Barcolana 51, 13 ottobre 2019, aperte le iscrizioni

Trieste, 21 maggio 2019 – Con un notevole anticipo rispetto alle precedenti edizioni sono da oggi aperte le iscrizioni online alla Barcolana 51 presented by Generali, in programma domenica 13 ottobre 2019.

Barcolana 50 2018 regata 03

Barcolana 50 2018 regata 03
Immagine 1 di 18

Dopo il grande successo dell’edizione del Cinquantesimo e il riconoscimento come “the largest sailing race in the world” da parte del Guinness dei primati, Barcolana aggiunge un “+1” all’edizione 50, che punta a parlare di mare e ambiente, e a riunire tutti gli appassionati di vela a Trieste, la città che diventa capitale internazionale della vela, con un indotto, generato dall’evento, che supera i 70 milioni di euro, come certificato dallo studio indipendente pubblicato a febbraio.

Grazie alla scelta di una testimonial d’eccezione, la velista oceanica inglese Dee Caffari, in Barcolana la sostenibilità ambientale sarà in primo piano anche in questa edizione, che vede anche un nuovo partner tecnico. Presented by Generali, che da Main Sponsor acquisisce il ruolo di presenting sponsor in virtù di un contratto triennale di partnership, Barcolana dà il benvenuto a bordo a North Sails: il prestigioso marchio di abbigliamento made in Italy – con cui Barcolana condivide la sostenibilità e la volontà di internazionalizzazione – firmerà la polo ufficiale e la collezione Barcolana per le edizioni 51 e 52.

Barcolana 51 punta alla qualità: dopo l’eccezionale aumento di iscritti in due anni (si è passati da 1.758 barche partecipanti nel 2016 alle 2.689 del 2018, con una variazione di 931 imbarcazioni, per oltre 5 mila persone in mare in più) gli organizzatori hanno reso noto che la Capitaneria di Porto ha suggerito di fissare per un anno il tetto massimo di iscritti a 2.700 barche. “Non cerchiamo nuovi record – ha spiegato il presidente Gialuz – quest’anno abbiamo bisogno di assorbire la grande crescita delle edizioni 49 e 50 per garantire a tutti ormeggio, divertimento e sicurezza”. Una scelta che tiene in conto anche della sostenibilità dell’evento in mare, dopo il necessario allargamento della linea di partenza effettuato nel 2018 per “far stare” tutte le barche al via.

Portopiccolo, Trieste – Grand Soleil Cup 2019

Un’altra edizione record per la Grand Soleil Cup. Mai nella storia in Adriatico della regata del Cantiere del Pardo si erano viste 45 imbarcazioni sulla linea di partenza.

Grand Soleil Cup 2019 01

Grand Soleil Cup 2019 01
Immagine 1 di 105

Portopiccolo (TS) ha ospitato la 19esima edizione della Grand Soleil Cup. Una grande festa per tutti gli amanti Grand Soleil Yachts resa possibile grazie all’ospitalità del marina e dello yacht club di Portopiccolo. Due giornate per veri appassionati, caratterizzate da condizioni meteo altalenanti ma sostenute da un’allegra ed entusiasta atmosfera in banchina.

Al via diversi modelli Grand Soleil che hanno raccontato in acqua gli oltre quarant’anni di storia del Cantiere del Pardo: dai modelli mitici che hanno caratterizzato la storia del Cantiere del Pardo negli anni Settanta e Ottanta, come il Grand Soleil 39 del 1984 di Luciano Voltolina protagonista di un eccezionale e premiato refitting (premio Best Refitting), alle ultime novità come il Grand Soleil 80 Custom Essentia, l’ammiraglia full carbon del cantiere che ha fatto la sua prima apparizione proprio a Portopiccolo, dove è stata presentata ufficialmente alla stampa internazionale e il nuovissimo e agguerritissimo Grand Soleil 48 Race Athyris di Sergio Taccheo. Tanti i modelli nuovi del cantiere che hanno sfilato sulla linea di partenza, dal Grand Soleil LC 52 al GS 34 Performance, dal Grand Soleil LC 46 ai due Grand Soleil 58 No Name e Forever che si sono sfidati sul campo di regata come in un match race. Un’edizione che ha visto battersi in mare il fior fiore della vela d’altura triestina con equipaggi che hanno schierato a bordo i protagonisti della vela mondiale, da Furio Benussi a Corrado Rossignoli, per fare solo un paio di nomi.

