Sailing for Oncology al XXX Campionato di Primavera del Circolo dei Canottieri Palermo

Si è concluso ieri domenica 22 Maggio 2022, con la terza giornata di gare, il XXX Campionato di Primavera organizzato dal Circolo dei Canottieri Palermo in collaborazione con la Lega Navale di Palermo.

Il programma ha previsto una prima giornata di regate a bastone nel Golfo di Palermo (il 9 aprile) e due regate costiere: l’8 Maggio, la “regata degli 8 porti” di circa 13 miglia, in collaborazione con lo Yacht Club del Mediterraneo, LNI Palermo e Clubino del Mare e il 22 Maggio abbinata alla “Veleggiata della Legalità” in collaborazione con i Circoli Riuniti Palermo e Vela Club Cefalù, una costiera di circa 9 miglia con partenza da Acqua dei Corsari e arrivo nelle acque antistanti Casa Falcone all’Addaura quale commemorazione del trentennale dalle stragi di mafia.

Tra i regatanti della categoria Gran Crociera, sul Dufour 382 GL denominato “Tatà” degli armatori Tramontano R. e Orlando M. ha svettato la bandiera di Sailing for Oncology, un progetto della Lega Navale Italiana Palermo che ha partecipato con un equipaggio interamente composto da persone che convivono con una patologia oncologica o che ne hanno conosciuto il difficile incontro.

Torna la 1000 Vele per Garibaldi

Dopo la rinuncia forzata alle ultime due edizioni riparte la regata del CNRT diretta in Sardegna, a La Maddalena, per regatare nell’Arcipelago durante le celebrazioni in memoria di Giuseppe Garibaldi

Riva di Traiano, 21 maggio 2022 – Ritorna, dopo il forzato stop di due anni causato dalla pandemia, la “1000 Vele per Garibaldi”, regata che porta le imbarcazioni da Riva di Traiano (Civitavecchia) verso La Maddalena (Cala Gavetta) in occasione delle celebrazioni dedicate all’Eroe dei Due Mondi nell’anniversario della sua morte.

La regata, giunta così alla sua XV edizione, partirà sabato 28 maggio alle 10.00 dalle acque antistanti il Porto di Riva di Traiano, con la prima tappa che prevede la traversata da Roma a Caprera per complessive 125 miglia.

Terminata la Tre Golfi Sailing Week 2022

21 maggio 2022 – Terminato l’Europeo Maxi, l’ultimo giorno della Settimana ha regalato condizioni praticamente perfette: la termica tra Ovest e Nord Ovest si è stesa già da mezzogiorno partendo da 8-10 nodi e raggiungendo i 12-13 nodi nel pomeriggio.

Regate veloci e spettacolari quindi per la flotta ORC al terzo giorno di regate sulle boe, con tre partenze separate. Il raggruppamento “Regata” ha disputato una sola prova (dopo la prima annullata): “Abbiamo dato una partenza un po’ forzata – racconta Francesco Coraggio, Presidente del Comitato di Regata – ma il vento non si era steso perfettamente e quindi ho ritenuto giusto annullare la partenza dei più grandi, altrimenti penalizzati dalla nostra pecca.

ORC Mediterranean Championship – Campionato Nazionale del Tirreno © ROLEX / Studio Borlenghi

Le classi A, B, C e D, hanno invece disputato due prove, con vento che ha prima dato una rotazione a sinistra nelle prime partenze, favorevoli al pin, per poi iniziare il più classico “girasole” verso destra. Un vento fresco e piacevole che ha regalato regate spettacolari, perché le flotte hanno navigato compatte, con distacchi ridotti e si sono visti anche arrivi in volata con cinque o sei barche vicinissime sulla linea del traguardo.

Come sempre la bolina delle classi più piccole (C e D) era leggermente più corta, e questo ha aumentato lo spettacolo, quando al passaggio del gate di poppa sono giunte assieme anche barche più grandi delle flotte A e B.

