Tag name:barche da regata

Un nuovo Sun Fast e una Sun Fast World Cup

Il cantiere francese Jeanneau annuncia un nuovo modello della gamma Sun Fast e la creazione di una Sun Fast World Cup.

Un nuovo Sun Fast e un Sun Fast World Cup

Questo prossimo Sun Fast manterrà il DNA di una barca veloce, facile da condurre in solitario o in equipaggio. Sarà lanciato nella primavera del 2019.

I Sun Fast sono barche famose nel circuito IRC sia per la navigazione costiera che transatlantica. Sun Fast 3200 e Sun Fast 3600 vantano vittorie in corse mitiche come la Sydney Hobart, Spi Ouest France, Transquadra, la Giraglia, la Commodores’ Cup e la Caribbean 600. Ad oggi sono quasi 400 i Sun Fast 3200 e 3600 che navigano in tutto il mondo.

Per qnire questa comunità di regatanti/armatori Jeanneau ha anche annunciato la creazione di una Sun Fast World Cup, la prima edizione si terrà a La Trinité sur Mer 6 e 7 aprile 2019. Questa regata riunirà equipaggi internazionali: squadre australiane, slovene, italiane e americane hanno già confermato la loro partecipazione.

Dehler Yachts presenta il Dehler 30 OD

Nella tradizione di Sprinta Sport e DB1, Dehler Yachts presenta il Dehler 30 OD, una nuova barca per regate d’altura One Design.

Dehler 30 OD 01

Dehler 30 OD 01
Immagine 1 di 15

Un design ottimizzato dello scafo e un piano velico sviluppato da Judel/Vrolijk e Dehler Yachts per la massima velocità e una navigazione sicura a velocità del vento da 4 a 40 nodi. Una maggiore stabilità è generata da un sistema di zavorra ad acqua.​

La disposizione della coperta è ottimizzata per un’efficiente navigazione per un equipaggio di due persone. Permette un’interazione avanzata tra skipper ed equipaggio ed è il risultato di vari studi ergonomici. Un’ampio e completo set di vele per condizioni diverse rende l’imbarcazione veloce e divertente. Il team di Dehler Yachts ha consultato vari professionisti per trasferire sulla barca gli ultimi sviluppi nelle competizioni offshore.

​L’emissione zero viene raggiunta da un motore elettrico retraibile, completando l’idea di uno sport ecologico e stabilendo un nuovo punto di riferimento nelle competizioni. Questo sistema riduce considerevolmente la resistenza dello scafo, contribuendo a massimizzare la velocità del Dehler 30.

(altro…)

Nautor’s Swan – ClubSwan 36

Il ClubSwan 36 è un monotipo da regata prodotto da Nautor’s Swan e progettato da Juan Kouyoumndjian. È stato presentato dallo stesso progettista e da Leonardo Ferragamo in occasione della Giraglia a Saint Tropez.

Nautor s Swan Club Swan 36 01

Nautor s Swan Club Swan 36 01
Immagine 1 di 10

La barca è dotata di un sistema di foil a circuito chiuso, che non hanno funzione di farla volare ma di produrre un effetto di “alleggerimento”, una situazione che Kouyoumndjian ha definito “Skimming“. L’armo è pensato per essere estremamente versatile e per essere diversamente settato in funzione delle condizioni richieste. Gli interni sono minimali.

Le caratteristiche:

LOA = 11,00 m / 36 ft
LWL = 10,50 m / 34,5 ft
Beam Max = 3,60 m / 11,8 ft
Draft = 2,75 m / 9 ft
Displacement Measurement = 2500 kg / 5500 lb
Displacement Sailing = 2950 kg / 6500 lb
Ballast = 1400 kg / 3086 lb
Twin Rudders
Carbon curved rotating dagger board Engine
Juan Kouyoumndjian

5 CREW:
– HELMSMAN
– TACTIC/TRIMMER
– MAINSAIL
– JIB TRIM
– PIT FOR (C)

Info su www.clubswan36.com

Il Beneteau Figaro 3 costerà 175.000 € IVA esclusa

Beneteau Figaro III navigazione 01

Beneteau Figaro III navigazione 01
Immagine 1 di 48

Le fasi principali del progetto Figaro 3 si sono susseguite a partire dalla primavera 2016. In primo luogo, Beneteau ha scelto gli architetti navali VPLP per progettare il nuovo design con i foil. Quindi, il sito di produzione di Cheviré è stato restaurato per ospitare questo ambizioso progetto. Poi, non più di un anno fa, le prime immagini in 3D sono state rivelate al salone Nautico di Parigi. Infine, come previsto, il prototipo è stato varato nell’estate 2017.

Il cantiere ha recentemente deciso di vendere il Beneteau Figaro 3 ad un prezzo accessibile, in linea con le aspettative degli skipper. I primi, riservati ai membri della classe Figaro, saranno venduti al prezzo di 155.000 € IVA esclusa. In seguito, la barca sarà venduta a 175.000 € IVA esclusa. Ciò corrisponde al prezzo di lancio della FB2, tenendo conto dell’inflazione dal 2003, quando è stata prodotta per la prima volta.

I primi cinquanta Figaro 3 saranno consegnati all’inizio del 2019. Una estrazione a sorte si svolgerà al Salone Nautico Nautico di Parigi nel 2018 per determinare i numeri dello scafo. L’ordine del sorteggio deciderà l’ordine di consegna.