Trofeo SIAD – Bombola d’oro 2019 – Vince Massimo Schiavon

19 maggio 2019 – Si chiude la ventitreesima edizione della regata dedicata ai Dinghy 12 con la vittoria di Massimo Schiavon che si porta a casa il prezioso trofeo. Per la prima volta, la Bombola d’Oro va in Adriatico.

XXIII Trofeo Siad - Bombola d'Oro 2019

XXIII Trofeo Siad - Bombola d'Oro 2019
Immagine 1 di 4

Trofeo Siad 2019. Portofino, 17-19/05/2019 ©Francesco & Roberta Rastrelli - Blue Passion Photo

Per il 2019 La Bombola d’Oro se ne va in Adriatico, tra le mani di Massimo Schiavon che con una serie di ottime regate si è aggiudicato un’edizione caratterizzata dal maltempo, ma spettacolare per l’accoglienza a terra e memorabile per la festa del sabato sera.

4 le prove in totale del weekend – 3 quelle di domenica – che hanno consentito al Comitato di Regata di compilare la classifica delle diverse categorie del Trofeo Siad. Condizioni meteo regolari per la giornata odierna con un venticello sui 6 nodi e mare piatto.

È dunque Massimo Schiavon a bordo di Come Minimo che grazie a una notevole serie di parziali (1,1,7,5) si è aggiudicato il Trofeo SIAD-Bombola d’Oro. Staccato di un solo punto, Federico Pilo Pais con il suo dinghy Blue Amnesia (2,4,4,2) che ha ben saputo leggere i refoli del golfo. Terza piazza per Francesco Rebaudi – già vincitore dello scorso anno – che con il suo Kinnor ha scontato una partenza difficile.

Il Trofeo Challenge Giovanni Falck, per la squadra che ha ottenuto il migliore piazzamento nella classifica generale, è stato vinto dal team adriatico composto da Massimo Schiavon, Francesco Vidal e Flavio Semenzato.

Sempre Flavio Semenzato ha vinto il premio speciale a estrazione: un assegno da destinare alla Fondazione Tender To Nave Italia Onlus.

Per il 2019 è Francesca Lodigiani che si aggiudica il titolo femminile a bordo del suo dinghy rosso, Cavallo Indomito.

Come e dove visitare la Nave scuola Amerigo Vespucci nel 2019

Venerdì 17 maggio alle ore 10:30, durante la sosta a Civitavecchia, a bordo di nave Amerigo Vespucci sarà presentato il programma delle Campagne d’Istruzione 2019.

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01
Immagine 1 di 41

Nell’occasione, il Comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano, e il Comandante delle Scuole della Marina Militare, ammiraglio di divisione Alberto Bianchi, descriveranno le attività che le navi scuola della Marina dovranno svolgere a favore degli allievi della prima e seconda classe dell’Accademia Navale di Livorno, degli allievi delle scuole Sottufficiali di Taranto e La Maddalena, dei Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale e degli allievi della Scuola Navale “Francesco Morosini”.

Anche quest’anno le maggiori unità a vela della Marina Militare, Amerigo Vespucci e Palinuro, il cacciatorpediniere Luigi Durand de la Penne, insieme alle unità a vela minori Orsa Maggiore, Stella Polare e Corsaro II, saranno impegnate, nel corso del periodo estivo, per la formazione e l’addestramento degli allievi secondo le tradizioni ed i valori etici che, oggi come ieri, continuano ad ispirare gli uomini e le donne della Forza Armata.

