Domenica 22 ottobre parte la Volvo Ocean Race 2017-18

La Volvo Ocean Race 2017-18 parte domenica 22 ottobre dal porto spagnolo di Alicante, al via sette equipaggi e alcuni dei più forti velisti del pianeta. Metterà alla prova gli atleti su un percorso lungo oltre 45.000 miglia, attraverso i mari più inospitali fra cui lunghi tratti negli oceani meridionali.

La partenza della prima tappa della Volvo Ocean Race è in programma per le 14.00. La Leg 1 ha un percorso di 1.450 miglia circa da Alcante a Lisbona, che porterà le sette barche a navigare oltre Gibilterra, intorno all’isola di Porto Santo e verso la capitale portoghese. L’arrivo a Lisbona è previsto per sabato 28 ottobre.

Le previsioni meteo parlano di condizioni ideali, con un vento da nord-est di circa 15 nodi, che poi dovrebbe andare aumentando fino a 20 nodi, il che significa che la prima parte della tappa dovrebbe essere veloce, con andature larghe, e un passaggio di Gibilterra dopo circa 24 ore.

Venerdì 20, i sette skipper hanno risposto alle domande della stampa internazionale nella consueta conferenza di apertura. Ecco alcune delle loro dichiarazioni.

Charles Caudrelier, skipper di Dongfeng Race Team, a proposito della preparazione rispetto alla passata edizione: “La scorsa volta, abbiamo iniziato a lavorare sul progetto, stavamo cercando velisti cinesi in Cina, che non avevano mai passato una notte in mare. Questa volta siamo partiti da Lisbona, con un team che conoscevo già. Ora siamo concentrati al 100% sulle prestazioni. Fa un’enorme differenza. Quale è la differenza tra essere uno skipper o un componente dell’equipaggio? La paga! C’è anche un altro livello di responsabilità, ovviamente. Quando ho fatto la Volvo Ocean Race con Groupama, a ogni mese di tappa potevo permettermi qualche giorno di pausa mentale. Oggi è una pressione continua, ma ho un team molto forte, quindi mi considero fortunato.”

Regata Hansa 303 a Palermo

Partirà da Palermo per iniziativa del Panathlon club, presieduto da Gabriele Guccione, il progetto ambizioso di sostenere la barca Hansa 303 a diventare olimpica per i Giochi Paralimpici del 2024 a Parigi.

Hansa 303 02

Hansa 303 02
Immagine 1 di 14

Con il sostegno della Fondazione Terzo Pilastro Italia e Mediterraneo il Panathlon Palermo ha acquistato quattro imbarcazioni Hansa 303 e con la collaborazione tecnica della Lega Navale Palermo Centro che poi gestirà queste barche, sarà organizzata sabato 21 ottobre nel golfo di Palermo una regata a valenza nazionale che vedrà impegnati velisti con disabilità.

Si tratta di una manifestazione con valenza sia sportiva che sociale poiché queste piccole ma tenaci imbarcazioni possono essere timonate anche da persone con disabilità perfino grave.

Venerdì 20 ottobre alle 10,30 nei locali del Castello a Mare con ingresso da via Filippo Patti, il Panathlon club Palermo terrà una conferenza stampa per presentare l’evento.

Nel corso dell’incontro a cui prenderanno parte anche alcuni dei velisti palermitani iscritti alla gara, sarà possibile ammirare le quattro barche Hansa 303 e possibilmente vederne almeno una muoversi nelle acque del porto.

All’equipaggio vincitore della regata sarà assegnato il trofeo Challenger intitolato alla socia velista del Panathlon, Gabriella Provenza Caldarella, prematuramente scomparsa il mese scorso.

Nave Scuola Amerigo Vespucci a Trieste – Giorni e Orari di Visita

Dal 21 al 24 ottobre 2017 la Nave Scuola della Marina Militare Amerigo Vespucci sosterà nel porto di Trieste.

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01

Nave Scuola Amerigo Vespucci 01
Immagine 1 di 41

La navigazione attorno al nostro Paese l’ha già vista accogliere a bordo circa 30.000 visitatori nel corso delle prime quattro soste di Civitavecchia, Chioggia, Castellammare di Stabia e Venezia, città dove si è tenuto il Simposio delle Marine del Mediterraneo e del Mar Nero. A bordo di nave Vespucci si sono svolti alcuni importanti appuntamenti relativi proprio ai lavori del Simposio.

Sabato 21 ottobre, alle ore 11.00, il Comandante della nave, Capitano di Vascello Roberto Recchia, terrà una conferenza stampa a bordo per presentare la nave, la sosta e le attività in corso durante questa fase di post campagna.

