Tag name:Roma Ocean World

Le 2 domande che tutti vorremmo fare a Matteo dopo Roma Ocean World

Le 2 domande che tutti vorremmo fare a Matteo dopo Roma Ocean World e, soprattutto, le sue risposte:

miceli giraglione

CHI E’ MATTEO MICELI DOPO L’ESPERIENZA DELLA ROMA OCEAN WORLD?

“Un uomo sereno, sempre più innamorato del mare, motivato a proseguire nell’azione di sensibilizzazione, soprattutto dei giovani, sui temi dell’ambiente e dello sviluppo eco-sostenibile.

Non deve trarre in inganno il cartello A’MARE’GGIATO che ho esposto al mio rientro a Fiumicino.

Forse non tutti hanno colto il particolare che ‘MARE’ era scritto tra virgolette a significare che resta per me un elemento centrale.
Molti mi chiedono :”Lo rifaresti?”. La mia risposta è secca, senza dubbi: ”Si!”.

Eco40 è stata la mia casa per quasi 5 mesi: dalle giornate tiepide e limpide dell’Atlantico a quelle gelide e burrascose dell’Indiano e del Pacifico con raffiche fino a 70 nodi ed onde alte fino a 10 metri.

(altro…)

Flash – Matteo Miceli rovesciato in Atlantico

Una bruttissima notizia. Dopo aver doppiato tutti i grandi capi ed aver risalito parte dell’Atlantico, quando si trovava a circa due giorni dal passaggio dell’Equatore, Eco40, il Class 40 di Matteo Miceli, ha perso la chiglia (sia lama che bulbo). Eco40 si è rovesciata ma non è affondata.

matteo miceli pesce

Matteo è riuscito ad uscire dalla barca rovesciata ed ora è a bordo della zattera di salvataggio vicino alla barca. E’ riuscito a portare con se cibo, acqua, il telefono satellitare e l’iPad, con il quale riesce ad avere la propria posizione e comunicarla ai soccorsi. Un cargo si sta già avvicinando alla sua posizione.

L’ultimo suo messaggio pubblicato sulla sua pagina facebook:

wp 01 21 N 28 02 W [05:30 UTC]
Direzione del vento 15°, intensità 22, velocità 8, rotta 330°, temperatura aria 28°, temperatura acqua 26°, pressione 1007.4.
Nell’emisfero nord tutta un’altra musica…e si canta!!!!
OHHHHHHHHHH SOLEEEEEEEEEEEE MIOOOOOOOOOO
Preso gran pescione! Bonito! Mi sono assicurato altri 15 giorni di cibo.
Si era impigliato nella linea dell’equatore, per questo la mora non mollava:)
Buona giornata

13.3.2015 h.18.05 ===AGGIORNAMENTO===
Matteo è in salvo a bordo del cargo Aramon che batte bandiera Isole Marshall con destinazione Salvador de Bahia.
ETA 12:00 UTC del 17.3.2015.

Roma Ocean World Contest

Nelle prossime settimane potrete tutti giocare e provare ad indovinare i passaggi di Matteo Miceli all’Equatore, allo Stretto di Gibilterra e infine l’arrivo di Roma Ocean World.

matteo miceli posizione 27 feb 2015

In palio, una giornata con Matteo a bordo di Eco 40 per i 3 fortunati che indovineranno data e orario dei 3 passaggi, e avrà il piacere di congratularmi con loro al telefono.

Ed ora qualche indicazione per voi per stabilire il passaggio all’EQUATORE.

1) Matteo fa una media di 170 / 200 miglia al giorno;
2) passerà più o meno dove è passato all’andata;
3) alle 11 utc del 28 febbraio le miglia della rotta diretta sono 2300 (rischia però di fare miglia in più).

Non servono né competenze specifiche né cartografiche: basta fare una proporzione tra le miglia che mancano e le miglia che ha già fatto.

Cercate di capire quante miglia mancano, quanta velocità fa in media e poi ci sarà la meteorologia con le varie depressioni e la sua capacità per arrivare ad attraversare quel punto.

Negli allegati che prepara lo staff di terra, grazie alla Modimar s.r.l., e che posterà a brevissimo su facebook e sul sito, potrete trovare tutte le informazioni necessarie.

Il tracker sul sito con la sua posizione esatta e la velocità si aggiorna ogni 4 ore.

Il gioco è semplice. Lo scopo è indovinare il passaggio esatto dell’EQUATORE, Mese – Giorno – Ora UTC in minuti e secondi. Vince chi avrà indovinato il passaggio esatto o chi ci si sarà avvicinato/a di più.

Per partecipare basta inviare entro e non oltre le 22:00:00 UTC di mercoledì 4 MARZO una mail a facetrackingrow@gmail.com inserendo nell’oggetto “GIOCO DELL’EQUATORE”, e nel testo il tuo nome e la data esatta in UTC con minuti e secondi.

Via | Facebook

Matteo Miceli ha doppiato il Capo di Buona Speranza

Partito da Riva di Traiano domenica 19 ottobre, Matteo Miceli ha doppiato ieri, 12 dicembre, il Capo di Buona Speranza ed è ora in Oceano Indiano.

matteo miceli posizione 13122014

54 giorni di navigazione attraversando il Mediterraneo, lo stretto di Gibilterra e l’atlantico senza una goccia di combustibile, neanche il gas per cucinare, utilizzando sempre acqua dissalata, tutto grazie all’energia prodotta autonomamente.

L’ultimo suo messaggio riportava:

wp 42 27 S 22 11 E [05:10] UTC – Direzione vento 310°, intensità 28, velocità 9, pressione 1011,8, temperatura aria 15.2°, temperatura acqua 11.7°, cielo coperto, randa tre mani e trinca. Mi aspetto un rinforzo.

Ho strambato alle 02:00 UTC con il giro del vento a 290. Sta aumentando l’aria, potevo rimanere con il fiocco fino alle 22:00 UTC ma non mi sono fidato per la troppa onda ed eventuali groppi. Abbiamo comunque percorso 200 miglia in linea d’aria.

Grandissimo Matteo!!!

Aggiornamenti su www.matteomiceli.com e Facebook

Matteo Miceli parte per il Giro del Mondo in autonomia energetica e alimentare

Domenica 19 ottobre 2014 Matteo Miceli, già dententore di due record di traversata atlantica in barca a vela, partirà da Riva di Traiano per farvi ritorno dopo aver circumnavigato il mondo in solitario sul suo Este 40, barca pensata e attrezzata per portare a termine questa impresa in totale autonomia energetica, idrica e alimentare.

miceli giraglione

Matteo Miceli ha infatti imbarcato due galline (per le uova fresche), un orto biologico, pannelli solari calpestabili, generatori eolici, due idroturbine a immersione e nessun combustibile fossile.

La rotta è quella classica e prevede di coprire circa 28 mila miglia doppiando il Capo di Buona Speranza, Capo Lewinn e Capo Horn, circumnavigando quindi l’Antartico, la differenza è che partirà direttamente da Roma e dovrà farsi la tratta mediterranea con uscita – e dopo aver fatto il giro – rientro attraverso lo stretto di Gibilterra.

E’ possibile seguire l’avventura di Matteo passo passo attraverso il tracker e su www.matteomiceli.com

Immagine anteprima YouTube