Sexy e Sexytoo del CNV alla Giraglia 2019

La 67^ edizione della classica d’altura organizzata dallo Yacht Club Italiano con la collaborazione nelle acque francesi della Societé
Nautique de Saint Tropez, si è tenuta dal 9 all’ 11 Giugno con le regate inshore a St. Tropez e partenza per la offshore St. Tropez-Giraglia-Monaco di mercoledì 12.

sexytoo

sexytoo
Immagine 1 di 7

Una partenza, quella della offshore, emozionante che ha visto una flotta con più 240 barche prendere il largo dal golfo di Saint-Tropez di poppa, con un Maestrale bello teso e con gli spinnaker e gennaker a riva. La navigazione verso lo scoglio della Giraglia è stata rapida, la maggioranza delle imbarcazioni hanno passato la boa naturale entro 24 ore dallo start. Il vento di Maestrale ha soffiato con raffiche di 35 nodi e onda formata, regalando così fantastiche ed emozionanti planate per le prime 100 miglia del percorso.

Quest’anno sulla linea di partenza della Offshore due le barche del Club Nautico della Vela di Napoli: Sexy e Sexytoo.

Sexy, X332 dei Cantieri X-Yacht, dell’armatrice Angela Groger, si è aggiudicata il terzo posto in classifica combinata di tutte le regate
della manifestazione (offshore e inshore) ORC e settimo posto in classifica ORC – B alla regata Offshore nonché il 3 posto in Classifica
ORC-B alle regate Inshore.

il “Sexy Spaghettino Sailing Team”, un giovanissimo equipaggio composto (tra offshore e Inshore) da: Mattia Esposito, Giulio Piccialli, Antonio Rutoli, Matteo Bruno, Alberto Costa, Antonio Zitiello, Antonio Mercorio, e Giorgia Intrieri.

Sexy ha tagliato la linea di arrivo, nelle acque antistanti di Monaco, alle ore 02:10’:01” di domenica 12 maggio, impiegando 38 ore, 10 minuti e 1 secondo per completare il percorso.

Sexytoo, Mylius 14.55 dei cantieri Mylius Yachts, di Carlo Varelli, conquista con il suo storico equipaggio del Sexy Sailing Team, il 6°
posto in classifica ORC A e 7° over all della regata offshore tagliando la linea di arrivo alle ore alle ore 14:40’:36” di sabato 11,
concludendo il percorso in 26 ore, 40 minuti e 36 secondi.

A bordo al fianco dell’armatore Varelli: Mario Viola, Luca Scotto di Vettimo, Luigi Rago, Leonardo Disa, Remigio Fattori, Lorenzo Battiloro,
Flavio Gurgo, Maurizio Boccia, Ugo Giordano, Manuel Polo e Filippo D’Arrigo.

Sexytoo, oltre a portare i colori del club, è stata scelta come imbarcazione rappresentante delle “Universiade Napoli 2019”; iniziativa
scaturita dalla collaborazione tra l’Universiade e la Federazione Italiana Vela – V zona a testimonianza del clima di grande
collaborazione tra l’Universiade e le federazioni nazionali.

Nel canale youtube del Club Nautico della Vela di Napoli alcuni video ripresi durante la regata

Sarastar, il megayacht del film Murder Mystery (Sandler e Aniston)

“Mediterranean Queen”, noto anche come Sarastar, è il superyacht di lusso di Murder Mystery, film diretto da Kyle Newacheck con Jennifer Aniston e Adam Sandler disponibile su Netflix a partire dal 14 giugno 2019.

Sarastar 01

Sarastar 01
Immagine 1 di 18

Una coppia di New York (Sandler e Aniston) decidono di rendere più interessante il loro matrimonio con una vacanza in Europa. Un incontro casuale su un aereo con un compagno di viaggio (Luke Evans) li fa invitare a bordo di uno yacht; ma le cose prendono una svolta sfortunata quando la coppia diventa il principale sospettato nel macabro omicidio del proprietario dello sttesso yacht (Terence Stamp).

