Al via in Svezia il Campionato europeo classe Moth

Sessantasei regatanti sulla linea di partenza, cinque gli italiani in gara e uno di loro leader di giornata. Il campionato europeo classe Moth, in Svezia, parte alla grande!

Euro Moth 2018 day 1 ph Orsini 01

Euro Moth 2018 day 1 ph Orsini 01
Immagine 1 di 15

Mercoledì 18 luglio sono iniziate a Borstahusens le regate del Campionato Europeo classe Moth. Dopo il grande successo della quinta edizione di Foiling Week Malcesine, la flotta europea dei Moth si sposta nelle acque svedesi di Borstahusens, nei pressi di Landskrona.

Nonostante alcune grandi assenze come Paul Goodison, Francesco Bruni e Dylan Fletcher, impegnati in campagne olimpiche, mondiali e TP52, i numeri di questo europeo suggeriscono che la classe internazionale – e non da meno quella italiana – cresce di anno in anno, dimostrando che il foiling non è più il futuro della vela bensì il presente.

Tre regate al giorno fino a domenica 22 luglio. Mercoledì 18 luglio, i sessantasei regatanti hanno disputato le prime tre prove in una condizione di vento tra i 10 e i 15 nodi con un’onda piuttosto impegnativa, soprattutto al lasco, costringendoli a trovare un compromesso tra scelte tattiche e momenti buoni per strambare in sicurezza.

Nonostante le condizioni toste, ottimo inizio di campionato per l’Italia! Il gardesano Carlo De Paoli, con i parziali 1 – 1- 4, si porta in testa alla classifica provvisoria, seguito a pari punteggio dall’inglese David Hivey (3 – 2 – 1) e da Paul Gliddon ( GBR, 4 – 4 – 3).

Gli altri italiani partecipanti al campionato europeo Moth sono Fabio Fumagalli in 25° posizione (21 – 19 – 39), Marco Lanulfi in 28° posizione ( DNS – 14 – 5), Riccardo Giuliano in 36° posizione ( 36 – 36 – 36) e Michele Trimarchi in 57° posizione ( 54 – DNS – DNS ).

Cascais – Rolex TP52 World Championship 2018 – Day 2

TP52 Worls 2018 day 2 01

TP52 Worls 2018 day 2 01
Immagine 1 di 10

Mercoledì 18 luglio 2018 – Anche la seconda giornata del Rolex TP52 World Championship fornisce spunti, emozioni e tanto spettacolo in mare. La terza tappa della 52 SUPER SERIES mette in cassaforte due prove: una minicostiera e una regata a bastone con tre lati. Luna Rossa e Alegre vincono rispettivamente le manche di giornata e fanno un bel salto in classifica. Gli italiani risalgono dopo un inizio da dimenticare, Alegre è terza nella generale dietro ad Azzurra e Quantum che si allunga di due punti.

Grande giornata di regate oggi a Cascais, le condizioni meteo e due percorsi come quelli della minicostiera e di un bastone a tre lati lunghi, hanno reso più complessa la gestione delle regate. Luna Rossa e Azzurra sono stati due “italinbullet” nella prima prova, dopo una partenza in linea con la flotta, la coppia Bruni-Vascotto e Parada-Lange hanno lavorato con grande consistenza, Quantum è stata a guardare ma non ha perso il passo, mantenendo una media altissima. Nella Seconda prova Azzurra ha perso lo smalto e ha ceduto il passo a Quantum che si riprende in solitario la testa della classifica generale, Alegre sale in terza posizione con un quinto e una vittoria nella seconda prova di giornata, Luna Rossa naviga ad alti livelli e si prende il terzo posto di manche, condito da un quarto nella generale, sicuramente penalizzato dall’inizio difficile per cause tecniche rimediato ieri. Sled sornione, mette in cassaforte un buon secondo posto, Platoon intasca dodici punti pesanti in negativo, i tedeschi campioni in carica non riescono ad avere il passo giusto e perdono due posizioni nella classifica generale. A conti fatti questo Campionato Mondiale rimane aperto senza ombra di dubbio, Luna Rossa e Azzurra hanno sicuramente delle potenzialità da affinare per costanza, Sled e Alegre vanno di alti e bassi, Provezza e Platoon in chiaroscuro, nulla è scontato si sa, domani siamo a metà evento, senza scarto bisogna far sul serio.

