Melges 40 – Terminati i test a Dubai

Dubai, 3 dicembre 2016 – Il Melges 40, la più grande, veloce e unica dotata di canting keel, barca a vela mai offerta da Melges Performance Sailboats (MPS), ha completato con successo i test in mare.

Melges 40 Dubai 01

Melges 40 Dubai 01
Immagine 1 di 11

Disegnato da Botin Partners Naval Architecture e costruito da Premier Composite Technologies (PCT), la visione per il Melges 40 è per un puro one-design da regata, con caratteristiche tecniche che cercano la combinazione tra prestazioni e innovazione assoluta.

Nel corso degli ultimi mesi, Melges ha intrapreso un viaggio in cui la collaborazione con i migliori armatori, velisti, team e yacht club ha avuto luogo, il tutto nell’interesse di ridefinire il migliore e il più alto livello di prestazioni in bolina / poppa nelle regate in monotipia.

Vendee Globe – Kojiro Shiraishi ha rotto l’albero

kojiro-shiraishi-disalbera

Kojiro Shiraishi alle 0230 UTC di oggi (domenica 4 dicembre 2016) ha informato di avere rotto l’albero di Spirit of Yukoh all’altezza del fiocco piccolo. Il velista giapponese non è in pericolo e sta lavorando per mettere a punto un armo di fortuna. Kojiro, che sta facendo rotta su Citta del Capo, sta bene ed è in contatto con il suo shore team per giudicare l’entità del danno e valutare se sia possibile continuare la regata e alla fine ha deciso per il ritiro.

In testa al Vendee continua il duello tra Armel Le Cleac’h e Alex Thomson. Il primo ha ora un vantaggio sull’inglese di circa 50 miglia. I due sono a circa 400 miglia a ovest di Cape Leeuwin e viaggiano a circa 18 nodi in un vento da SSW di 25 nodi.

www.vendeeglobe.org

Beneteau Figaro 3 – Il primo Monoscafo Monotipo a foil

Beneteau ha ufficialmente tolto il velo su quello che sarà il prossimo Figaro 3, che a partire dal 2019 andrà a sostituire il Figaro 2, prodotto in un centinaio di scafi a partire dal 2003.

Beneteau Figaro 3 01

Beneteau Figaro 3 01
Immagine 1 di 5

Modernità, affidabilità e prestazioni. Combinando la propria esperienza e la competenza degli architetti navali Van Peteghem – Lauriot-Prévost, il Gruppo Bénéteau propone la Classe Figaro, il primo monoscafo monotipo a foil mai concepito.

• Il Figaro Bénéteau 3 sarà sulla linea di partenza della Solitaire Le Figaro dal 2019.
• Un monotipo monoscafo equipaggiato con i foil.
• Creazione della Bénéteau Racing Division Group.

Questo Figaro Bénéteau 3 è frutto della collaborazione tra gruppo Bénéteau, la Classe Figaro, OC Sport, che organizza la Solitaire URGO- Le Figaro e Le Figaro group. Disegnata dagli architetti Van Peteghem – Lauriot-Prévost, che hanno vinto le ultime due Vendée Globe. Una barca che rispecchia la tendenza attuale, con un design pensato per durare.

Foil, un albero spostato più a poppa e una carena più performante

Gaetano Mura Solo Round the Globe Record – 35° giorno di navigazione

Venerdi 12 dicembre 2016 – Gaetano Mura Solo Round the Globe Record, l’impresa di circumnavigare il pianeta a vela in solitario, è al giorno 35. A bordo del Class 40 Italia il morale è alto. Il vento forte, fino a 35 nodi, per l’arrivo di un fronte freddo, ha caratterizzato le ultime ore di navigazione per Gaetano, che ha decisamente accelerato percorrendo ben 255 miglia in 24 ore, con surfate sulle onde fino a oltre 20 nodi di velocità stabilendo il suo record di percorrenza giornaliera da quando è partito da Gibilterra.

poppa1

Nelle prossime ore una breve tregua meteo, sarà seguita da una nuova ed energica depressione in arrivo da Ovest che investirà Italia già dal tardo pomeriggio del 3 dicembre con venti sostenuti sui 40-45 nodi e raffiche fino a 50 nodi. Le condizioni dure dei mari del Sud ormai alle porte si fanno sentire in anticipo, una sorta di prova generale di quella che diventerà la quotidianità per i prossimi due mesi tra oceano Indiano e Pacifico, fino al mitico Capo Horn.

Il diario di bordo:

“Dopo il primo mese di condizioni tropicali, qui la situazione meteo è molto diversa, si sta per entrare in un altro pianeta. Piove spesso, fa molto freddo e praticamente ogni poche ore c’è una burrasca. Sono luoghi un po’ selvaggi, senza dubbio, e non mancano le difficoltà. La prossima tappa è il Capo di Buona Speranza, ci siamo vicini… Abbiamo pronta una bottiglia importante, una delle sette conservate in cambusa, un vino sardo!

Una rara concentrazione di uomini coi maroni in carbonio ad alto modulo

Una rara concentrazione di uomini coi maroni in carbonio ad alto modulo. Armel Le Cléac’h e Alex Thomson, che sui loro IMOCA viaggiano a medie stratosferiche nei paraggi delle isole Kerguelen, e l’elicotterista, perché anche per decollare e atterrare con quel mare e quel vento serve un uomo con i maroni in carbonio ad alto modulo.


Incroyable ! La Marine Nationale nous a envoyé… di VendeeGlobeTV

Il video è stato girato da un elicottero della marina francese decollato dalla fregata Nivôse che sta pattugliando territori francesi nell’Oceano Antartico. Mostra l’allora leader del Vendee Globe Le Cléac’h su Banque Populaire VIII e Thomson su Hugo Boss mentre viaggiavano a velocità di oltre 20 nodi con vento compreso tra 25 e 30 nodi.

