Il varo a Viareggio di Barbara, barca d’Epoca

Barbara 1923_il varo 18-5-2018_Foto Maccione 01

Barbara 1923_il varo 18-5-2018_Foto Maccione 01
Immagine 1 di 6

Sabato 19 maggio 2018 centinaia di appassionati di marineria tradizionale hanno assistito a Viareggio al ritorno in mare di Barbara, stupendo yacht a vela in legno costruito in Inghilterra nel 1923 dal famoso cantiere inglese Camper & Nicholsons.

Il Cantiere Navale Del Carlo, autore del restauro durato oltre tre anni, ha così confermato la propria leadership nel settore del refitting delle imbarcazioni in legno. L’imbarcazione batterà il guidone dell’Associazione Vele Storiche Viareggio, protagonista di una meritoria operazione di valorizzazione del patrimonio storico navale.

Sembrava di essere tornati all’epoca d’oro dello yachting, quando alle cerimonie del varo di importanti imbarcazioni si presentavano centinaia di appassionati e velisti. Così è stato sabato 19 maggio presso la Darsena Italia del Cantiere Navale Del Carlo di Viareggio in occasione del ritorno in mare di Barbara, il progetto numero 318 realizzato nel 1923 dal cantiere navale Camper & Nicholsons di Gosport, in Inghilterra. Una bella giornata di sole e temperature estive hanno accompagnato la discesa in mare dell’imbarcazione, che in tarda mattinata è scivolata lungo lo scalo di alaggio del cantiere per toccare l’acqua e dirigersi verso la banchina di ormeggio del cantiere Del Carlo. Madrina del varo è stata la signora Lucie Broeckaert. Le sirene del porto e gli applausi della gente hanno salutato il ritorno in mare di Barbara. La barca, costruita in fasciame di teak e pitch pine su ossatura in quercia, navigherà issando a riva il guidone dell’Associazione Vele Storiche Viareggio, il sodalizio nato nel 2005 con lo scopo di promuovere lo spirito e la tradizione dello yachting d’epoca. I festeggiamenti sono proseguiti sulla Terrazza del vicino Club Nautico Versilia di Viareggio, dove si è svolto il party seguito al varo. Nel pomeriggio, grazie alle ottime condizioni del mare e alla presenza di una leggera brezza, Barbara ha mollato gli ormeggi ed è uscita dal porto per la sua prima veleggiata ufficiale nel tratto di mare antistante le spiagge viareggine.

Dufour Yachts – Dufour 430 Grand Large

Dufour 430 Grand Large 01

Dufour 430 Grand Large 01
Immagine 1 di 13

Dopo il 390 Grand Large il cantiere Dufour ha presentato il 430 Grand Large. Disegnato ancora una volta da Felci, è un modello che si posiziona tra il 412 GL e il 460 GL e – come la sorella minore – presenta la nuova generazione di scafi per questa gamma, con le recenti innovazioni ispirate alla gamma Exclusive.

Il Dufour 430 Grand Large sarà disponibile in 2 versioni di interni: 3 cabine 2 bagni e 4 cabine 2 bagni e 3 finiture in legno: Moabi, Rovere o Teak.

Lo Yachting Festival di Cannes sarà l’occasione per Dufour Yachts per presentare i nuovi modelli in anteprima mondiale.

Dufour 430 Grand Large Scheda tecnica

Presentato il Salone Nautico di Genova 2018

Presentato il Salone Nautico di Genova 2018

Genova, 16 maggio 2018 – La 58a edizione del Salone Nautico di Genova organizzata da UCINA Confindustria Nautica, in programma dal 20 al 25 settembre, è stata presentata nel Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova. Sono intervenuti il Sindaco, Marco Bucci, il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, il Presidente di UCINA Confindustria Nautica, Carla Demaria, e il Presidente di Camera di Commercio, Paolo Odone.