La crociera si snoda lungo le coste del Mediterraneo, il film offre molte immagini mozzafiato di famose destinazioni come Monaco e Portofino.

Sarastar è uno superyacht a motore di 197 piedi – 60.20 metri con un baglio di 10,75 m. un pescaggio di 2,9 m. costruito nel 2017 da Mondo Marine. Luca Dini Design è responsabile per il suo design esterno e interno.

Il layout interno può ospitare fino a 12 ospiti in 6 camere, tra cui una master suite, 1 cabina VIP, 3 cabine doppie e 1 gemella. È anche in grado di trasportare fino a 13 membri dell’equipaggio. Stile senza tempo, splendidi arredi e sontuosi posti a sedere per creare un’atmosfera elegante e confortevole.

È costruita con scafo in alluminio e sovrastruttura in alluminio. Sviluppa una velocità di crociera di 18 nodi, una velocità massima di 19,5 nodi e grazie ai suoi serbatoi di carburante da 100.000 litri ha una autonomia di 4.100 miglia. Ha una una stazza lorda di 973 tonnellate ed è equipaggiata con due motori MTU da 3860 cavalli ciascuno

SaraStar è attualmente disponibile per il charter a un prezzo che va dai 400.000 ai 450.000 dollari a settimana.

Nave Scuola Amerigo Vespucci a Cagliari – Giorni e Orari di Visita

Dopo la sosta di Catania la nave scuola della Marina Militare Amerigo Vespucci farà sosta nel porto di Cagliari. Torna a farsi ammirare nel porto del capoluogo sardo dopo un’assenza di tre anni.

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01
Immagine 1 di 41

Sarà ormeggiata presso il Molo Ichnusa e sarà aperta alle visite a bordo in favore della popolazione.

Inizio evento: venerdì 21 giugno 2019 15:30
Fine evento: sabato 22 giugno 2019 19:00

Sarà aperta alle visite a bordo in favore della popolazione nei seguenti orari:

– Venerdì 21 Giugno: dalle 15.30 alle 20.30
– Sabato 22 Giugno dalle dalle 14.00 alle 19.00

Marco Gualandris vince il Campionato italiano hansa 303 2019

Conclusa Domenica 16 giugno 2019 la settima edizione della regata Una Vela Senza Esclusi, contenitore del Campionato Italiano Vela Paralimpica Hansa 303 organizzato dalla Lega Navale Italiana – Sezione Palermo Centro, su delega della Federazione Italiana Vela, di concerto con la Classe Italiana Hansa 303 e il Comitato Paralimpico Italiano.

Gualandris

Gualandris
Immagine 1 di 3

Per 3 giorni, il Golfo di Palermo è stato punteggiato dei colori sfavillanti di 27 imbarcazioni Hansa 303 arrivate da tutta Italia, oltre alle 5 Azzurre della flotta palermitana e messe a disposizione degli equipaggi.

Durante la prima giornata, nonostante un vento leggero – NNE di 5-6 Kn – il Comitato è riuscito a far partire 2 prove entro le quattro ore previste da regolamento di classe. Il secondo giorno, partiti con 7.5 kn, il vento molla di colpo il che mescola completamente le carte e, tra le Hansa in doppio, ribalta la classifica. Nonostante le ulteriori due prove disputate questa mattina e lo scarto entrato alla quarta prova, in particolare, il duo Tisci-Bilardo, che era in testa il primo giorno, resta penalizzato dal DNF di sabato e non riesce a recuperare le posizioni perdute. Così per il Campionato Nazionale Hansa in doppio vanno sul podio: al primo posto Aytano-Bortoletto della Lni Genova Sestri, al secondo posto la coppia Ferroni-Verna della Lni Chiavari Lavagna e al terzo Piccinelli-Ramazzotti della Lni Brescia Desenzano.