Alla fine rientro in porto e premiazione, sia dell’ORC Mediterranean Championship, in combinata con la 67ma Regata dei Tre Golfi, che del Campionato Nazionale del Tirreno.

Cerimonia di premiazione ORC Mediterranean Championship – Campionato Nazionale del Tirreno © ROLEX / Studio Borlenghi

La Settimana della Tre Golfi è stata vinta dal TP 52 Xio, di Marco Serafini, che vince anche l’ ORC Mediterranean Championship, seguito da Blue di Roberto Monti e Mela, di Andrea Rossi.

Nella divisione Regata dei più piccoli in gara, Sugar 3, dell’estone Ott Kikkas, con due primi di giornata vince la classifica generale della Settimana, mentre nelle Classi Crociera 1 e 2 i vincitori sono rispettivamente Ars Una, di Anton Giulio Cafaro e Squalo Bianco di Concetto Costa.

Il bilancio di questa Tre Golfi Sailing Week è nei volti dei velisti, felici non solo di una giornata di mare finalmente con vento teso, ma anche arricchiti dal clima dell’intera manifestazione e della scoperta di un territorio finora rimasto fuori dai circuiti della grande vela. Tutti hanno sottolineato la grande accoglienza dei sorrentini e l’ospitalità dedicata ai partecipanti.

Qui le classifiche complete www.tregolfisailingweek.com

Venezia protagonista della grande nautica

Saranno nove giorni dedicati alla passione per la navigazione, tra yacht e superyacht, prove in acqua, convegni, esposizioni e regate. Torna all’Arsenale di Venezia, dal 28 maggio al 5 giugno, la terza edizione del Salone Nautico Venezia, il laboratorio di sostenibilità.

19 maggio 2022 – Per la terza volta sarà l’antica fabbrica delle navi della Serenissima il luogo del Salone Nautico Venezia che consolida la sua posizione nell’ambito delle grandi manifestazioni espositive dedicate alla nautica. Un punto di riferimento per l’Adriatico e tutta la lunga rotta che da Venezia porta a Istanbul lungo il Mediterraneo Orientale.

Per il Sindaco della città Luigi Brugnaro è una grande soddisfazione aver portato a compimento lo slogan lanciato per la prima edizione, quando aveva dichiarato “l’arte navale torna a casa”. Fin dall’anno scorso si può affermare che “è tornata a casa” e che piace sempre di più alla cantieristica. “Ringrazio i cantieri che danno fiducia al Salone – ha detto –  Venezia è il palcoscenico migliore per i loro prodotti di eccellenza perché sa unire la tradizione ai temi della modernità. Ringrazio anche la Marina Militare per la continua collaborazione che ci consente di allestire l’Arsenale. Vedremo tante barche e ci sarà tanta sostenibilità, il tema su cui la nostra città si è candidata a capitale mondiale. Sono contento dei risultati e ringrazio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la continua collaborazione, il Ministro degli Affari Esteri Luigi di Maio per aver favorito l’incontro con Agenzia  ICE per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione e tutti coloro che hanno lavorato con impegno alla crescita e al successo di questo evento. La città potrà rinascere se rifunzionalizziamo i suoi luoghi, la cosa più complicata è costruire funzioni e mantenerle qui. Venire al Salone per i clienti della nautica significa
far scoprire che l’Adriatico è il mare più sicuro al mondo. Sarà un Salone di ricerca tecnologica, di innovazione, di sperimentazione, di design e cultura della nautica, un settore in cui l’Italia primeggia.”.

Quanto costa elettrificare il motore di una barca a vela?

Oceanvolt, il costruttore finlandese specializzato in motori elettrici per la nautica, ha messo online un configuratore molto interessante che permette di valutare, secondo le cifre specifiche della barca o del programma di navigazione, l’investimento da fare, evidenziando la curva di potenza di questi motori elettrici.

Lo strumento, disponibile qui https://oceanvolt.com/configurator/), tiene conto delle lunghezze al galleggiamento e del dislocamento della barca, esegue un calcolo della potenza richiesta e mostra quale potrebbe essere la spesa necessaria.

