoia, miglior team di questa edizione. Infine, Coppa Branko Stancic al finlandese Matto Kaapo, l’atleta proveniente da più lontano tra i 201 iscritti.

(altro…)

Trofeo Campobasso 2019, risultati seconda giornata

Napoli, sabato 4 gennaio 2020 – Soffia il vento sul 27° Trofeo Marcello Campobasso. È una brezza debole, ma basta per far disputare le prime prove di quest’edizione dopo il “no wind” di venerdì.

Trofeo Campobasso optimist 2020 01

Tutti in acqua, i 201 velisti della classe Optimist provenienti da 15 nazioni europee, per le prime due regate. Al termine della giornata, la classifica è guidata da Zeno Valerio Marchesini (Fraglia Vela Malcesine), che ha vinto entrambe le prove disputate. Zeno è veneto e figlio d’arte: mamma Sossi è stata olimpica in 470.

Alle sue spalle Alessandro Cortese del Club Velico Crotone, capace di conquistare un secondo e un terzo posto. A seguire, Michele Adorni (Club Canottieri Roggero di Lauria) e Federico Cittadini (Club Vela Portocivitanova). La prima ragazza è Maria Luisa Silvestri del circolo organizzatore del Trofeo Campobasso, il Reale Yacht Club Canottieri Savoia: l’undicenne napoletana, quinta in classifica assoluta, ha portato a casa un sesto e un terzo posto. La prima straniera è la slovena Levandovska Yelyzaveta del club Pomorsko Drustvo Piran, settima.

Tra i cadetti, comanda l’ucraino Dmytro Antipin (Ukraine Nikolaev – Osdushor), grazie a un primo e un terzo posto; secondo Antonio Pane del Circolo Savoia, con un quarto e un secondo posto di giornata; terzo Niccolò Maria Sparagna (Lega Navale Italiana), sesto e primo oggi.

Domenica il Trofeo Campobasso 2020 vivrà la sua ultima giornata. Segnale di partenza alle ore 9.30, atteso vento molto forte sul campo di regata. Al termine, alle 17, si terrà la cerimonia di premiazione alla presenza del numero uno della Federazione Italiana Vela, Francesco Ettorre.

Oggi il gruppo di velisti è stato “scortato” da un branco di delfini che ha dato spettacolo nel golfo di Napoli. I delfini hanno accompagnato le barche per un breve tragitto, nuotando a pelo d’acqua. Uno a fianco all’altro sono saltati fuori dall’acqua, facendosi ammirare in tutta la loro bellezza. Le foto sono divenute virali sui social.

Classifiche complete su www.ryccsavoia.it

Canottieri Savoia – Regate di Natale 2019

Napoli 29 dicembre – Grande successo per le Regate di Natale 2019, la competizione velica organizzata dal Reale Yacht Club Canottieri Savoia. Il bel tempo ha favorito la riuscita di una manifestazione che ha potuto contare su circa 70 partecipanti delle classi veliche 420, Laser e Finn. Tre i giorni di regate, che hanno decretato i vincitori delle 6 coppe messe in palio dal Circolo Savoia.

Regate Natale 2019 Savoia

La Coppa Vincenzo Maria Sannino (Laser Standard) è stata vinta da Valerio Cosentino del RYCC Savoia, davanti a Lorenzo Migliaccio del CRV Italia e Nello Oliviero sempre del Savoia. La Coppa Neri Stella (Laser Radial) è andata al campione del mondo Niccolò Nordera del Circolo Savoia, che ha preceduto il compagno di club Pietro Paolo Orofino e Tommaso Viola della Lega Navale di Napoli; prima classificata femminile, Giorgia Deuringer del Circolo Nautico Posillipo.

La Coppa Bruno e Cecilia Cappa (Laser 4.7) ha visto una tripletta dei velisti del Circolo Italia: Emanuela Jandoli (prima classificata assoluta e femminile) ha preceduto Kim Bertorello e Federico Orazzo. Nella Coppa Michele Del Sordo (Finn) doppietta dello Yacht Club Gaeta con Federico Colaninno e Nando Colaninno; sul terzo gradino del podio Andrea Lino (Cc Tevere Remo).