Rolex Giraglia 2019 – Classifiche e Foto

Il vento, che ha sempre soffiato impetuoso fin dalla partenza a Saint Tropez, si è ritirato a poche miglia dall’arrivo, rallentando così la galoppata di Rambler verso il Principato di Monaco.

12 giraglia rolex 2019 lunga

12 giraglia rolex 2019 lunga
Immagine 1 di 16

Il Maxi di George David ha chiuso primo in reale ma senza record con un tempo di 16Hrs00M35Sec, tagliando la linea d’arrivo a Monaco alle 4.35 del mattino.

Dopo circa 40 minuti, alle 5:10 il passaggio per il Wallycento Magic Carpet Cubed. Alle 5.34, il Maxi 72 Caol Ila R chiudeva il terzetto dei primi in tempo reale.

“Mi avevano detto che la Rolex Giraglia sarebbe stata una regata lenta…– ha raccontato in banchina George David – Non mi è parso proprio e la mia barca, concepita per le lunghe regate oceaniche, si è trovata nelle sue condizioni ideali. Sono alla mia prima Rolex Giraglia, e l’aver mancato il record, è solo un motivo in più per tornare”.

Nave Vespucci. Diario di bordo (radiofonico) dalla signora dei mari

Nave Vespucci Diario di bordo Libro Simbolo della marineria italiana nel mondo, Nave Vespucci appartiene alla nostra Storia nazionale e a quella dei singoli che vi hanno navigato o che, semplicemente, sono stati a bordo per qualche ora. Eleonora Lorusso racconta la storia e le mille storie di quella che è stata definita la «nave più bella del mondo» nel libro Nave Vespucci. Diario di bordo (radiofonico) dalla Signora dei Mari (pagg. 294 con foto, euro 18,00) pubblicato nella collana Leggi RTL 102.5, nata dalla collaborazione tra Mursia e la prima radio d’Italia che è anche media partner ufficiale delle campagne del Vespucci.

«Da quando racconto le campagne di Nave Vespucci alla radio» spiega Eleonora Lorusso, «tengo un mio personalissimo diario di bordo in cui annoto ciò che sento dai comandanti, dagli allievi ufficiali, dai nocchieri ma anche dai semplici cittadini che salgono a bordo per le visite. Ne è nato un libro che, mi auguro, possa spiegare il fascino, quasi l’incantesimo, che Nave Vespucci esercita su chiunque metta piede sul suo ponte. Nave Vespucci riunisce in sé bellezza, valori etici e, cosa che non guasta mai, spirito d’avventura. Per questo è così amata.»

Varata il 22 febbraio 1931 nei cantieri di Castellammare di Stabia, Nave Vespucci ha attraversato 88 anni di storia italiana, uscita indenne dalla Seconda guerra mondiale (ben altro destino è toccato, invece, alla gemella Cristoforo Colombo: come è andata perduta è raccontato nel libro), ha formato generazioni di ufficiali, ha coniugato tradizione ed evoluzione tecnologica passando dal sestante ai satelliti, ha avuto comandanti leggendari come Agostino Straulino, ha fatto più di 70 campagne d’istruzione, ha circumnavigato il Globo e nel 2018 ha superato per la prima volta il limite del Circolo polare Artico.

Nel libro tante voci: da quella di Giorgio Migone, classe 1923, che era a bordo nei giorni convulsi dell’Armistizio quando il Vespucci da Venezia venne spostato a Trieste e poi a Brindisi. Migone racconta anche del tentativo di ammutinamento, poi rientrato, dell’equipaggio che non voleva arrendersi agli inglesi; a quella del capitano di vascello Renzo Recchia, allievo nella campagna del 1988, quando il Vespucci fu protagonista nel mare russo di una sorta di operazione di Navy Diplomacy , e poi Comandante del veliero. Nelle pagine ci sono storie di vita quotidiana, le guardie, i riti scaramantici, le Vespucciadi, l’arrivo delle allieve, i lavori di ordinaria e straordinaria manutenzione, le burrasche e le bonacce. E ci sono anche le emozioni dei cittadini che sono saliti a bordo per vivere il loro battesimo del mare.