“Benvenuti a casa. Benvenuti al Salone Nautico di Genova che, da 58 anni, è la casa di tutta la nautica da diporto” – ha esordito Carla Demaria, Presidente di UCINA Confindustria Nautica – “evento che si evolve in un’ottica di consolidamento dell’identità di ogni segmento rappresentato, divenendo sempre più multispecialista, accogliente, in una parola: forte. Al 30 aprile scorso il 98% degli espositori 2017 ha confermato la presenza, con il 64% che chiede un aumento degli spazi espositivi. Sono 57 le nuove richieste di partecipazione, di cui 38 dall’estero”.

Numeri importanti che si inseriscono in un contesto ancora una volta positivo, per il terzo anno consecutivo con una stima di crescita del +12%.

“L’indagine condotta dall’Ufficio Studi di Ucina Confindustria Nautica sulle previsioni 2018 del mercato nautico ha visto il 69% delle aziende coinvolte dichiarare, sulla base del portafoglio ordini, una crescita del fatturato 2018. Il mercato interno continua a crescere, trainato anche dal settore del leasing che registra un +58% di stipulato nel 2017”.

Il Sindaco di Genova, Marco Bucci, ha aperto gli interventi dichiarando: “Lo scorso Salone Nautico è stato un grande successo anche con gli eventi del fuori Salone. Ora alziamo l’asticella. La città di Genova può ancora crescere molto ed arrivare ad essere la prima, la più grande e la più bella del Mediterraneo.”

Rolex Capri Sailing Week 2018 – Classifiche e Foto

rolex-capri-sailing-week-2018-01

rolex-capri-sailing-week-2018-01
Immagine 1 di 5

Venerdì 18 maggio 2018 – Vento teso tra i 13 e 15 nodi e mare con poca onda hanno caratterizzato la terza giornata di regate della Rolex Capri Sailing Week. Sabato ultime prove per attribuire i titoli del Campionato Nazionale del Tirreno e designare il vincitore della Mylius Cup, con una giornata di anticipo sul programma assegnati i titoli per la Maxi Capri Yacht Trophy.

MAXI – Pepe Cannonball, dell’armatore Dario Ferrari (YC Costa Smeralda), vince nella categoria Maxi racer dopo aver inanellato ben 4 vittorie consecutive. Alle sue spalle lotta per la seconda piazza tra Caol Ila R (YCCS), del londinese Alex Shaerer, e Jethou del baronetto inglese sir Peter Ogden.

Supernikka, il Vismara Mills 62 di Roberto Lacorte (Y.C.R.M. Pisa) e vice presidente della divisione IMA, si aggiudica invece la vittoria tra i Maxi racer/cruiser, mentre Lorina 1895, lo Swan 601 di Jean Pierre Barjon (YC De France) che vince la prova di giornata, deve difendere la piazza d’onore dall’attacco di Spectre di Peter Dubens (Royal Thames Yacht Club).

MYLIUS – Giochi ancora aperti per la Mylius Cup, dove Oscar 3, di Aldo Parisotto (YC Cala Dé Medici), alla seconda vittoria consecutiva si porta a pari punti con Frà Diavolo (Vincenzo Addessi) e Ars Una (Biscarini-Rocchi). Servirà la regata conclusiva per assegnare il titolo.

Szymon Kuczynski – Il Giro del Mondo senza scalo su un 20 Piedi

Szymon Kuczynski

17 maggio 2018 – Tagliando il traguardo della Plymouth Breakwater, Inghilterra, il polacco Szymon Kuczynski, 37 anni, è riuscito a condurre la sua barca a vela da 6,36 m (20 piedi) non-stop intorno al mondo. Era partito da Plymouth il 19 agosto del 2017. Ha completato la circumnavigazione percorrendo circa 29.000 miglia in 270 giorni, 10 ore e 29 minuti.

Szymon aveva già fatto un giro ma con scalo e non doppiando tutti i grandi Capi, cosa che ha fatto questa volta.

La barca è Atlantic Puffin, un Maxus 22 adattato alla bisogna.

Con questa impresa conquista il record per la barca più piccola ad aver circumnavigato in solitario senza scalo.

La Cinquecento Trofeo Pellegrini del Circolo Nautico Santa Margherita 2018

Tra novità e tradizione arriva La Cinquecento Trofeo Pellegrini del Circolo Nautico Santa Margherita, X2 e XTutti da Caorle alle Tremiti e ritorno.