La Coppa Renato Barendson per la classe 420 maschile è andata all’equipaggio composto da Alessandro Aita e Domenico Battinelli (Mascalzone Latino), che hanno preceduto due scafi del Circolo Italia, composti da Federico e Riccardo Figlia di Granara; e da Camilla Marino e Maria Giovanna Lanzillo. Infine, la Coppa Annie Chiantera (420 femminile) è andata a Camilla Marino e Maria Giovanna Lanzillo del Circolo Italia; secondo posto per Marianna Gambuli e Adriana Avella (Mascalzone Latino), terzo per Gaia Falco e Speranza Salella (Circolo Italia).

Le regate si sono svolte nelle acque antistanti il porticciolo di Santa Lucia su diversi campi di regata. Venerdì giornata regolare: il bel tempo e il vento moderato hanno permesso di portare a termine due prove. Sabato invece il vento in mare ha superato i trenta nodi, rendendo particolarmente complicata la competizione.

Domenica, per la chiusura, giornata di vento perfetta che ha permesso di svolgere tutte le prove in programma. Nutrito il numero di partecipanti: la novità di quest’anno è stata la presenza dei Finn, la classe velica che s’era vista a Napoli nel marzo 2018, quando proprio il Circolo Savoia insieme alla Lega Navale aveva organizzato la Coppa Italia.

La cerimonia di premiazione si è tenuta al termine delle regate ed è stata condotta da Lucio Stella, vicepresidente sportivo, Massimiliano Cappa, Direttore del Naviglio, e Alberto Lezzi, Segretario Generale del Circolo Savoia. “Grazie a tutti i partecipanti, è stata una bella festa di sport”, commenta Lezzi. “Ringrazio Gerardo Chiantera, che come ogni anno è venuto da Roma per premiare il vincitore della coppa che porta il nome della figlia. Ogni coppa di queste regate ricorda persone che hanno dato lustro al nostro club ed è un piacere e un onore ricordarle”. Da domani, il Circolo Savoia si concentrerà sull’organizzazione del 27 esimo Trofeo Marcello Campobasso: “Diamo a tutti gli appassionati appuntamento dal 3 al 5 gennaio per una manifestazione che vedrà al via 210 velisti di 15 nazioni. Gli atleti della Germania e dell’Ucraina sono già a Napoli per gli allenamenti e passeranno il Capodanno nella nostra città”.

Le Regate di Natale sono state l’ultimo evento del calendario regate della V Zona Federvela valido, per la classe 420, anche come settima tappa del Campionato Zonale Fiv 2019.

Info e classifiche su www.ryccsavoia.it

Tom Slingsby vince il Mondiale Moth 2019

L’australiano Tom Slingsby, con una serie di parziali impressionante (12 primi e un secondo), si aggiudica il mondiale Moth 2019 disputato a Perth, in Australia, con un giorno di anticipo.

Mondiale Moth 2019

Secondo posto per Kyle Langford (AUS) e terzo per l’oro olimpico uscente classe Laser Tom Burton (AUS), quinta posizione su 122 iscritti per il nostro Francesco Bruni che si toglie la soddisfazione di vincere l’ultima prova e termina al primo posto nella classifica Master.

Buon 18esimo posto per Gian Ferrighi (Univela Sailing) che chiude in seconda posizione tra gli Under23. Enrico Zennaro (YC Porto Piccolo) è 44esimo, Fabio Mazzetti (CV Arco) 45esimo e Michele Trimarchi (Marvelia ASD) 81esimo.

Il prossimo mondiale della classe Moth si svolgerà a Weymouth (UK) dal 2 al 12 settembre 2020.

Via | www.federvela.it

Vittorio Bissaro e Maelle Frascari Mondiali Nacra 17

Auckland e il Golfo di Hauraki festeggiano un successo della vela italiana. Chiude con la vela azzurra in trionfo il Mondiale delle tre classi olimpiche 49er, FX e Nacra 17 in Nuova Zelanda. Il 7° posto nella Medal Race è sufficiente a Vittorio Bissaro (Fiamme Azzurre) e Maelle Frascari (CC Aniene) per conquistare il titolo iridato nel catamarano misto foiling Nacra 17.

Bissaro-Nacra 17 mondiale 2019

49er, 49erFX, Nacra 17 World Championships, Auckland 2019 © Pedro Martinez / Sailing Energy 08 December, 2019.

Vittorio e Maelle raccolgono il testimone da un’altra coppia azzurra, Ruggero Tita (Fiamme Gialle), Caterina Marianna Banti (CC Aniene), campioni mondiali uscenti, i quali hanno onorato il titolo vincendo la Medal Race.

