Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – Day 2

Seconda giornata di Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Assoluto altura 2019 day 2 01

Assoluto altura 2019 day 2 01
Immagine 1 di 12

18 luglio 2019 – Disputate altre due prove nelle acque di Crotone: buone condizioni meteo, con meno onda rispetto alla prima giornata e vento tra i 7 e i 10 nodi di intensità. La prima regata è partita alle 12.57, su un percorso a bastone per una lunghezza totale di poco meno di 6,5 miglia, seguita da una seconda prova che porta a 4 le regate disputate fino a oggi.

In Classe 0 le posizioni sono invariate con lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia che rimane in testa nella divisione Regata (3,20 i suoi parziali di giornata) e il Mylius 14E55 Milù III di Andrea Pietrolucci che chiude con un 5 e 13.

In Classe 1 il GS43 Blue Sky di Claudio Terrieri indovina due regate perfette e rientra in porto con ‘soli’ 2 punti (1,1).

Nella divisione Crociera – grazie anche ai brillanti risultati di ieri – mantiene la prima posizione anche l’Arya 41.5 Pazza Idea, di Pierluigi Bresciani con un 11mo e un 16mo di giornata.

Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – Day 1

Prima prova in acqua per il Campionato Italiano Assoluto di Vela d’Altura 2019 – trofeo BPER Banca, organizzato dalla Federazione Italiana Vela insieme al Club Velico Crotone e all’Unione Vela d’Altura Italiana.

Assoluto altura 2019 day 1 01

Assoluto altura 2019 day 1 01
Immagine 1 di 12

17 luglio 2009 – È ufficialmente iniziato il Campionato Italiano con oltre 30 equipaggi a contendersi il titolo nazionale nelle acque dello Jonio. Partenza in salita per il comitato di regata che ha dovuto attendere un miglioramento delle condizioni meteorologiche prima di poter dare lo start della prova di giornata.

Mare molto mosso e vento in attenuazione da N (16 nodi sulla linea di partenza, diventati poi 10 all’arrivo) sono stati gli ingredienti della regata odierna. Colpo di cannone per il primo gruppo di barche alle 15:00 su un classico percorso a bastone di circa 6.4 miglia e che ha impegnato le barche – le più veloci – per poco meno di un’ora.

Cascais – 52 SUPER SERIES Sailing Week – Day 2

Quantum Racing, Azzurra e Platoon giocano alla pari in questa seconda giornata della Cascais 52 SUPER SERIES Sailing Week. Due secondi posti per gli americani di Quantum, un primo ed un terzo a testa per Azzurra e Platoon, così le gerarchie sembrano ristabilite. Crolla Provezza, Bronenosec limita i danni in una giornata impegnativa sotto il profilo agonistico.

52 Super Series Cascais day 2 01

52 Super Series Cascais day 2 01
Immagine 1 di 10

In una giornata da Leoni si ristabiliscono le gerarchie a Cascais. Quantum, Azzurra e Platoon, i tre tenori del circuito giocano tra le raffiche e le onde di questa location dove le arie leggere non sono proprio previste nel menù di giornata, come in questa seconda, quella che ha rimesso in chiaro le regole di questa flotta. Partenze perfette, velocità e forza nelle manovre, il giusto mix per essere costanti e consistenti, perchè il risultato finale è fondamentale per il trofeo di tappa ma sopratutto per la classifica generale del circuito. Provezza cede un pò il passo e qualche punto in classifica generale, Bronenosec soffre un pò le condizioni ma tutto sommato il team di Vladimir Liubomirov può esser sodisfatto di un quarto posto in classifica proprio alle spalle dei veterani di questa competizione. Phoenix ad un passo dalla vittoria nella quarta prova perde tutto il vantaggio nel lato finale, c’è un pò di lavoro da fare per Hasso Plattner e il suo team. Alegre non gode dello stato di forma dimostrato qui lo scorso anno, non c’è velocità ma sopratutto il momento cruciale della partenza non viene eseguito con grande lucidità dal gruppo capitanato da Andy Soriano, ci sono comunque ancora tre giorni per far qualcosa di buono.