Nave Vespucci, in particolare, porterà il tricolore in Nord Europa, mentre nave Palinuro si addestrerà nel Mediterraneo Centrale.

L’attività delle campagne estive è preceduta da un’intensa attività di addestramento per gli equipaggi delle navi, cosiddetta di “pre-campagna”, al termine della consueta sosta lavori invernale dedicata alla manutenzione.

In particolare Nave Vespucci, dalla prima decade di maggio a fine giugno, imbarcherà gli allievi del 26° corso volontari in ferma prefissata quadriennale, effettuando soste in questi porti:

Civitavecchia – dal 17 al 21 maggio
Olbia – dal 1 al 3 giugno
Taranto (Giornata della Marina) – dal 7 al 11 giugno
Catania – dal 13 al 16 giugno
Scalea (CS) alla fonda il 18 giugno
Cagliari – dal 24 al 26 giugno
Livorno – dal 26 al 30 giugno

Campagna Addestrativa 2019

Livorno – partenza 30.062019
Lisbona – dal 10.07.2019 al 14.07.2019
Dublino – dal 22.07.2019 al 25.07.2019
Bergen – dal 31.07.2019 al 03.08.2019
Rostock – dal 07.08.2019 al 11.08.2019
Anversa – dal 19.08.2019 al 22.08.2019
Alicante – dal 09.09.2019 al 13.09.2019
Portoferraio – dal 19.09.2019 al 20.092019
Livorno – arrivo 21.09.2019

Nave Palinuro, dalla prima decade di giugno a fine luglio, ospiterà a bordo gli allievi del 1° corso della Scuola Navale Morosini, effettuando soste nei porti di Napoli, La Spezia, Imperia, Genova (in occasione della Genova Shipping Week), Gaeta (partecipando all’evento “Grandi vele di Gaeta”), Palinuro (SA), Pantelleria, Siracusa e Taranto. Infine il cacciatorpediniere Durand de la Penne sarà impegnato per una attività addestrativa della durata di due settimane a favore degli allievi del 2° corso della Scuola Navale Morosini.

Nave Amerigo Vespucci a Civitavecchia – Giorni e Orari di Visita

Dopo la sosta di Livorno la nave scuola della Marina Militare Amerigo Vespucci nell’ambito del ciclo di attività in Mediterraneo e fuori per l’anno 2019, si sposta a Civitavecchia.

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01
Immagine 1 di 41

Inizio evento: venerdì 17 maggio 2019 16:00
Fine evento: martedì 21 maggio 2019 19:00

Nave Vespucci, la nave scuola della Marina Militare, a Civitavecchia sarà aperta alle visite della popolazione nei seguenti giorni e orari:

Venerdì 17 maggio – dalle 16:00 alle 19:00;
Sabato 18 maggio – dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00;
Domenica 19 maggio – dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:00;
Lunedì 20 maggio – dalle 16:00 alle 19:00;
Martedì 21 maggio – dalle 16:00 alle 19:00.

Torbole – EuropaCup Laser 2019 – Classifiche e Foto

Si conclude la quarta tappa dell’EuropaCup, ospitata dal Circolo Vela Torbole, con una straordinaria giornata di Peler, il vento da nord, tipico del Garda. Condizioni impegnative per gli oltre 300 laseristi che hanno iniziato la giornata molto presto.

Torbole - EuropaCup Laser 2019 01

Torbole - EuropaCup Laser 2019 01
Immagine 1 di 21

Il comitato di regata, viste le condizioni meteo che prevedevano vento forte in aumento nel pomeriggio, ha programmato il segnale di avviso della prima prova per le 9.00.

Primi a scendere in acqua sono stati i Laser Standard, la flotta Gold dei Laser Maschili e le ragazze Radial. Tutti i gruppi hanno portato a termine due regate, con vento da 18 nodi che è aumentato d’intensità fino a 20-22nodi.