«Salire sul Vespucci è un’esperienza che ogni italiano dovrebbe provare. La prima volta si sale in silenzio. Lo stesso rispettoso silenzio che si deve al mare» scrive nella prefazione Luigi Tornari, direttore delle News di RTL 102.5. Un’esperienza che può iniziare, o continuare, con la lettura di questo diario di bordo, salpato dalla radio e approdato in libreria.

Eleonora Lorusso, nata a Milano nel 1975, laureata in Lettere Moderne, è giornalista professionista. Collabora con il sito di «Panorama», «Lettera 43» e «Donna Moderna», con «Star Bene», «Focus» e radio RTL 102.5 per la quale segue dal 2016 i rapporti con la Marina Militare.

Il libro è disponibile su Amazon a 15,30 Euro.

Rolex Giraglia 2019 – La partenza della regata offshore

Alle 12:00, il comitato di regata dello Yacht Club Italiano ha dato lo start alla grande flotta di 243 imbarcazioni per la regata lunga della Rolex Giraglia. Le barche sono partite alla volta dell’isolotto della Giraglia spinte da un bel vento fresco di circa 15/20 nodi

01 giraglia rolex 2019 lunga

01 giraglia rolex 2019 lunga
Immagine 1 di 16

START OF THE 67TH ROLEX GIRAGLIA OFFSHORE RACE

Mercoledì 12 giugno 2019 – Dopo il suggestivo crew party di Rolex con 2.900 partecipanti sulla spiaggia della Ponche, questa mattina alle 12:00 puntuali sono iniziate le procedure di partenza per la prova lunga della 67ma edizione della Rolex Giraglia. Partenze regolari per l’imponente flotta che è stata separata in 4 gruppi di partenza, con i più piccoli (Gruppi B IRC/ORC) ad aprire la strada, seguiti a cadenza di 10 minuti dal Gruppo A, il Gruppo 0 e quindi i partecipanti alla Giraglia X 2.

Consueta emozione nel vedere una flotta così eterogenea lasciare le banchine di Saint Tropez e uscire dal porto in vista della ‘Lunga’: 241 miglia dal meteo ancora incerto a vantaggio della suspense che regnava in banchina questa mattina. La parola record è stata sussurrata da molti, e altrettante previsioni sono state fatte circa la probabilità di abbassare il record di 14h56m16s del Maxi Esimit Europa 2 di Igor Simcic nel 2012. In ogni caso, le aspettative a bordo delle barche più veloci, sono quelle di una regata di meno di 24 ore con una buona pressione di vento e un calo sulla via del ritorno (per i più grandi). Il quadro meteo rimane tuttavia incerto, tutto può accadere soprattutto in vista del rinforzo di vento atteso per la giornata di venerdì 14. Tra gli accreditati a fermare l’orologio sotto le 15 ore, i grandi Maxi come Rambler 88 e Magic Carpet Cubed – che anche in questa occasione può contare sulle scelte tattiche del fuoriclasse Jochen Schuemann, coadiuvato dal guru della meteorologia Marcel Van Triest).

Anche tra i ‘piccoli’ saranno interessanti da seguire le performance di Vincenzo Onorato e Patrizio Bertelli, entrambi a bordo di due barche ‘vintage’ come lo Swan 38 Classe 1974 Mascalzone Latino per l’armatore napoletano, e lo splendido Vanessa, progettato da Giulio Cesare Carcano nel 1975, dove è a bordo Mr. Prada, Patrizio Bertelli, che può contare su un equipaggio di grande sostanza tra veterani (il brasiliano Torben Grael, per esempio) e giovani provenienti direttamente dalla base di Luna Rossa a Cagliari.
Dopo il colpo di cannone, le barche più grandi si sono subito allungate lungo il bordo verso la boa di disimpegno della Formigue per poi mettere prua in direzione sud est per la lunga discesa verso la Corsica.