La500_Lazy

La500_Lazy
Immagine 1 di 10

L’edizione numero 44 de La Cinquecento Trofeo Pellegrini, la classicissima regata offshore del Circolo Nautico Santa Margherita sulla rotta Caorle-Sansego-Isole Tremiti-Sansego e ritorno, la prima regata in doppio del Mediterraneo, aperta anche ad equipaggi completi, partirà da Caorle domenica 27 maggio alle ore 12.00, preceduta da due giorni di festa, grande novità 2018.

A partire da venerdì 25 maggio il Porto Peschereccio di Caorle ospiterà per la prima volta alcune delle imbarcazioni partecipanti alla regata, mentre quelle che per pescaggio non entreranno in porto, saranno invece ormeggiate presso le darsene cittadine Marina 4 e Darsena Dell’Orologio, vicine al centro della festa.

L’evento nell’evento, dall’evocativo nome “Gusta La 500”, ha come obiettivo quello di avvicinare il pubblico alla vela e la vela alla città, permettendo a turisti e curiosi di partecipare al clima di festa che circonda una regata offshore, caratterizzata da agonismo e marineria, incontrando davicino alcuni dei protagonisti.

Venerdì 25 maggio alle ore 19.30 apertura ufficiale del Villaggio “Gusta La 500” alla presenza degli skipper e delle autorità, a seguire presso gli stand enogastronomici, curati da alcuni ristoratori cittadini, sarà possibile degustare alcuni prodotti tipici di Caorle. Dalle ore 21.00 la serata sarà allietata dalla musica della Maria Dal Rovere Live Band.

Volvo Ocean Race – Trovate micro-plastiche nelle acque più remote del pianeta

I campioni sono stati raccolti in prossimità di Point Nemo, il luogo più distante dalla terraferma del pianeta, dove gli esseri umani più vicini sono gli astronauti della base spaziale.

micro-plastiche nelle acque più remote del pianeta

Il programma scientifico della Volvo Ocean Race ha trovato alti livelli di plastica in aree dell’Antartico dove non erano mai stati condotti test prima d’ora.

I dati sono stati resi noti nell’ambito del Volvo Ocean Race Ocean Summit, dove esperti si sono dati appuntamento per esaminare i problemi e le possibili soluzioni sul team dell’inquinamento da plastica, e che si svolge durante lo stopover di Newport, negli USA.

I campioni raccolti mostrano nell’area di Point Nemo la presenza di particelle di micro-plastica fra le 9 e le 26 particelle per metro cubo d’acqua. Man mano che le barche si sono avvicinate a Capo Horn, alla punta meridionale del Sudamerica, questi valori sono saliti fino a 57 particelle per metro.

Un livello pari a 45 è stato invece registrato a una distanza di 452 chilometri da Auckland, in Nuova Zelanda e da dove è partita la settima tappa della regata, mentre sono state solo 12 le particelle rilevate a 1000 chilometri dalla località brasiliana di Itajaí, dove si è conclusa la tappa. Il divario nelle misurazioni può essere spiegato dalla presenza di correnti oceaniche che trasportano le microplastiche anche per lunghe distanze.

Il livello maggiore finora riscontrato è di 357 particelle per metro cubo nel Mar Cinese Meridionale, a est di Taiwan, dove si trova una delle più grandi concentrazioni di rifiuti degli oceani.

Jester Challenge 2018, da Plymouth a Newport su barche di meno di 30 piedi

Jester challenge

Il Jester Challenge è un evento biennale in cui barche tra i 20 e i 30 piedi (inclusi multiscafi) competono in una “corsa” in solitaria verso destinazioni atlantiche. Il 7 maggio 7 skipper sono partiti da Plymouth (Inghilterra) con destinazione Newport, Rhode Island (USA).

La sfida è stata fondata nel 2002, dopo che il Royal Western Yacht Club, organizzatore della OSTAR (Observer Single-handed Trans-Atlantric Race), ha incrementato la lunghezza minima per partecipare da 25 a 30 piedi, con il Jester (una Folkboat armata a giunca) che, a differenza delle precedenti edizioni, non poteva partecipare (era arrivato secondo nella prima edizione).