Alle 10.30 è stato il turno della flotta Silver Radial Maschili e dei 4.7, divisi in due gruppi, Gold e Silver, che hanno disputato una sola prova, dopo la quale il comitato ha deciso di far rientrare tutti a terra a causa della condizioni che stavano diventando proibitive.

Sono state regate spettacolari e molto combattute fino all’ultima virata.

In partenza per il Campionato Europeo Senior di Porto, Giovanni Coccoluto, che aveva dominato la classifica Standard, lascia contendersi il vertice della classifica Gianmarco Planchstainer e Nicolò Villa, che chiudono in prima e seconda posizione, seguiti dall’atleta cinese Ning Zhao protagonista di un’ottima ultima giornata, conclusa con un primo ed un secondo posto nelle due prove.

La flotta femminile dei Radial ha visto il primato delle atlete italiane che non hanno lasciato spazio alle avversarie straniere, imponendosi sempre nelle prime posizioni di ogni prova. Vince Matilda Talluri, seguita da Federica Cattarozzi e Marta Zattoni. In quarta posizione si aafferma Giorgia Cingolani, prima tra le Under19.

Podio tutto straniero, invece, per i Laser Radial Maschili, con lo svizzero Gauthier Verhulst sul gardino più alto, il tedesco Julian Hoffman in seconda posizione e quindi il belga Simon De Gendt. In quarta posizione, a pari punti con il terzo, l’italiano Augusto Mondelli seguito da Matteo Paulon.

Nei 4.7 maschili il primo degli italiani è Attilio Borio, in terza posizione, preceduto dal russo Dmitry Golovkin e dal croato Roko Stpanovic, rispettivamente al primo e al secondo posto. Primo degli under 16 il giovanissimo Domenico Lamante.

Tra le donne, nei 4.7, si impongono Anja Von Allmen (SUI), Alexandra Lukoyanova (RUS) e Jade Gavin (SUI).

Il circuito EuropaCup riprenderà con la tappa norvegese di Stavanger dal 31 maggio al 2 giugno.

Classifiche complete su www.italialaser.org – foto di Benedetta Pitscheider

Nave Amerigo Vespucci a Livorno – Giorni e Orari di Visita

Dopo la consueta sosta lavori invernale per la manutenzione periodica la nave scuola della Marina Militare Amerigo Vespucci riprende a navigare per svolgere il ciclo di attività in Mediterraneo e fuori.

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01
Immagine 1 di 41

Da sabato 11 a lunedì 13 maggio farà quindi sosta nella città di Livorno per permettere l’imbarco degli Allievi del 26° Corso di Volontari in Ferma Prefissata della Scuola MM di La Maddalena, che inizieranno il loro periodo di addestramento a bordo della Nave Scuola nell’ambito dell’attività di pre-campagna programmata fino a giugno.

Durante la sosta a Livorno i bambini, seguiti dall’associazione “Ridolina” di Pisa, un’organizzazione senza scopo di lucro che, con i suoi “Clown dottori”, trova ispirazione e ragione nella “terapia del sorriso”, saranno ospitati eccezionalmente sulla nave. I bambini potranno vivere un’esperienza unica navigando a bordo dello storico veliero della Marina Militare lunedì 13 maggio nelle acque antistanti Livorno.

Nave scuola Amerigo Vespucci, ormeggiata presso il Molo Capitaneria Sud del porto di Livorno, sarà aperta alle visite a bordo da parte della cittadinanza nei seguenti giorni e orari:

Sabato 11 maggio dalle 16.30 alle 20.00;

Domenica 12 maggio dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00.

Hallberg-Rassy 40C

Hallberg-Rassy 40C sostituisce il 40 MKII, riprendendo le evoluzioni più recenti adottate dal resto della gamma a pozzetto centrale, ovvero Hallberg-Rassy 44 e HR 57.