La giornata finale di un mondiale intensissimo è iniziata al mattino con le ultime due manche di Finale, servite a definire la classifica e la griglia dei primi 10 per la Medal Race. Con vento forte e mare formato, sono state regate impegnative e combattute, ricche di colpi di scena. Bissaro e Frascari (12-1) hanno vinto con distacco la seconda consolidando la posizione. Grande ritorno per Ruggero Tita e Caterina Banti che con due ottime manche (2-5) si sono assicurati il posto nella Medal Race.

Cronaca della Medal race

La Medal si è corsa nel primo pomeriggio, sul campo di regata più sotto costa, con la skyline cittadina di Auckland a fare da sfondo, vento sempre medio-forte e rafficato, e mare un po’ più calmo. Ottima partenza per Ruggero Tita e Caterina Banti, che hanno preso subito la testa della flotta, per non lasciarla più fino all’arrivo. Una vittoria importante a chiusura di un mondiale difficile per i campioni uscenti, costellato da errori e tanta sfortuna, compresi la rottura di una deriva e di un gennaker.

(altro…)

Italia Cup Laser di Napoli 2019 – Classifiche Finali e Foto

La prima giornata è stata dura all’Italia Cup Laser di Napoli. Il Golfo ha accolto i 370 laseristi con una situazione meteo molto difficile, rara da vedere da quellee parti. Vento da Sud inizialmente con raffiche fino a 30 nodi e mare formato, ha reso le condizioni molto impegnative, soprattutto per i più giovani dei 4.7.

Italia Cup Laser Napoli 2019 day 1 01

Italia Cup Laser Napoli 2019 day 1 01
Immagine 1 di 18

Il Comitato ha chiamato le flotte in acqua intorno alle 13, ma il vento in aumento ha costretto a rimandare a terra i laser 4.7. Sul campo degli Standard e dei Radial, davanti a Posillipo, sono state portate a termine due prove per ogni classe, con vento stabile da sud e intensità che oscillava dai 18 ai 24 nodi. Anche qui le condizioni non sono state facili da gestire, molti hanno deciso di ritirarsi già da subito o di abbandonare il campo dopo la prima prova.

La classifica delle due regate dei Laser Standard sembra quasi una fotocopia. Marco Gallo, Gianmarco Planchestainer e Giacomo Musone, nell’ordine, occupano le prime tre posizioni.

La classe Radial, divisa in due batterie, vede nella flotta blu il dominio del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, con Silvia Zennaro e Joyce Floridia in prima e seconda posizione. Mentre nella batteria gialla Cesare Barabino si aggiudica la prima prova e Matilda Talluri la seconda.

Secondo giorno

Nulla di fatto nella seconda giornata dell’Italia Cup a Napoli.

Un’importante perturbazione sta mettendo a dura prova il comitato di regata che in questi giorni se la sta vedendo con condizioni meteo estremamente instabili. Anche oggi la barca comitato è uscita sperando di poter disputare almeno una prova, ma il temporale che ha portato raffiche fino a 40 nodi, ha costretto ad annullare il programma.

Terzo giorno

Nel terzo ed ultimo giorno di regate il Golfo, dopo due giorni difficili di vento forte e pioggia, ha regalato una bellissima giornata di vela. Sono state disputate tre prove su entrambe i campi di regata con vento inizialmente da sud con intensità che oscillava da 12 a 16 nodi. Le nuvole hanno reso molto complicata l’interpretazione del vento, come sempre il Golfo di Napoli si dimostra un campo estremamente tecnico.

L’evento si conclude, quindi, con cinque regate all’attivo per Standard e Radial, che consentono anche lo scarto di una prova e tre per i 4.7.

Nel testa a testa della flotta Standard la spunta per un punto Marco Gallo della Sezione Vela GdF, sul compagno di squadra Gianmarco Planchestainer, mentre il terzo posto è occupato dal messicano Yanic Gentry, seguito da Lorenzo Masetti (YC Como) che è anche il primo degli Under21, mentre il primo degli Under19 è il giovane Matteo Paulon (Yacht Club Cannigione), settimo in classifica generale.

Nella classe Radial Matilda Talluri (Circolo Nautico Livorno) si impone su Silvia Zennaro, che ritorna nel circuito dopo una lunga assenza, e Joyce Floridia, entrambe della Sezione Vela GdF.

Mentre il podio maschile è occupato dai giovanissimi Cesare Barabino (Yacht Club Olbia), Antonio Persico (LNI Napoli) e Valerio Palamara (Compagnia dello Stretto), tutti Under 19.