Il simulatore poi mostra un grafico della velocità approssimativa dello che mette in evidenza la potenza dei motori sviluppata in base alla velocità della barca.

Alla fine del modulo il calcolatore visualizza il prezzo Franco Fabbrica, IVA esclusa, installazione esclusa, per il motore, le batterie, il caricabatteria e l’eventuale generatore.

Il prezzo è ancora molto alto, secondo le simulazioni fatte sul modulo Oceanvolt, da 6 a 7 volte il prezzo di un motore diesel.

Attacchi di orche in Atlantico – Un racconto e cosa fare per

Da circa tre anni in Atlantico si stanno verificando attacchi di orche verso i diportisti che incrociano in quelle acque. Attacchi rivolti prevaletemente alla pala del timone e che ad oggi nessuno è riuscito a spiegare.

Il magazine online Practical Boat Owner ha pubblicato il racconto di uno di questi attacchi al Sun Odyssey 40 di una coppia, racconto corredato da foto e video.

Alla fine dell’articolo inserisce alcune buone prassi da mettere in atto per tentare, per quanto possibile, di evitare gli attacchi e cosa fare per limitare i danni, sempre per quanto possibile, in caso si venga attaccati.

Come parte della normale pianificazione del percorso di passaggio, la RYA raccomanda che gli equipaggi delle barche consultino le informazioni fornite dall’Atlantic Orca Working Group su www.orcaiberica.org

Le mappe che mostrano le aree in cui si sono verificati incidenti o le restrizioni alla navigazione sono disponibili all’indirizzo: www.orcaiberica.org/last-interactions

Per indicazioni su cosa fare durante le interazioni con le orche, visitare: www.orcaiberica.org/safety-protocol

Le orche, conosciute anche come balene assassine, sono una specie protetta e i marinai non dovrebbero intraprendere alcuna azione che possa danneggiarle.

Cosa fare?

  • Mantenere accesa la radio per informazioni
  • Tieni d’occhio, in particolare a poppa, le balene che emergono o soffiano
  • Mantieni la distanza da tutte le balene viste
  • Assicurarsi che i giubbotti di salvataggio siano indossati e che i dispositivi di sicurezza siano a portata di mano

Se le balene vengono avvistate entro 500 m o si avvicinano all’imbarcazione:

  • Spegnere il motore e l’ecoscandaglio
  • Disattiva il pilota automatico
  • Riduci al minimo qualsiasi rumore (non urlare)
  • Preparati a lasciare andare la ruota/timone per evitare lesioni

Se la tua barca viene colpita da una balena:

  • Riduci al minimo rumore e luce
  • Siediti per evitare di essere sbalzato dai piedi e di farti male
  • Avvisare le autorità marittime (vedi Protocollo di sicurezza locale), mantieni la calma e siediti tenendoti saldamente

La RYA rileva inoltre che i danni al timone rafforzano la necessità di trasportare una barra di emergenza.

Via | Practical Boat Owner

Il progetto VelaScuola si aggiorna

10 Maggio 2022 – È stato siglato il protocollo che promuove il progetto VelaScuola FIV in collaborazione con il Ministero dell’istruzione: un aggiornamento in termini tecnologici dei suoi contenuti e proposte didattiche.

La Federazione Vela, sempre attenta alle esigenze della scuola che si rinnova ridefinisce un accordo che – possiamo dire – giunge alla sua versione 2.0; FIV è la prima Federazione ad avere firmato il nuovo protocollo con il Ministero dell’Istruzione.

Aspetto importante è quello dell’inclusione che diventa un tema centrale per educare, attraverso la pratica sportiva in classe: empatia, accoglienza, tolleranza e diversità sono parole e concetti chiave.