Jeanneau Sun Fast 3300

Progettato dal duo Andrieu / Verdier per il cantiere francese Jeanneau e costruito interamente in infusione, il Sun Fast 3300 beneficia di eccezionali resistenza e rigidità, con un peso notevolmente ridotto.

Le nouveau Jeanneau Sun Fast 3300, le 23 avril 2019, Pohto © Jean-Marie Liot / Jeanneau

Le nouveau Jeanneau Sun Fast 3300, le 23 avril 2019, Pohto © Jean-Marie Liot / Jeanneau
Immagine 1 di 34

Le nouveau Jeanneau Sun Fast 3300, le 23 avril 2019, Pohto © Jean-Marie Liot / Jeanneau

Con il suo scafo leggero e potente, i due timoni e la chiglia dritta, questo nuovo Sun Fast combina un’eccezionale velocità e capacità di mantenere la rotta in tutte le condizioni. Perfettamente adattato alle gare in singolo, a due o con equipaggio, il Sun Fast 3300 si è già dimostrato molto competitivo nelle competizioni costiere e offshore. Il Sun Fast 3300 è una barca da corsa audace, senza compromessi, progettato per il successo!

Il Sun Fast 3300 beneficia di un design innovativo dello scafo con doppio concavo, a prua e a poppa. Queste curve invertite nella linea della chiglia consentono una migliore distribuzione della pressione dinamica, limitando la resistenza sullo scafo, ma anche riducendo al minimo l’area della superficie al di sotto della linea di galleggiamento per prestazioni più elevate. La struttura e la forma della chiglia attentamente studiate consentono inoltre una riduzione della pressione idrodinamica e un centro di gravità ottimizzato. Il risultato: un leggero, veloce e reattivo Sun Fast 3300.

Il piano velico

Marco Gradoni – Vince per la terza volta il Mondiale Optimist

Marco Gradoni doveva mettere a segno una giornata perfetta ad Antigua, luogo del Mondiale Optimist 2019, una giornata di quelle dove sbagliare non è ammesso, perché gli avversari erano vicini e temibili. E Marco l’ha messa a segno alla perfezione, vincendo entrambe le prove.

Marco Gradoni mondiale 2019

Marco ha stabilito un record difficilissimo da battere. Dopo la vittoria del primo mondiale, nel 2017 in Thailandia, e del secondo a Cipro nel 2018, Marco l’ha fatto di nuovo e si è portato a casa anche il terzo titolo Mondiale di fila. Un’impresa che non era riuscita ancora a nessuno.

Per l’Italia, che solo pochi giorni fa, sempre ad Antigua, aveva vinto anche anche il mondiale a squadre e si era già portata a casa i titoli europei maschile e femminile è un bottino straordinario e senza precedenti.

Marco ha corso uno splendido Mondiale vincendo ben 7 prove sulle 12 disputate, finendo sempre tra i primi dieci (tranne un 27° poi scartato) e gestendo con freddezza e lucidità il concorrente più agguerrito, il maltese Richard Schultheis, che ha chiuso al secondo posto con 45 punti davanti allo spagnolo Jaime Ayarza con 56. A due regate dalla fine erano infatti loro tre a giocarsi il titolo: Marco aveva 24 punti, Schulteis 41 e Ayarza 43. Nella prima regata hanno chiuso rispettivamente in 2° e 3° posizione, nella seconda prova ancora un 2° e un 10°, rispettando in fin dei conti l’ordine dei valori dimostrati in acqua.

Francesco Bruni conquista la Foiling Week nella Classe Moth

Continuano i successi di Francesco Bruni nella competitiva classe Moth. Alla Foiling Week 2019, conclusasi ieri a Malcesine, sul lago di Garda, Checco ha conquistato il primo posto in una flotta di oltre 80 Moth.

Francesco Bruni Moth 2019

Tre prove al giorno per tre giorni di regata con Ora – la tipica termica pomeridiana del Garda – sui 9/15 nodi: condizioni ideali per il piccolo mezzo volante in continua crescita in tutto il mondo, e che già da diversi anni ha conquistato il palermitano Bruni, diventato qualche settimana fa Campionato Europeo di classe.

“Dopo l’Europeo in Portogallo – dice Checco – era questo il secondo evento più importante dell’anno per la mia stagione ‘in singolo’ che dovrebbe concludersi con il Mondiale a dicembre a Perth, in Australia, il mio vero grande obiettivo personale per il 2019.”

Il campo di regata coincideva con quello del Mondiale 2017 con oltre 200 iscritti, quando Bruni chiuse in 11esima posizione, davanti a Carlo De Paoli, proprio come questa settimana. De Paoli, infatti, è stato il velista con la serie di risultati più costante dopo Checco, da cui dista solo tre punti. Più lontano invece il terzo, l’irlandese Dave Kenefik, a 30 punti dal palermitano.

The Race Around – Nuova regata intorno al Mondo per Class40

Manuka Sports Event Management e 5 Oceans Sports Marketing hanno annunciato una nuova regata in doppio riservata ai Class40: The Race Around.

The Race Around class 40

The Race Around nella sua edizione inaugurale sarà prevede cinque tappe. Comincerà con un prologo da una città del nord Europa prima di portare concorrenti in Portogallo, Sudafrica, Nuova Zelanda e Brasile. Il percorso includerà i tre grandi Capi della navigazione oceanica e l’impegnativo Oceano del Sud, prima di tornare nella città di partenza.

A partire dalla fine dell’estate del 2023 e con un ciclo di quattro anni, la prima edizione di The Race Around permetterà ai concorrenti di avere il tempo sufficiente per preparare le loro campagne e, soprattutto, di investire tempo nelle qualifiche per questa regata oceanica.

Il Race Around è aperto sia ai dilettanti che ai professionisti, a condizione che si qualifichino secondo i rigorosi standard di sicurezza stabiliti dalle Offshore Special Regulations – Category 0 e dai requisiti dell’Autorità Organizzatrice.

La rotta tradizionale di Race Around offrirà l’opportunità ai concorrenti di unirsi all’eredità dei marinai che hanno circumnavigato il globo prima di loro. Gli organizzatori ritengono che la gara mostrerà alcuni dei più talentuosi velisti Class40, fornendo anche contenuti entusiasmanti per gli appassionati di sport in tutto il mondo.

L’organizzazione dell’evento è guidata dai professionisti delle competizioni veliche, Hugh Piggin e Sam Holliday, la gara porterà i più alti standard di sportività, spirito competitivo ed eccitazione nel calendario degli eventi Class40. Oltre a centinaia di migliaia di miglia offshore, Hugh Piggin è il co-fondatore della Atlantic Cup e Sam Holliday ha lavorato con team IMOCA e Class40 in alcuni dei più grandi palcoscenici.

Per ulteriori informazioni www.theracearound.com

KEEP ON SAILING – Dipinti ad olio su tela dedicati al mare

Fino al 31 luglio 2019 Lorenza Cavalli apre il suo atelier e showroom in occasione di una mostra personale dedicata al mare visitabile su appuntamento.

Lorenza Cavalli Keep On sailing

Come evidenziato dal titolo, l’iniziativa prosegue la tematica dell’esposizione inaugurata il 4 giugno 2019 alla Five Gallery di Lugano, nella quale le opere dell’artista si sono confrontate per la prima volta in Europa con quelle dell’artista cinese Shuai Zong, in una mostra sul tema mare organizzata in collaborazione da Milan Art & Events Center e The National Animation Industry Park del comune di Tianjin.

Indagando il tema della navigazione, come mezzo che l’uomo ha da sempre usato per addentrarsi nell’ignoto, nasce l’interesse di Lorenza Cavalli per la relazione tra il visibile e l’invisibile quale fondamento della sua poetica e ricerca.

Le grandi tele proposte, in dialogo con le più recenti sculture in alabastro e metalli, traggono ispirazione da alcuni scatti fotografici realizzati durante le più famose regate, tra cui la Maxi Cup Rolex a Porto Cervo.

Lorenza Cavalli consegue la laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, dove attualmente vive e lavora. Durante la formazione accademica viene scelta come artista unica per la realizzazione di un ampio progetto sul mondo della nautica che la porterà ad eseguire opere apprezzate dai più illustri protagonisti del mondo del mare in Italia, Francia, Svizzera, Olanda, Russia, Stati Uniti, India, Cina, Brasile ed Emirati Arabi. Grazie ad uno stile identitario, Lorenza Cavalli restituisce le immagini alla tela con grande armonia e cura del dettaglio che conferiscono all’opera una carica espressiva non comune.

Il progetto sulla nautica ha dato inizio allo studio sulla resa pittorica della luce prendendo come primo spunto il realismo americano di Edward Hopper. Le imbarcazioni ritratte, icone d’eleganza contemporanea, emergono dal dinamismo ovattato della competizione come sculture sospese in una poetica del silenzio.

Info su www.lorenzacavalli.net

Para World Sailing Championships 2019 – Medaglie per la spedizione italiana

Domenica 7 luglio 2019 – Si sono svolte a Puerto Sherry in Spagna le Medal Race per tutte le classi in gara ai Para World Sailing Championships 2019. Bottino ricco di medaglie per la spedizione italiana.

Fabrizio Olmi Davide Di Maria Rs Venture Para world 2019

Negli RS Venture gli azzurri Fabrizio Olmi (LNI Milano) e Davide Di Maria (SC Garda Saló) vincono la medaglia d’oro in rimonta ai danni dei canadesi John McRoberts e Scott, argento e dei britannici Will Street e Jonathan Currell, bronzo. Chiudono in quarta posizione, a poche lunghezze dal podio, gli altri italiani Marco Gualandris (ADV Alto Sebino) ed Emiliano Giampietro (YC Punta Ala).

Antonio Squizzato Para World Sailing Championships 2019

Nei 2.4 mR l’azzurro Antonio Squizzato (SC Garda Saló) si piazza al secondo posto nella Medal Race odierna e conferma il secondo piazzamento in classifica generale, portando così a casa la medaglia d’argento e il titolo di vice campione del mondo di classe. Davanti a lui, in prima posizione, il dominatore incontrastato della settimana di gare, il francese Damien Seguin, medaglia d’oro e terzo il norvegese Bjørnar Erikstad, medaglia di bronzo.

Negli Hansa 303 maschili vince l’oro il polacco Piotr Cichocki seguito dall’australiano Chistopher Symonds, argento e dal taiwanese Chi Chian Wu, bronzo.

Città di Grisolera Vince la Cooking Cup 2019

Venezia, 7 luglio 2019 – Conclusa la 23.a edizione della Despar – Cooking Cup: vittoria assoluta per “Città di Grisolera”, il Felci Yachts 45 di Diederichs Klaus con a bordo il cuoco professionista Giorgio Cassan che ha conquistato la giuria di chef stellati con il suo gazpacho di pomodoro e tortino di melanzane con pescato del giorno.

Cooking Cup 2019

Città di Grisolera, oltre ad essersi qualificato al primo posto nella classifica generale, ha anche visto il suo chef a bordo, Giacomo Cassan, premiato come miglior cuoco professionista, tra i non professionisti invece è stata premiata Olimpia Speranza con la sua parmigiana di melanzane “Sapori della nostra tradizione” particolarmente apprezzata dai giudici. I padroni di casa, la Compagnia della Vela di Venezia, si sono aggiudicati lo Scolapasta d’argento, il trofeo che viene assegnato al club con il miglio piazzamento generale in classifica.

L’evento è iniziato venerdì con il briefing per i concorrenti e per i cuochi, svoltosi per il secondo anno consecutivo al Teatro Italia, il supermercato Despar di Venezia eletto nel 2018 “supermercato più bello d’Europa”. Sabato mattina, dopo il controllo delle cambuse a cura dello chef stellato Franco Favaretto, al via la regata-gara di cucina con il format collaudato nelle precedenti edizioni: l’equipaggio deve navigare al meglio e, al traguardo, presentare alla giuria di chef un prelibato piatto realizzato durante la prova in mare, perché la classifica è una “combinata” tra il risultato sportivo e l’eccellenza in cucina.