I 4.7, divisi in tre batterie, hanno regatato solo oggi, ma in compenso sono stati protagonisti di una giornata spettacolare, con regate dai ritmi serrati.

Tra i maschi il podio è tutto Under16. Vince nelle acque di casa il giovane Raffaele Milano del Reale Yacht Club Savoia di Napoli, seguito da Domenico Lamante della Lega Navale di Pescara e quindi Mattia Cesana della Fraglia Vela Riva.

Tra le ragazze si impoine il Circolo Vela Torbole che conquista due podi: il primo posto di Beatrice Ini e il terzo di Carlotta Rizzardi, tra loro si infila Alina Iuorio del Club Vela Portocivitanova.

Francesco Lo Schiavo, Presidente della V zona dichiara: “Con la tappa dell’ Italia Cup di Napoli si completa un anno intenso di regate e si rafforza il legame con una classe che in V Zona è caratterizzata da una flotta numerosa, con oltre 10 squadre di Circolo impegnate nell’attività agonistica e con tante partecipazioni in Italia ed all’estero. Regate numerose come l’Italia Cup sono il modo migliore per valorizzare la straordinarietà del Campo di Regata di Napoli e per dare impulso alle future organizzazioni.”

Info e classifiche complete su www.italialaser.org

Halloween Cup Optimist 2019 – Classifiche Finali e Foto

Dopo un’edizione record il Circolo Vela Torbole chiude le regate 2019 sul Garda Trentino e dà l’arrivederci alla Primavera 2020 con sempre nuove e impegnative sfide, prima tra tutte quella delle boe elettriche ecosostenibili

7^ Halloween Cup, Torbole 2019

7^ Halloween Cup, Torbole 2019
Immagine 1 di 19

Nago-Torbole (TN) 3 novembre 2019 – Conclusa al Circolo Vela Torbole la 7^ Halloween Cup Optimist, edizione decisamente in linea con la stagione: dopo una prima giornata con tempo nuvoloso e vento sui 10-12 nodi, la seconda ha avuto un nulla di fatto per assenza di vento, mentre la terza ed ultima giornata è stata caratterizzata da pioggia e vento da nord leggero (media di 5 nodi), che ha permesso di chiudere con una quarta prova per tutte le categorie e quindi l’inserimento dello scarto della prova peggiore.

Condizioni meteo in realtà normali per i tantissimi nordici presenti, quasi “impossibili” per gli italiani, che non sono molto abituati a regatare sotto l’acqua. Condizioni che non hanno certamente scoraggiato il Comitato di regata FIV, che si è allineato alle scelte che spesso si trovano all’estero e ha fatto uscire le flotte appena il vento da nord si è disteso, assestandosi sui 5 nodi di media.

La regata, che quest’anno ha segnato il nuovo record con 589 iscritti, di cui un terzo italiani (191), ha offerto l’ultima occasione per regatare in questa lunga stagione 2019 sul Garda Trentino, confermando la scelta del ponte di Ognissanti sicuramente azzeccata per una regata dedicata ai bambini (con al seguito spesso le famiglie). Sempre più numerosa infatti la partecipazione estera considerate le 27 nazioni, tra cui anche USA. Al di là delle regate non sono mancate le attività collaterali con krapfen e Nutella Party, pasta party e lotteria con tanti regali a sorteggio.

Ma questa settima edizione è stata importante anche perché è stata la prima regata in Italia – con questi numeri – in cui sono state utilizzate le cosiddette boe intelligenti o robotiche. Un evento importante, permesso grazie alla disponibilità dell’azienda svizzera Roboboj, che ha portato in regata questi nuovi modelli. I problemi tecnici per qualche boa non sono mancati, ma per cause dovute a sbalzi di tensione durante il caricamento delle batterie, che hanno danneggiato alcune parti elettroniche delle schede. Un fatto che finora non era mai successo, ma che – seppur subendone le conseguenze – ha contribuito a migliorare ulteriormente il sistema. Il progetto, portato avanti da tutti i circoli dell’Alto Garda, che ha il duplice scopo di salvaguardare il lago e facilitare la gestione del campo di regata, ha fatto un ulteriore passo avanti: ora si dovrà passare ai fatti con il reperimento di fondi per l’acquisto.