Le tre grandi novità dell’accordo firmato oggi prevedono:

  • la vela entra in classe attraverso la porta principale grazie al progetto STEM-Sailing: la barca a vela è intesa come laboratorio per sperimentare a cielo aperto una nuova didattica per comprenderne la fisica, la matematica, la tecnologia ad essa connessa. Questo approccio empirico sarà declinato nei diversi livelli di difficoltà: dalla primaria, alla superiori di I e II grado, infatti, in quest’ultimo step verranno introdotti linguaggi di programmazione con l’interfaccia Arduino attraverso lezioni accattivanti e calate nel concreto della realtà che ci circonda, promuovendo anche degli stili di vita che tendano ad una maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale;
  • lezioni in digitale grazie all’ausilio del supporto e-game Virtual Regatta che introduce i giovanissimi al mondo della vela attraverso il gioco virtuale. La piattaforma riconosciuta anche a livello di Federazione Internazionale vede l’Italia impegnata in continui aggiornamenti e si pone quale strumento accattivante e innovativo per le nuovissime generazioni;
  • proposte di trasferimento di competenze pratiche e gestionali per i PCTO in percorsi guidati che prevedano un protocollo d’intesa triennale tra le scuole e i Circoli Affiliati FIV volto al conseguimento del titolo di: Istruttore di Scuola Vela, Club Race Officer oppure posa boe. Tutte figure professionali del mondo sportivo della vela.

Queste le dichiarazioni:

Francesco Ettorre: “Le tempistiche con le quali siamo riusciti a firmare questo nuovo accordo con il Ministero dell’Istruzione dimostrano come la nostra Federazione stia lavorando accuratamente a tutti i progetti che la vedono impegnata. Aggiornare il progetto VelaScuola è motivo di orgoglio perché rappresenta il primo passo che da sempre FIV vuole fare all’interno degli istituti scolastici per portare lo sport della vela. Ringrazio quanti hanno portato avanti questo prezioso lavoro da parte Federale con il vicepresidente D’Amico e la Consigliera De Falco in prima linea e il Capo di Dipartimento dott. Stefano Versari per il Ministero dell’Istruzione.”

Giuseppe D’Amico: “La sigla di questo protocollo corona un lungo lavoro di interlocuzione che ho avuto con gli uffici del Ministero dell’Istruzione che sin dalla prima proposta di incontro hanno dimostrato grande apprezzamento e disponibilità ad ampliare la storica collaborazione in essere con il progetto VelaScuola. Il protocollo introduce infatti in maniera innovativa il progetto STEM che offre nuovi percorsi didattici ed educativi caratterizzati da modelli culturali di apprendimento ispirati al lavoro di gruppo. Con orgoglio possiamo rivendicare il primato di essere la prima Federazione Sportiva Nazionale a siglare un protocollo con il Ministero dell’Istruzione.”

Antonietta De Falco: “La sigla di questo accordo premia il lavoro del settore VelaScuola che nell’ultimo anno si è adoperato per interpretare al meglio le esigenze del mondo scolastico scommettendo su un approccio più olistico del nostro sport sconfinando dal vincolo dell’attività motoria e valorizzando così le potenzialità didattiche che investono il nostro sport.”

Via | federvela

Nautor’s Swan apre le porte del cantiere

Con l’avvicinarsi della primavera, il team di Nautor’s Swan si sta preparando per la stagione delle partenze e augura “Fair Winds” a molti armatori felici e fortunati che salpano.

Per celebrare questo importante periodo dell’anno, il cantiere BTC (Boatbuilding Technology Center) apre le sue porte ai clienti dal 28 al 31 maggio, offrendo una profonda esperienza per ispezionare una varietà di nuovi yacht in acqua e visitando lo stabilimento, per scoprire dove avviene tutta la magia.

Diamo il benvenuto ai clienti a casa nostra durante tutto l’anno qui in BTC“, afferma Giovanni Pomati, CEO di Nautor Group. “ma ci siamo sentiti in dovere di aprire le porte del nostro cantiere con l’opportunità di vedere oltre dieci nuovi yacht Swan in fase di consegna, tutti pronti per la partenza“.