Durante la sosta a Trieste, Nave Vespucci sarà ormeggiata presso il molo Bersaglieri e sarà aperta alle visite a bordo nei seguenti giorni per fornire l’opportunità alla cittadinanza di poterne ammirare il suo splendore e toccarne in prima persona il fascino senza tempo:

Sabato 21 ottobre dalle 14.30 alle 18.30
Domenica 22 ottobre dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 18.30
Lunedì 23 ottobre dalle 14.30 alle 18.30

Le visite sono gratuite e non si prenotano.

Le migliori foto di vela in concorso al Mirabaud Yacht Racing Image Award 2017

Come ogni anno alcuni tra i migliori fotografi di vela al mondo hanno inviato le proprie immagini al Mirabaud Yacht Racing Image Award. La Giuria Internazionale ha scelto le migliori 80 e ora il pubblico è invitato a votare la sua preferita tra queste. Io ho votato per Martina Orsini (qui).

01 Martina Orsini

01 Martina Orsini
Immagine 1 di 21

Sono tre i premi che verranno assegnati il 28 novembre allo Yacht Racing Forum di Aarhus, Denmark:

– The main prize is the ‘Mirabaud Yacht Racing Image’, selected by the international jury: Rob Kothe, founder of the Sail-World network, Daniel Allisy, sailing writer and founder of Voiles & Voiliers, Jean-Marie Liot, winner of the Mirabaud Yacht Racing Image award 2016, Nicolas Mirabaud, member of the Executive Committee, Mirabaud & Cie SA, and pro sailor Sally Barkow.

– The ‘Yacht Racing Forum Award’, decided by the 700 delegates of World Sailing’s Annual conference and the 300 delegates of the Yacht Racing Forum.

– The ‘Public Award’ is based on the number of votes on Internet. This is a fun award, aimed at increasing the visibility of both the photographers and the entire contest. Photographers are encouraged to like and share pictures, and to do as much self-promotion as they like. This prizes recognizes the quality of the winning picture as well as the photographers’ network and the support he (she) can generate around him and his (her) photograph. Io ho votato per Martina Orsini (qui).

Il link per votare www.yachtracingimage.com.

Non so se l’ho già scritto ma io ho votato per Martina Orsini (qui).

Hansa 303 – La Barca a vela Accessibile

L’Hansa 303 nasce dall’idea di permettere di praticare la vela a persone alle quali per diversi motivi questo potrebbe risultare difficoltoso o poco agevole.

Hansa 303 01

Hansa 303 01
Immagine 1 di 14

E’ un deriva estremamente stabile e di semplice utilizzo, in grado di assicurare a principianti ed esperti grande divertimento sia a livello ludico che agonistico. Le soluzioni progettuali sviluppate dai cantieri Hansa, la rendono estremamente sicura anche in condizioni critiche e permettono anche ai più inesperti di approcciare alla navigazione a vela.

L’albero non è insartiato e la randa è rollabile sullo stesso, anche la vela di prua è rollabile. Inoltre, grazie ad una serie di servomeccanismi, queste barche rendono possibile navigare a vela anche alle più gravi condizioni di disabilità, con grande meraviglia di chi non avrebbe mai potuto solo immaginare di solcare le acque di mari e laghi in totale autonomia.

Delphia Yachts annuncia due nuove barche a vela, una da 42 e una oltre i 50 piedi

Il cantiere polacco Delphia Yachts ha pubblicato i disegni preliminari di due nuovi modelli di barche a vela disegnate dal portoghese Tony Castro.

I duo nuovi modelli sono:

Delphia 42 – premiere 2018
Delphia of more than 50 ft – premiere to be announced

Vele Storiche Viareggio – Namib mattatore della XIII Edizione

Domenica 15 ottobre si è conclusa in Toscana la XIII edizione del raduno Vele Storiche Viareggio, evento di fine stagione organizzato dall’omonima associazione in collaborazione con il Club Nautico Versilia.

Namib_Foto Maccione

Namib_Foto Maccione
Immagine 1 di 9

Oltre 50 gli scafi d’epoca e classici partecipanti alla manifestazione. Il Sangermani Namib del 1967 si è aggiudicato quattro premi. A Kipawa del 1937 il Trofeo Vele Storiche Viareggio.

Dopo tre regate, disputate sempre con venti leggeri e temperature estive, si è conclusa il 15 ottobre la XIII edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio, alla quale hanno partecipato 53 imbarcazioni a vela d’epoca e classiche e oltre 400 membri di equipaggio. La manifestazione annuale, organizzata dall’Associazione Vele Storiche Viareggio in collaborazione con il Club Nautico Versilia e l’AIVE (Associazione Italiana Vele d’Epoca), si è confermata come il più importante appuntamento di fine stagione dedicato alle Signore del Mare. Main sponsor dell’evento la storica azienda di pelletteria fiorentina Il Bisonte.