I risultati

(altro…)

Halloween Cup Optimist 2019 – Prima giornata

Italiani nella parte alta della classifica tra i più piccoli cadetti con Giovanni Bedoni in testa; Lisa Vucetti prima italiana negli juniores, sesta; primo il tedesco Jost

7^ Halloween Cup, Torbole 2019

7^ Halloween Cup, Torbole 2019
Immagine 1 di 19

Nago-Torbole (TN) 1 novembre 2019 – Giornata di inizio regate positiva per l’Halloween Cup Optimist, manifestazione che chiude la stagione 2019 sul Garda Trentino, organizzata dal Circolo Vela Torbole da venerdì 1 a domenica 3 novembre.

Grazie alla “vinezza”, vento da sud che risente della bora in Adriatico, soffiata dal primo mattino, è stato possibile regatare con condizioni ideali per i giovanissimi regatanti (10-12 nodi), presenti con il numero record di quasi 600 al via. Gran lavoro del Comitato di Regata che ha dovuto gestire ben 5 batterie (4 juniores per i 473 al via; una dei cadetti con 115 concorrenti) e quindi 15 partenze e relativi arrivi in un solo campo di regata.

Come annunciato, oltre alla già difficile gestione della regata con numeri così alti, si è voluto virare verso una strada sempre più green, provando, con i relativi rischi dei pionieri, le boe robotiche: roboboe che in questa prima giornata hanno funzionato in fase alterne, ma che sono state gestite al meglio, grazie allo staff posaboe comunque operativo e ad un sempre attento Comitato di regata della Federazione Italiana Vela, che nei momenti in cui la tecnologia non rispondeva pienamente alle esigenze del momento, ha saputo trovare soluzioni rapide e consone al regolamento di regata, sostituendo rapidamente le boe “off”.

La classifica

(altro…)

Halloween Cup 2019 al Circolo Vela Torbole

Da venerdì 1 a domenica 3 novembre quasi 600 Optimist per la 7^ Halloween Cup al Circolo Vela Torbole. Alla vigilia (giovedi 31/10 ore 11:00) presentazione delle “roboboe”, usate per la prima volta sul Garda Trentino in tutto il campo di regata.

Halloween Cup 2018

Halloween Cup 2018
Immagine 1 di 12

Circolo Vela Torbole

Nago-Torbole (TN) – Come ogni anno l’attività sportiva velica sul Garda Trentino si conclude con l’Halloween Cup, regata Optimist organizzata dal Circolo Vela Torbole su delega della FIV Federazione Italiana Vela da venerdì 1 a domenica 3 novembre, che in soli 7 anni ha raggiunto numeri impressionanti, considerata la stagione. Quest’anno sono 564 i pre-iscritti provenienti da 27 nazioni per una manifestazione, che assegna il trofeo alla società con i migliori quattro atleti della categoria juniores.
Impegnativo dunque questo finale di stagione con così tanti bambini in una classe, quella Optimist, che può oggi festeggiare anche la vittoria del tre volte campione del mondo Marco Gradoni, del massimo riconoscimento velico al mondo, il Rolex World Sailor of the year. Gradoni, infatti, più volte presente alle regate organizzate sul Garda Trentino e vincitore praticamente di tutti i maggiori eventi degli ultimi anni, si è aggiudicato il prestigioso premio, unico italiano dopo l’olimpionica Alessandra Sensini e il più giovane atleta di sempre, affiancando così altri mostri sacri della vela planetaria.

(altro…)

Terminati a Marsiglia i Mondiali 2019 della Classe Nacra 15

Terminati a Marsiglia i Mondiali della Classe Nacra 15, Andrea Spagnolli (FV Malcesine) e Alice Cialfi (CV Ventotene) chiudono la settimana con il bronzo assoluto e la medaglia d’argento Under 19 al collo.

Nacra 15 mondiale 2019

“Siamo molto contenti per come è andato il campionato perché abbiamo affrontato giornate con condizioni ogni giorno diverse – racconta Andrea Spagnolli da Marsiglia. Fin dal primo giorno siamo stati in terza posizione, il nostro obbiettivo era centrare una medaglia e siamo molto felici anche perché non è stato affatto semplice, gli avversari si sono dimostrati molto forti e nessuno sbagliava mettendoci a dura prova ma grazie a una grande velocità e una buona tattica siamo riusciti a centrare il nostro obbiettivo.”

Il commento delle prodiera Alice Cialfi: “Per me è stato un campionato molto positivo dove abbiamo avuto molti buoni spunti e abbiamo fatto tante cose bene anche se qualcosa abbiamo sbagliato, siamo contenti di come siamo riusciti a finire e di aver raggiunto l’obbiettivo che ci eravamo prefissati.”

(altro…)