Cervia Spring Cup 2022 – I risultati finali

Cervia 8 maggio 2022 – Oltre duecento giovani velisti provenienti da tutta Italia si sono sfidati sul mare di Cervia per la trentaseiesima edizione della Spring Cup, una delle più tradizionali e partecipate competizioni italiane dedicate agli optimist, organizzata come sempre dal Circolo Nautico “Amici della Vela”.

E non sono mancate le sorprese anche a livello di risultati: soprattutto fra i cadetti, dove il podio – cosa decisamente insolita per la Spring Cup – è stato tutto al femminile, con la vittoria di Ginevra Rovaglia del Circolo Nautico Bardolino davanti a Vittoria Berteotti del Fraglia Riva e da Chia Davolio Marani del CV Torbole. Un terzetto di portacolori di circoli del Lago di Garda. In questa categoria, anche due portacolori del circolo ospitante fra i primi venti: Pietro D’Ausilio giunto sedicesimo e Leonardo Ragazzini ventesimo

La Romagna si è rifatta fra gli Juniores: grazie alla vittoria di Tommaso Ditano dello Yacht Club Rimini e al secondo posto di Edoardo Masotti del CV Ravennate. Terzo Andrea Demurtas del Fraglia Vela, che lo scorso anno aveva vinto fra i cadetti.

E proprio il Fraglia Vela di Riva del Garda si è aggiudicato la classifica a squadre, come già accaduto lo scorso anno.

Come sempre, la due giorni si è chiusa con le premiazioni nel giardino del Circolo: alla presenza dell’assessore allo Sport del Comune, Michela Brunelli, e dell’ex comandante dell’Amerigo Vespucci, Gianfranco Bacchi.

Info e fotografie su Facebook – Classifiche complete su www.racingrulesofsailing.org

Muggia – Olimpic Sails Optimist Regatta – Risultati Finali

Si è svolta nel weekend a Muggia la 10ma edizione della Olimpic Sails Optimist Regatta, manifestazione dedicata ai giovanissimi della classe Optimist e valida come prova per il Campionato Zonale. 124 gli iscritti e 13 i guidoni delle società veliche rappresentati.

Quest’anno la manifestazione, organizzata dal Circolo della Vela Muggia e patrocinata dal Comune di Muggia, ha accolto anche atleti stranieri tra i quali la Sailing Team Ukraine. Nelle acque del nostro Golfo il grido di NO WAR è riecheggiato chiaro e forte sui colori giallo e azzurro della bandiera Ucraina.

Salgono sul podio per la Divisione B (cadetti classe 2012-2013) 1° Nicolò Santoro (STV), 2° Vittoria Di Martino (SVBG-1° femmina), Ahnieshka Modonich (Sailing Club Ukraine-1° classificata classe 2013) mentre per la Divisione B (juniores nati tra il 2007 e il 2011) 1° Giuseppe Montesano (CNT Sirena), 2° Mattia Di Martino (SVBG), 3° Sviatoslev Modonich (Sailing Team Ukraine), 1° femmina Aurora Ambroz (CDVM) e 1° classificato 2011 Tommaso Ferluga (SNPJ).

“La Olimpic Sails Optimist Regatta soffia sulle sue prime 10 candeline. Ringrazio gli sponsor e il Comune di Muggia per averci supportato, la XIII Zona FIV per averci messo a disposizione due mezzi di assistenza a mare. Organizzare un evento di questo tipo è un lavoro di squadra, il mio sentito ringraziamento va allo staff e ai tanti collaboratori del nostro sodalizio che prima a terra e poi in mare hanno permesso l’ottima riuscita della regata”. Queste le parole del Presidente del CDVM Martina Jelovcich, che aggiunge “abbiamo accolto la partecipazione della Sailing Team Ukraine con grande gioia ed entusiasmo. Ci rende più motivati a fare meglio, a fare di più per i giovani e per lo sport perché crescano in pace e spensierati come meritano tutti i bambini del mondo”.

Classifica completa Olimpic Sails Optimist Regatta