L’arrivederci ai regatanti, per questa edizione, è nelle acque del Principato di Monaco dove è tutto pronto per accogliere la flotta.

Questi i record della prova d’altura della Rolex Giraglia negli ultimi decenni:
2012 – Esimit Europa 2 di Igor Simcic con un tempo di 14 ore, 56 minuti e 16 secondi
2008 – Alfa Romeo di Neville Crichton, con un tempo di 18 ore, 3 minuti e 15 secondi
2003 – Alfa Romeo di Neville Crichton, con un tempo di 22 ore, 13 minuti e 48 secondi
1998 – Riviera di Rimini di Giorgio Benvenuti, con un tempo di 24 ore, 21 minuti e 47 secondi
1984 – Benbow di Enrico Recchi, con un tempo di 27 ore, 24 minuti e 30 secondi
1966 – Stella Polare della Marina Militare con un tempo di 29 ore, 0 minuti e 0 secondi.

La Rolex Giraglia 2019 è live sul sito www.rolexgiraglia.com dove è possibile seguire il tracking online dell’intera flotta.

Presentato il Manifesto della Barcolana 2019

Manifesto Barcolana 2019 Olimpia ZagnoliMilano, 12 giugno 2019 – 51 anni fa, 47 barche parteciparono alla prima edizione della Barcolana. In programma a Trieste, in Italia, ogni anno, la seconda domenica di ottobre, Barcolana presented by Generali è stata iscritta nel Guinness dei primati lo scorso febbraio: con 2.689 barche partecipanti, oltre 16mila velisti sulla stessa linea di partenza, è ufficialmente “The largest sailing race in the world”.

La 51esima edizione si svolgerà a Trieste il 13 ottobre 2019, preceduta da dieci giorni di eventi in città. In vista della regata, le iscrizioni sono già aperte online sul sito www.barcolana.it: per questa edizione – per agevolare una crescita sostenibile dell’evento, dopo l’aumento di 933 imbarcazioni partecipanti in soli due anni – gli organizzatori hanno annunciato nei giorni scorsi di porre un tetto a 2.700 barche partecipanti, e sono poco meno di un centinaio le iscrizioni formalizzate dallo scorso 21 maggio.

Oggi a Milano, come da tradizione assieme al proprio partner illycaffè, Barcolana ha presentato il manifesto della 51.a edizione dell’evento. illycaffè, cui è affidata la direzione artistica del manifesto, ha scelto l’illustratrice Olimpia Zagnoli per raccontare le emozioni di Barcolana, condivise lo scorso anno da 300mila persone a Trieste e in tutto il mondo da migliaia di appassionati di vela.

Il Manifesto

Il manifesto 2019 è un invito a venire a Trieste per essere protagonisti, in mare e a terra: un’immagine del Golfo, con il suo Castello di Miramare (una delle destinazioni turistiche più amate e visitate d’Italia) al momento della partenza della regata. In primo piano, Olimpia Zagnoli ha disegnato un fiore a simboleggiare la bellezza, ma anche la fragilità del nostro mare e di un ecosistema che deve essere protetto, uno dei messaggi chiave di questa edizione della regata. Il fiore rimanda anche a una delle poesie più amate di Umberto Saba, che descrive Trieste come una città dalla scontrosa grazia, paragonandola a “un ragazzaccio aspro e vorace, con gli occhi azzurri e mani troppo grandi per regalare un fiore”.