Via | www.vendeeglobe.org

riprese-elicottero

Raddoppiano i prezzi dei biglietti per le Kornati

Le Incoronate (Kornati in croato) sono un arcipelago di isole posizionato di fronte alla Dalmazia (Croazia), a 15 miglia a ovest di Sebenico, 15 a sud di Zara e 7 a sud-ovest di Morter. Dal 1980 89 di esse, su un totale di 152, sono classificate come parco nazionale.

listino-prezzi-incoronate-kornati

Per accedere al parco nazionale è necessario pagare un biglietto (permesso a pagamento) che è possibile acquistare nei marina, in uno degli uffici preposti o dai guardiani che raggiungono la barca alla fonda, in quest’ultimo caso il prezzo è sensibilmente più alto.

Prezzo dei biglietti che secondo quanto riportato da SoloVela nel 2016 è sensibilmente aumentato, in alcuni casi raddoppiato.

Il costo per una barca fino a 10.99 metri da gennaio a giugno e da settembre a dicembre per un giorno di sosta è di 240 kune, luglio e agosto 300 kune (acquistando all’interno del parco 400 e 500 kune). I prezzi includono l’utilizzo della boa. Il cambio al 30 novembre 2016 è di 7.5 kuna per 1 Euro.

Thomas Coville dopo 23 giorni ha 2000 miglia di vantaggio su Joyon

30-11-2016-day-23

Thomas Coville è il suo maxi trimarano di 31 metri SODEBO ULTIM sono partiti da Brest per il tentativo di record del giro del mondo in solitario – partenza e arrivo tra l’isola di Ouessant e Lizard Point, nel sud dell’Inghilterra – il 6 novembre 2016. Il record attuale, di 57 giorni, 13 ore, 34 minuti e 6 secondi, è di Francis Joyon sul trimarano IDEC (29.8 metri) ed è del gennaio 2008.

Il 30 novembre, dopo 23 giorni di navigazione, Thomas Coville ha passato la Nuova Zelanda ed è a 3.400 miglia da Con Capo Horn. Nelle ultime 24 ore ha percorso 620.1 miglia, che gli hanno consentito di portare il suo vantaggio rispetto a Joyon a 1199.66 miglia.

Info su Team SodeboFacebookTracker

Trovato un iPhone 4 in fondo a un lago – e ancora funziona

iphone4-lagoMichael Guntrum, di Knox, Pennsylvania, nel marzo 2015 mentre stava pescando nel lago ghiacciato ha perso il suo iPhone 4, caduto giusto giusto dentro al foro sul ghiaccio. Normalmente, perdere lo smartphone in fondo a un lago ghiacciato segnerebbe la fine della storia.

Ma nel settembre 2015 a causa di carenze strutturali della diga il lago è stato prosciugato e Daniel Kalgren, in cerca di tesori con il suo metal detector, lo ha ritrovato sotto 6 pollici di fango e argilla.

Lo ha portato a casa, lo ha pulito e giusto per la curiosità di vedere se tornava a funzionare lo ha messo nel riso. Dopo due giorni lo ha acceso e, sorpresona, funzionava.

La storia completa su www.buzzfeed.com – Scoperto grazie a snipeout.blogspot.com

DIY Safe Antifouling Initiative 2017

Qualcosa che a noi manca è la RYA (Royal Yachting Association). Al contrario della Federvela italiana, che si occupa della vela praticamente solo a livello agonistico, la RYA si occupa anche di diporto in generale.

antifouling-your-boat-safely-image

Ora per esempio la RYA hanno messo insieme le forze con la British Coatings Federation (BCF), e British Marine per lanciare la DIY Safe Antifouling Initiative 2017.

C’è una lunga tradizione per gli armatori di applicare da soli l’antivegetativa sulle loro barche ed è importante che siano consapevoli che le pitture vanno date in modo appropriato e con equipaggiamenti di protezione della persona altrettanto appropriati.

L’obiettivo dell’iniziativa, che sarà lanciata ufficialmente in concomitanza con il London Boat Show a gennaio, è appunto quello di informare ed educare gli armatori sui pericoli connessi con l’applicare l’antivegetativa alle loro barche.

E’ già stato pubblicato un volantino con i consigli su cosa fare e cosa non fare. Un video di cinque minuti dal titolo “How to safely antifoul your boat” sarà inoltre disponibile nella primavera 2017.

Tutti i dettagli su www.coatings.org.uk

Jean-Marie Liot vince Mirabaud Yacht Racing Image award 2016

Malta, 29 Novembre 2016 – Il fotografo francese Jean-Marie Liot (FRA) ha vinto il Mirabaud Yacht Racing Image award con la sua straordinaria foto di Morgan Lagravière sul suo IMOCA Safran spinto alla massima velocità e completamente sommerso da un’onda mentre si allena in vista del Vendée Globe.

01-jean-marie-liot-safran

Nico Martinez ha vinto lo Yacht Racing Forum award, scelto tra i delegati della World Sailing’s annual conference di Barcelona in Novembre e lo Yacht Racing Forum. Christophe Huchet (FRA) ha vinto il publicc award, selezionato dai voti del pubblico su Internet.

A questa edizione hanno partecipato 149 fotografi da 25 paesi.

Mirabaud Yacht Racing Image 2016 – Top 10:

Jean-Marie Liot (FRA)
Benoît Stichelbaut (FRA)
Mark Lloyd (UK)
Guy Nowell (UK)
Richard Gladwell (NZL)
Claire Matches (UK)
Nico Martinez (ESP)
Eugenia Bakunova (RUS)
Alex Irwin (UK)
Tim Thomas (UK)

Yacht Racing Forum award – Top 5: