Beneteau Oceanis 40.1

Insieme all’Océanis Yacht 54, Benetau ha annunciato anche l’Oceanis 40.1, disegnata da Marc Lombard per lo scafo e Nauta design per gli interni.

Beneteau Oceanis Yacht 54 01

Beneteau Oceanis Yacht 54 01
Immagine 1 di 8

In linea con la sorella maggiore maggiore, l’Oceanis 51.1, uscita nel 2017, il 40.1 porta volume e spazio senza precedenti in coperta e all’interno senza tuttavia sacrificare le prestazioni.

Per soddisfare i velisti più esigenti in termini di comfort e piacere a vela, l’Oceanis 40.1 è disponibile in diverse versioni di accessori, pescaggio e alberatura. Famiglie, coppie, amici, giovani e vecchi, questo nuovo 12 metri si adatta a tutti i tuoi desideri di crociera.

L’OC 40.1 ha uno scafo a spigolo con un gradino che si estende sul terzo anteriore dello scafo con il risultato di ottenere il massimo potenziale di velocità e rigidità sotto la linea di galleggiamento. Sopra l’opera viva un piano di coperta e interni XXL unici in queste dimensioni della barca. L’impressione di essere a bordo di un 45 piedi.

Bénéteau Océanis Yacht 54

Riprendendo lo scafo di grande successo del Bénéteau First Yacht 53, il Bénéteau Océanis Yacht 54 è la versione meno sportiva. Si aggiunge al fiore all’occhiello della gamma, l’Océanis Yacht 62.

Beneteau Oceanis Yacht 54 01

Beneteau Oceanis Yacht 54 01
Immagine 1 di 7

Per aumentare la sua offerta sul mercato delle grandi barche a vela di lusso, che attualmente comprende il Bénéteau First Yacht 53 (con tendenza sportiva) e il Bénéteau Océanis Yacht 62, il cantiere francese ha deciso di partire dallo scafo del primo, per declinare una versione più familiare e orientata alla navigazione a lunga distanza.

Un’opera affidata al duo Roberto Biscontini (architettura navale) e Lorenzo Argento (progettista di interni ed esterni), il cui compito era quello di immaginare una comoda barca a vela, con grande fluidità nei movimenti a bordo e nelle manovre al vela.

Uno scafo, due varianti

La scelta dello scafo da 17 metri del First Yacht 53 è brillante, in quanto ha superato tutti i test per le sue qualità marine, il suo volume e il suo design. Consente al cantiere francese di soddisfare le aspettative dei diportisti che desiderano più volume a bordo e più funzionalità a bordo, soprattutto in coperta.

Un piano di coperta rivoluzionario

Bente Yachts in amministrazione controllata

Dopo i francesi Ofcet, Ocqueteau e Fora Marine, è il turno dei tedeschi Bente Yachts, appena posto in amministrazione controllata.

39Ben Bente 39 01

39Ben Bente 39 01
Immagine 1 di 12

Un segno di questa decisione, avvenuta il 3 febbraio, l’assenza di Bente Yachts sul Boot di Düsseldorf, che aveva fatto molto rumore quest’anno, dopo un’edizione del 2019 in cui il cantiere ha fatto chiaramente lo spettacolo con la sua nuova ammiraglia, il Bente 39.

Con sede nella città di Bremerhaven, sul Mare del Nord, il cantiere tedesco Bente Yachts è senza dubbio uno dei cantieri navali europei più in evidenza degli ultimi anni, sia nella sua offerta di barche che nella sua comunicazione.

Lanciato nel 2014, il Bente 24 è una barca a vela fuori dal comune con il suo design pulito, il ozzetto ben protetto e le sue qualità marine. Tante caratteristiche che il cantiere ha abilmente evidenziato per acquisire notorietà e rendere questo primo modello un successo. Ne ha venduto quasi 120.

Un successo che Bente ha cercato di capitalizzare presentando a fine 2018 un 39 piedi, il Bente 39, suo fiore all’occhiello, caratterizzata da un design moderno, abbastanza minimalista e grande luminosità dovuta all’immensa finestre aeree e laterali. La barca ha richiamato molta attenzione al Boot, dove era necessario fare molta coda per salire a bordo.

E proprio lo sviluppo di questa barca sembra essere all’origine delle difficoltà del cantiere, di fronte a forti esigenze di investimento e ritardi nei pagamenti. Situazione classica dei piccoli cantieri in forte crescita, ma anche a costi di produzione troppo elevati per i prezzi di acquisto fuori mercato, di fronte a giganti come Bénéteau, HanseGroup o Bavaria.

Il cantiere Bente Yachts è ora alla ricerca di un acquirente in grado di fornire il capitale necessario per le sue esigenze di circolante e per i suoi investimenti. Un futuro a lungo termine consisterebbe senza dubbio in un’acquisizione da parte di un importante cantiere del settore.

Il nome di HanseGroup è il più accreditato, che si è sviluppato abilmente nel corso degli anni rilevando anche marchi in difficoltà, saturando il mercato grazie a un metodo industriale molto efficiente.

La situazione per i costruttori di nicchia sul mercato delle barche a vela monoscafo si sta facendo sempre più complicata. Il mercato è in lieve calo e i cantieri generalisti stanno espandendo sempre più il loro catalogo, prendendo di mira con precisione le varie nicchie.

Il Giro del Mondo di nave scuola Amerigo Vespucci

Durante la cerimonia di varo della fregata ‘Emilio Bianchi’ avvenuto il 25 gennaio presso lo stabilimento cantieristico di Riva Trigoso il Capo di Stato maggiore della Marina Militare ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone ha annunciato che la nave scuola della Marina Militare Italiana Amerigo Vespucci andrà in Giappone ai giochi olimpici.

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01
Immagine 1 di 41

“Proprio nello spirito di collaborazione e scambi culturali tra i vari Paesi – ha detto – i nostri allievi ufficiali e ufficiali imbarcati sulla Amerigo Vespucci a fine luglio approderanno a Tokio in Giappone in occasione dell’apertura dei Giochi Olimpici.

Poi la navigazione continuerà nel Pacifico e in Atlantico passando dallo stretto di Magellano, passaggio scoperto 500 anni orsono dal grande navigatore”.

Il capo di Stato maggiore nel suo saluto ha sottolineato l’importanza del ruolo della Marina Militare nel controllo degli specchi acquei territoriali e nella grande esperienza sulle nuove tecnologie, parte integrante delle nuove e moderne unità in costruzione.

Coronavirus – Regate sospese in Lombardia e Veneto

Federazione Italiana Vela FIV logo

Su indicazione del Governo, Il Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, ha chiesto al CONI di invitare le Federazione Sportive Nazionali, le Discipline Associate e gli Enti di Promozione Sportiva, a sospendere, per la giornata di Domenica 23 febbraio, tutte le attività sportive in programma nelle Regioni di Lombardia e Veneto.

La Federazione Italiana Vela, raccolto l’invito del Governo e del CONI, sospende le attività sportive nei Comitati XII Zona (Veneto) e XV Zona (Lombardia).

Via | federazione italiana vela

Giancarlo Pedote verso il Vendée Globe, un sogno che si sta avverando

Questo 2020 sarà per Giancarlo Pedote sicuramente un anno impegnativo e cruciale. L’ 8 novembre prossimo partirà da Les Sables d’ Olonne il tanto anelato Vendée Globe, giro del mondo senza scalo e senza assistenza. Il navigatore oceanico, a bordo del suo 60 piedi Prysmian Group, è concentrato al massimo sull’ obiettivo di tagliare la linea di partenza della più estrema regata in solitario della storia, a cui solo quattro italiani prima di lui hanno avuto l’ onore di partecipare.

Giancarlo Pedote

IMOCA PRYSMIAN GROUP, entrainement au large de Lorient pour participation à la Transat Jacques Vabre 2019, skipper, Giancarlo Pedote en double avec Anthony Marchand.

Una sfida sportiva e umana ai limiti della resistenza che necessita un’ottima preparazione in tutti gli aspetti della performance. Sarà sicuramente un’ impresa estrema ma Giancarlo, il suo team e i suoi partner impiegheranno tutte le loro energie per affrontarla nel migliore dei modi, motivati dall’audacia della prova, ma anche e soprattutto dalla volontà di dare la massima visibilità all’ONG internazionale Electriciens sans frontières: un connubio perfetto di energia positiva e impegno sociale, sostenuto quest’ anno anche da un nuovo Official Supplier, Lombardini Marine – Kohler.

Presentata a Milano la Persico69F CUP

Milano, 20 febbraio 2020 – A 16 mesi dal primo varo, dopo una stagione di test, il coinvolgimento attivo di alcuni tra i migliori specialisti del foiling al mondo, tra i quali Santiago Lange, Persico e il Team 69F hanno ufficializzato oggi, in occasione del Foiling Award di Milano date e format del circuito 2020, la PERSICO69F CUP.

Persico69F

Con l’accordo tra il Team 69F e Persico siglato oggi “all’ombra” di uno dei monotipi Persico69F, eccezionalmente ormeggiato in pieno centro a Milano per accogliere gli ospiti del Foiling Award, parte ufficialmente la prima stagione del primo monotipo foiling dedicato al grande pubblico.

LE DATE DEL CIRCUITO

I Persico69F regateranno su quattro campi di regata: Cagliari, Ginevra, Gargnano e Trieste. Ogni singola tappa del circuito prevede ben tre settimane di attività, con ospiti, “studenti” e regatanti a rotazione, un nuovo format che restando a lungo in un territorio garantisce massima visibilità agli sponsor e tante occasioni di contatto e promozione, nonché la possibilità di misurarsi con tutte le condizioni meteo. L’esordio del circuito è previsto a Cagliari il 23 aprile: i monotipi e il circuito si fermeranno in questa location fino al 10 maggio; la seconda tappa si svolge invece a Ginevra, dal 16 giugno al 5 luglio. Il circuito si sposterà quindi sul lago di Garda, a Gargnano, dal 7 al 26 luglio. Infine Trieste, con tre settimane di attività a partire dal 22 settembre, e fino a all’11 ottobre, terminando con Barcolana.

ACADEMY WEEK

Una delle tre settimane del circuito è dedicata al format Persico69F Academy: la possibilità di vivere un’esperienza unica imparando dai migliori “foilers” al mondo la tecnica di navigazione a bordo del Persico69F. Si tratta di una settimana “full immersion”, in barca con grandi esperti e giovani talenti per apprendere dai migliori, sotto la direzione tecnica di Santiago Lange. “Da zero a mille” è il mood formativo del progetto, a indicare che anche chi non ha mai navigato sui foil – grazie al programma dell’Academy, la versatilità e sicurezza del monotipo – può apprendere per step, imparare le tecniche di foiling e divertirsi da subito.

LE REGATE

Sono due invece le settimane dedicate in ogni tappa del circuito alle regate, con i team pronti a sfidarsi in due sessioni da una settimana ciascuna. Le settimane di CUP prevederanno tre giornate di training e tre di regate sulle boe.

IL MOOD

“Ready to foil” è la parola chiave di questo circuito, che propone, oltre alla possibilità di acquistare le barche, anche un innovativo boat-sharing: chi sceglierà questa formula troverà sempre il Persico69F con il perfetto setting di albero e foils in relazione alle condizioni meteo, barca in porto e organizzazione dettagliata. Un modo per garantire ai velisti il massimo tempo in acqua, ma anche per ridurre la carbon footprint grazie all’utilizzo di trasporto collettivo delle attrezzature (le barche sono state realizzate in modo da essere ottimizzare gli spostamenti: un container da 40’ ne contiene infatti due, con tutta l’attrezzatura). Estremamente precisa l’organizzazione del circuito, affidata ad esperti velisti: allenatori e mezzi di supporto saranno parte integrante del progetto, che limiterà così il numero di mezzi a motore in acqua per una miglior gestione e il minor impatto ambientale possibile.

LA PARTNERSHIP CON PERSICO

Concretizzata nel corso del Foiling Award, la partnership con Persico Marine rappresenta un grande valore aggiunto per il progetto. che può così contare su uno dei cantieri cui è riconosciuta assoluta competenza nella produzione di scafi da regata, applicata nella realizzazione dei Persico69F, dei VOR65 fino alle più belle barche “one off”, nonché alla produzione dei foil per tutti i team della 36ma edizione della Coppa America.

“Abbiamo dedicato tanto tempo e tante risorse allo start up del monotipo Persico69F” ha dichiarato Giorgio Benussi, Chief commercial officer di Coming Solutions, la società che ha ideato e dato vita al progetto 69F. “Oggi, insieme a Persico Marine, siamo contestualmente pronti alla produzione del monotipo in larga scala e all’avvio della prima stagione agonistica e di formazione al foiling. La nostra classe monotipo nasce con un calendario di regate internazionali e il coinvolgimento diretto di Persico Marine, un cantiere con un know how unico nel settore foiling. Considero un vantaggio competitivo unico il fatto che gli armatori e gli utilizzatori delle nostre imbarcazioni accederanno alla miglior tecnologia disponibile nella produzione di scafi foil: la Ricerca e Sviluppo effettuata da Persico Marine per realizzare scafi custom che hanno fatto e faranno la storia della vela è condensata nel nostro monotipo, pronta ad essere immessa sul mercato”.

“Persico Marine è onorata di essere parte di questo progetto altamente innovativo e portare il suo contributo per avvicinare gli appassionati di vela al mondo racing, settore in cui il foiling rappresenta con assoluta evidenza lo stato dell’arte – ha dichiarato Marcello Persico, CEO di Persico Marine – Per il nostro cantiere si tratta di un passo significativo, perché aggiungiamo una produzione di serie al nostro core business di barche one off ad alte prestazioni. Il Persico69F è perfettamente coerente con il nostro DNA tecnologico e sportivo. Il progetto avviato da Giorgio Benussi ha fin da subito destato il nostro interesse, sia per il contenuto tecnico che per il format così innovativo. Con Giorgio abbiamo sviluppato negli ultimi mesi questo nuovo concept e sono particolarmente lieto dell’opportunità di presentarlo assieme qui a Milano, in occasione dei Foiling Awards”.