“Barcolana è un simbolo potentissimo della città di Trieste, del suo territorio come dei suoi valori: il mare che unisce, la vela come esperienza inclusiva e non ‘esclusiva’, l’armonia con la Natura. Da anni illycaffè sostiene questo evento e questi valori, in particolare con un ‘gesto di bellezza’ che è tipicamente il nostro modo di esprimerci: offrendo a Barcolana la creatività di un artista per disegnare il suo manifesto – afferma Andrea Illy, Presidente di illycaffè e appassionato velista da sempre – Da Gillo Dorfles a Marina Abramovich, il fascino di questa tradizione ha ispirato grandi maestri, ma anche giovani creativi di successo come Olimpia Zagnoli. Nel manifesto di questa 51esima Barcolana, il suo estro cromatico ha saputo sublimare il grande abbraccio del golfo di Trieste alle migliaia di vele bianche, con quel fiore che fa da raccordo simbolico tra il Mare e la Terra”.

“Ringrazio illycaffè – ha dichiarato il presidente della Società Velica di Barcola e Grignano, circolo organizzatore della Barcolana, Mitja Gialuz – per il sostegno che ci offre ogni anno nella realizzazione e promozione internazionale del manifesto e della regata. Arte e vela possono essere molto vicine, come abbiamo visto lo scorso anno, con il poster ideato da Marina Abramovic: l’anno passato un messaggio forte di responsabilizzazione; quest’anno una veduta del Golfo di Trieste al momento della partenza della Barcolana che ispira gioia e passione per la vela e per un ambiente affascinante e bellissimo, ma delicato e bisognoso di protezione. I protagonisti sono la Barcolana e la Natura, rappresentata dallo splendido golfo e da un bellissimo fiore, simbolo della magia e della fragilità del nostro pianeta”.

Accanto al manifesto, Barcolana ha presentato assieme al partner Musement le Experience, i pacchetti turistici dedicati al pubblico della regata e ai partecipanti che vogliono associare all’aspetto sportivo anche quello turistico, ed enogastronomico in particolare. “Barcolana è uno dei brand del Friuli Venezia Giulia e la partnership con PromoTurismoFVG mira all’internazionalizzazione e alla diffusione dell’immagine di un Friuli Venezia Giulia in evoluzione”, ha dichiarato il Direttore Generale di PromoTurismoFVG, Lucio Gomiero.

Intanto, domani Barcolana si presenta a Londra, nella prima tappa del proprio roadshow internazionale. Ospiti dell’ambasciata d’Italia a Londra, Barcolana con illycaffè, Musement, PromoTurismo FVG, Consorzio dei vini del Collio lancerà il manifesto e annuncerà, alla presenza dell’ambasciatore S.E. Raffaele Trombetta, uno storico accordo con l’Island Sailing Club, il circolo velico che organizza la prestigiosa Round the Island Race a Cowes.

L’Inghilterra, infatti, è uno dei Paesi di maggiore interesse in termini di internazionalizzazione della Barcolana: dopo aver annunciato, lo scorso maggio, di aver scelto una testimonial inglese per l’edizione 51 – la velista Dee Caffari – Barcolana ora punta a sviluppare un circuito internazionale di regate con un grande numero di partecipanti: “Una sorta di Grande Slam della vela – ha anticipato il presidente Mitja Gialuz – un circuito che raccolga le tradizioni di diversi mari e continenti, e diventi uno strumento comune per condividere l’amore per la vela, la cultura marinara e la necessità, sempre più urgente, di proteggere gli oceani e i mari”.

BARCOLANA MILESTONES (Eventi confermati al 10 giugno)

4 Ottobre – Apertura dell’Evento – Inaugurazione della mostra “Scart” e Presentazione #Unplastic Trieste
4-6 Ottobre, in mare – Lega Italiana Vela (Italian Sailing League) under 19 (J70)
5-13 Ottobre – Trieste Seafront e Piazza Unità – Villaggio Barcolana 51
5-6 Ottobre, in mare – Barcolana Young (Optimist)
5-6 Ottobre – Barcolana Chef
6 Ottobre, in mare – Barcolana Nuota (gara di nuoto in acque libere)
11 Ottobre, in mare – Collio Cup (J70), Barcolana Fine Art Sails, Regata Armatori Lega Navale Italiana
12 Ottobre, in mare – Barcolana by Night (Meteor e Ufo), Barcolana Classic (Barche d’epoca), Go to Barcolana from Slovenia
13 Ottobre, in mare – Barcolana51 (partenza alle 10.30)