La Jester Challenge si è tenuta ogni due anni, ma dal 2016 si celebra ogni anno con partenza da Plymouth, in Inghilterra e con arrivo annuale alternativo alle isole Azzorre, in Portogallo, a Baltimora, in Irlanda o a Newport, negli Stati Uniti. Non ci sono controlli di sicurezza e nessun costo di iscrizione.

2018 Jester Challenge Skippers

Tim Luke, Medusa, 34ft Vancouver, UK
Doug Pingel, Jekeeda 2, 33ft Westerly with bilge keel, UK
Chris Jackson, Sixpence, 29ft 11″ Albin Ballard, UK
Howard Chivers, Sandpiper, 29ft Sadler with bilge keel, UK
Len Hiley, Emu, 27ft Hurley, UK
John Apps, Raven, 29ft Rival, Australia
Steve Hickey, Newlyn Magic, 26ft Wharram Tiki, UK

Info su https://jesterchallenge.wordpress.com/

Varato a Trieste il TP52 Luna Rossa

Trieste, 13 Maggio 2018 – “Io ti battezzo Luna Rossa!” – con queste parole è stato ufficialmente celebrato in tarda mattinata il varo di del nuovo TP52 in Piazza Unità d’Italia davanti a migliaia di persone.

Luna Rossa Tp52 varo 01

Luna Rossa Tp52 varo 01
Immagine 1 di 28

Luna Rossa TP52 Launching Event 2018

Trieste ha accolto con entusiasmo il team, che con la nuova imbarcazione parteciperà alle 52 Super Series, in programma da Maggio a Settembre di quest’anno, la prima serie di regate su cui si potranno testare equipaggio e strategie di gara in vista della prossima edizione dell’America’s Cup (Auckland 2021).

A fare gli onori di casa Mitja Gialuz, presidente della società velica di Barcola e Grignano, organizzatrice di Barcolana, la più grande regata velica del mondo, che durante la conferenza stampa svoltasi nel Salone della Prefettura prima del varo, ha così dichiarato: “Luna Rossa Challenge ha un compito veramente importante: ancora prima della Coppa America, ha il compito di ispirare tutti gli appassionati del nostro sport a eccellere e fare il meglio”.

Presenti all’incontro con i giornalisti Patrizio Bertelli – Presidente di Luna Rossa Challenge – e Max Sirena – Skipper e Team Director – che hanno sottolineato come tra gli obiettivi di Luna Rossa ci siano quelli di promuovere la cultura della vela e porre le basi per formare nuove generazioni di velisti: una direzione che sia il programma New Generation, inaugurato quest’anno e che ha già permesso di ingaggiare sette giovani talenti, sia le attività promosse i giorni prima del varo nelle scuole di Trieste, indicano chiaramente.

Formia, Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2018 – Classifiche e Foto

A Formia un bel week end di vela giovanile per la II tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport. Nuccorini e Sposato i vincitori juniores. Genna e Mulone tra i più giovani cadetti.

Formia, II tappa Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2018

Formia, II tappa Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2018
Immagine 1 di 14

CN Caposele, day 2

Grande soddisfazione da parte di tutti (partecipanti, coach, organizzatori) dopo le regate disputate a Formia in occasione della II Tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport, valida anche come terza ed ultima prova del Trofeo Optisud. Due giornate di sole e vento perfetto dai 9 ai 12-13 nodi hanno riempito il Golfo di Gaeta di 333 Optimist, che prima di prendere il mare hanno offerto uno spettacolo non da poco anche nella spiaggia di Vindicio, adiacente al Circolo Nautico Caposele, club FIV che ha organizzato l’evento.

Tra venerdì e sabato sono arrivati pulmini e carrelli da tutta Italia, in particolar modo da Lazio, Calabria, Campania, Sicilia, ma anche dal nord, dalla Liguria a Trieste, passando dal lago di Garda e Ravenna-Cervia: una flotta equilibrata con metà cadetti (9-11 anni) e metà juniores (12-15 anni) e una buona partecipazione femminile. Il programma di regate è stato rispettato con la disputa di tutte e 6 le prove previste, tre nella prima giornata di sabato e ulteriori tre domenica.