Cronaca della giornata

Barcolana50 – Nasce la barca del cinquantenario

Barcolana50 barca passeraTrieste, 18 luglio 2018 – Riscoprire la tradizione dei maestri d’ascia e associarla a soluzioni innovative ed ecocompatibili. Unire le generazioni, dare valore al made in Adriatico, riscoprire il senso dell’avventura a due passi da casa, creare. Barcolana con il proprio Official Sponsor SIAD ha dato vita a un progetto unico: nasce Barcolana50 la barca della tradizione adriatica, una piccola e moderna Passera handmade. La SVBG la sta costruendo a Monfalcone, con i Cantieri Alto Adriatico: sarà varata a Barcola il 25 luglio in occasione di una grande festa, e verrà utilizzata per volere di SIAD per attività sociali.

“Volevamo che la Barcolana50 restasse indelebile e non finisse il 15 ottobre – ha spiegato il presidente della SVBG Mitja Gialuz – Così, grazie all’investimento del nostro partner SIAD, abbiamo pensato di ideare e costruire una Passera. Il Know how presente nella nostra terra, su questo fronte, è enorme: è bastato mettere assieme il progettista Federico Lenardon, i maestri d’ascia del Cantiere Alto Adriatico, e poi tutte le professionalità e le esperienze della Barcola e Grignano. Il progetto è diventato subito realtà, e l’avventura è troppo bella per non essere vissuta”.

LA PASSERA BARCOLANA 50 – Si tratta di un daysailer di legno con chiglia retraibile (adatto quindi anche alla laguna), carrellabile, armato con un grande gennaker e dotato di un piccolo motore elettrico: “tutte soluzioni adatte all’Adriatico, e a chi vuole navigare con una piccola ma veloce imbarcazione, costruita nel rispetto della natura, con speciali vernici e resine” spiega Gialuz: abbiamo creato un grande lavoro di squadra per realizzare uno scafo poco costoso, eco compatibile e smart. Quando la guardi, vedi la tradizione e la modernità”.

Video – Mini-Tsunami colpisce le località spagnole di Maiorca e Minorca

Lunedì 16 luglio 2018 uno tsunami di circa un metro e mezzo ha colpito le spiagge turistiche in alcune parti di Maiorca e Minorca.

Il fenomeno meteorologico ha colpito anche le località di villeggiatura di Maiorca, con bar e terrazze allagate lungo la costa ad Andratx.

Andrew Sibley, del Met Office, ha dichiarato: “In determinate condizioni i temporali possono innescare un fenomeno noto come meteotsunami, in particolare nelle aree in cui la profondità del mare è tale da amplificare l’altezza delle onde attraverso la “risonanza”.

Le correnti ascensionali e di discesa all’interno di un temporale possono creare piccoli e brevi cambiamenti di pressione, che portano inizialmente a piccole onde marine.

Queste onde possono quindi essere amplificate in modo drammatico dalla risonanza tra la velocità del sistema temporale e la velocità dell’onda se sono in fase.

La velocità dell’onda marina è legata alla profondità del mare. Tali onde possono anche essere incanalate da baie costiere, estuari e insenature.

I proprietari di barche nel resort sulla costa sud-occidentale di Maiorca sono stati filmati mentre cercano disperatamente di proteggere le loro barche. La forte corrente ha spezzato le cime di una storica barca a vela utilizzata dal Consiglio dell’isola di Maiorca, che è stata recuperata dai marinai e riportata in porto mentre andava alla deriva.

Non ci sono notizie di feriti e il meteotsunami si è verificato quando le spiagge erano in gran parte vuote prima che i turisti iniziassero ad arrivare.

Chiara Benini Floriani vince il Mondiale giovanile Laser 4.7

Alla sua prima uscita internazionale Chiara Benini Floriani (FV Riva) è Campionessa del Mondo 2018 per la classe Laser 4.7 giovanile. Medaglia di bronzo per l’altra azzurra Giorgia Cingolani (CV Torbole).

Chiara Benini Floriani

I due prestigiosi piazzamenti sono frutto di una settimana fatta di grandi prestazioni per le due ragazze che hanno dominato fin dalle prime regate nelle acque di Gdynia. Secondo gradino del podio femminile e medaglia d’argento per la singaporiana Simone Chen.

Le dichiarazioni di Chiara Benini Floriani:

“Innanzitutto ero curiosa di vedere il mio livello visto che questa è la mia prima partecipazione a un campionato internazionale e non avevo idea di come mi sarei potuta posizionare. Una volta fatta la prima prova ho visto che ero veloce e che riuscivo a stare nelle prime posizioni. La settimana non è stata semplice perché abbiamo quasi sempre dovuto regatare con vento da nord molto rafficato – 10/12 nodi di media con raffiche sui 18 – e di difficile interpretazione con molti salti a sinistra che si dovevano riuscire a prevedere. Però giorno dopo giorno ho sempre ottenuto dei bei piazzamenti che mi hanno portata – con la penultima prova – a vincere il titolo.”

Il commento di Giorgia Cingolani:

Campionato Europeo Contender 2018

La Classe Contender si presenta in forze ad Arco per il suo Campionato Europeo. 146 Contenderisti provenienti da 11 nazioni si daranno battaglia nelle acque dell’alto Garda Trentino per aggiudicarsi il titolo di campione Europeo di Classe.

Contender

Il Campionato verrà organizzato dal Circolo Vela Arco e si terrà da sabato 28 luglio a venerdì 3 Agosto. Sabato e domenica saranno dedicati all’accoglienza dei regatanti, ai controlli di stazza e agli ultimi test in acqua. Lunedì 30 luglio inizieranno le regate, dato l’elevato numero di timonieri presenti sulla linea di partenza, la flotta potrà essere divisa in batterie e in questo caso si correranno prima delle regate di qualificazioni e poi le finali nelle flotte gold e silver.

La flotta tedesca, attratta dall’alto Garda, sarà la più numerosa con 43 concorrenti al via; preiscritti all’evento 30 Italiani, altrettanti Inglesi oltre che regatanti da Svizzera, Austria, Francia, Belgio, Olanda, Danimarca, Australia e Canada.

Per rimanere aggiornato sul Campionato Europeo Contender:
Pagina facebook Contender Italia
www.contender.it
www.circolovelaarco.it

Dehler Yachts presenta il Dehler 30 OD

Nella tradizione di Sprinta Sport e DB1, Dehler Yachts presenta il Dehler 30 OD, una nuova barca per regate d’altura One Design.

Dehler 30 OD 01

Dehler 30 OD 01
Immagine 1 di 15

Un design ottimizzato dello scafo e un piano velico sviluppato da Judel/Vrolijk e Dehler Yachts per la massima velocità e una navigazione sicura a velocità del vento da 4 a 40 nodi. Una maggiore stabilità è generata da un sistema di zavorra ad acqua.​

La disposizione della coperta è ottimizzata per un’efficiente navigazione per un equipaggio di due persone. Permette un’interazione avanzata tra skipper ed equipaggio ed è il risultato di vari studi ergonomici. Un’ampio e completo set di vele per condizioni diverse rende l’imbarcazione veloce e divertente. Il team di Dehler Yachts ha consultato vari professionisti per trasferire sulla barca gli ultimi sviluppi nelle competizioni offshore.

​L’emissione zero viene raggiunta da un motore elettrico retraibile, completando l’idea di uno sport ecologico e stabilendo un nuovo punto di riferimento nelle competizioni. Questo sistema riduce considerevolmente la resistenza dello scafo, contribuendo a massimizzare la velocità del Dehler 30.

Hanse presenta il nuovo Hanse 458 e il nuovo Hanse 508

Hanse_458_2018_07_10_Exterior_0010

Hanse_458_2018_07_10_Exterior_0010
Immagine 1 di 12

[Comunicato stampa] Definire le tendenze significa avere il coraggio di sperimentare con le novità che nel lungo termine avranno successo. La serie 8 di Hanse ha questo coraggio. Il coraggio di ideare e lanciare un design d’interni moderno e puristico, che definisce tendenze nuove nel mondo della vela. Il picco di questa onda di tendenze Hanse è stato adesso raggiunto con la presentazione del nuovo Hanse 458 e del nuovo Hanse 508.

Entrambi gli yacht riassumono le caratteristiche ideali di un moderno yacht a vela: navigabilità ed eleganza, sportività e comfort, funzionalità e design. Entrambi festeggiano la loro prima mondiale allo Yachting Festival de Cannes dall’11 al 16 settembre.

Altre novità Hanse: Da oggi tutti gli yacht Hanse sono dotati di un caricatore a induzione wireless per ricaricare lo smartphone. La tecnologia Scanstrut, in esclusiva a HanseYacht AG per un anno, permette di ricaricare in modo elegante smartphone di vari produttori.

Nuovo Hanse 458: un design che definisce le tendenze e prestazioni esaltanti

La nuova Serie 8 incarna qualità, prestazioni e comfort come nessun altra serie di yacht a vela. Il nuovo Hanse 458 non fa eccezione e già dagli esterni mantiene le promesse. I plotter pod ergonomici, la doppia marra per un code zero e le sei finestre nelle cabine di poppa sono solo alcuni dei dettagli che rendono questo yacht così speciale. Sottocoperta il legno elegante e i soffici tessuti contribuiscono alla grazia di questo Hanse. Un dettaglio essenziale: Questo yacht da 14 m (45 piedi) non ha un supporto indipendente dell’albero. La paratia principale è una struttura composita con un rinforzo di carbonio per fornire una connessione albero-chiglia stabile e diretta. Ciò permette di avere interni ancora più spaziosi con un design che ricorda quello di un loft. Il nuovo Hanse può essere realizzato nella versione di base con una cabina armatoriale a prua oppure con quattro cabine doppie per ospitare più persone a bordo.

Il nuovo Hanse 458 in sintesi

LOA 14,04 m (46′ 1″)
Lunghezza dello scafo 13,55 m (44′ 5″)
Larghezza massima 4,38 m (14′ 4″)
Superficie velica totale circa 103,00 m² (1.109 piedi q)
Pescaggio chiglia a L, medio 2,23 m (7′ 4″)
Dislocamento chiglia a L, medio 11,70 t 25.794 lb
Motore standard circa 57,00 ps
Certificato CE A – 10
Design judel / vrolijk & co
Interni HanseYachts Design

Nuovo Hanse 508: rifinito in ogni dettaglio, costruito per una navigazione rilassante

Ampia cabina di comando, parapetto elevato, secondo strallo per aggiungere un genoa al fiocco autovirante: Hanse 508 convince immediatamente nel suo ruolo di yacht per una navigazione rilassante e su lunghe distanze. La struttura del sottotelaio appena sviluppata del nuovo Hanse 508 è stata appositamente progettata per l’innovativa connessione albero-chiglia. Come nello yacht Hanse 458, l’albero indipendente è stato sostituito dalla nuova paratia principale in composito di carbonio.

Negli interni il nuovo Hanse 508 sorprende con delle caratteristiche speciali ed eleganti interni. È l’unico yacht Hanse nuovo che ha una cambusa longitudinale nel salone e può essere dotato di un massimo di cinque cabine. Nella versione D3, lo yacht Hanse 508 ha anche una stanza di servizio con lavatrice oltre ai quattro bagni.

Il nuovo Hanse 508 in sintesi

LOA 15,55 m (51′)
Lunghezza dello scafo 14,93 m (49′)
Larghezza massima 4,75 m (15′ 7″)
Superficie velica totale circa 118,00 m² (1.270 piedi q)
Pescaggio chiglia a L, medio 2,40 m (7′ 10″)
Dislocamento chiglia a L, medio 14,70 t 32.408 lb
Motore standard circa 80 ps
Certificato CE A – 12
Design judel / vrolijk & co
Interni HanseYachts Design

Info su www.hanseyachts.com

Campionato Italiano J/70 2018

Malcesine, 15 luglio 2018 – Il Lago di Garda dà il meglio di sé nell’ultima giornata del Campionato Italiano J/70 di Malcesine, permettendo ai settantaquattro equipaggi provenienti da quattordici paesi del mondo, riunitisi in Italia per la terza frazione della J/70 Cup, di sperimentare la forza del Peler mattutino, costante fino a quasi mezzogiorno con raffiche oltre i venti nodi.

J-70 Italiano 2018 01

J-70 Italiano 2018 01
Immagine 1 di 7

Dopo una serie di nove regate, a conquistare il primo titolo di Campione Italiano J/70 è stato l’equipaggio di Petite Terrible-Adria Ferries (11-5-3 i parziali odierni) della due volte campionessa europea Claudia Rossi: “Di rientro dal campionato europeo, siamo felici di essere saliti sul podio qui a Malcesine e di esserci classificati al primo posto tra gli equipaggi composti da velisti Italiani. Onore ai vincitori della tappa su Calvi Network, che hanno portato a termine una serie di regate dai risultati ineccepibili. A Trieste ci aspetta un finale di stagione molto combattuto” ha commentato l’armatrice anconetana al rientro in banchina.

Come da normativa FIV, infatti, il titolo di Campione Nazionale è stato assegnato al primo equipaggio interamente composto da velisti Italiani, mentre la vittoria dell’evento, terza frazione del circuito nazionale open J/70 Cup, è andata a Calvi Network (5-17-2) di Gianfranco Noè: “Il gioco di squadra ha fatto la differenza per il successo in questa tappa valida anche come Campionato Italiano J/70: l’equipaggio è stato più unito che mai e ciò ci ha permesso di recuperare punti importanti nel ranking stagionale in vista della fine del circuito” ha dichiarato a margine della cerimonia di premiazione.

Riva di Traiano – Coppa Italia d’Altura 2018

Riva di Traiano, 15 luglio 2018 – Con la cerimonia in piazzetta si è conclusa la 34ma Coppa Italia d’Altura e prima Coppa Italia per Club – Trofeo Enway organizzata dall’Uvai e dal Circolo Nautico Riva di Traiano.

DUENDE_CS_OKA31V3873

DUENDE_CS_OKA31V3873
Immagine 1 di 3

Duende – Aeronautica Militare, Vismara 46 di Raffaele Giannetti, C. N. Riva di Traiano, vince la Coppa Italia 2018. Al Reale Circolo Canottieri Tevere Remo la prima Coppa Italia per Club – Trofeo Enway grazie ai risultati di Ulika, Swan 45 di Stefano Masi (Gruppo A) e Vulcano 2, First 34.7 di Giuseppe Morani (Gruppo B).

Alla fine nonostante il difficile avvio della prima giornata la Coppa Italia è stata portata a termine regolarmente con 4 prove totali e quindi con la possibilità di poter effettuare lo scarto. Oggi infatti alle 11.00 è partita la prima prova con un vento di 8 nodi da ponente che si è mantenuto anche per le due prove successive.

Il copione è stato sempre lo stesso con Duende – Aeronautica Militare (Niccolò Bertola al timone e Iacopo Izzo alla tattica) a farla da padrone, mantenendo quasi sempre la prima posizione sia in acqua che nelle classifiche combinate compensate. Praticamente la lotta si è giocata tutta dietro la loro poppa.