Olimpia Zagnoli

Olimpia Zagnoli nasce a Reggio Emilia nel 1984 da una famiglia di artisti – il padre è fotografo mentre la madre pittrice – per poi trasferirsi ancora piccola a Milano dove si diploma allo IED in illustrazione e animazione. Dopo il diploma muove i primi passi in Italia per piccole realtà autoprodotte finché, nel 2008, decide di spingersi oltreoceano, a New York, dove incontra uno degli art director del New York Times. Da quel momento iniziano le svariate collaborazioni per importanti testate americane come il Times, il Guardian e il New Yorker e riviste come Rolling Store e Glamour. Olimpia diventa così conosciuta in tutto il mondo per il suo stile inconfondibile dalle linee essenziali e geometriche e le figure morbide e colorate dai richiami pop. Le sue illustrazioni hanno fatto, e fanno, da cornice a svariate campagne pubblicitarie per importanti aziende e sono state utilizzate da noti marchi di moda e libri per bambini.

Marina di Carrara, risultati 3° tappa Trofeo Optimist Kinder + Sport 2019

L’entusiasmo di oltre 300 velette Optimist contagia Marina di Carrara con il Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport. Gradoni e Tesser i vincitori rispettivamente Juniores e cadetti; Fontanesi e Anzelotti tra le femmine.

3^ tappa Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2019

3^ tappa Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2019
Immagine 1 di 14

Club Nautico Marina di Carrara

10 giugno 2019 – Con le regate disputate a Marina di Carrara va in archivio anche la terza tappa del Trofeo Optimist Italia Kinder + Sport 2019, manifestazione organizzata ottimamente dal locale Club Nautico con il suo storico presidente Emilio Cucurnia (10 mandati consecutivi), che – anche grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale – è stato in grado di offrire un’adeguata logistica a terra per gli oltre 300 partecipanti con barche, pulmini e carrelli al seguito e un’altrettanto attenta organizzazione a mare, con persone e mezzi all’altezza della situazione, che sono stati di supporto al Comitato di regata FIV, che ha coordinato la messa a punto del campo di regata, nonchè tutte le procedure di partenza e arrivi.

L’atmosfera

Il week end toscano ha offerto condizioni meteo marine discrete e sicuramente molto tecniche, così come accade quando si trova vento leggero e corrente, che spesso e volentieri mette in difficoltà i meno esperti, soprattutto nel momento della partenza (vedi qualche squalifica per partenza anticipata tra i più giovani). Prima dell’uscita in acqua oltre a preparare l’attrezzatura i partecipanti (dai 9 ai 15 anni) stanno insieme con gli amici di circolo o con altri coetanei di altre località con cui si sono strette amicizie, tra una regata e l’altra, tra un’attesa del vento e una partita di calcio balilla. Domenica trepidante attesa – prima delle regate- per il sorteggio della barca Optimist offerta da Kinder + Sport, estratta a favore di Manfredi Marioni, del Circolo velico 3V.

Le regate

Nave Amerigo Vespucci a Catania – Giorni e Orari di Visita

Dopo la sosta di Taranto la nave scuola della Marina Militare Amerigo Vespucci è ormeggiata presso il Posto di ormeggio numero 13 Sporgente Centrale del porto di Catania dal 13 al 16 giugno.

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01
Immagine 1 di 41

Inizio evento: giovedì 13 giugno 2019 15:30
Fine evento: sabato 15 giugno 2019 20:30

Sarà aperta alle visite a bordo in favore della popolazione nei seguenti orari:

– Giovedì 13 Giugno: dalle 15.30 alle 20.30;
– Venerdì 14 Giugno: dalle 15.30 alle 20.00
– Sabato 15 Giugno dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15.30 alle 20.00