Hallberg Rassy 40C 01

Hallberg Rassy 40C 01
Immagine 1 di 8

Alla base delle specifiche del nuovo Hallberg-Rassy 40C un obiettivo: l’ottimizzazione del layout e dei servizi forniti da uno yacht di 40ft a pozzetto centrale (che da quanto duchiarato dal cantiere è grande quanto quello del 44), uno schema ben ricevuto dai clienti, che penalizza la superficie dello stesso pozzetto a livello di larghezza e lunghezza ma offre una grande sicurezza nella navigazione per coloro che vogliono andare lontano o per coloro che navigano in acque difficili – Mare del Nord e Baltico – e permette di costruire una cabina di poppa a tutta larghezza con un margine accettabile.

Per l’area cucina sono possibili due scelte: grande o enorme. Con l’opzione dell’enorme, si ottiene sia una maggiore area di lavoro superiore, maggiore spazio di stivaggio e un’ulteriore frigorifero ad apertura frontale. Con questa cambusa è anche possibile aggiungere una lavastoviglie e un microonde. Entrambe non interferiscono con il passaggio verso la cabina di poppa.

Anche nella cabina di poppa ci sono due diverse opzioni: Standard è due cuccette separate, di cui una doppia e una singola. In mezzo c’è un posto comodo. Come opzione, è disponibile un ampio letto della linea centrale, con il divano a sinistra e il tavolo da trucco a dritta. Questa versione può anche essere facilmente combinata con “eliche laterali” di poppa, che permettono di ormeggiare anche se il vento spinge la barca nella direzione opposta. In entrambe le versioni ci sono due gavoni di poppa di grandi dimensioni.

Latitude 46 – Tofinou 9.7

Latitude 46, cantiere specializzato in dayboats neoclassiche, ha annunciato lo sviluppo di un nuovo modello, il Tofinou 9.7, un progetto frutto del lavoro congiunto tra l’ufficio di progettazione interno, l’architetto navale italiano Michele Molino e del Peugeot Design Lab.

Tofinou 9.7 01

Tofinou 9.7 01
Immagine 1 di 6

Il piano di coperta, il cui stile è ispirato a Peugeot Design, è adattabile ad un programma di navigazione in solitario o con equipaggio. Il Tofinou 9.7 ha un cockpit ergonomico e un’ampia zona di balneazione posteriore.

Tofinou 9.7 è offerto in tre diversi sistemi: a chiglia fissa, pivotante e a sollevamento, associati con una pala del timone o due. È dotato di un motore entrobordo da 15 HP a cui è possibile accedere dalla cabina interna o da un motore elettrico opzionale.

Lunghezza 9,72 m
Larghezza 3 m
Chiglia e bulbo in piombo 800 Kg
Pescaggio 1,22 / 2 m
Dislocamento 2300 Kg
Motore entrobordo 15 hp / 10 KW
Randa 28 m²
Genoa 19 m²

Info su www.tofinou.com

Caorle – La Duecento 2019 – I Risultati Finali

Luna per te si aggiudica il Trofeo Paulaner Line Honour XTutti, Croazia full of life di Kostelic/Prizmic il X2. Satanas di Bressan/Fazzana primi sul percorso Mini.

La Duecento Caorle 2019 05

La Duecento Caorle 2019 05
Immagine 1 di 9

Sabato 4 maggio è stata una giornata densa di arrivi a Caorle, per la 25^ edizione de La Duecento del Circolo Nautico Santa Margherita, organizzata in collaborazione con Birra Paulaner, Vennvind, Cantina Colli del Soligo e con il sostegno del Comune di Caorle.

Alle 11.52 di sabato 4 maggio, il Mini 650 Satanas di Cesare Bressan/Roberta Fazzana è la prima imbarcazione a completare il “percorso MINI” sulla rotta Caorle-Grado-San Giovanni in Pelago-Caorle, tagliando il traguardo prima assoluta della flotta, con grande soddisfazione dell’equipaggio, che ha saputo interpretare al meglio il difficile campo di regata.

Il Trofeo Paulaner Line Honour XTutti 2019 va a Luna per te, che ha tagliato il traguardo alle 12.40, primo assoluto della XTutti