Foiling Awards 2020

Le date del circuito Persico69F CUP

Cagliari (ITA)
Academy: 21 – 26 aprile
Evento 1.1: 28 aprile – 3 maggio
Evento 1.2: 5 – 10 maggio

Ginevra (SUI)
Evento 2.1: 16 – 21 giugno
Evento 2.2: 23 – 28 giugno
Academy: 30 giugno – 5 luglio

Lago di Garda (ITA)
Academy: 7 – 12 luglio
Evento 3.1: 14 – 19 luglio
Evento 3.2: 21 – 26 luglio

Trieste (ITA)
Evento 4.1: 22 – 27
Evento 4.2: 29 settembre – 4 ottobre
Academy: 6 – 11 ottobre

Info su www.persico69f.com

La quarta edizione dei Foiling Week Awards 2019

La serata evento che ha premiato tutti i vincitori dei premi istituiti del primo evento globale dedicato alla navigazione in foiling

Foiling Awards 2020

Si è confermata uno dei momenti da non perdere per tutti gli appassionati, la serata dei Foling Award di Milano, ospitata il 20 febbraio negli straordinari spazi dove operavano le ex tipografie del Corriere della Sera, riorganizzato da WeWork, società che offre servizi di coworking. I premi, suddivisi in otto categorie, e la FW Design competition, sono stati istituiti dalla Foling Week, “the first and only global event dedicated to boats that sail in foiling, their sailors, their designers and their builders”.

I Foling Award vogliono premiare chi si è più distinto durante l’anno precedente in otto categorie significative per lo sviluppo della navigazione in foiling: Sailor Award; Design Award; Innovation Award; Production Boat Award; One Off Boat Award; Motor Boat Award; Sustainability Award.

Ad accogliere gli ospiti e gli spettatori, una mostra dedicata agli scatti di Martina Orsini, fotografa ufficiale della settimana volante, e ai sempre affascinanti disegni dell’illustratore Francese François Chevalier.

Ad aprire la serata di celebrazione è stato il debutto ufficiale del Persico 69F. Un monotipo di 6,90 metri per tre persone di equipaggio, monoscafo e volante, che inaugurerà la propria stagione agonistica dal prossimo aprile a Cagliari con già sei barche in acqua.

La cantante Elisa per la Barcolana – Video

Trieste, 14 febbraio 2020 – L’amore per la propria terra, la voglia di sostenere il territorio e gli eventi che fanno grande una regione. La cantante Elisa ha donato la propria voce alla Barcolana per realizzare un video che presenta le suggestioni e lo spirito della manifestazione.

Barcolana 50 2018 foto di Max Ranchi

In occasione di San Valentino, Elisa ha anche condiviso il video sui propri social, una speciale dichiarazione d’amore per il Friuli Venezia Giulia e per la Barcolana.

“Questa iniziativa, la disponibilità di Elisa a prestarci la sua voce, è un vero raggio di sole per la Barcolana, l’espressione dell’autentico amore per la regione”, ha dichiarato Mitja Gialuz, presidente della Barcolana “Volevamo realizzare un breve video che raccontasse il nostro evento: è stato pensato in particolare per avvicinare nuovo pubblico e per far vivere lo spirito della manifestazione. Elisa è una grande amica della Barcolana, ci ha fatto un enorme regalo di San Valentino. Amare la propria terra significa proprio questo: metterla in evidenza, mettersi a disposizione per lei con entusiasmo: ognuno può farlo a modo proprio ed Elisa ha trovato quello più bello, attraverso la sua fantastica voce”.

Link al video su facebook – ( foto Barcolana 50 2018 di Max Ranchi)

VELA diamo noi una mano – Corso di vela completamente SOLIDALE

Angelo Russo ha una grandissima passione per la vela e quando può scappa in barca anche solo per un paio d’ore di assoluto relax, in equilibrio con la natura. Ma la vela è molto più di questo.

First 20 Angelo Russo

È uno sport completo, è un modo di affrontare il mare avendone rispetto profondo, è una terapia fantastica per entrare in sintonia con se stessi, è imparare ad usare ogni elemento che si ha a disposizione, è avventura….

Il progetto

Angelo Russo desidera mettere a disposizione di chiunque ne abbia voglia (non esiste limite d’età), la sua passione, le sue conoscenze e la sua barca, un Beneteau First Twenty con lo scopo di permettere a tutti di condurre una barca a vela in solitario, in assoluta tranquillità e sicurezza.