Il prezzo è escluse vele, elettronica e dotazioni di salvataggio.

Hansa 303 – La Barca a vela Accessibile

L’Hansa 303 nasce dall’idea di permettere di praticare la vela a persone alle quali per diversi motivi questo potrebbe risultare difficoltoso o poco agevole.

Hansa 303 01

Hansa 303 01
Immagine 1 di 14

E’ un deriva estremamente stabile e di semplice utilizzo, in grado di assicurare a principianti ed esperti grande divertimento sia a livello ludico che agonistico. Le soluzioni progettuali sviluppate dai cantieri Hansa, la rendono estremamente sicura anche in condizioni critiche e permettono anche ai più inesperti di approcciare alla navigazione a vela.

L’albero non è insartiato e la randa è rollabile sullo stesso, anche la vela di prua è rollabile. Inoltre, grazie ad una serie di servomeccanismi, queste barche rendono possibile navigare a vela anche alle più gravi condizioni di disabilità, con grande meraviglia di chi non avrebbe mai potuto solo immaginare di solcare le acque di mari e laghi in totale autonomia.

(altro…)

Beneteau Figaro 3, prime foto in navigazione

Beneteau Figaro III navigazione 01

Beneteau Figaro III navigazione 01
Immagine 1 di 48

Beneteau ha pubblicato nel proprio profilo facebook le prime foto del Figaro 3 in navigazione accompagnandole con questo testo:

Une révélation. Des sensations.
Le Figaro 3 a tiré ses premiers bords au large de Saint Gilles Croix de Vie.
Les architectes du cabinet VPLP design étaient présents pour officialiser ce moment. Le prototype a quitté le port hier matin sous une légère brise et un joli ciel bleu.

TF10 TriFoiler – One Design Foiling Trimaran

Disegnato da Morrelli & Melvin, Design & Engineering, Inc. il TF10 è un trimarano concepito per consentire a tutti di provare l’emozione del foiling.

TF10 TriFoiler 01

TF10 TriFoiler 01
Immagine 1 di 5

Si può portare in modalità full-foil o, ritraendo le appendici, come un convenzionale trimarano. La scelta è di chi lo usa in base anche alle condizioni di meteo e mare.

Come molti trimarani in commercio anche sul TF10 si possono chiudere gli scafi laterali, agevolando sia l’ormeggio sul posto barca di un monoscafo sia la carrellabilità (varandolo da uno scivolo), come anche il trasporto via mare su un classico container di 40 piedi. E’ così semplice da trasportare e armare che può essere ricoverato al coperto in un garage o capannone.

Costruito in carbonio con albero rotante Southern Spars è anche pensato per la stretta monotipia, consentendo all’armatore di essere competitivo nel tempo senza costose modifiche o aggiornamenti.

(altro…)

Il Mini 747 Seair spicca il volo

Mercoledì 25 gennaio 2017, al largo di Lorient, il Mini 747 Seair alla sua seconda uscita in mare, la prima con abbastanza vento per volare, una performance senza precedenti per un monoscafo regate d’altura. E’ riuscito a volare in modo stabilo ed equilibrato grazie ai foil.

Mentre, sui monoscafi a chiglia, il foil è usato più spesso per migliorare la stabilità dinamica – come abbiamo visto per gli IMOCA 60 – questa appendice che Seair ha installato sul suo Mini 747 ha permesso letteralmente di “volare” ad una velocità di 15 nodi con un vento reale di 8 nodi.

Il Mini 747, un prototipo precursore progettato e costruito dall’architetto David Raison, che fu il primo a proporre la prua a scow, è stato adattato per il volo da Seair, aiutato in questo nel cantiere AMCO Concept da Thierry Fagnent. Anche l’ex proprietario Giancarlo Pedote è stato interpellato per la sua perfetta conoscenza della barca.

(altro…)

La Classe Laser approva parte superiore dell’albero in composito

L’ILCA (International Laser Class Association) ha annunciato l’approvazione di una nuova sezione superiore dell’albero (che è diviso in due parti) in composito conforme con le regole di classe che dovrebbe essere disponibile per l’acquisto nei primi mesi del 2017.

Dato che il nuovo albero è stato progettato con lo stesso identico peso e le caratteristiche di curvatura delle sezioni superiori in alluminio esistenti non fornirà un vantaggio di prestazioni ma eliminerà i problemi di curvatura permanente associati a quelli in alluminio.

“La politica di ILCA per quanto riguarda l’introduzione di nuove attrezzature è che devono sempre avere le stesse caratteristiche delle esistenti e che le nuove non devono dare un vantaggio in termini prestazioni quando competono con quelle esistenti”, dichiara il segretario esecutivo ILCA, Eric Faust. “L’albero composito sicuramente soddisfa tale obiettivo. E’ stato testato da alcuni dei migliori laseristi nel mondo e tutti concordano sul fatto che non possono determinare alcuna differenza durante la navigazione”.

Secondo Clive Humphris, ILCA Technical Officer “La nuova sezione superiore è stata rigorosamente sviluppata e testata nel corso degli ultimi sei anni per assicurare che si tratti di un ‘like-for-like’ con l’albero corrente. Il vantaggio è che il nuovo albero sarà molto più durevole e non sarà soggetto a flessione permanente come gli alberi di alluminio.”

Via | www.laserinternational.org