Tag name:leg 2

Volvo Ocean Race – Team Brunel primo ad Abu Dhabi

Team Brunel, guidato dal veterano olandese Bouwe Bekking, ha tagliato il traguardo di Abu Dhabi alle 8.25.20 UTC (le 9.25.20 italiane) battendo i franco-cinesi di Dongfeng Race Team dello skipper Charles Caudrelier, aggiudicandosi così la seconda tappa della Volvo Ocean Race 2014-15.

December 13, 2014. The Abu Dhabi arrivals; Dongfeng Race Team fight Team Brunel to the finish line.

December 13, 2014. The Abu Dhabi arrivals; Dongfeng Race Team fight Team Brunel to the finish line.
Immagine 1 di 31

December 13, 2014. The Abu Dhabi arrivals; Dongfeng Race Team fight Team Brunel to the finish line.

Partiti da Città del Capo in Sudafrica lo scorso 19 novembre, con il passaggio del Capo di Buona Speranza, la risalita dell’Indiano, le calme equatoriali e lo stretto di Hormuz, dopo quasi 24 giorni di navigazione Team Brunel ha battuto Dongfeng con un margine di 16 minuti e 20 secondi.

In terza posizione i vincitori della prima tappa Abu Dhabi Ocean Racing.

www.volvooceanrace.com

Volvo Ocean Race – Leg 2 – Incognita Doldrum

La scorsa notte terzetto in testa a questa seconda tappa della Volvo Ocean Race ha attraversato l’Equatore, Abu Dhabi Ocean Racing mantiene la leadership e allunga di qualche miglio, mentre alle sue spalle è ancora duello fra Team Brunel e Dongfeng Race Team, che ormai da giorni navigano a vista.

ALV_141204_ross_0176

ALV_141204_ross_0176
Immagine 1 di 12

December 4, 2014. Leg 2 onboard Team Alvimedica. DAY 15. The fleet begins to converge as the exclusion zone enters the picture. The bow points north during another beautiful sunset in the tropics.

Mentre i primi proseguono a buona velocità, alle loro spalle si svolge un altro duello a distanza, visto che i due sono ben lontani sulla linea ovest-est, fra MAPFRE e Team Alvimedica, che nelle ultime ore è tornato sotto agli spagnoli. Tutta la flotta, incluse le veliste di Team SCA, ha strambato e ha messo la prua verso nord. Ma, davanti alla flotta, l’incognita calme equatoriali.

Azzam, la barca portacolori dell’emirato, mantiene saldamente la testa della flotta, posizione di vantaggio che occupa ormai da sei giorni, e si trova a una decina di miglia abbondanti davanti al duo degli inseguitori. “Penso che siamo messi bene, siamo sempre davanti quindi dobbiamo aver fatto qualcosa di giusto” ha detto lo skipper britannico di Abu Dhabi Ocean Racing, Ian Walker. “Però penso anche che avremmo potuto fare qualche scelta diversa, magari avvicinarci un po’ agli altri quando abbiamo strambato, ma avevamo le nostre buone ragioni e adesso, in realtà, guadagniamo bene. La verità è che le cose qui cambiano in fretta. La nostra strategia è quella di stare a ovest degli altri, sperando di avere un angolo migliore e magari un po’ più di pressione per attraversare la transizione.” Una transizione che potrebbe, in effetti, scombinare le carte in tavola, come ormai successo diverse volte in questa seconda tappa della Volvo Ocean Race. Per il momento, comunque Walker dice di essere contento di non vedere più i due inseguitori all’orizzonte. “Non so, ci ho pensato tanto. Credo che non si porti la barca al massimo perché si reagisce a quello che fanno gli altri. Adesso sono contento di essere vicino ma abbastanza lontano da non essere ossessionato da quello che fanno loro.

(altro…)