Category name:Compensi

Sexy e Sexytoo del CNV alla Giraglia 2019

La 67^ edizione della classica d’altura organizzata dallo Yacht Club Italiano con la collaborazione nelle acque francesi della Societé
Nautique de Saint Tropez, si è tenuta dal 9 all’ 11 Giugno con le regate inshore a St. Tropez e partenza per la offshore St. Tropez-Giraglia-Monaco di mercoledì 12.

sexytoo

sexytoo
Immagine 1 di 7

Una partenza, quella della offshore, emozionante che ha visto una flotta con più 240 barche prendere il largo dal golfo di Saint-Tropez di poppa, con un Maestrale bello teso e con gli spinnaker e gennaker a riva. La navigazione verso lo scoglio della Giraglia è stata rapida, la maggioranza delle imbarcazioni hanno passato la boa naturale entro 24 ore dallo start. Il vento di Maestrale ha soffiato con raffiche di 35 nodi e onda formata, regalando così fantastiche ed emozionanti planate per le prime 100 miglia del percorso.

Quest’anno sulla linea di partenza della Offshore due le barche del Club Nautico della Vela di Napoli: Sexy e Sexytoo.

Sexy, X332 dei Cantieri X-Yacht, dell’armatrice Angela Groger, si è aggiudicata il terzo posto in classifica combinata di tutte le regate
della manifestazione (offshore e inshore) ORC e settimo posto in classifica ORC – B alla regata Offshore nonché il 3 posto in Classifica
ORC-B alle regate Inshore.

il “Sexy Spaghettino Sailing Team”, un giovanissimo equipaggio composto (tra offshore e Inshore) da: Mattia Esposito, Giulio Piccialli, Antonio Rutoli, Matteo Bruno, Alberto Costa, Antonio Zitiello, Antonio Mercorio, e Giorgia Intrieri.

Sexy ha tagliato la linea di arrivo, nelle acque antistanti di Monaco, alle ore 02:10’:01” di domenica 12 maggio, impiegando 38 ore, 10 minuti e 1 secondo per completare il percorso.

Sexytoo, Mylius 14.55 dei cantieri Mylius Yachts, di Carlo Varelli, conquista con il suo storico equipaggio del Sexy Sailing Team, il 6°
posto in classifica ORC A e 7° over all della regata offshore tagliando la linea di arrivo alle ore alle ore 14:40’:36” di sabato 11,
concludendo il percorso in 26 ore, 40 minuti e 36 secondi.

A bordo al fianco dell’armatore Varelli: Mario Viola, Luca Scotto di Vettimo, Luigi Rago, Leonardo Disa, Remigio Fattori, Lorenzo Battiloro,
Flavio Gurgo, Maurizio Boccia, Ugo Giordano, Manuel Polo e Filippo D’Arrigo.

Sexytoo, oltre a portare i colori del club, è stata scelta come imbarcazione rappresentante delle “Universiade Napoli 2019”; iniziativa
scaturita dalla collaborazione tra l’Universiade e la Federazione Italiana Vela – V zona a testimonianza del clima di grande
collaborazione tra l’Universiade e le federazioni nazionali.

Nel canale youtube del Club Nautico della Vela di Napoli alcuni video ripresi durante la regata

Rolex Giraglia 2019 – Classifiche e Foto

Il vento, che ha sempre soffiato impetuoso fin dalla partenza a Saint Tropez, si è ritirato a poche miglia dall’arrivo, rallentando così la galoppata di Rambler verso il Principato di Monaco.

12 giraglia rolex 2019 lunga

12 giraglia rolex 2019 lunga
Immagine 1 di 16

Il Maxi di George David ha chiuso primo in reale ma senza record con un tempo di 16Hrs00M35Sec, tagliando la linea d’arrivo a Monaco alle 4.35 del mattino.

Dopo circa 40 minuti, alle 5:10 il passaggio per il Wallycento Magic Carpet Cubed. Alle 5.34, il Maxi 72 Caol Ila R chiudeva il terzetto dei primi in tempo reale.

“Mi avevano detto che la Rolex Giraglia sarebbe stata una regata lenta…– ha raccontato in banchina George David – Non mi è parso proprio e la mia barca, concepita per le lunghe regate oceaniche, si è trovata nelle sue condizioni ideali. Sono alla mia prima Rolex Giraglia, e l’aver mancato il record, è solo un motivo in più per tornare”.

(altro…)

Rolex Giraglia 2019 – La partenza della regata offshore

Alle 12:00, il comitato di regata dello Yacht Club Italiano ha dato lo start alla grande flotta di 243 imbarcazioni per la regata lunga della Rolex Giraglia. Le barche sono partite alla volta dell’isolotto della Giraglia spinte da un bel vento fresco di circa 15/20 nodi

01 giraglia rolex 2019 lunga

01 giraglia rolex 2019 lunga
Immagine 1 di 16

START OF THE 67TH ROLEX GIRAGLIA OFFSHORE RACE

Mercoledì 12 giugno 2019 – Dopo il suggestivo crew party di Rolex con 2.900 partecipanti sulla spiaggia della Ponche, questa mattina alle 12:00 puntuali sono iniziate le procedure di partenza per la prova lunga della 67ma edizione della Rolex Giraglia. Partenze regolari per l’imponente flotta che è stata separata in 4 gruppi di partenza, con i più piccoli (Gruppi B IRC/ORC) ad aprire la strada, seguiti a cadenza di 10 minuti dal Gruppo A, il Gruppo 0 e quindi i partecipanti alla Giraglia X 2.

Consueta emozione nel vedere una flotta così eterogenea lasciare le banchine di Saint Tropez e uscire dal porto in vista della ‘Lunga’: 241 miglia dal meteo ancora incerto a vantaggio della suspense che regnava in banchina questa mattina. La parola record è stata sussurrata da molti, e altrettante previsioni sono state fatte circa la probabilità di abbassare il record di 14h56m16s del Maxi Esimit Europa 2 di Igor Simcic nel 2012. In ogni caso, le aspettative a bordo delle barche più veloci, sono quelle di una regata di meno di 24 ore con una buona pressione di vento e un calo sulla via del ritorno (per i più grandi). Il quadro meteo rimane tuttavia incerto, tutto può accadere soprattutto in vista del rinforzo di vento atteso per la giornata di venerdì 14. Tra gli accreditati a fermare l’orologio sotto le 15 ore, i grandi Maxi come Rambler 88 e Magic Carpet Cubed – che anche in questa occasione può contare sulle scelte tattiche del fuoriclasse Jochen Schuemann, coadiuvato dal guru della meteorologia Marcel Van Triest).

Anche tra i ‘piccoli’ saranno interessanti da seguire le performance di Vincenzo Onorato e Patrizio Bertelli, entrambi a bordo di due barche ‘vintage’ come lo Swan 38 Classe 1974 Mascalzone Latino per l’armatore napoletano, e lo splendido Vanessa, progettato da Giulio Cesare Carcano nel 1975, dove è a bordo Mr. Prada, Patrizio Bertelli, che può contare su un equipaggio di grande sostanza tra veterani (il brasiliano Torben Grael, per esempio) e giovani provenienti direttamente dalla base di Luna Rossa a Cagliari.
Dopo il colpo di cannone, le barche più grandi si sono subito allungate lungo il bordo verso la boa di disimpegno della Formigue per poi mettere prua in direzione sud est per la lunga discesa verso la Corsica.

L’arrivederci ai regatanti, per questa edizione, è nelle acque del Principato di Monaco dove è tutto pronto per accogliere la flotta.

Questi i record della prova d’altura della Rolex Giraglia negli ultimi decenni:
2012 – Esimit Europa 2 di Igor Simcic con un tempo di 14 ore, 56 minuti e 16 secondi
2008 – Alfa Romeo di Neville Crichton, con un tempo di 18 ore, 3 minuti e 15 secondi
2003 – Alfa Romeo di Neville Crichton, con un tempo di 22 ore, 13 minuti e 48 secondi
1998 – Riviera di Rimini di Giorgio Benvenuti, con un tempo di 24 ore, 21 minuti e 47 secondi
1984 – Benbow di Enrico Recchi, con un tempo di 27 ore, 24 minuti e 30 secondi
1966 – Stella Polare della Marina Militare con un tempo di 29 ore, 0 minuti e 0 secondi.

La Rolex Giraglia 2019 è live sul sito www.rolexgiraglia.com dove è possibile seguire il tracking online dell’intera flotta.

Rolex Giraglia 2019 – Sanremo-Saint Tropez

Arrivata la flotta dalla regata Sanremo-Saint Tropez, vittoria per l’equipaggio di X-Wave in ORC e di Solsting in IRC. Nel golfo di Saint Tropez una magnifica giornata di vento ha accolto i regatanti che ne hanno approfittato per allenarsi in vista della partenza delle regate inshore

Rolex Giraglia 2019 - Sanremo-Saint Tropez

La giornata di sabato 8 è stata interpretata in vari modi dai regatanti che hanno iniziato ad affollare il golfo di Saint Tropez. Con i 104 scafi iscritti alla Sanremo-Saint Tropez, partiti alla mezzanotte di venerdì, che hanno iniziato ad arrivare nella mattinata. 11:04:51 il tempo reale di Ange Transparent, lo Swan 45 che primo ha tagliato la linea d’arrivo a Saint Tropez – con una doppietta dei ‘piccoli’ nelle due divisioni ORC e IRC. Risultati finali che hanno visto la vittoria in tempo compensato di X-Wave, l’X 332 di Marco Roccatagliata nella divisione ORC, e del Grand Soleil 34.1 Solsting di Stanislav Pechenkin.

Pomeriggio di riposo per questi equipaggi, impegnati tutta la notte nella regata costiere – mentre giornata di allenamenti intensi nel golfo per il resto della flotta che ha approfittato di una bella brezza moderata per la messa a punto finale di barca ed equipaggio.

Il primo a tagliare il traguardo della Leg 1 della Rolex Giraglia è stato lo Swan 45 Ange Transparent, arrivato a Saint Tropez alle 11:03 di questa mattina dopo poco più di 11 ore di regata. “Siamo riusciti a mantenere sempre una buona velocità – commenta a caldo Vittorio Zaoli, timoniere a bordo dello Swan 45 – ci siamo tenuti a circa 6 miglia dalla costa, per evitare buchi di vento, e abbiamo camminato sempre bene. Un rinforzo di vento poco prima del Golfo di Saint Tropez ci ha consentito una bella volata finale”. Un ulteriore rinforzo del vento, giunto in tarda mattinata, ha però favorito i piccoli rimasti più indietro, che hanno così avuto modo di ‘raggiungere’ in tempo compensato gli scafi più veloci.

La prima giornata di prove inshore

(altro…)

Campionato Mondiale ORC 2019 – Classifiche Finali

L’ultima prova del Campionato del Mondo 2019 ORC D-Marin si è disputata con un vento leggero. Una caratterizzata fino all’ultimo dall’incertezza. Per poter scartare il peggior risultato inshore le Divisioni A e C avevano bisogno di due ulteriori prove mentre la Divisione B di una sola.

Mondiale ORC 2019 coastal 05

Mondiale ORC 2019 coastal 05
Immagine 1 di 10

9 giugno 2019 – La mattinata è iniziata con temperature elevate e molta umidità. Solamente dopo le 10 una brezza proveniente da sud sui 7-9 ha permesso di far partire la prima prova della giornata per la Divisione A e C.

Il leader XIO, TP 52 di Marco Serafini, si aggiudica con un percorso quasi perfetto questo Campionato del Mondo ORC senza sorprese. Gli sguardi tuttavia erano puntati su chi si sarebbe piazzato al secondo ed al terzo posto nella sua divisione. Alla fine lo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia con un secondo posto nella prova di oggi si assicura un argento davanti a Air is Blue, il TP 52 di Roberto Monti, che grazie ad un primo posto guadagnato nella prima prova disputata si piazza terzo a pari punti con Ex Officio. Questa è la seconda volta per Monti ed il suo equipaggio che ripetono il loro risultato ottenuto al Campionati del Mondo ORC 2012 in Helsinki.

(altro…)

Campionato Mondiale ORC 2019 – II Regata Offshore

Quinta giornata di regate a Sebenico, Croazia, per il 2019 ORC World Championship in programma fino a sabato 8 giugno. Bene i team italiani che occupano le prime tre posizioni nelle classi A e B.

Mondiale ORC 2019 coastal 01

Mondiale ORC 2019 coastal 01
Immagine 1 di 10

Venerdì 7 giugno 2019 – Si è svolta la seconda prova offshore di circa 50 miglia, per la flotta della Classe A è stata la quinta regata e in testa alla classifica con 6 punti c’è il TP 52 XIO di Hurakan Ltd con Marco Serafini al timone (2, 1, 1, 1, 1) seguito dallo Scuderia 50 Altair 3 di Sandro Paniccia con 17 punti (4, 4, 4, 2, 3) e dal TP 52 Air is blue di Roberto Monti con 20 punti (1, 2, 12, 3, 2). Quinto assoluto e primo della divisione Corinthian è l’XP44 italiano WB Seven di Gianclaudio Bassetti con 33 punti (8, 7, 5, 6, 7).

Per la Classe B è stata invece la sesta prova che ha confermato la leadership italiana con tre Swan 42 ai primi tre posti: Selene di Massimo de Campo con 12 punti (1, 2, 2, 3, 3, 1) è davanti a Digital Bravo di Alberto Franchi con 15 punti (2, 3, 3, 2, 2, 3) e a Mela di Andrea Rossi con 17 punti (11, 1, 1, 1, 1, 2). Primo della divisione Corinthian è il Grand Soleil 39 Morgan IV Di Nicola de Gemmis con 78 punti (22, 20, 9, 5, 5, 17).

(altro…)

Campionato Mondiale ORC 2019 – Giovedì 06 giugno

D-Marin Mandalina, il Circolo velico Val e Offshore Racing Congress (ORC) ospitano i 113 equipaggi provenienti da 17 nazioni per il Campionato Mondiale ORC 2019 D-Marin. L’evento si svolge nella meravigliosa e ricca di storia cittá di Sibenik in Croazia, con i campi di regata posizionati ad ovest tra le vicine isole della costa Dalmata.

Mondiale ORC 2019 race 4 01

Mondiale ORC 2019 race 4 01
Immagine 1 di 14

Giovedì 6 giugno 2019 – Venti dai 18-27 nodi su entrambi i campi di regata hanno dato filo da torcere agli equipaggi ed al comitato di regata. Una brezza proveniente da sud ha cominciato a crescere nella mattinata nel porto di Sibenik. Tuttavia alle 9:30 si registavano solo 8 nodi facendo dubitare che il vento sarebbe aumentato nella tarda mattinata come annunciato dalle previsioni meteo. Ma quando le imbarcazioni si sono trovate in mare aperto sulla costa Adriatica la situazione è cambiata rapidamente: un vento intorno ai venti nodi, un mare mosso ed onde di oltre un metro di altezza stavano aspettando gli equipaggi.

Sul campo di regata Alfa il comitato ha dovuto battagliare tutto il giorno con una boa di bolina che continuava ad arare in un mare mosso con profondità di oltre 50 metri creando grossi ritardi alla partenza della Divisione A e C.

(altro…)

Loro Piana Superyacht Regatta 2019, secondo giorno di regate

Porto Cervo, 5 giugno 2019. Il secondo giorno di regate alla Loro Piana Superyacht Regatta, evento organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda, è stato caratterizzato da condizioni di vento ideali per questa tipologia di imbarcazioni, tra i 18 e i 23 nodi da Sudest, che hanno permesso alla flotta di esprimersi al meglio su un percorso di regata a dir poco spettacolare.

Loro Piana Superyacht Regatta 2019 01

Loro Piana Superyacht Regatta 2019 01
Immagine 1 di 18

Per la prima volta nelle regate dei superyacht, le barche della divisione Performance hanno sperimentato, con successo e tanta adrenalina, la partenza su un’unica linea con boa di disimpegno al vento, al posto dell’abituale sequenza individuale, mantenuta invece per la divisione Cruising. Jim Pugh, dello studio Reichel-Pugh Yacht Design a bordo di Magic Carpet 3: “La partenza di flotta oggi è stata veramente bella, con dieci superyacht sulla stessa linea. Siamo molto felici di essere presenti a questo evento a Porto Cervo, è fantastico. Quando hai un vento che dai 18 nodi si intensifica fino ai 25 e affronti un percorso di circa 30 miglia nautiche ci sono tutti gli elementi per ottime condizioni in cui regatare”.

Perfetta infatti la scelta del percorso da parte del Comitato di Regata, che ha mandato la flotta Performance a circumnavigare le isole di Caprera e La Maddalena in senso antiorario, con l’obbligo di lasciare a sinistra una boa esterna all’isola di Barettinelli di Fuori per far poi ritorno a Porto Cervo attraverso il canale di La Maddalena e il passo delle Bisce per un totale di 30,5 miglia.

(altro…)

La 151 Miglia-Trofeo Cetilar 2019 – Classifiche e Foto

Conclusa al Marina di Punta Ala un’edizione da record della 151 Miglia-Trofeo Cetilar: al Maxi Rambler 88 di George David e al Comet 38 Scricca di Leonardo Servi e Franco Manzoli, la vittoria dei due trofei challenge in palio.

151Miglia2019__Rambler88

151Miglia2019__Rambler88
Immagine 1 di 11

Punta Ala, 1 giugno 2019 – Decima edizione in archivio per la 151 Miglia-Trofeo Cetilar, la regata d’altura partita nel pomeriggio di giovedì e terminata oggi, con l’arrivo delle ultime barche al Marina di Punta Ala.

Una regata da record, per il numero dei partecipanti – 220 scafi alla partenza tra Livorno e Marina di Pisa, di cui 212 regolarmente arrivati – per il tempo con cui il Maxi Rambler 88 ha percorso le 151 miglia della rotta (13 ore, 50 minuti e 43 secondi, 1 ora 40 in meno rispetto al vecchio primato di Pendragon) e per il gradimento riscontrato in banchina dopo l’arrivo.

Le classifiche

Rambler 88, splendido Maxi armato da George David condotto dallo skipper neozelandese Brad Butterworth, vincitore di diverse edizioni dell’America’s Cup, si è quindi aggiudicato il primo dei due Trofei Challenge 151 Miglia in palio, assegnato al primo scafo sul traguardo (al secondo posto Vera e al terzo SuperNikka di Roberto Lacorte), oltre al Trofeo Porto di Pisa.

Il secondo Trofeo Challenge è stato vinto dal Comet 38 Scricca di Leonardo Servi, primo in ORC overall davanti ad altre 155 barche e autore di una regata semplicemente fantastica, perché portata avanti in sole due persone: a bordo, insieme all’armatore Servi, il navigatore Franco Manzoli, una lunga esperienza oceanica e tante regate conquistate in Mediterraneo. “Ancora stentiamo a credere di aver vinto la classifica ORC overall e il trofeo challenge, anche perché noi puntavamo ovviamente alla vittoria nella categoria Double Handed. Aver lasciato dietro decine e decine di barche super quotate che regatavano con l’equipaggio al completo è qualcosa che va al di là di ogni più rosea aspettativa, è un’emozione davvero difficile da spiegare. Siamo felicissimi, soprattutto perché la 151 Miglia è la Regata, con la maiuscola”.

(altro…)

La Cinquecento Trofeo Pellegrini 2019 – Le classifiche finali

Con l’arrivo venerdì 31 maggio alle 16.08 di Jod C di Sergio Corazza, che si aggiudica il Trofeo Soligo Never Give Up, va in archivio ufficialmente la 45^ edizione de La Cinquecento Trofeo Pellegrini, organizzata dal Circolo Nautico Santa Margherita con il sostegno della Città di Caorle, del Main Sponsor Pellegrini Gruppo e del Technical Partner Montura.

La regata internazionale offshore, valida per il titolo di Campione Italiano Offshore FIV sulla rotta Caorle-Sansego (CRO)-Isole Tremiti-Sansego-Caorle, si è disputata dal 26 maggio al 1 giugno 2019.

Il programma della manifestazione, che si è aperta nel cuore della città di Caorle venerdì 24 maggio con una gara gastronomica velisti-pescatori nel Porto Peschereccio di Caorle dov’erano ospitate alcune imbarcazioni partecipanti, è riuscita nell’intento di avvicinare la vela d’altura al pubblico, in un’atmosfera di festa e di spirito marinaresco.

La 45^ La Cinquecento Trofeo Pellegrini è stata un’edizione tra le più dure degli ultimi anni, tanto da riportare in auge lo slogan “Due uomini, una barca, un’impresa”.

Partiti da Caorle domenica 26 maggio con venti leggeri e un tiepido sole, fin dallaprima giornata di regata, in direzione del waypoint di Sansego, la flotta ha incontrato forti temporali con vento di scirocco fino a 35 nodi e onde altre tre metri, che li ha costretti ad una impegnativa bolina.

Anche il ritorno, con qualche buco di vento nell’area delle isole Tremiti dove si sono rimescolate le carte e gli avvicendamenti nelle posizioni di testa, èstato caratterizzato da un diffuso mal tempo e da forti venti.

In questa memorabile edizione, che ha visto metà della flotta al traguardo, più che mai ha vinto chi l’ha finita -a prescindere dal risultato- e chi ha vissuto la regata fino all’ultimo bordo, l’ultimo cambio di vele, l’ultimo turno con il sole e il vento, la pioggia e le onde, porterà con sé un ricordo quasi epico, di un’edizione sotto molti aspetti unica.

Le classifiche finali hanno premiato i risultati in mare e al calcolo dei tempi compensati i vincitori assoluti de La Cinquecento Trofeo Pellegrini 2019 500X2 ORC sono Fabijan Roić-Boris Žižić che hanno tagliato il traguardo mercoledì 29 maggio alle 22.03.25. I giovani croati con il loro Class 40 Crazy si aggiudicano anche il Trofeo Pellegrini Line Honour, il Trofeo Challenge Leonardo Broncadestinato al miglior risultato della coppia più giovane e il Trofeo Challenge delle Vittorie, destinato al miglior risultato in tempo reale alla 500×2 categoria monoscafi.

(altro…)