L’imbarcazione Namib del 1967, che difendeva i colori dello Yacht Club Parma, costruita in fasciame di mogano dal cantiere Sangermani di Lavagna, si è aggiudicata la vittoria nelle categorie CR (Cruiser Racer) e Classici AIVE, oltre a vincere i Trofei Challenge Sangermani e Ammiraglio Florindo Cerri, quest’ultimo assegnato all’imbarcazione che per prima ha girato la boa in regata davanti a Forte dei Marmi.

La flotta è stata suddivisa in sei raggruppamenti, composto ognuno da imbarcazioni che si sono sfidate in tempo reale, a eccezione della classe IOR (International Offshore Rule). Questi i risultati finali:

Windsurf – Andrea Ferin e Marta Maggetti i nuovi campioni nazionali Slalom

Concluso presso il Circolo Surf Torbole il Campionato Nazionale Slalom, ultimo evento del Windsurf Grand Slam 2017 con l’assegnazione dei titoli nazionali ad Andrea Ferin e Marta Maggetti dopo un Campionato deciso solo con l’ultima regata.

Windsurf Grand Slam 2017 01

Windsurf Grand Slam 2017 01
Immagine 1 di 9

E’ stata un’edizione davvero fantastica, che sarà ricordata tra quelle con più vento degli ultimi anni: ben 4 tabelloni ad eliminazione diretta per i maschi e 8 regate per le femmine sono un bilancio decisamente positivo per una disciplina complicata dal punto di vista organizzativo come lo slalom, che richiede almeno 11 nodi di vento per una partenza lanciata.

Sia in campo maschile, che femminile c’è stato estremo equilibrio tra i primissimi e solo con l’ultima regata si è deciso il Campionato. Andrea Ferin ha vinto il titolo con 1,6 punti di vantaggio sul campione nazionale uscente Bruno Martini (CSTorbole) e Andrea Rosati (YC Anzio), entrambi con due secondi e due terzi; il secondo gradino del podio è stato a favore del portacolori del Circolo Surf Torbole per aver chiuso l’ultima regata con la migliore posizione rispetto al diretto avversario. Rosati si aggiudica comunque il titolo nazionale della categoria master.

Mini Transat 2017 – Tutti i risultati degli italiani nella prima tappa

Conclusa una prima tappa della Mini Transat, la regata oceanica in solitario dedicata ai piccoli Mini 6.50, partita il 1° ottobre da La Rochelle (Francia) ed arrivata a Las Palmas (Canarie), che per l’Italia, presente con 6 skipper, non è andata benissimo.

Partenza Minitransat 2017 01

Partenza Minitransat 2017 01
Immagine 1 di 5

Dopo meno di 24 ore dalla partenza, Matteo Rusticali con il suo Proto ITA 444 SPOT disalbera e raggiunge Royan con un armo di fortuna. Qualche giorno dopo anche per il milanese Luca Sabiu lo stesso destino, ma con un recupero in elicottero e la barca, JOLLY ROGER ITA 538, alla deriva e ancora non recuperata.

Buono invece il risultato di Ambrogio Beccaria che a bordo del suo pogo 2 ALLA GRANDE AMBECO ITA 539 ha conquistato il 6° posto in categoria serie, lasciandosi alle spalle anche diversi proto e barche di serie di ultima generazione. Beccaria ha dimostrato che il rapporto barca/uomo è fondamentale e se funziona i risultati si ottengono.

Veleziana 2017 – Vince Maxi Jena – Classifica e Foto

Il maxi sloveno Maxi Jena vince per la terza volta la Veleziana, classica organizzata dalla Compagnia della vela di Venezia giunta alla sua decima edizione.

Veleziana 2017 ph Matteo Bertolin 01

Veleziana 2017 ph Matteo Bertolin 01
Immagine 1 di 7

La partenza della regata a causa della scarsa visibilità e della nebbia è stata rinviata di un’ora e quindi spostata di un miglio, avvicinandosi alla bocca di porto. Partenza, grazie ad una tregua concessa dalla nebbia, data verso le 14.30. Al via Anywave Safilens brucia tutti e si porta al comando fino alla prima virata per l’ingresso in Laguna, quando Maxi Jena grazie a un piccolo rinforzo di vento nel canale d’ingresso in bocca di porto recupera e mette la sua prua davanti a tutti. Vento che è improvvisamente calato dopo il secondo cancello, davanti all’isola di Sant’Andrea quando i primi maxi yacht si affacciavano in Bacino di San Marco.

La barca di Kosmina ha conservato il primo posto fino all’arrivo davanti a piazza San Marco raggiunto dopo circa un’ora e mezzo di gara. Al secondo posto l’altra barca slovena, Adriatic Europa di Misic Gaspar che ha prima superato Pendragon (quarto) e poi Anywave Safilens (terzo).

La classifica: