Campionato del Mondo Vaurien 2019 a Colico – Risultati, classifiche e commenti

luglio 31, 2019 | By Mistro
0

Milano, 29 luglio 2019 – Con la consueta goliardia della cerimonia di premiazione, si è concluso al Palalegnone di Colico il Campionato del Mondo della classe Vaurien.

Mondiale Vaurien Colico 2019 01

Tanti i vincitori di questa edizione, oltre all’indiscusso equipaggio Niccolò Bertola e Mattia Saggio. Innanzitutto l’Alto Lario e la Geas NBC Vela Colico che si sono dimostrati, per condizioni e capacità organizzativa, all’altezza di un grande ed importante evento quale un campionato del mondo che ha visto la partecipazione di 78 equipaggi, provenienti da 11 nazioni e tre continenti.

È stata una splendida settimana di vela e di regate con 10 tiratissime prove disputate con ‘breva’ variabile dai 13 ai 18 nodi. A completare il quadro per l’Italia la doppietta sul podio: primi con un implacabile score (6 volte primi) Niccolò BERTOLA (dell’Aeronautica Militare) e Mattia SAGGIO, secondi la classe di ferro dei toscani Francesco GRAZIANI con Alessandro GOLINELLI a prua e terzo l’equipaggio spagnolo Pablo CABELLO e Mario PEREZ (Real Club Náutico de Vigo).

Tra gli Juniores ha prevalso l’equipaggio spagnolo Tirso CERQUEIRA ATARÉS-Gonzalo MARTÍNEZ RODRÍGUEZ sui francesi Malo e Milla QUERNEC e terzi ancora gli spagnoli Pedro SALGADO e Jorge CIGARRÁN. Dalla quarta alla sesta posizione tre equipaggi toscani: Andrea BIANUCCI e Alessandro MATTIELLO (per la prima volta sul Vaurien), quinte le giovanissime Livia CIAMPINELLI ed Elisa MALTINTI (con un ottimo 1 nell’ottava prova), e sesti Alessio MORELLI e Ginevra MANGONI (Canottieri Solvay).

Buoni risultati per gli equipaggi della XV Zona: F.Rinaldi-S.Grulli 32° assoluti, 9° cat. Master, Crecchi-Colombo, Giovenzana-Andreotti (Geas NBC Vela Colico).

GRAZIANI GOLINELLI primi anche nella classifica Master con gli altri veterani della classe, Francesco ZAMPACAVALLO e Carlos FRANCÉS secondi, Marco FACCENDA e Vincenzo SORRENTINO terzi.

“È stato un percorso studiato, costruito e sudato… Questa è la soddisfazione più grande!”, queste le parole di Niccolò Bertola sul suo profilo Instagram che nei ringraziamenti finali menziona l’amico e maestro @marco.faccenda, e la veleria @3fl_saildesign.

Sotto il profilo agonistico il campionato ha avuto un alto contenuto tattico e tecnico. Le regate si sono svolte con vento medio con punte di 18 nodi su percorsi a triangolo e a bastone. La vittoria finale non è mai stata in discussione, Niccolò Bertola non è mai sceso oltre il quinto posto distaccando i secondi di ben 24 punti. Nelle varie categorie gli italiani portano a casa 8 medaglie e un bagaglio di esperienze, di set-up, di accorgimenti e conduzione sui quali giovani equipaggi e tecnici potranno lavorare in vista dei prossimi appuntamenti.

Il Vaurien

La ‘storica’ classe Vaurien (progettata nel 1951 dal francese Jean Jacques Herbulot), dimostra ancora una volta la sua grande vitalità. Dopo il restyling del piano velico voluto nel 2008, lo scafo a spigolo riesce ancora ad attirare interesse per la sua economicità e tecnicità.

Il vaurien, nell’agguerrito scenario dei doppi, rappresenta un validissimo test per sondare le capacità dei giovani equipaggi che scendono dall’optimist e si trovano incerti nel decidere quale barca affrontare. Il Cantiere Faccenda, in collaborazione con la Classe Italiana, si è prodigato per supportare gli equipaggi juniores più meritevoli di interesse mettendo a disposizione barche e know how. Inoltre, la collaborazione con il coach Dario Marazzini e campioni d’esperienza come Bertola, Graziani e Faccenda rappresenta quel magico mix che è il cuore e lo spirito della Classe Vaurien (#TheVaurienSpirit) che da anni vede un fitto e partecipato calendario di regate in II, IV e XV Zona.

web: https://www.vaurienworlds2019.it/
YT:  https://www.youtube.com/channel/UCTaqOeebL_H1OM9Py1YJ1pA
Instagram:  https://www.instagram.com/vaurien_worlds_2019/

Comments: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.